Vai al contenuto

Riccardo Stefanolo

Variare la velocita' di un motorino monofase ad induzione.

Recommended Posts

Riccardo Stefanolo

Ciao a tutti.

Sono arrivato qui googlando come un disperato.¬†ūüėĀ

Ho letto moltissimi threads a riguardo, ma effettivamente una soluzione non l'ho trovata.

Ho studiato elettronica ed informatica, ma di motori ci capisco veramente poco, anche se

in poche ore, grazie a questo forum, mi sono fatto in fretta e furia un' infarinatura generale.

Allora, io ho questo motore qui:

 

https://www.ebay.it/itm/MOTORE-VENTOLA-FRIGO-VENTILATORE-BANCO-FRIGO-CELLE-34-120-W-0-87-A-230-240-VOLT/181997613596?hash=item2a5fe7321c:g:gU8AAOSwa-dWn66o:rk:1:pf:0

 

Escono tre fili soltanto: fase, neutro e terra.

Probabilmente e' un trifase, dove la fase mancante viene generata da un condensatore sfasando la sinusoide di 90 gradi (spero di non aver detto una castroneria).

Ebbene il mio problema principale e' che vorrei variargli la velocita' almeno da 1/3 dei suoi attuali giri in su.

Nella mia grande ignoranza ho acquistato un classico dimmer SCR a triac per motori a spazzola, che ovviamente non funziona perche' questo tipo

di motori devono essere pilotati con un inverter che possa regolare sia la tensione che la frequenza a rapporto costante.

Ebbene, tutti gli inverter variabili che ho trovato in commercio sono stati progettati per la trifase, nel senso che entra la monofase ed esce la trifase.

Quindi la mia domanda e': come faccio a variare la velocita' di questo benedetto motore senza diventare pazzo?

Spero di non essere costretto a montare un freno a disco per poterlo rallentare ...¬†ūü§£

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza
Quote

Probabilmente e' un trifase, dove la fase mancante viene generata da un condensatore sfasando la sinusoide di 90 gradi

non è un trifase ma un monofase, la regolazione di velocità tramite la riduzione del valore efficace della tensione parzializzandola con un TRIAC o SCR, non da risultati buoni, perchè si ha una perdita di potenza, i motori piu adatti sono quelli a spazzole (trapano) motori universali che si prestano bene alla riduzione della tensione mantenendo una buona coppia anche ai bassi regimi,

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Stefanolo

Ciao e grazie della veloce risposta.

Purtroppo questo motore e' stato montato in un contesto che mi risulta molto difficile sostituirlo.

Il regolatore a triac che attualmente ho montato mi crea questo tipo di problema: fino ad 1/3 della corsa il motore non si muove.

Poi in un certo range il motore ruzza ma continua a non muoversi.

Poi basta uno spostamento millimetrico che il motore parte a palla. Praticamente il range di regolazione e' ridotto ad una

frazione di millimetro!

Non solo, ma il numero di giri che riesco ad ottenere con enorme difficolta' varia con il variare del carico.

Ad esempio se sta facendo un numero di giri X ed io accelero o freno fisicamente la rotazione del motore, o si ferma, oppure

riparte a palla. Ingestibile.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Se il motore movimenta una ventola o una pompa, è possibile regolarne la velocità tramite riduttore di tensione a parzializzazione di fase tipo dimmer. Questo perchè il ventilatore, ed anche una pompa, richiedono una coppia motrice che è nulla a velocità zero, per poi crescere esponenzialmente con l'aumento della velocità. Riducendo la tensione di alimentazione di un motore asincrono si riduce la coppia che può erogare. Si verrà a creare una sorta di equilibrio tra coppia richiesta e coppia disponibile, ad una determinata velocità.

Il motoventilatore, accelera sino a raggiungere quella velocità poi non può andare oltre perchè non ne ha la forza (coppia) necessaria.

 

Nel tuo caso probabilmente il regolatore non è adatto, quasi certamente perchè non ha un'azione lineare.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Stefanolo

Buongiorno.

Io ho acquistato questo regolatore:

 

https://www.ebay.it/itm/322273451923?_trksid=p2062857.m570.l6004&_trkparms=gh1g%3DI322273451923.N41.S2.R2.TR2

 

ma non si riesce a regolare nulla, e' instabile ed ingestibile.

 

L' apparecchio che ho costruito e' tipo una piccola betoniera hobbystica da tavolo con il recipiente inclinato dove la vasca e' stata ricavata da una pentola a bordo alto.

