Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Quale Marca è Più Affidabile?
PLC Forum -> Forums automazione > TERMOTECNICA > Climatizzazione, riscaldamento e termoidraulica
gdelucce
ciao a tutti,
sono un nuovo utente.. In questi giorni si è rotta la caldaia di casa, che utilizzo per il solo riscaldamento (quella per l'acqua è a parte). Dovendola cambiare, ho sentito due installatori, che mi hanno proposto rispettivamente riello e vaillant. Sono indeciso tra le 2, il fattore che potrebbe far pendere la bilancia da una parte o dall'altr è l'affidabilità (anche in termini di robustezza dei componenti elettronici). Dalla vostra esperienza cosa mi consigliereste? grazie a tutti ciao!!!!
Del_user_62129
io sono un manutentore ed ho avuto a che fare sia con riello che vaillant che tra l'altro ho l'assistenza. non per tirare l'acqua nel mio mulino ma guardando l'ultima serie riello mi sembra che togliendo il pannello la caldaia è vuota. non ci mettono piu niente dentro, non mi sembrava una caldaia.
blink.gif
gdelucce
quindi, vaillant...era ciò che stavo pensando pure io.. grazie 1000!!!
sic79
SCUSATE SE MI INTROMETTO, MA LA LEGGE DELL' AFFIDABILITA' DICE CHE TUTTO QUELLO CHE NON C'E' NON SI PUO ROMPERE CIAO
kalos66
quanto costano le rispettive schede elettroniche?
in caso di sovratensione o meglio dopo un temporale come si comportano?
a titolo di cortesia mi è stato chiesto di dare un'occhiata a due caldaie vaillant, perchè il centro assistenza quale manutentore, chiedeva una cifra per la sostituzione delle schede elettroniche. ho sostituito oltrei fusibili, il ponte diodi e i condensatori elettrolitici e tolti quelli di filtro perchè tutti danneggiati e queste caldaie ancora oggi funzionano con le stesse schede. questi utenti a loro dire hanno risparmiato tantissimo.
comunicate cortesemente i suddetti costi delle rispettive schede elettroniche(per coloro che ci lavorano naturalmente). grazie. ciao

almeno così tutti sanno quanto spendere per la sostituzione della scheda.
Del_user_62129
sic79 ti consiglia di non comprare proprio nulla.

quali schede? a volte su una caldaia ne trovi pure tre.
kalos66
...quella dell'alimentazione!!!!!!!! alla rete elettrica.............. sic79 ha ragione.... meno pezzi ci sono meno probabilità di guasti avrai.. e più spazio dove mettere le mani.. ciao
luigi_67
Posso dire di avere a casa una vaillant in servizio per riscaldamento/sanitaria dal 1998 e fino ad oggi non si è mai fermata un giorno.
Chiaramente facendo i normali controlli annuali di manutenzione.
Unici interventi "pesanti", la revisione della 3 vie qualche anno fa e, l'anno scorso, la decalcificazione degli scambiatori.
Fortuna?
Qualità?
Affidabilità?
chissà....

Ciao
Luigi
kalos66
se la gestione della caldaia è con schede modulari e quindi anche con tre schede, sostituisci solamente quella guasta con minore spesa per l'utente finale!!
sic79
pienamente in sintonia con kalos, ripeto meno componenti meno guasti e maggior facilita' di intervento!poi cmq credo che trattare prodotti italiani e' sempre meglio ciao
Del_user_62129
meno componenti meno possibilità di regolazione e più guasti. di sicuro se monta qualche pezzo in più vorrà dire qualcosa non e che lo mettono per sfizio.
stai dicendo di comprare una 500, tanto cammina, non ha tutti quei pezzi in più e si rompe di meno.

per il discorso delle schede, forse se specifichi il modello ci facciamo un idea.
batta
A casa di mia madre c'è una Vaillant.
Non so se è stata sfortuna, ma le famose schede si sono guastate più di una volta. E pensare che mia madre appena c'è un accenno di temporale stacca tutte le spine, caldaia compresa!
Io sono soddisfatto della mia Beretta, che in oltre 10 anni di onorato servizio non ha mai avuto problemi.
Certo che 2 casi non fanno una statistica.
kalos66
x batta
quanto è costata la scheda della caldaia di tua madre.

x tutti
ho notato che qualcuno compra le caldaie a peso! come le bare!!!!!

