Jump to content
PLC Forum

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. A parte il fatto che l'ultimo messaggio risale a ben oltre 8 anni fa, se hai riscontrato quel difetto significa che non hai eseguito correttamente l'impianto. Ogni fine corsa, una volta impegnato apre il circuito e non ci può essere alcun ritorno. Comunque la discussione era terminata da anni quindi la si chiude, al limite se apre una nuova.
  3. Ciccio 27

    Smeg SLB (?): motore a scatti

    Me l'hanno portata, così posso esaminarla meglio. E' una SLB 1600. Selezionando la centrifuga, accetta solo i 1600 rpm e zero. Ho scoperto che la guarnizione oblò ha dei bei tagli, ed ho pensato che il vapore abbia sfotticchiato la scheda comandi, ma mi hanno detto che non la usavano a più di 40°. Mi rimane comunque l'impressione che tutte le altre funzioni (cadenza motore, gestione cicli) non abbiano alterazioni. Fatto sta che il ciclo di sola centrifuga fa distribuzioni alternate all'infinito (col display che scala e rimane poi fisso ad un minuto) quando impostata a 1600 rpm, mentre a velocità zero il motore fa degli scatti irregolari mentre ruota nei due sensi, nei due minuti previsti di durata...
  4. BUONGIORNO COME POSSO RITROVARE IL CODICE PERSO DO QUESTO AUTORADIO MERCEDES BENZ CD 10 MODELLO MF2910 A170 820 03 86 ESISTE QUALCHE PROGRAMMA GRATIS PER TROVARE IL CODICE???
  5. Elvis123

    Congelatore haier

    Il congelatore ha 5 anni. Quando la rotella non sta a massimo sento il compressore che si attacca e stacca. Le pareti interne in basso fredde con brina attaccata e da metà in su fredde ma senza brina. Nei giorni scorsi ho messo una bottiglia d acqua in basso e ha congelato, a metà congelatore dp 2 giorni è freddissima ma non ghiaccio. Ma in caso di perdita di gas prima o poi non freddera' più neanche in basso 😞 se non è un problema di termostato e neanche di guarnizione faccio prima a comprare un congelatore nuovo subito al posto di riparare questo... La prova termometro -18° in basso e -3° a metà era gia con rotella a max
  6. batta

    Impulso encoder

    Penso ulteriori risposte siano inutili. La discussione era ferma da oltre due settimane, e il grande assente è proprio il diretto interessato. Probabilmente ha risolto il problema, e non ritiene necessario informarci.
  7. logalassi

    Eliminare dimmer da Finder 15.51

    Grazie per il suggerimento. Mi domandavo se comunque non esistesse un metodo per disattivare completamente il dimmer e lasciare solo la funzione on/off.
  8. Se i drive supportano Profisafe, non c'è bisogno di nessun cablaggio. I telegrammi Profisafe viaggiano sempre sul cavo Profinet, non c'è bisogno di nessun altro cavo. Con relè di sicurezza intendi i teleruttori che tagliano, se serve, la potenza o gli ausiliari? Se sì, dipende da cosa devi mettere in sicurezza. Per esempio, se hai solo inverter con funzioni safety e che puoi mettere in rete Profinet, non ti serve nient'altro. Una elettrovalvola di sicurezza può essere pilotata direttamente da una uscita safety (anche con doppio canale) e, nel programma safety, puoi fare il controllo del feedback della valvola. Se ci sono altri dispositivi che necessitano di un controllo elettromeccanico, allora ti servono ancora i teleruttori, che andrai a comandare con il doppio canale di una uscita sicura. Se, invece, come relè di sicurezza intendi i vari Pilz, Preventa, Pizzato e simili, in questo caso non ti servono più: con un PLC di sicurezza puoi arrivare a SIL3 / PLe.
  9. Salve a tutti, sono nuovo del forum, comunicatemi se ho sbagliato qualcosa nell'apertura di questa nuova discussione. Il mio quesito riguarda il dimensionamento di un montante per la mia casa in campagna. Attualmente utilizzo la casa indicata con la lettera "A" dove si trova un classico contatore enel da 3,3Kw, a pochi centimetri da questo si trova un salvavita con linea luci e prese. Vorrei portare l'elettricità fino al magazzino "B" che dista circa 85 mt dalla casa "A". La mia idea era quella di acquistare un bipolare da collegare direttamente al contatore della casa "A" che porti fino al magazzino "B" dove realizzare un nuovo quadro e messa a terra. In un primo momento pensavo di utilizzare il cavo in maniera volante e srotolarlo solo all'occorrenza, visto che ho una certa fretta nel avere corrente nella casa B, per interrarlo in un secondo momento con corrugato e pozzetti ogni 25 metri. Le mie domande sono: - è possibile effettuare tale operazione considerata la notevole distanza tra i due edifici? - se è possibile come devo dimensionare il cavo considerando che ho una lunghezza di 85mt ed un potenziale assorbimento max di 3,3 kw nel magazzino B? - ci sono errori nel procedimento che vi ho descritto? Grazie in anticipo
  10. Ciao Davide, è che preferirei evitare di "manomettere" le spine originali (si ti confermo che sono tutte schuko) con delle spine a "passo grosso", comunque grazie per il consiglio 😉lo terrò presente.
  11. vincenzo barberio

