Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Eolo Mini Immergas
PLC Forum -> Forums automazione > TERMOTECNICA > Climatizzazione, riscaldamento e termoidraulica
Pomino
Ciao a tutti,
premetto che e' il mio primo post nel forum e mi scuso in anticipo se sbagliero' qualcosa.
Ho un problema con l'acqua calda sanitaria di una Immergas Eolo Mini in una casa la mare. Premettendo che la caldaia manifesta solo problemi per l'acqua sanitaria ma i termosifoni funzionano senza problemi.
Il problema dell'acqua calda e' randomico (e' piu' le volte che non funziona! mad.gif )
Quando si presenta l'anomalia la fiamma si accende per 2 sec e poi stacca e va avanti cosi (a quel punto evito di usare l'acqua calda).
Talvolta la fiamma "resiste" e si riesce ad apprezzare un po' d'acqua calda.

La caldaia era gia' stata revisionata da un tecnico che aveva scambiato il 3 vie (arrivava poca acqua calda, e ovviamente la fiamma non partiva mai!).

Dopo aver sostituito il pezzo , si e' manifestato il problema che sto descrivendo e mi ha detto che quando fa cosi' dovrebbe essere la scheda.
Essendo anch'io un tecnico (elettronico) e dopo aver speso 160 Euro per la sostituzione del 3 vie al momento mi sono preso un po' di tempo e volevo avvalermi di qualche consiglio di questo forum prima di avventurarmi su altre spese.
Attendo fiducioso
Grazie
vitos77
sulla 3 vie hai un micro staccalo e controlla se funziona bene, molte volte si blocca a causa ossidazioni contatto.
Pomino
Grazie Vito per la celere risposta!
Volevo solo precisare che avevo scritto un'inesattezza: il tecnico aveva cambiato lo scambiatore sanitario poiche' dai rubinetti della acqua calda non usciva acqua e logicamente non poteva partire la fiamma.
Partendo dal manuale della Eolo, tu ti riferisci al
2 - Microinterruttore di precedenza?
Ciao
Pomino

Per controllare il micro e' sufficiente verificarne i contatti?

http://www.immergas.com/media/23_eolo_mini_1019368.pdf
In allegato la caldaia con cui sto combattendo.....Grazie ancora

vitos77
Allora le cose cambiano...se non ha cambiato il gruppo 3 vie darei un occhiata anche alla membrana ...si il micro e' quello di precedenza.
Pomino
Non essendo proprio del mestiere , anche se "vanto" un fratello idraulico superlol.gif , come si accede alla membrana? La membrana rovinata puo' causare questo effetto di attacco/stacco della fiamma in seguito a richiesta di ACS?
Grazie
bl4st3r
io controllerei anche l' NTC sanitario.
il problema lo fa solo con acqua calda?
Pomino
Si, il problema della fiamma che attacca/stacca lo fa solo con l'acqua calda.
Il sensore l'ha provato a cambiare il tecnico, ma l'ha preso da una borsa attrezzi dov'erano disseminate guarnizioni/bulloni/etc..., onestamente mi e' sembrato un "riciclato" e pertanto ho qualche dubbio sull'affidabilita' della parte di ricambio.
BADPI59
non è da sottovalutare anche l'ntc sanitario,ma la valvola gas modula? lo noti che all'accensione la fiamma è alta e piano piano si abbassa con il raggiungere della temperatura,se questo non avviene o ntc da sostituire o valvola gas starata
se vuoi controllare il minimo fiamma stacca un connettore di alimentazione della bobina del minimo,la fiamma non dovrebbe superare un altezza di un centimetro +/-
la bobina è quella con due connettori a vista e un cappuccio in plastica sul davanti pagina 24 del manuale siglata 1
mi raccomando non apportare regolazioni o manomissioni solo stacca una spinetta e vedi se la caldaia si spegne come prima
per una regolazione ti consiglio un tecnico qualificato ....non ti dimenticare di riattaccare la spinetta
posta i risultati

