Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Controllo Carica Condizionatore
PLC Forum -> Forums automazione > TERMOTECNICA > Climatizzazione, riscaldamento e termoidraulica
albicocco
salve ragazzi,
per controllare la carica di un condizionatore devo collegare il manometro di bassa alla presa di servizio sul tubo grande....dopo 10minuti di funzionamento a freddo leggere sulla scala del gas la temperatura teorica di quel gas a quella determinata pressione, poi appoggiare la sonda del termometro digitale al tubo di mandata (piccolo) o a quello di aspirazione (grande)? ho letto in giro sul forum e c'è chi dice il grande e chi il piccolo tongue.gif i'm Confused tongue.gif e dopo aver letto la temperatura data dal termometro devo fare la sottrazione tra la temperatura teorica e quella effettiva? ad es -6 temp teorica del gas r22 a 3 Bar e 14°C dati dal termometro verrebbe il delta 20°C quindi condizionatore scarico?

grazie a tutti della disponibilità ai chiarimenti smile.gif
nazza.70
thumb_yello.gif esatto...
r22 5/10 ( sotto 5 troppo carica sopra 10 scarica )
r 407 7/12 (sotto 7 troppo carica sopra 12 scarica )
r 410 5/10 ( sotto 5 troppo carica sopra 10 scarica )
Simone Baldini
Con le miscele è piu' complicato. Diciamo che la soluzione ideale è svuotare e ricaricare a peso come succede per le autovetture.
albicocco
CITAZIONE
poi appoggiare la sonda del termometro digitale al tubo di mandata (piccolo) o a quello di aspirazione (grande)?


per quanto riguarda questo mio dubbio? chi mi chiarisce le idee? anche se penso che il termometro vada messo al tubo di mandata...
nazza.70
no devi misurare il tubo del ritorno ( quello più grande ) thumb_yello.gif
danone
ciao a tutti,
mi sono cimentato nell'installazione di un sistema quadri-split della Daikin 4MXS68F. Non avevo realizzato bene la cartellatura di una flangia lato split e il sistema ha cominciato a perdere sulla tubazione del liquido (1/4"). Mi sono accorto della micro-perdita solo il giorno dopo, quando il sistema si è bloccato per "mancanza refrigerante". A questo punto non conosco la quantità di gas contenuta nel sistema. Ho letto che sarebbe meglio scaricare e ricaricare. Sono anche disposto a eseguire l'intera operazione, ma volevo sapere se il gas scaricato si può raccogliere e riutilizzare o se si deve smaltire. Chi mi sa dare qualche consiglio? Ovviamente dispongo di pompa per il vuoto per R410A.
albicocco
il recupero del gas è possibile ( non sò se anche dell'r410) ma con una semplice pompa per il vuoto e un gruppo manometrico penso proprio di no...serve altra attrezzatura...tipo un recuperatore di gas smile.gif e costa quanto tanto un altra pompa per l'alto vuoto se non di più..se ho scritto castronerie qualcuno mi corregga tongue.gif
danone
quindi in conclusione cosa dovrei fare? sad.gif
Forse sarebbe meglio rabboccare e controllare il DeltaT fra lato liquido e lato gas... Che ne dite?

Infine, sia per il vuoto che per il rabbocco è meglio caricare il refrigerante attaccando la pompa per il vuoto a entrambi i rubinetti (alta e bassa) o solo bassa?
danone
ulteriore domanda:
come posso calibrare i termo/manometri lato alta/bassa pressione? Vedo che sui quadranti ci sono due viti di regolazione. Il dubbio mi sorge perché con i tubi di collegamento staccati le lancette vanno fuori scala (in negativo).
nazza.70
devi necessariamente svuotare il gas rimasto,fare il vuoto e ricaricare a peso...tutto il resto è perdita di tempo... thumb_yello.gif
per i manometri...tarali a zero esatto.
albicocco
per quanto riguarda la carica...secondo me faresti bene a svuotarli e ricaricarli visto che per l'r410 che è una miscela di diversi gas non verrebbe una cosa fatta per benino...poi fai tu smile.gif ma se non sai quanto gas è uscito non sai nemmeno quanto metterne smile.gif

per la calibrazione dei manometri agisci sulle viti per portare la lancetta a 0.
Io uso sempre il manometro bassa pressione comunque.
Attendi conferma da gente più esperta di me comunque smile.gif ciao
danone
Benissimo. Allora ho capito che devo ricominciare da zero.
Ma per scaricare tutto, non posso buttare tutto il gas nell'atmosfera. Dovrei raccoglierlo in qualche recipiente. Mi sfuggono, però, le modalità con cui dovrei effettuare questa operazione... Ad ogni modo, ipotizziamo che apra tutto e che scarichi in atmosfera. Dopo ciò, avrò tubazioni e macchina piene d'aria. Devo fare il vuoto anche nell'unità esterna, quindi agendo a rubinetti d'intercettazione del liquido/gas aperti? Non si rischia di sciupare qualche componente nella macchina forzando il funzionamento per il successivo carico?

