Jump to content
PLC Forum

Bizz

Telecamere sistema safety tutor

Recommended Posts

Bizz

Lo so che questa non sarebbe una sezione adatta però i sistemi di visione centrano

Volevo chiedere a chi ne sa più di me di sistemi di visione degli oggetti. Il sistema safety tutor che è in funzione nelle autostrade legge la targa del veicolo e calcola e la velocita media. Ho fatto qualche ricerca su internet e scrivono che potrebbe essere una telecamera ocr con illuminazione infrarossi installata con un angolo di 30°a circa 5mt di altezza (funzionerebbe anche con pioggia e nebbia) oppure è una finta telecamera ma per riconoscere il veicolo c'è un antenna telepass che legge il codice del tuo telepass (per me decisamente più fattibile).

La mia domanda è questa è possibile che il sistema computer e telecamera a infrarossi riesca a decifrare la targa?

Link to post
Share on other sites

Ivan Botta
Lo so che questa non sarebbe una sezione adatta però i sistemi di visione centrano
Direi invece che è adatta, parliamo in fondo di telecamere.

Ho provveduto a modificarti leggermente il titolo.

La mia domanda è questa è possibile che il sistema computer e telecamera a infrarossi riesca a decifrare la targa?
Possibilissimo, sotto ad ogni stazione tutor ci sono delle bande magnetiche che leggono il passaggio dell'automezzo e ne decifrano il tipo, auto, camion, furgone, ecc.....

Se si passa oltre i 130 kmh si viene fotografati tramite telecamera ad infrarossi rilevando l'ora del passaggio, la fotografia viene scansita tramite un software ocr che ne viene decifrata la targa, alla prossima stazione tutor passata oltre i 130 kmh viene scattata un'altra fotografia dove viene rilevata nuovamente l'ora e scansita la targa, sapendo la distanza fra le due stazioni e il tempo intercorso viene calcolata la velocità e di conseguenza se eccessiva scatta la contravvenzione.

Se dopo la prima stazione non viene nuovamente superata la velocità di 130 kmh la fotografia viene cestinata.

In ogni caso le telecamere scattano fotografie veramente nitide in qualsiasi condizioni di tempo.

Quindi gente attenzione e prudenza, correre non conviene.

Edited by Ivan Botta
Link to post
Share on other sites
cicciobaruffi

Concordo con quanto detto da Ivan Botta ma, giusto per informazione generale, vorrei aggiungere che talvolta sono usati dei sistemi tramite i quali la tipologia dei veicoli in movimento è identificata in base alle proprietà geometriche della bounding box che delimita l'oggetto di interesse (si veda l'immagine aggiunta).

tempfi7.th.jpgthpix.gif

Sistemi di questo tipo (con o senza ocr), oltre che in autostrada, sono usati in tutte le zone cittadino a traffico limitato con accesso controllato oppure in punti strategici per effettuare studi statistici (numero di auto, camion, motori passati in un certo intervallo di tempo).

Un'altro esempio di utilizzo delle bande magnetiche citate da Ivan si ha a Bologna in ambito cittadino; questo sistema, in particolare, è in grado di minimizzare il traffico lungo anelli "critici".

Il funzionamento è il seguente: in prossimità di vari semafori "strategici", sono annegate sotto il manto stradale delle spire magnetiche tramite le quali si identifica il numero di auto in coda in quel momento. Queste spire sono collegate ad una centrale che elabora i dati e decide quale o quali semafori far diventare verdi, o rossi, al fine di minimizzare il traffico generale.

Link to post
Share on other sites
shorty

quoto quello detto da IVan e aggiungo che oltre alla velocità media è rilevata anche la velocità istantanea.

quindi se per caso ti dimentichi di un Tutor solo e superare la velocità solo in quel momento potresti ricevere la multa solo per quel passaggio.

e non esistono neanche trucchi del tipo rimanere metà tra una corsia e l'altra....l'angolo dell'ottica permette di "prenderti" in ogni caso.

mentre per il discorso antenna tipo Telepass....penso proprio di no, anzi ne sono certo

Link to post
Share on other sites
Ajeje Brazorf

Buongiorno a tutti. Colgo con questo mio primo messaggio, l'occasione per salutare tutti i partecipanti a questo forum.

Poi, vorrei fare qualche precisazione in merito ai famigerati "tutor".

Confermo che il sistema, grazie alle bande poste sotto il manto stradale, è in grado di differenziare le varie tipologie di veicoli.

Questo lo scrivo per allertare anche tutte quelle categorie di conducenti di veicoli che fino a poco fa si ritenevano esenti dal

controllo di rilevatori di velocità.

Infatti, ora, anche i mezzi pesanti dovranno stare molto più attenti ai loro "sforamenti".

Invito anche i conducenti di autoveicoli con rimorchio (roulottes) a prestare la massima prudenza in quanto si è avuto un incremento di sanzioni nei loro confronti davvero molto importante.

