Jump to content
PLC Forum


pastiglia termica KSD9700


geronimo73
 Share

Recommended Posts

geronimo73

Spero sia la sezione giusta..

Ho montato su un dissipatore una pastiglia termica KSD9700 da 30°C, ma appena ho alimentato è saltato il differenziale, alche ho verificato l'isolamento e scopro che il case metallico, della pastiglia non è isolato. Mi sembra strano, però ho notato che mi è arrivato con un cappuccio in plastica/gomma, possibile che debba essere montata con quella per essere isolata?...ne ho verificate altre tre e sono tutte cosi

Link to comment
Share on other sites


geronimo73

Qualcuno si ricorda il nome di quella specie di foglietto in "gomma" grigia isolante  elettricamente ma conduttiva termicamente che si mette dietro i componenti elettronici per isolare il case dal dissipatore? ricordo che veniva usata per i triac ed scr

Link to comment
Share on other sites

marco.russo77

Non si tratta di gomma, ha l'aspetto di un foglio plastico trasparente. In realtà è un minerale, dalla struttura cristallina e si chiama Mica. Ha una elevata rigidità dielettrica ed è resistente al calore. Esatto serviva per isolare i case metallici dei vari dispositivi elettronici di potenza

dal dissipatore

Link to comment
Share on other sites

geronimo73

...non intendo la mica quella la conosco, l'ho usata nel microonde per isolare la lampadina dalla camera....quella che dico io è un foglietto simil gomma che veniva, o viene ancora oggi, utilizzata come dici tu...

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
12 ore fa, geronimo73 scrisse:

..non intendo la mica quella la conosco, l'ho usata nel microonde per isolare la lampadina dalla camera....quella che dico io è un foglietto simil gomma che veniva, o viene ancora oggi, utilizzata come dici tu...

 

Fa attenzione che è necessario si l'isolamento elettrico, ma è assolutatamente da evitare l'isolamento termico.

Interporre un sottile strato di mica, con un velo di apposita pasta siliconica. permette di isolare elettricamente e mantenere una buona conducibilità termica.

Devi verificare la resistenza termica di quel materiale siliconico; se fosse troppo elevata si correrebbe il rischio che la pastiglia termica intervenga con troppo ritardo.

 

C'è anche un sistema empirico per verificare il tutto.

Appoggia la pastiglia termica con l'involucro isolante sulla piastra di un ferro da stiro oppure, molto meglio su di un piastra di un fornello elettrico.

Vicino alla pastiglia termica punta la sonda di un termometro e poi inizia a riscaldare. Verifica a che temperatura apre la pastiglia. Non è una prova precisa in assoluto, ma ti da un'idea se l'intervento è di molto ritardato rispetto ai 30°C nominali.

Link to comment
Share on other sites

geronimo73

Ricordo che in passato la usavamo in azienda su triac di potenza, e funzionava. Comunque avevo pensato anche io di fare quella prova, per il mio circuito se interviene a 35 o 40 gradi non è comunque un problema, inizialmente vorrei provare ad utilizzare magari della termorestringente con pasta bianca siliconica e vedere come va...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...