Pomino
Qualche dubbio sulla regolazione ce l'ho in quanto il tecnico ha provato a farla , ma secondo me e' stata un po' improvvisata.
Mi spiego, leggendo il manuale (che mi sono procurato dopo l'intervento del tecnico) sembrerebbe che per regolare l'ACS bisogna
Ruotare la manopola del selettore temperatura acqua calda
sanitario (5 pag. 18) in posizione di massimo funzionamento.
- Aprire un rubinetto dell’acqua calda sanitaria onde evitare
l’intervento della modulazione.
- Regolare sul dado in ottone (3) la potenza nominale della
caldaia, attenendosi ai valori di pressione massima riportati
nelle tabelle di pag. 26 a seconda del tipo di gas.
Ruotando in senso orario la potenzialità termica aumenta,
in senso antiorario diminuisce.


Poi si passa alla regolazione del minimo
N.B.: procedere solo dopo aver effettuato la taratura della
pressione nominale.
La regolazione della potenza termica minima si ottiene
operando sulla vite in plastica con taglio a croce (2) posta
sulla valvola gas mantenendo bloccato il dado in ottone
(3);
- disinserire l’alimentazione alla bobina modulante (è sufficiente
staccare un faston); ruotando la vite in senso orario
la pressione aumenta, in senso antiorario diminuisce.
Ultimata la taratura, reinserire l’alimentazione alla bobina
modulante. La pressione a cui regolare la potenza minima
della caldaia, non deve essere inferiore a quello riportato
nelle tabelle di pag. 26 a seconda del tipo di gas.


.....ma il tecnico non ha utilizzato nessun strumento?!...e per questo mi sembra che sia stata fatta "alla buona" !

Il fatto che imputasse alla scheda il difetto che la fiamma stacca , mi ha lasciato perplesso...
Purtroppo per le prove devo aspettare di andare tra qualche weekend al mare ma volevo portarmi dietro qualche vostro consiglio per vedere di isolare il problema ed evitare , come gia' mi prospettava il tecnico, che forse valeva la pena di valutare una sostituzione in toto della caldaia !Grazie ancora



vitos77
CITAZIONE
non è da sottovalutare anche l'ntc sanitario


No!!! La eolo mini è monosonda , controlla la temperatura del sanitario trami teil Un DT.
Potrebbe anche essere la Ntc , ma io sposterei l'attenzione su questo...
Fai questa prova accendi i riscaldamenti ed apri l'acqua calda se dovesse spegnersi il bruciatore allora possiamo assolvere micro e membrana e passare oltre...bisogna capire perchè si spegne.
Pomino
Grazie Vito,
se ho capito bene , faccio partire la fiamma attraverso il riscaldamento (esempio metto il termostato a 25 gradi) , faccio partire la richiesta d'acqua dal rubinetto e verifico se la fiamma persiste.

Per curiosita' il DT che controlla la temperatura dell'acqua sanitaria cosa intendi?
Ciao

Mimmo 59
Io darei un occhiata al ventilatore dei fumi ,se nel momento che si spegne la fiamma continua a girare vuol dire che toglie il consenso al pressostato fumi potrebbe essere sporco.
BADPI59
hai pienamente ragione VITOS77sulla NTC worthy.gif si impara sui propri sbagli,scusa POMINO
comunque facci sapere le novita

Pomino
Rispondendo a Mimmo, se ho capito bene, mi viene il dubbio che il pressostato fumi intervenga solo per l'ACS mentre per il riscaldamento sembrerebbe che operi senza problemi.

In merito alla sonda NTC, vorrei solo precisare che il tecnico ha cambiato un sensore che e' posizionato nella parte frontale della caldaia e dove e' collegato uno spinotto bianco con 2 fili.