Altra precisazione, riguarda il fatto che il sistema non rileva la targa se si passa sotto la barriera ad una velocità inferiore a 130 Km/h.

Il sistema la riconosce....eccome!! Altrimenti il discorso della "velocità media" sarebbe alquanto elusivo. Non trovate?

Addirittura, sarebbe in grado di funzionare anche come un semplicissimo autovelox se il Centro Elaborazione una mattina decidesse di farlo funzionare in quel modo.

Saluti a tutti.

Link to post
Share on other sites
effebi

Mi intrometto nella discussione perche' mi sorge un dubbio:

Ma come fa la famigerata telecamera "ad infrarosso" a leggere una targa di notte ed in velocita'?

Gli infrarossi sono il "calore" dell'oggetto e quello di una targa metallica dovrebbe essere molto basso ed uniforme.

Dovrebbe esserci un potentissimo illuminatore ed infrarossi, che allora dovrebbe far leva sulla diversa riflettivita' IR

(tutta da dimostrare) tra lo sfondo bianco e i numeri neri.

Si dovrebbe poterlo "vedere" anche attraverso lo schermo di una normale camera digitale , che e' abbastanza sensibile al vicino IR, provare per credere.

Pero' a questo punto come la mettiamo con moto tipo la MV o le Ducati che hanno gli scarichi (suppongo MOLTO caldi)

vicini alla targa?

In Austria per esempio usano un'illuminazione UV che risulta evidente di notte quando si passa sotto il loro sistema tutor (chaiamato cola' Section Control).

Le parti bianche riflettenti delle targhe si "eccitano" da morire ed il gioco è fatto.

Ciao

effebi

Link to post
Share on other sites
fulvioromano

Mi piacerebbe che qualcuno si pronunciasse in merito all'infrarosso.

Credo che uno scarico, anche se caldo, emetta in un determinato range, quindi se fotografo con un "flash" con emissioni lontane dal quel range non dovrei avere fastidi. Non ho idea però della differenza di riflessione tra bianco e nero, immagino che il nero assorba ed il bianco rifletta, più o meno come nel visibile, o no?

Allora perché usare gli infrarossi? Solo per far si che il "flash" non si veda?

Altra questione. Perché cestinare le foto se nei punti estremi la velocità è inferiore al limite? Nel tratto centrale posso avere comunque una velocità tale da superare in media il limite, no?

Link to post
Share on other sites
SenseiDante

Scusate, torno sulla questione perchè l'ho notata adesso.

So di per certo che l'apparato ottico del Sistema Tutor è stato sviluppato da Tattile per Autostrade.

Se volete vedere come viene una fotografia di una targa con illuminazione IR ho trovato su you tube questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=h8q1_U9IC2M...player_embedded

dato che l'utente è TattileMarketing penso sia della ditta stessa.

C'è un frame dove si vede proprio una macchina ripresa di notte.

Spero di essere stato utile :)

Ciao

Link to post
Share on other sites
deviha

ciao, ho lavorato in Tattile diversi anni come programmatore.

l'infrarosso di notte, permette di individuare MOLTO meglio le targhe che di giorno, le luci a led vengono strobate.

ad ogni passaggio vengono effettuate diverse fotografie, il tutor provvede a cercare la targa e a leggerla con l'OCR.

il dato, unitamente alla fotografia, al timestamp ed all'ID della stazione, viene inviato alla centrale di elaborazione che provvede alla sua archiviazione ed all'elaborazione.

puoi andare a 5Km/h sotto il passaggio o a 140, x il tutor è indifferente! i dati vengono confrontati comparando i timestamp.

le immagini sono archiviate per eventuali contestazioni.

Link to post
Share on other sites
rovisio

Naturalmente l'infrarosso è necessario per consentire la visione notturna (ovvero senza necessità di illuminare visibilmente un'intera sezione di autostrada). Utilizzando un filtro ottico che impedisce il passaggio della luce visibile, si riesce a lavorare con la stessa immagine (più o meno) sia di giorno che di notte. In merito all'irraggiamento dovuto al calore, bisogna considerare che esso avviene nell'infrarosso lontano, e che la risposta dei comuni sensori ccd/cmos arriva fino all'infrarosso vicino (ed è anche piuttosto bassa). Per rilevare l'irraggiamento infrarosso dovuto al calore esistono le termocamere, in cui ogni pixel rappresenta un vero e proprio misuratire di temperatura.

Link to post
Share on other sites
rg05688

Le telecamere tutor sono provviste di illuminatori laser come si vede dai triangoli gialli di avviso sulla telecamera stessa.

Le ttarghe delle auto hanno il fondo dipinto di materiale rifrangente e quindi si illumina quando colpito da un illuminatore laser, come se fosse lui stesso luminoso, provate con un puntatore laser a illuminare una targa di auto o un cartello stradale dalla finestra di casa vostra e osservate il risultato.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...