Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
maxbax

Motori Per Tende Collegati In Parallelo? - chi mi può dare un parere

Recommended Posts

maxbax

la mia domanda è semplice e nasce da un problema che ho da un mio cliente. Spiego in questi giorni in questo locale sono state installate delle tende esterne con i classici motori elettrici dentro il tubo che hanno i loro fine corsa e fin quì tutto ok. L'impianto esistente per il comando è unico quindi il tendaro che ha fatto ha collegato i tre motori delle tre tende in parallelo e sembra che tutto funzioni ok. Ma a suo dire i motori collegati così non hanno lunga vita perchè non me lo ha saputo dire ma lui insiste con questa sua teoria o esperienza che ribadisce. Ora chiedo a chi gli è capitato o il motivo se è vero per il quale i motori si rompono visto che ognuno ha i suoi fine corsa. Il motivo è che per realizzare il comando separato diventa un lavorone perchè non c'è la possibilità di passare cavi.Ma se sono certo che la teoria del tendaro è giusta devo assolutamente obbligare il cliente a fare questo lavoro prima che si rompano i motori evitando un grande lavoro di smontaggio tende non poco costoso. Se qualcuno di voi mi può dare indicazioni ne sarei lieto.. saluti massimo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

valerioprog

nella refrigerazione ad esempio ci sono dei motori praticamente identici e quando viene sera l operaio di turno spegne la luce frigo e tutte le tende insieme scendono alimentate da un unica fonte e la fermata di queste avviene mediante finecorsa. basta dimensionare bene il contatto che assorbirà il carico dei motori. quindi se l alimentazione viene da un unica centralina dubito che codesta sia dimensionata per tre motori. qualche info in piu??????????

Edited by valerioprog

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxbax

si forse hai ragione ma lui il tendaro non mi sa spiegare il motivo vero e proprio sa solo che ritorna una fase dagli altri motori che fanno a sua esperienza scoppiare il condensatore. Vorrei capire questo passaggio che alla mia mente mi manca.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
valerioprog

???????????da dove ritorna? anzi come fa se il micro dei motori va ad interrompere proprio la fase?credo di avere in giro per il centro italia qualche decina di centinaia di tende di questo tipo collegate in questo modo eppure ne cambiamo in media una al mese che muore per "vecchiaia" non di certo per questo fantomatico fenomeno citato dal tendaro. comunque io sono umano e potrei anche errare.......forse mi sfugge qualche considerazione elettrotecnica?

Edited by valerioprog

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
Ma a suo dire i motori collegati così non hanno lunga vita perchè non me lo ha saputo dire ma lui insiste con questa sua teoria o esperienza che ribadisce.

Dalle mie parti c'è un detto: "Ufeleè fa il to mestèe". Liberamente tradotto per i non ambrosiani significa: ognuno faccia il suo lavoro, quello che conosce o dovrebbe conoscere.

Il "tendaro" monti le tende ed eviti di dire castronerie ed assurdità.

Ho avuto anch'io un'esperienza da qausi litigio, con un personaggio del genere che pretendeva assolutamente l'installazione di un anemometro per la chiusura automatica della tenda.

Comandare 3 motori in pseudoparallelo, perchè ognuno di loro ha il suo arresto individuale tramite f.c. di tutto alto e tutto basso, può comportare un eventuale guasto al pulsante di comando, o al relè, se non è stato dimensionato correttamente per la corrente totale.

Se uno o tutti e 3 i motori dovessere avere guasti o difetti la causa si dovrebbe imputare a cattiva qualità del motoriduttore, oppure ad una errata taratura dei finecorsa.

In questi casi l'unica risposta possibile è "Dimostra la veridicità di quello che affermi!"

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxbax

grazie livio sei sempre puntuale e attento ed io come te non vedo il nesso che dice il tendaro ma come dici tu ci stavo quasi litigando perchè io affermavo che il problema come dici tu lo poteva avere l'organo di comando pulsante centralina ecc. perchè non dimensionato ma lui insisteva per la sua strada tanto da farmi venire il dubbio e chiedere aiuto al forum... grazie ancora livio e viva l'italia unita.........

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dustardly

Invece il tendaro ha ragione , sul mio impianto di motori in parallelo ho dovuto separarli perché al fine corsa i motori risentivano della tensione di ritorno degli altri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
42 minuti fa, Dustardly scrisse:

Invece il tendaro ha ragione , sul mio impianto di motori in parallelo ho dovuto separarli perché al fine corsa i motori risentivano della tensione di ritorno degli altri

 

A parte il fatto che l'ultimo messaggio risale a ben oltre 8 anni fa, se hai riscontrato quel difetto significa che non hai eseguito correttamente l'impianto.

Ogni fine corsa, una volta impegnato apre il circuito e non ci può essere alcun ritorno.

 

Comunque la discussione era terminata da anni quindi la si chiude, al limite se apre una nuova.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...