    BAXI Luna 20 Fi acqua sanitaria sempre bollente

    Buongiorno Luigino, generalmente la fiamma parte bassa, dopo qualche secondo si alza per poi regolarsi per per via della sonda ntc. Essendo le valvole gas ( nel tuo caso mi sembra una SIT TANDEM ) strumenti di precisione, la regolazione della pressione minima e massima va fatta con l'ausilio di un manometro rispettando i valori forniti dal costruttore della caldaia. Tuttavia, come detto da Stefano se ti trovi bene in questo modo puoi lasciare così. Magari la puoi far regolare dal tecnico alla prossima manutenzione annuale.
  12. Stefano Dalmo

    frigo haier hrf628 if6 guasto

    Intanto che ci dai queste notizie , dovresti controllare la tensione presente sul ventilatore sia durante il funzionamento che dopo .
  13. Ciao Stefano, nell'eventualità ti riferissi a me "Odiolecaldaie" rispondo alle tue domande: 1) Non ho resettato nulla sul pannello comandi in quanto non mi da nessun errore; 2) Non ho nessun termostato, o almeno così penso...ho il pannello controllo caldaia (ti invio foto) 3) La pressione è a "1" 4) Cosa sento? Difficile a spiegarlo, appoggiando l'orecchio un brusio condinuo appena apro l'acqua calda questo brusio cambia di poco diventando più intenso, ma di poco. 5) PArte la pompa? BOHH! Mettendo la mano d'avanti al tubo di scarico non esce nulla e questo mi dovrebbe far capire che il ventilatore non parte...
  14. Ho letto della documentazione sui sensori ad effetto di Hall, sono alimentati in continua e forniscono una tensione in uscita quando attraversati da un campo magnetico. Sul giradischi l'uscita di questi sensori è connessa all'ingresso di amplificatori operazionali (OPAMP) la cui uscita pilota tramite transistor di media potenza gli avvolgimenti del motore del piatto, mentre l'alimentazione dei sensori arriva tramite diversi stadi a transistor e un OPAMP dal generatore di frequenza "FG". Negli stadi a transistor c'è anche un transistor pilotato dal potenziometro "PITCH" per la regolazione manuale dei giri del piatto. Il comando di start/stop del motore del piatto mette a massa l'ingresso (+ IN) dell' OPAMP per fermare il motore (STOP). Proverò ad alimentare esternamente i sensori ad effetto di Hall e vedere con l'oscilloscopio e girando a mano il piatto se è presente una tensione in uscita dai sensori stessi. Vi tengo informati, se vi interessa ...
  15. Alessio Menditto

    Verifica BTU nuovo impianto climatizzazione

    Infatti il calcolo dei BTU non lo devi fare nè tu, nè noi, nè il commesso dell’Obi o del Briko ma lo deve fare un perito Termotecnico, che giustamente vorrà essere pagato ma alla fine ti dirà ESATTAMENTE quanti btu servono al tuo appartamento, e a te non resterà altro che comprare quello che vuoi con la potenza che ti ha calcolato.
  16. alighi

    Problema scarico Daikin

    non cé niente da fare devi per forza arrivare dove perde pulire e mettere un T probalmente hai usato il clima anche in pompa di calore e abiti in zona con molta polvere io porterei lo scarico fino a terra cosi almeno puoi soffiare dentro o infilare una guaina tirafili la prossima volta perche a meno che non abbiate avuto un cantiere nel condominio il problema si ripresenterà
  17. icaro64

    frigo haier hrf628 if6 guasto

    buongiorno; nome,cognome e numero di matricola (del frigo....), giusto per cominciare.
  18. Odiolecaldaie prendiamoci un minuto di riflessione. Stefano ti ha fatto delle domande, a chi vuoi le abbia fatte se ci siete solo voi due? Se tu non rispondi e ne fai altre, perdi tempo tu e perdiamo tempo noi, quindi cerca di concertarti meglio, leggi meglio e rispondi.
  19. Stefano Dalmo