Il tipo di carico sara' variabile, nel senso che regolo la velocita' che mi interessa e poi ci aggiungo dentro il materiale. il discostamento dal carico iniziale avra' un range

da mezzo chilo ad un chilo massimo.

Che variatore mi suggerisce?

Io avevo in mente qualcosa di simile:

 

https://www.ebay.it/itm/183481452978?ul_noapp=true

 

ma purtroppo entra in monofase ma esce in trifase ...

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
8 ore fa, Riccardo Stefanolo scrisse:

L' appaÔĽŅrecchio che ho costruito e' tipo una piccola betoniera hobbystica da tavolo

 

Perbacco!

No, in questo caso non puoi usare un dimmer per regolare la velocità. Solo se si tratta di ventilatori o pompe si può regolare la velocità variando la tensione di alimentazione.

Nl tuo caso serve un inverter, ma per i motori monofasi sono difficili da reperire e molto costosi.

Meglio che tu usi una riduzione meccanica con un rapporto 1:3 se vuoi ridurre la velocità al 30%

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Semplice 1

Ciao Riccardo Stefanolo

Un paio di giorni fa avevo cominciato a scrivere, poi non ho avuto tempo per continuare.

ora vedo gli ultimi sviluppi dove si parla di microbetoniere ed altro. 

Quanto era stato scritto sarebbe da cestinare, ma potrebbe essere utile magari se il motore venisse usato nel suo contesto naturale di ventilatore.

-------------------------------------------------------------------------------

Avevo scritto :

 

Le caratteristiche del tuo motore riprese dall'indirizzo da te segnalato :

https://www.ebay.it/itm/MOTORE-VENTOLA-FRIGO-VENTILATORE-BANCO-FRIGO-CELLE-34-120-W-0-87-A-230-240-VOLT/181997613596?hash=item2a5fe7321c:g:gU8AAOSwa-dWn66o:rk:1:pf:0

 

Motore ventola Frigo

Ventilatore banco frigo celle

Originale ELCO

34 /120 W ; 0,87 A ;1300 /1550 giri/1' ; 230 /240 V

 

Si tratta di un motore ad asse nudo, di piccolissima potenza, sul quale poi ognuno pu√≤ montare una certa ventola che "caricher√†" pi√Ļ o meno¬†il motore secondo¬†le¬†caratteristiche costruttive della ventola stessa.

 

In linea di principio, il Regolatore che hai detto di aver acquistato, (suppongo su Internet dove li vendono per pochissimi ‚ā¨)¬†dovrebbe¬†funzionare (vedi anche l'intervento di ¬†Livio Orsini ).

 

All'atto pratico, però, ci potrebbero essere dei problemi specifici creati dalla tipologia costruttiva propria del motore.

Per motori cos√¨ piccoli vengono¬†quasi sempre usati¬†strani e vari espedienti costruttivi i quali sono tesi a semplificare la costruzione e rendere massimamente affidabile il motore eliminando il classico condensatore sempre presente in motori pi√Ļ grandi.

 

Un esempio facilmente verificabile può essere il motorino della pompa acqua delle lavatrici o altri di piccoli ventilatori casalinghi.

 

Un altro possibile motivo del¬†malfunzionamento potrebbe anche derivare dal fatto che, in generale, i Dispositivi reperibili su Internet sono tutti costruiti per l'azionamento di Potenze rilevanti (dell'ordine di 2000 0 3000 W o pi√Ļ) e quindi potrebbero avere difficolt√† nell'erogare in modo preciso livelli energetici cos√¨ minimi¬†come quelli per¬†tuo motore che risulta da 120 W al suo massimo.

 

Il mio consiglio sarebbe di cercare un Dispositivo costruito per azionare motori molto pi√Ļ piccoli e dell'ordine di 500W al massimo.

--------------------------------------------------------------

 

Ora, vedendo tutta la nuova situazione che prospetti, il discorso cambia radicalmente.

 

Si prospettano anche quesiti di principio meccanico del tipo :

--- 1) Hai valutato quale può essere il Mt (Momento torcente) che potrebbe richiedere la tua Betoniera ?

--- 2)¬†Hai pensato che il tuo motorino, a qualsiasi numero di giri tu lo faccia funzionare (supponendo di utilizzare un vero e proprio Variatore di Frequenza ossia un Inverter), non pu√≤ dare pi√Ļ di un certo Mt (Momento torcente) dato che tutte le sue caratteristiche dimensionali meccaniche ed elettriche sono.........quelle che sono.