Se guardo il manuale , la sonda NTC me la fa vedere in alto sulla destra ?!?
Potrebbe essere il manuale di una versione diversa di Eolo MIni? La mia risale agli anni 2000.
Ciao a tutti
vitos77
i Primi modelli portavano l'Ntc sul blocco 3 vie poi lo hanno spostato sullo scambiatore primario il quale vigilava meglio anche la presenza di circolazione d'acqua.
Quindi se Ntc è stato sostituito passa oltre...
fai quest'altra prova estrai il micro switch dal monoblocco 3 vie ( per intenderci quello in ottone ) ...ed una volta tolto dalla valvola la caldaia dovrebbe partire....ed azionalo con il dito ( stai tranquillo nessuna scossa) dovresti sentire un relè in scheda che ticchetta per quante volte tu azioni il micro...se ciò non accade hai trovato il colpevole altrimenti passa oltre...
Per controllare la membrana esegui questa prova...apri l'acqua calda a portata minima , per intenderci fai scorrere pochissima acqua ( minimo 1,5 ltri /min) ...così facendo la caldaia dovrebbe partirti se ti parte passa a controllare lo scambiatore secondario il quale riscaldandosi deve cedere calore all'acqua sanitaria se lo senti caldissimo e hai sull'uscita sanitaria un temperatura tiepida devi procedere con la sostituzione dello stesso....e non farti incantare da lavaggi ....gli scambiatori a piastre non si possono lavare ...un mio pensiero!!!! thumb_yello.gif
Pomino
Ciao Vito,
lo scambiatore a piastre e' quello che ha cambiato il tecnico perche' non arrivava abbastanza acqua dai rubinetti della calda.

Inoltre il tecnico ha cambiato un pezzo di ~2 centimetri che era , secondo me sul 3 vie, poteva essere l'NTC sanitario (ma era un pezzo riciclato della sua borsa attrezzi...non mi stupirei che fosse DOA (Defective On arrival) .

Alla mia compagna, a memoria, risulta che quando funzionava il riscaldamento dei termosifoni funzionava anche l'acqua calda...cosa potrebbe indicare?

Ringrazio per il supporto!
Ciao
vitos77
Micro o membrana.
Pomino
Ciao Vito,
finalmente sono riuscito a mettere mano alla caldaia e fare qualche prova che mi suggerivi.

In primis, anche se tenevo la caldaia attiva (fiamma), se aprivo l'acqua calda questa iniziava a "ballare" (fa rumore piu' forte ma dopo poco la fiamma si spegne e va avanti cosi).

Ho notato che in certe situazioni (meno frequenti) anche per i termosifoni prima di stabilizzarsi la fiamma (fissa) si attaccava e staccava 3/4 volte.

Sono poi passato alla prova del microswitch , e in effetti tenendolo staccato la fiamma rimane attiva.
Operando sul microswitch (che mi e' sembrato con un po' di attrito, infatti lo dovevo muovere fino in fondo) sentivo che il rele attaccava (e la fiamma si spegneva).

Da elettronico mi sembra che lo switch e' leggermente difettoso, ma magari mi sbaglio.

Ci sono 2 vitine e avrei potuto svitarlo, ma la temperatura esterna ancora fredda mi ha sconsigliato di fare prove che potevano bloccare la caldaia.

E' possibile avere il part number del microswitch? Nel dubbio potrei provare a sostituirlo.
Grazie e Ciao
Ivo
Pomino
Microswitc Eolo Mini Immergas

Ho provato a caricare l'immagine del microswitch in questione
Ciao
Ivo
vitos77
Cod. Immergas 1.019081 ...ma da quello che mi dici se ho capito bene lo switch funziona...... prova a schiacciarlo tante volte e devi sentire il rele ticchettate con la stessa frequenza...se ciò non accade allora vai tranquillo a cambiarlo...
Pomino
Un consiglio, dove posso comprare la parte in questione?
Ho chiesto ad un rivenditore della zona e me lo quota 45Euro...mi sembra un po' caro! (soprattutto perche' non sono sicuro che sia lui il colpevole! sad.gif
Grazie e Ciao
Ivo
vitos77
CITAZIONE
me lo quota 45Euro

ph34r.gif
Pomino
Ciao Vito e a tutto il forum,
in considerazione dei controlli che ho fatto nel weekend mi sovviene comunque un dubbio sulla sonda NTC.

Il mio dubbio deriva da 2 fattori:

il primo che, come avevo scritto, il tecnico ha cambiato la sonda recuperandola dalla borsa attrezzi e soffiandoci sopra (insomma un riciclato di dubbia funzionalita').