Per verificare che non ci siano perdite, devo, ovviamente, controllare i manometri. Ma devono proprio rimanere immobili da subito oppure devo attendere che si stabilizzino?
Inoltre, mettiamo che abbiano un lievissimo spostamento ogni tot tempo (esempio qualche tacca ogni ora), come posso fare a individuare le perdite?
Erikle
ti stai muovendo maldestramente e stai facendo un lavoro un poco sopra alle tue capacità

Comunque per recuperare il gas ci vuole un recuperatore di gas refrigerante e una bombola da recupero poi visto che è gas di una macchina nuova puoi riusarlo perchè torno a ripetere l'r410a è rabboccabile..il 407c no..l'r410a è si anche lui una miscela ma è in pratica ammissibile assimilarlo a gas puro tanto è vero che i VRF a r 410a molti modelli ormai basta attaccargli una bombola e si caricano loro l gas che gli manca (anche se in un vrf è inammissibile una perdita ma questa è altra storia)

Comunque se è andato in blocco il giorno dopo per mancnaza di refrigerante ormai lo hai già scaricato praticamente tutto in atmosfera ergo fai così chiudi i rubinetti della macchina esterna aggiusti la perdita e poi attacchi la pompa da vuoto e lentamente apri il rubinetto del iquido della macchina esterna te ne accorgi che arriva gas perchè il rumore della pompa da vuoto cambia sensibilmente senti tutto un bollire quando si calma questo rumore apri mano a mano sempre di + e poi entrambi i rubinetti e poi lasci attaccata la pompa da vuoto per circa un ora MI RACCOMANDO NON ACCENDERE MANCO PROVARCI il climatizzatore anzi per essere sicuro staccagli la corrente..non sto a dirti cosa può succedere ad accendere un compressore sotto vuoto spinto

dopo un ora è se vuoi pure di + vedrai probabilmente comunque la lancetta del vacuometro salire se fermi la pompa anche se non ci sono perdite ed è dovuto al gas refrigerante che è legato all'olio del compressore che degasa lentamente..semmai se chiudi i rubinetti del clima allora solo le linee e l'unità interna devono tenere il vuoto in modo perfetto nessuna risalita se risale allora hai ancora perdite

finito di fare il vuoto in quella macchina che ha un sacco di ricevitori di liquido potresti caricare anche tutto il gas di targhetta da spento ma comunque per evitare dopo il vuoto carichi circa 1/3 della carica totale poi lo accendi a FREDDO e completi la carica fino al valore di targa + integrazione per i tubi SOLO SE NECESSARIA

Se c'ha capito poco fatti aiutare altrimenti rischi di fare disastri ulteriori
danone
grazie per le preziose info. Sto provando a fare da solo cercando di muovermi passo per passo, ma non commettere nessun errore è impossibile. Comunque, le mie capacità stanno migliorando di post in post. thumb_yello.gif
Ad ogni modo, secondo te devo fare il vuoto come mi hai consigliato utilizzando entrambe le tubazioni (alta/bassa) o solo la alta?
In merito a quanto hai scritto, vorrei solo fare una piccola precisazione: l'unità l'altro giorno mi segnalava "mancanza di refrigerante" sui LED del circuito stampato sopra i tubi. Solo oggi, però, mi sono accorto che l'unità non lavorava bene perché non avevo aperto per bene le valvole con vite esagonale di intercettazoine. In pratica, laminavano un sacco e nei circuiti c'era pressione troppo bassa. In realtà non credo di avere perso troppo. Il problema è che non so quanto esattamente. Avevo pensato di forzare la raccolta del gas eseguendo la procedura descritta nel manuale di installazione, ovvero comandare un freddo forzato, chiudere dopo 5 minuti la tubazione del liquido e dopo altri 3-4 minuti quella del gas e contemporaneamente fermare l'unità. Il problema è che per capire quanto gas mi è rimasto dovrei pesare l'unità, e quindi scollegare tutto. Che dite? provo? blink.gif
danone
per il vuoto, intendevo dire eventualmente solo la bassa...
sub69
CITAZIONE
dopo un ora è se vuoi pure di + vedrai probabilmente comunque la lancetta del vacuometro salire se fermi la pompa anche se non ci sono perdite ed è dovuto al gas refrigerante che è legato all'olio del compressore che degasa lentamente..


