Jump to content
PLC Forum


Zero Encoder - Gestire lo Zero encoder


s.e.a.
 Share

Recommended Posts

Cari Amici sarei felice se qualcuno riesce ad aiutarmi nella risoluzione del mio preoblema che sarebbe:

vorrei pilotare un relè solido ,sfruttando lo zero di un encoder montato su un motore asincrono,

ho provato con un optoisolatore e se non supero determinate velocità mi va bene ma non appena non sono in bassa velocità non ci riesco, visto che il mio segnale di zero encoder ha un valore in tensione di 4.8Vcc che resta costante indipendentemente dalla valocità, ed una ampiezza di 10 microsecondi, vi ringrazio anticipatamente del vostro aiuto

angelo

Link to comment
Share on other sites


Scusa potresti spiegare nei dettagli il problema?

Se ho ben capito vorresti eccitare bla bobina di un relay in corripondenza dell'index di un encoder incrementale, quindi diseccitarla per poi eccitarla nuovamente al giro successivo? Oppure vorresti eccitarla una sola volta la prima volta che interviene lo zero?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
visto che il mio segnale di zero encoder ha un valore in tensione di 4.8Vcc che resta costante indipendentemente dalla valocità, ed una ampiezza di 10 microsecondi

L'ampiezza dipende dalla tensione di lavoro dell'encoder. La durata ed il periodo sono funzione della velocità di rotazione dell'encoder stesso. Affermare che la durata sia pari a 10us non è esatto se non si specifica la velocità di rotazione ed il numero di impulsi/giro.

Relativamente al tuo problema, che spieghi in modo piuttosto confuso, sembra di non facile soluzione.

Precisa meglio la tua applicazione e riferisci i dati massima velocità angolare ed il numero di impulsi per giro dell'encoder.

Link to comment
Share on other sites

L'affermazione di Livio Orsini:

La durata ed il periodo sono funzione della velocità di rotazione dell'encoder stesso

è decisamente corretta; tuttavia ci sono drive (non tutti per fortuna) che forniscono segnali di "encoder simulato" in cui l'index (o fase C, o fase Z) non è funzione della velocità ma ha una durata fissa.

Invito s.e.a. a fornire maggiori dettagli riguardo la sua applicazione.

Link to comment
Share on other sites

Ciao

inanzitutto grazie per la vostra attenzione, sono stato decisamente incompleto nell'esporre il mio problema, dunque

il problema è che io mi ritrovo con una macchina rotante dove sull'albero è montato un encoder incrementale "KUBLER" tipo miniature 2420 di 900 impulsi/giri ( non so per quale ragione nel catalogo non ne ho trovati con questi impulsi giro, propabile che sia stato richiesto dal fornitore della macchina, di seguito il link della KUBLER : http://www.kuebler.com/italia/download_sen.html#sen_inc_aca ),

ora io ho la necessità di sapere quando la mia macchina è in moto ed a quanti giri al minuto sta girando, per fare ciò mi sono stati forniti due moduli , il primo con un lato con 8 ingressi digitali 10-30Vcc ed un'uscita 485, un secondo modulo ingresso 485 ed uscita 232, dove vado a collegare questa seconda uscita al pc ed attraverso un software dedicato rilevo i dati di cui ho bisogni( start o stop, velocità ), visto che su questa macchina non ho potuto risolvere cosi come ho fatto su altre dove ho installato un sensore induttivo che mi leggeva una camma matallica ad ogni giro e di conseguenza mi ritrovavo in maniera molto semplice con il segnale di ingresso per il mio modulo, qui purtroppo per ragioni strutturali della macchina non ho la possibilità di installare alcunchè.

E veniamo all'encoder che mi ritrovo gia installato sulla macchina per la verifica vella volocità e posizione angolare. I segnali che mi provengono dall'encoder io posso rilevarli attraverso una DB9 dove con l'oscilloscopio rilevo sia i singoli impulsi che l'impulso di zero encoder, quest'ultimo in particolare io avrei intenzione di sfruttare, tale impulso ha un valore nominale di 4,8 Vcc ed una durata di 10 microsecondi quando l'albero compie 4000 giri / ora, se io dimezzo la velocità riesco con questo segnale che sarà sempre di 4.8 Vcc ma di durata 20 microsecondi, ed usando un optoisolatore a mandare in conduzione il transistor dell'optoisolatore attraverso in quale lascio passare una tensione 12Vcc che mi diventa l'ingresso del mio modulo e che rilevo tranquillamente con il software dedicato, mentre ciò non riesco a farlo con una durata di 10 microsecondi quindiora

la mia richiesta è :

come posso fare per sfruttare il segnale che mi ritrovo per ottenere un ingresso per il mio modulo??

continuo a ringraziarvi inanzitutto per l'attenzione

e spero di ricevere un vostro aiuto

grazie angelo

Link to comment
Share on other sites

Angelo afferma:

... una durata di 10 microsecondi quando l'albero compie 4000 giri / ora

Spero però si tratti di velocità di 4000 giri/min !!!

Per quanto riguarda il problema da te sollevato, sono necessari alcuni approfondimenti:

Il software dedicato "gira" su PC o su in microprocessore a bordo del primo modulo (e il PC è solo un mezzo per "scaricare" il fw)? In questo ultimo caso si potrebbe ipotizzare di inviare il segnale dell'index su un interrupt del uP. Se ciò non fosse possibile si potrebbe interporre fra encoder e primo modulo un ulteriore modulo che "conti" gli impulsi (basterebbe nel tuo caso un contatore ad 8 bit dato che la tua scheda possiede 8 input), in questo modo campionando tali ingressi si riesce a stabilire quando l'albero è in moto.

Altre soluzione a quest'ora non mi vengono in mente, ci ripenserò domani.

Buona notte.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
...il primo con un lato con 8 ingressi digitali 10-30Vcc ed un'uscita 485, un secondo modulo ingresso 485 ed uscita 232, ..

Per prima cosa: chi ti ha fornito questi moduli? Sono comunque incompatibili con il tuo encoder perchè questo genera impusli di ampiezza <=5v, mentre la scheda, dai dati che riporti, accetta come valore minimo 10v.

Quindi devi cambiare interfaccia, scegliendone una che sia compatibile con i livelli di tensione dell'encoder. A questo punto ti conviene acquistare direttamente unascheda di conteggio e leggerla da PC in via seriale.

Altrimenti ti costruisci un'interfaccia dedicata al tuo scopo.

Link to comment
Share on other sites

Ciao

Valerio la mia intenzione è quella di costruirmi un'interfaccia tale che mi catturi il segnale encoder e in seguito a questo mi generi un segnale in uscita maggiore di 10Vcc e di durata di almeno 1 millisecondo, in quando come dicevo in precedenza usando un optoisolatore il tutto mi funziona fino a quando la macchina gira a 2000 giri, infatti mandavo in conduzione il transistor dell'optoisolatore con il segnale encoder, e attraverso il transistor lasciavo passare una tensione di 24Vcc che mi funzionava come ingresso del mio modulo, il tutto per quanto rudimantale funzionava, ora io vorrei costruire qualcosa di analogo ma francamente sono in difficolta per i possibili componenti da usare.

grazie angelo

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...