--- 3) In questa situazione ti sei fatta una idea del rapporto esistente tra il Mt che chiede la tua Betoniera sul suo asse e quello che ti può fornire il motore sul suo asse ? (ti è già stato detto da Livio Orsini che, anche solo in linea di principio, bisognerebbe pensare ad una trasmissione con riduzione tra asse Motore e asse Betoniera).  

------------------------------------------------------------

 

Comunque l'Inverter che indichi all'indirizzo : https://www.ebay.it/itm/183481452978?ul_noapp=true

si direbbe che fornisce una Uscita Monofase dato che nella documentazione (la solita "cinese" tradotta in qualche modo dal traduttore automatico) non si fa nessun accenno ad una Uscita Trifase.

Almeno io non ho visto scritto nulla del genere.........

Nemmeno viene detto che l'onda della Corrente in uscita sarà certamente "quadra" e non sinusoidale

Praticamente si compra a scatola chiusa ¬†da 65 ‚ā¨¬†"sulla fiducia" e poi si vedr√† !

Chissà se anche le istruzioni d'uso sono in cinese ?

 

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Stefanolo

Ciao e grazie ad entrambi delle vostre risposte.

Allora, per risolvere la questione radicalmente ho pensato che sarebbe meglio sostituire il motore con uno a spazzole.

Io ho bisogno di bassi giri ma che abbia una buona potenza. Tra il contenitore ed il contenuto della mini-betoniera andiamo circa sui 2,5-3 kg al massimo)

Diciamo che il range mi andrebbe bene da 30 giri ad un massimo massimo di 100, anche se dovrei attestarmi di norma attorno ai 30-40.

Una cosa importante e' che il carico variera' con il passare del tempo: si partira' da pochi grammi fino ad arrivare al carico massimo)

Stavo pensando ad un motorino elettrico a 220 tipo quelli che utilizzano i trapani black & decker a 220v (non quelli a batterie).

Sicuramente utilizzano un motore a spazzole e sicuramente posso variare facilmente il loro numero di giri con il variatore SCR a triac che ho

a disposizione. Di potenza ne hanno a vendere .. il mio vecchio Black & Decker del 1975 (quando ancora li facevano in colore arancio)

non lo fermi nemmeno se lo stringi in una morsa¬†ūüėĀ

Pero' prima di buttare ancora via i soldi per nulla vorrei sentire il vostro parere. Pensate sia una buona idea montare il motore di un trapano

e variargli il numero di giri con il mio dispositivo?

Tanti per dare una idea, il trapano che ho io e' questo ed ha potenza da vendere.

 

download.jpg

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Stefanolo

Edit: provato con il mio trapano .. niente da fare! Posso abbassare solo di poco il numero di giri. Se scendo sotto una certa tensione il motore comincia a ruzzare e perde tutta la potenza, riesco addirittura a fermare il mandrino con le mani!

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Stefanolo

Bhe, alla fine per non dover diventare troppo pazzo qui avrei trovato la soluzione ad un prezzo accettabile:

 

https://it.aliexpress.com/store/group/AC-Adjustable-motor/318640_259050778.html?spm=a2g0y.12010608.0.0.9428711cJ1mrLx

 

Motori gia' pronti con il loro bel regolatore, di tutte le potenze e di tutti i giri desiderabili¬†ūüėč

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
10 ore fa, Semplice 1 scrisse:

All'atto pratico, però, ci potrebbero essere dei problemi specifici creati dalla tipologia costruttiva propria del motore.

 

No, non è così.

 

Se leggi attentamente quanto ho scritto nel mio primo intervento, noterai la regolazione di velocità di un motore asincrono tramite variazione della tensione di alimentazione, funziona se, e solo se, il carico meccanico del motore offre una coppia resistente che cresce in funzione della velocità angolare, tipicamente ventilatori e pompe.

Quindi non c'entra la tipologia costruttiva del motore,

 

9 ore fa, Riccardo Stefanolo scrisse:

Diciamo che il range mi andrebbe bene da 30 giri ad un massimo massimo di 100, anche se dovrei attestarmi di norma attorno ai 30-40

 

Per una velocit√† di questa entit√† sarebbe meglio, io oserei affermare che sarebbe indispensabile, affidarsi ad un riduttore meccanico con rapporto elevato. Se non ti necessita variare la velocit√†, poi √® la soluzione pi√Ļ efficiente ed affidabile.