ci sono in ballo due marchi di caldaie cerchiamo di capire qual'è la più affidabile, il cliente la vuole robusta riguardo l'elettronica.
cerchiamo di ascoltare le richieste del cliente e possibilmente di soddisfarlo.
se la caldaia è vuota o piena di materiale poco importa all'utente finale.
chiediamo magari cosa <pretendono> da una caldaia!
Del_user_62129
e allora se guardiamo l'elettronica lascia perdere riello/beretta non so quante bc1, bc2 (schede) ho dovuto cambiare nella mia vita. vi devo mostrare la mia collezione.

le bare vanno a peso? buono a saperlo, per me la più pesante così vorrà dire che c'è ne di roba vicino, tra crocifissi e fiori immagina che bella figura farò.
batta
CITAZIONE
x batta
quanto è costata la scheda della caldaia di tua madre.

Non mi ricordo le cifre, ma non erano riparazioni da potersi definire "economiche".
sic79
ad oggi il problema delle caldaie è rappresentato dai componenti elettronici e tutte le case hanno gli stessi problemi (schede e sonde NTC) dalle bc 01/02 sono passati 10 anni flavio e il gruppo Riello si e' evoluto dato che rimane il piu' diffuso. Sicuramente bisogna sodd. sempre l'utente proponendogli prodotti che si avvicinino il piu' poss.le alle loro richieste io punto sempre su prodotti italiani in tutto, ma questa e' una mia idea
Del_user_62129
gurdando la nuova serie, la scheda non sembra molto differente visto che ci sono sempre quei puntali che danno fastidio.
anche io usavo prodotti italiani, ma col passare degli anni, purtroppo le cose sono cambiate proprio quando hanno proposto nuovi modelli. wink.gif
sic79
flavio guarda che la bc faceva tutto nella caldaia, mentre le nuove serie hanno almeno le 2 schede (gestione e accensione) e personalmente credo che tutte le schede soffrano degli stessi problemi e per esperienza personale i ricambi dei marchi italiani costano sicuramente meno e hai una maggire reperibilita' e cmq secondo me si tratta di buoni prodotti anche perche' altrimenti non si spiega il perche' se ne vendano e istallino molte giusto?ciao
LB81
Generalmente, le aziende che producono anche caldaie grosse (tra cui Riello) sono più attente alla qualità e all'affidabilità rispetto ai concorrenti che producono solo piccole caldaie domestiche (per es. Vaillant). La Beretta produce delle ottime caldaie da esterno, degne di tale nome.

Ciao smile.gif
FRAU79
CITAZIONE
e allora se guardiamo l'elettronica lascia perdere riello/beretta non so quante bc1, bc2 (schede) ho dovuto cambiare nella mia vita. vi devo mostrare la mia collezione.


tralasciando il fatto che quel modello di scheda viene prodotto dalla Brahma e che il 90% delle schede che hai cambiato aveva solo un piccolo difetto riparabile con un saldatore in 5 min senza cambiare nessun componente....
reputo che il successo avuto da Beretta in questi anni non sia da valutare solo al basso costo di una scheda , o dal numero di pezzi presenti nell'apperecchio...

stiamo parlando di una ditta che produce 115.000 caldaie all'anno e che ha una rete circa 700 centri assistenza su tutto il territorio nazionale.

tu puoi comprare anche un buon prodotto ma se per usufruire dell'assistenza devi aspettare 10 gg o ti trovi dei tecnici che per una saldatura ti cambiano tutta una scheda..

poi comprare un prodotto con 10 o 100 componenti, con 10 o 100 regolazioni ( e ce ne sono molte superflue ), ma chi ti seguira' nel corso degli anni e' il centro assistenza wink.gif

una percentuale anche se minima di difettosita' la troverai in entrambe le marche, ma quello che fara' la differenza sara' il tecnico che ti riparea' il guasto..
Del_user_62129
bè quà entrambi i centri assistenza funzionano bene. i miei post non volevano criticare beretta, ho semplicemente espresso i miei pareri. per la reperibilità dei pezzi vaillant a breve li trovi anche in salumeria, non stiamo parlando di savio.
PLCforum Staff
Questa discussione e' chiusa, la puoi trovare nella nuova sezione Termomeccanica raggiungibile a questo indirizzo termomeccanica.plcforum.it
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.