Il secondo e' che , in certe situazioni , la caldaia iniziava a "ballare", attaccare e staccare, prima di stabilizzarsi dopo 5/6 tentativi, anche se era attiva solo la caldaia per i termosifoni. Essendo , come scrivevi, che la sonda NTC, se non ho capito male, lavora sia per l'ACS che per i termosifoni, da li' deduco che potrebbe essere questa parte difettosa.

Comunque vorrei procurarmela per eventualmente provare a sostituirla.
Mi sai dare il part number di questo pezzo (che se non ho preso cantonate) e' montato sempre sul 3 vie.

Grazie e Ciao
Ivo
Pomino
Con memoria "fresca" delle ultime prove , ho cercato qualcosa che assomigliasse al comportamento della mia caldaia e ho trovato qualcosa di simile

"Di recente è successa anche a me una cosa simile, ma i tempi erano di un 5
secondi di fiamma accessa e un 5 secondi di fiamma spenta, e via a seguire.
Praticamente ho dovuto sostituire la centralina (140 eurozzi...) e il
tecnico mi ha spiegato il perchè di quel comportamento: praticamente la
scheda era diventata malfunzionante perché non riusciva a leggere il grado
di ionizzazione che il sensore di accensione fiamma rilevava quando la
fiamma era modulata ad una intensità medio/bassa. Praticamente sul passaggio
da caldaia spenta a caldaia accesa, la fiamma viene prima portata a massima
potenza per qualche secondo per poi abbassare l'intensità e lavorare diciamo
a regime, sul passaggio a potenza ridotta la sonda che si trova dentro la
camera stagna e che rileva l'accensione della fiamma, invia alla scheda
elettronica una misura in milliampere così piccola (almeno il tecnico ha
parlato di questo ordine di grandezze) che la scheda causa malfunzionamento
non riesce più a rilevare, facendole credere che la fiamma si sia spenta e
quindi fermando il comando di accensione fiamma e chiudendo la valvola del
metano (tradotto, fermando la caldaia... :-)
Una volta ferma per qualche secondo, la caldaia riparte e il ciclo
riprende...


Se fosse questa la causa dello spegnere e accendersi, in modo particolare con richiesta di ACS, posso pensare che il problema potrebbe essere causato da:
1) Centralina
2) Sonda dentro camera stagna
3) Regolazioni del minimo/massimo (che ricordo mi sembravano fatte alla buona!)

Cosa ne pensate?
Grazie e Ciao
Ivo
S1ckhippo
Dalla foto vedo che è il microinterruttore della prima serie...se dovessi scommettere punterei su quello.
Il microinterruttore sanitario della mini funziona al contrario, si attiva in rilascio. Sfilalo dalla valvola 3 vie e guarda se la caldaia rimane accesa.
Se rimane accesa ci si sposta sulla valvola 3 vie.
Lascia la caldaia spenta e togli il microinterruttore dal tre vie, apri l'acqua calda e prova a infilare una cannuccetta (io uso quella delle bombolette dello svitol) nel foto dove entra il pistoncino del microinterruttore nella valvola 3 vie.
La cannuccia deve entrare da sopra ed uscire di sotto senza problemi. Se non passa il problema è sulla valvola 3 vie che non scorre, probabilmente la membrana.

due domande...la portata d'acqua in entrata com'è? generosa o ne viene un filo? E la sonda ntc che ha montato il tecnico di che colore è?
Pomino
Ciao!
Alcune prove le ho fatte , altre potro' farle quando andro' alla casa al mare (magari tra una settimana).

La prova di staccare il micro l'ho fatta e' la caldaia rimane accesa (sia che chiami acqua calda o no).

Quando dici di fare la prova con la cannula dello svitol per vedere se passa,
CITAZIONE
Lascia la caldaia spenta e togli il microinterruttore dal tre vie, apri l'acqua calda

cosa intendi per caldaia spenta, messa su 0 (ne termosifoni ne ACS)?

