Sign in to follow this  
Followers 0
giugiuk

Diminuire La Corrente Da 380v A 220v - cosa devo fare?????

23 posts in this topic

salve ragazzi questo è il mio primo post in questo forume spero di sver trovato il posto giusto per risolvere un problemino che mi si è presentato poco tempo fa.

In pratica mio zio mi ha regalato un compressore che funziona a 380V mentre io nella mia officina utilizzo esclusivamente la corrente a 220V.

A questo punto vi chiedo come posso risolvere questo problema senza fare l'allaccio per la 380V.

Non ho la minima idea di cosa fare.

spero di poter contare sul vostro aiuto e di uscirne al più presto.

Grazie mille a quanti prenderano parte a questa discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci vorrebbe un miracolo simile alla moltiplicazione dei pani e dei pesci, per moltiplicare le fasi :lol: ................a parte gli scherzi (profani), benvenuto nel forum ma penso che hai ben poco da fare, la cosa poteva essere fattibile se il problema era al contrario (380-->230) per la 380 ci vogliono due fasi diverse, tu hai una fase ed un neutro quindi.................

Scusa ho dovuto modificare il messaggio perchè ho riletto il titolo del 3d

Diminuire La Corrente Da 380v A 220v
quindi a questo punto dovresti chiarire meglio...............hai una 380V da trasformare in 230V? o hai una 230V da trasformare in 380V? :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi state dicendo che è nato 380 e morirà 380????!!!!!!!!!!!!

nooooooooooooo

nessun miracolo è possibile per far si che possa utilizzarlo anche con la 220?

Share this post


Link to post
Share on other sites
A questo punto vi chiedo come posso risolvere questo problema senza fare l'allaccio per la 380V.

Per motori di ridottissime potenze e che fanno sforzi ridottissimi si mette un condensatore e si alimenta a 230V, su un compressore non tentare nemmeno, con lo spunto che deve avere per azionare il pistone non ce la fa neanche a partire.

Unica soluzione rimasta sostituire il motore con uno adeguato a 230V tenendo conto anche dell'elevato assorbimento, quindi se hai un normale contatore da3 KW mi sa che non basta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devi semplicemente verificare che il motore possa essere alimentato in monofase (interponendo un condensatore di taglia opportuna) collegandolo a triangolo.

Se si tratta di un compressore, considera che nel caso di alimentazione monofase, hai sicuramente dei problemi in fase di spunto e/o avvio sotto carico, quindi se non è già presente devi montare un elettrovalvola di scarico (sfiato) della mandata, per evitare che al riavvio il gruppo pompante la trovi già in pressione piantando il motore...

Share this post


Link to post
Share on other sites

se hai la fortuna che il motore sia del tipo stella 380 triangolo 220, puoi comprare un inverter con alimentazione monofasica a 220 e con uscita trifasica 220!!!buonafortuna

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti hanno gia' dato le risposte, io volevo solo fare una precisazione:

quando si tratta di V (quindi 400V, 230V, ecc...) si parla di TENSIONE e non di corrente... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

...ciao, nel caso sia un compressore con trasmissione a cinghia potresti smontare il 380 e chiedere a uno che fa avvolgimenti se magari te lo cambia con uno 220..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sento puzza di spese accessorie superiori all'acquisto di un compressore dimensionato al reale uso che ne farai :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

anch'io ho questa vaga idea nino, ma qualcosa dovrá pur inventarsi l'amico ... fará mica fare la fine del sopprammobile ad un compressore nuovo di zecca??????????

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh...visto che finora tutte le risposte sono state dettate "dall'animo elettrico" e abbiamo capito che i miracoli non si possono fare ;) ... a questo punto potrebbe convenirti (in termini puramente economici) vendere questo compressore (es. eBay, o in qulunque altro modo) e investire il ricavato per un compressore che soddisfi meglio le tue esigenze

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,dipende dalla potenza del motore... e poi non si é capito una cosa ,dato che é raro ma si trova ancora specialmente in reti private o comunali esiste il trifase 230V,non credo sia il tuo caso,se il motore non é di molti HP puoi provare con un condensatore,apri la scatola del motore esegui una conessione a triangolo e colleghi un condensatore non polarizzato (chiedi a chi riavvolge i motori fai prima e ti sapra' consigliare)da minimo 50-70 microfarad e dovresti riuscire a farlo partire a 230V in monofase,l'ho fatto ad un amico neller stese tue condizioni e ha funzionato,ovviamente dovrai rivedere lo schema del presostato,o meglio isolare la terza fase dal cavo di alimentazione e dal cavo che va' al motore, se fornisci dei dati piu' precisi.... (magari stai parlando di un motore da 1.5 Hp o di uno da 15Hp?)