Ciao Erikle ,puoi spiegare meglio il fenomeno sopracitato ?

Molto interessante , neanche a farlo apposta su una ricarica effettuata settimana scorsa ( macchina completamente vuota ) con rubinetti verso la macchina aperti
quando spegnevo il vaquometro saliva , mentre chiudendoli lancetta immobile ?
senzasperanza.gif

Grazie

danone
aggiornamento: l'unità esterna non è completamente scarica, in quanto la resa all'interno dei locali in queste notti è stata soddisfacente.
Perciò, farò così: per conservare l'attuale carica, eseguirò la procedura di recupero del gas chiudendo la valvola liquido per alcuni minuti e successivamente quella del gas in funzionamento forzato solo freddo. Successivamente farò il vuoto nelle tubazoini di collegamento agli split. Poi aprirò le due valvole, prima quella liquido eppoi quella gas. Accenderò il clima e misurerò le temperature di mandata/ritorno. Sul manuale c'è scritto che in modalità freddo deve essere superiore a 8°C. Leggendo la tabella poco sopra direi tra gli 8 e i 10. Secondo voi potrebbe andare per determinare quanto gas c'è dentro?
danone
aggiornamento2: ho effettuato la misura collegando i due tubi (alta e bassa) ai rispettivi attacchi. Poi, ho aperto un solo rubinetto alla volta. Il manometro di bassa mi indicava 10 °C, mentre quello di alta 39°C. Cosa posso dedurre? Leggevo in precedenti post che si deve utilizzare un termometro digitale. Potete consigliarmi qualcosa?
FLick
10° mi farebbe pensare che hai perso molto poco o per niente, non so i daikin ma tutti i koreani come gli lg escono di fabbrica che lavorano a quella temperatura (pressione=10bar per r410) su per giu (i manuali dicono 9 bar ma poi lavorano tra 7 e 11). Sarebbe utile misurare il deltaT tra liquido e gas per vedere se è accettabile (basta un termometro) e guardare quanta umidità toglie in deumidificazione (con carica bassa i cond deumidificano meno perchè l'acqua si condensa solo su una parte dello scambiatore). Spesso la differenza è evidente se sei abituato a notare l'effetto, mi sono accorto che il mio del salone era scarico perchè nonostante tenesse la temp ancora bene ormai so a memoria con che velocità fa scendere l'igrometro e ho notato che scendeva troooppo piano.

ps: ciao a tutti, lurko da una vita ma mi sono iscritto solo adesso!

danone
In pratica il deltaT te l'ho detto. Se quei valori sono attendibili, anche se misurati con il gruppo manometrico della Wigam (mi sembravano un po' ballerini...) il DeltaT sarebbe 29 °C. Un po' altino se è vero quanto ho letto sul manuale che dovrebbe essere attorno agli 8 °C.
Le mie difficoltà nascono proprio dal fatto che non ho riferimenti, perché è la prima volta che in casa mia mette piede un climatizzatore. D'altra parte, ho solo due alternative. O riesco a misurare le temperature e stabilire se aggiungere o togliere oppure chiamare qualcuno che sia in grado di scaricare tutto l'impianto, fare il vuoto e aggiungere esattamente 2,7 kg, che è quanto serve alla mia macchina per lavorare bene. In quest'ultimo caso, ho paura della spesa.
Erikle
pesare l'unità esterna funzionerebbe però avresti dovuta pesarla con suff precisione prima di installarla il solo dato del catalogo è approssimato arrotondano al primo intero

poi il tuo clima ha una buona carica di gas perchè ammette linee abbastanza lunghe se seti sotto dal max anche se hai perso un poco di gas ne ha abbastanza per andare ..però voglio dire è una bella macchina costa dei bei soldini io mi assicurerei che funzioni al meglio dovresti trovare qualcuno che recuperi il gas ancora contenuto così ti togli pure lo sfizio di sapere quanto ne hai perso e già che c'è di metterti in pressione l'impianto per essere sicuri che non hai perdite e poi gli mette la giusta quantità di gas usando tranquillamente quello recuperato + il mancante

fatto questo sei a posto per sempre
danone
Infatti ho intenzione di fare proprio così. Però volevo rimandare la spesa (immagino non troppo eocnomica) a fine estate. Considera che non lo utilizziamo in maniera intensiva, ma solo per rendere l'ambiente un po' più vivibile durante i soli giorni di metà agosto. Che dici, rischio così facendo? Inoltre, quanto potrebbe venirmi a costare?
PLCforum Staff
Questa discussione e' chiusa, la puoi trovare nella nuova sezione Termomeccanica raggiungibile a questo indirizzo termomeccanica.plcforum.it
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.