In merito alle 2 domande:
ACS
Il tecnico aveva cambiato lo scambiatore sanitario perche' di acqua ne veniva pochissima, dopo ne arriva parecchia (un flusso paragonabile a quello della fredda)

NTC
Purtroppo non ho fatto caso al colore della sonda, ma mi sembra che fosse posizionata sul 3 vie , con un contatto bifilare.
Credo, da quello che mi ha scritto Vito, che sia l'unica sonda NTC montata su questo modello di Eolo Mini (che se non ricordo male ha una targa con data 1999).

Sulle mie ultime considerazioni dello stacca/attacca della fiamma che lo fa spessisimo con l'ACS e qualche volta con i termosifoni, non pensate che si possa trattare di un problema di modulazione e quindi o di regolazione o di scheda elettronica? (che ovviamente non mi farebbe molto piacere sad.gif

Grazie dei preziosi consigli...anche se non dovessi riuscire a ripararla almeno mi sto facendo un po' di cultura sulle caldaie istantanee smile.gif

S1ckhippo
si intendevo sullo " 0 " in modo da non farla partire inutilmente. Sfila il microinterruttore e dopo aver aperto l'acqua calda fai passare una cannuccia nel buchino dove normalmente andrebbe a infilarsi il pistoncino bianco del microinterruttore.
Se la cannuccia lo passa tranquillamente da sopra e esce da sotto vuol dire che il 3 vie scorre. Praticamente è lo stesso procedimento per il quale il micro con il rubinetto chiuso rimane pigiato e quando apri l'acqua trovando il passaggio aperto si "rilascia" attivandosi e facendo partire la caldaia. ( scritto in italiano spaventoso, ma non mi veniva un termine migliore smile.gif )
Il colore della sonda te lo chiedo perchè c'era stato un periodo in giravano sonde colorate (rosse o blu per lo piu') che non funzionavano un granchè bene. Nel c.a.t. dove lavoro piano piano le abbiamo sostituite tutte con quelle bianche.




S1ckhippo
per toglierti il dubbio della regolazione potresti fare questa prova. Sul modulatore (è un cilindretto bianco) della valvola del gas ci sono due faston. Staccandone uno la valvola del gas và al minimo e poi prova l'acqua calda. Verrà tiepidinainaina, pero' se rimane accesa hai scoperto l'arcano, ti fai tarare correttamente la valvola del gas e fine della fiera biggrin.gif
Pomino
Grazie per i consigli.

In merito alla regolazione avevo evidenziato che il tecnico aveva provato a farla, ma non ha utilizzato nessuno strumento per controllarla e quindi mi viene il dubbio che non sia stata fatta molto bene.
Ad esempio, per la parte in grassetto che evidenzio del manuale, con quale strumento si dovrebbero fare quelle misurazioni?

Ruotare la manopola del selettore temperatura acqua calda
sanitario (5 pag. 18) in posizione di massimo funzionamento.
- Aprire un rubinetto dell’acqua calda sanitaria onde evitare
l’intervento della modulazione.
- Regolare sul dado in ottone (3) la potenza nominale della
caldaia, attenendosi ai valori di pressione massima riportati
nelle tabelle di pag. 26 a seconda del tipo di gas.
Ruotando in senso orario la potenzialità termica aumenta,
in senso antiorario diminuisce.

Poi si passa alla regolazione del minimo
N.B.: procedere solo dopo aver effettuato la taratura della
pressione nominale
.
La regolazione della potenza termica minima si ottiene
operando sulla vite in plastica con taglio a croce (2) posta
sulla valvola gas mantenendo bloccato il dado in ottone
(3);
- disinserire l’alimentazione alla bobina modulante (è sufficiente
staccare un faston); ruotando la vite in senso orario
la pressione aumenta, in senso antiorario diminuisce.
Ultimata la taratura, reinserire l’alimentazione alla bobina
modulante. La pressione a cui regolare la potenza minima
della caldaia, non deve essere inferiore a quello riportato
nelle tabelle di pag. 26 a seconda del tipo di gas.

Grazie e Ciao
Ivo


PLCforum Staff
Questa discussione e' chiusa, la puoi trovare nella nuova sezione Termomeccanica raggiungibile a questo indirizzo termomeccanica.plcforum.it
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.