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'unica prova che potresti fare è quella del condensatore e far partire il compressore solo quando la pressione è arrivata al minimo... perche altrimenti cn la coppia non ce la fai... le altre soluzioni credo siano piu costose dello stesso compressore...

un domanda?

ma che officina è senza 380V eheheh?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La soluzione migliore è la sostituzione del motore in uno di pari potenza a 220V monofase (se lo trovi).

Altra soluzione è quella di usare un trasformatore monofase da 220 a 380 di potenza pari o superiore al motore e alimentare la terza fase del motore mediante un condensatore opportunamente dimensionato con questa formula arbitraria:

C(uF)=3400*P(kW)

dove:

C=capacita condensatore in microFarad

P= potenza motore in kiloWatt

Nota che la tensione del condensatore dovrà essere almeno 700V

Il condensatore andrà collegato tra una fase e il morsetto della terza fase del motore.

Se il motore parte a vuoto, si può anche dimezzare la capacità calcolata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

pensare di far partire un compressore con un condensatore e' iluusione.

i casi sono due: o e' conveniente la sostituzione del motore con uno monofase a 220v oppure compri un compressore nuovo.

dovresti descrivere le caratteristiche del compressore.

ivano65

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,il mio ha un motore da 4HP e con il condensatore (sono due da 70uF)parte tranquillamente,unico neo é la corrente di spunto, se lo si collega a una presa protetta da un C16 a volte scatta alla partenza,ma non é un problema.... linea dedicata, stessa cosa per la sega a nastro di un amico che la utilizza per tagliare la legna da ardere!

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me hanno regalato un bagno turco trifase e i costi per portarlo a monofase erano di circa 1200 € ... poi ho scoperto che per passare alla 380 l'enel voleva circa 350 €.

Non sarà anche per te la soluzione più economica ... mi dicono poi che alla distanza con la trifase si ha un maggior rendimento.

Ciao

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,un bagno turco non é un motore ! sono delle resistenze,e se vuoi lo puoi far andare a 230V tranquillamente con una modifica altro che 1200 euro!

il problema é l'assorbimento in monofase! ecco perche la soluzione del contatore trifase nel tuo caso é la piu azzeccata, questo per molti fattori che tu forse non sai neanche, uno di questi é che l'enel in monofase da al massimo 6 kWw e se concesso in rari casi 10kW, ma ce ne sono tanti altri.

Riguardo al motore monofase é una caz.... dato che la maggior parte dei motori sono trifase e "convertiti" in monofase con il condensatore, vedi le pompe o circolatori o tutti chi elettrodomestici professionali x ristoranti o bar,frullatori affettatrici lavabicchieri macinini ecc

Metti un bel condensatore da almeno 70 microfarad con tensione massima di 400V e sei aposto con meno di 20euro!

Ciao

ps. quarda tutti i compressori (motore) a 230V con serbatoio in qualsiasi ferramenta o bricocenter! e dimmi se vedi il condensatore, se non lo vedi ,non ti servono gli occhiali ma un cane! hihi haha,scusa il sarcasmo! spero che hai gia' risolto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao

mi date una dritta precisa per trasformare da 380v a 220 ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti compri un trasformatore 400v==>230v (questi sono i valori standard della rete europea). Se non necessiti di separazione primario secondario è sufficiente un autotrasformatore.

Però non dici se mono o trifase e, soprattutto, la potenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Livio penso che la tua idea sia super!!!

Riguardo i carichi di spunto forse si dovrebbe un pó sovradimensionare il trasformatore o per le (forse poche) volte che parte é lo stesso ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti mi è stato regalato un compressore con motore da 1HP 400V. Purtroppo in laboratorio ho solo la monofase 220V. Dopo aver letto molto sui vari forum vorrei provare col condensatore da 50/70 microF 450V. Ma ho anche appreso dell'esistenza di inverter per questo tipo di motori, si potrebbe avere qualche link a prodotti specifici? Ma che prezzo sfogano?

Aggiungo che il carter motore è solidale col resto quindi solo un riavvolgimento potrebbe far cambiare il motore, ma a che prezzo?

Inoltre non ha morsettiera ed il filo vadiretto nell'avvolgimento Marrone-blu-nero?+gialloverde

Non so proprio cosa fare mi rode il fatto di non poter utilizzare il compressore, magari devo comprarne un'altro a 220V non è verò?

Speriamo che col condensatore si abbia un risultato accettabile e che non si blocchi.

Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi.

Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

1 - non specifichi se è monofase o trifase

2 - se il motore fosse trifase, come pare più probabile, non dici se c'è la morsettiera per effettuare il collegamento a stella o a triangolo.

Se il tuo motore funziona solo a 400v ed è trifase non puoi usare il collegamento monofase con condensatore. In questo caso, se proprio vuoi usare quel motore devi acquistare un inverter che lavora con tensione d'ingresso 400v anche monofase ed alimentarlo con un autotrasformatore 230 V --> 400 V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0