9 ore fa, Riccardo Stefanolo scrisse:

Edit: provato con il mio trapano .. niente da fare! Posso abbassare solo di poco il numero di giri

 

Se non riesci ad ottenere un buon campo di variazione nemmeno con un motore universale, come quelli dei trapani a mano, allora quel tuo regolatore ha dei problemi.

Per tagliare la testa al toro prova a regola re la luminosità di una lampada ad incandescenza di circa 100 W,  dovresti passare da zero luminosità al massimo quasi senza soluzione di continuità. Se invece passi da zero a quasi il massimo in modo improvviso, allora quel regolatore è ....... una ciofeca immonda 

7 ore fa, Riccardo Stefanolo scrisse:

Motori gia' pronti con il loro bel regolatore,

 

Sulla carta sembrano la soluzione ottimale del tuo problema; come ti suggerivo hanno comunque ridotto la velocità tramite un riduttore meccanico, oltre ad una regolazione elettronica.

Non specificano che ti po di regolazione effettuano, però parlano di elevate coppie in tutte le condizioni.

Sarebbe interessante conoscerne i risultati, tienici informati degli sviluppi

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Livio, l'ultimo test con la lampada che hai suggerito potrebbe avere buon risultato con la lampada ma non sempre anche con il motore ; mi spiego, se non va con la lampada, è chiaro, va scartato ;se invece va con la lampada, non è detto ancora che vada bene col motore. 

Ci vorrebbe un controllo di velocità che segua l'andamento del motore e che lo '' spinga '' se tendesse di fermarsi. Almeno credo.... 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
roberto8303
Quote

 

Bhe, alla fine per non dover diventare troppo pazzo qui avrei trovato la soluzione ad un prezzo accettabile:

ÔĽŅ¬†¬†

https://it.aliexpress.com/store/group/AC-Adjustable-motor/318640_259050778.html?spm=a2g0y.12010608.0.0.9428711cJ1mrLx

 

Motori gia' pronti con il loro bel regolatore, di tutte le potenze e di tutti i giri desiderabili¬†ūüėč

 

e ti conviene? sono 50 euro solo di spedizioni

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
19 ore fa, gabri-z scrisse:

Ci vorrebbe un controllo di velocità che segua l'andamento del motore e che lo '' spinga '' se tendesse di fermarsi. Almeno credo...

 

Il punto è che un dimmer non è un controllo di velocità per un motore asincrono.

 

Però se varia linearmente la tensione può far variare la velocità ad un motore asincrono nel caso azioni un ventilatore od una pompa.

Anche qui con alcuni limiti.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Se poi non si guasta è la soluzione ideale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Semplice 1

Ciao Riccardo Stefanolo

 

Alla fine ci sei riuscito......

Grazie per le informazioni video. 

 

Ho visto la documentazione "ufficiale" sul sito che avevi  precedentemente indicato :

https://it.aliexpress.com/store/group/AC-Adjustable-motor/318640_259050778.html?spm=a2g0y.12010608.0.0.9428711cJ1mrLx

e poi pi√Ļ in dettaglio proprio per il motore da 25 W simile/uguale a quello che hai acquistato :

https://it.aliexpress.com/store/product/25W-AC-220-240V-50-60HZ-low-rpm-adjustable-gear-reducer-motor-with-speed-controller-CW/318640_32217847394.html?spm=a2g0y.12010612.8148356.5.14f74c6b4yNxTE

 

Quello che hai acquistato tu sembra, apparentemente, una rivisitazione¬†dello stesso prodotto base alla cui parte elettronica √® stato dato un aspetto estetico sicuramente pi√Ļ accattivante.

 

Forse, alla fine, hai acquistato attraverso un altro canale che poi non hai pi√Ļ precisato ? Oppure quello che ti √® arrivato non √® proprio identico a quello della presentazione ma va bene lo stesso ?

 

Devo dire che, andando a vedere la presentazione del "prodotto" all'indirizzo che ho menzionato, bisogna proprio avere un coraggio da leone  per passare all'acquisto (come per tutti gli acquisti di prodotti cinesi in generale). Vabbè, parlata veneta, Marco Polo e Leone di San Marco possono aiutare......

 

Facci magari sapere l'esito del risultato finale quando avrai ultimato la tua Microbetoniera.

 

I Cinesi ormai sono quasi imprescindibili e ci possiamo anche aspettare prodotti buoni/accettabili.

Il fatto è che, per capire cosa si è comperato, solitamente bisogna avere in mano l'oggetto !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunit√†. √ą facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×