    Congelatore haier

    Azzzz , non ha la spia rossa di sicurezza !!. Non penso sia un problema di guarnizione . Quanti anni ha ? Mettilo al massimo e non preoccuparti se non si spegne anche per un giorno . Rimani il termometro in una zona della superfice , poi dopo 5 -6- o più ore , apri e controlla subito la temperatura , velocemente , senza passarlo fra le mani o perdere tempo . Se non si è abbassata a -18 , i cibi sono in una posizione compromessa . Devi toglierli e risolvere in qualche modo . Potrebbe essere una perdita di gas , ma in questo caso il motore non si fermerebbe mai , visto che non c'è temperatura , in alto , che sarebbe il punto di lettura della sonda . La cosa mi puzza , sei certo che su una posizione media il frigo si ferma ? Sarà perchè interviene il salvamotore ? Controlla bene . Controlla se le pareti in alto sono fredde , ma senza brina attaccata , come magari giù .
  20. Ciao, ti ringrazio per la risposta esaustiva! Putroppo qui entriamo in un inferno, il circolo degli installatori, che probabilmente alla fine mi farà desistere (nuovamente) dall'intento. Semplicemente non mi fido di nessuno!!! Se ti rivolgi alla ditta seria da tanti anni nel settore, finisce che ti manda a fare l'installazione il giovanotto di primo pelo e/o quello incapace, spenderai una cifra esagerata, e alla fine avrai un lavoro pessimo. Se ti rivolgi al piccolo professionista avrai sicuramente un attenzione maggiore ma troverai una persona che cercherà di massimizzare più possibile i guadagni, inoltre la verifica della preparazione adeguata sarà più ostica. Se ti rivolgi all'amico dell'amico, magari riesci ad ottenere un prezzo scontatissimo, poi però rischi di far esplodere un climatizzatore da 2-3.000€ per manifesta incapacità dell'installatore!!! La cosa peggiore è che spesso alcun tecnici parlano in questi termini dei loro colleghi, senza però rendersi conto che sono essi stessi delle CAPRE 🐐 Perdonatemi, non voglio parlar male della categoria "climatizzazione", personalmente non mi fido di nessuno (idraulici, elettricisti, ecc). Nella mia esperienza non mi è mai capitato di incontrare persone competenti, sono diversi anni che nel mio condominio (di 150 alloggi) mi capita spesso di seguire alcuni di questi "professionisti", e fino ad oggi ci hanno tutti fatti penare (in un modo o nell'altro). Purtroppo adesso questa crisi economica senza fine non ha fatto altro che accentuare queste paure e queste insicurezze. Per cui non voglio dire che farò l'installazione tutta da me, perchè già so che questo è impossibile, però sono pressochè sicuro che trovare qualcuno a cui potersi affidare sarà la vera sfida nelle prossime settimane 😓
  21. airluke

    Problema scarico Daikin

    Con l'aumento delle temperature, ricomincia a gocciolare sotto.. Ho fatto un video, non so se vedete bene: https://photos.app.goo.gl/YMcnoLdj63mS74jH9
  22. Invece il tendaro ha ragione , sul mio impianto di motori in parallelo ho dovuto separarli perché al fine corsa i motori risentivano della tensione di ritorno degli altri
  23. Ciao scusa il disturbo ma stai rispondendo a me "Odiolecaldaie"? Non ci capisco niente e sono nuovo nella chatt... Buona giornata
  24. Mi hanno appena installato una caldaia Junkers cepur con accumulo che serve due appartamenti. Inizialmente abbiamo impostato per l'acqua calda una temperatura di 45°C e la modalità ECO. In modalità ECO la caldaia ripristina la temperatura dell'accumulo solo se scende di almeno 16°C rispetto al set. Nel mio caso fino a 29°C Abbiamo verificato che, anche con 4/5 docce una dietro l'altra (sono appartamenti al mare affittati a turisti) l'ultimo si trova acqua tipeida perchè l'accumulo non è ancora sceso sotto la soglia per riavviare il ripristino nonostante il prelievo d'acqua. Perciò abbiamo modificato la configurazione portando il set dell'accumulo a 48°C e tolto la funzione ECO In questo modo la temperatura oscilla tra 40°C e 48°C e la cosa sembra funzionare. Io avevo però un'idea (ditemi voi quanto idiota sia) portare il set dell'accumulo a 56°C abilitare la funzione ECO per far sì che le accensioni avvengano sotto i 40°C mettere in uscita una valovla miscelatirce per mantenere l'acqua a 42/43°C (non so come si chiama questa valvola io ne ho una in uscita dal serbatoio di accumulo del mio impianto solare termico che miscela calda con fredda regolando una data temperatura) In questo modo riduco le accensioni e (a naso) dovrei consumare meno Qualche parere in proposito ?
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...