Jump to content
PLC Forum


CARLOP1

AGGIUNGERE CT's A UN MISURATORE CONSUMI ELETTRICI MKC

Recommended Posts

CARLOP1

Salve a  tutti, possiedo un misuratore di consumi elettrici MKC Power Easy - Max Load 16A 3680 W con cui ho misurato senza problemi i consumi di molte utenze ed elettrodomestici  di casa collegando la loro spina al misuratore. Vorrei però misurare anche i consumi di utenze che non hanno spina ( lampadari e punti luce ai soffitti, cappa aspirante, pompa irrigazione giardino, caldaia ecc ) che sono collegate all'impianto direttamente. La domanda è: posso trasformare il mio MKC collegandoci opportuni CT's in modo da poterlo usare anche con queste utenze ? E sempre con opportuni CT's potrei utilizzarlo per una lettura del consumo istantaneo complessivo collegandolo al contatore della rete ? Per capirsi, rendere il mio MKC  VAGAMENTE  SIMILE a un  Rialto o a un Sense con molte minori pretese ?  Nel caso non sia possibile adattare quello che ho, mi sapreste suggerire quale apparecchio acquistare ? Ho visto che il Sense sarebbe quello più interessante ma costa molto e impiega moltissimo tempo a tracciare le varie utenze della casa ( spesso non le trova/definisce  nemmeno tutte ). Ho visto il IotaWatt ma mi sembra complicato collegare i 14 cavi alle varie utenze, che spesso sono collegate a zone nel quadro elettrico generale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Maurizio Colombi

Non riesco a capire cosa tu intenda per 

3 ore fa, CARLOP1 scrisse:

collegandoci opportuni CT's

L'apparecchio che tu citi è fondamentalmente un misuratore di valori elettrici che ha la possibilità di funzionare attraverso un collegamento passante spina/presa.

Potresti adattarlo in modo fisso all'impianto elettrico utilizzando una presa ed una spina che taglieranno la linea che andrai a misurare, ed alle quali interporrai il "macchinino"... ma fai attenzione a determinati paletti che sono imposti dalle potenze in gioco:

  • il collegamento presa/spina non è il massimo in senso di affidabilità e sicurezza
  • l'apparecchio avrà una sua portata massima che non credo sia quella dell'intero impianto elettrico
  • potrai rilevare tutti i dati dell'impianto elettrico, ma non avrai un dato certo relativo ad un singolo apparecchio (la cappa, ad esempio) perchè la potenza assorbita dall'apparecchio si sommerà alla potenza di tutti gli altri apparecchi in funzione in quel periodo.

Tenendo conto di questi "contro", e di nessun "pro"... direi che l'inserzione che hai intenzione di realizzare, non è affidabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Grazie Maurizio. Ti premetto che non ho una  preparazione in elettricità/elettronica e dove sto cercando di arrivare ( ammesso che sia possibile ) è dettato solo da una esigenza pratica: mi puoi dire se  il mio ragionamento può funzionare ? Eliminiamo dal tavolo l'idea di misurare con il MKC il consumo globale dell'impianto per un fatto di portata max e restringiamo il campo di utilizzo del mio MKC ai piccoli e medi  utilizzatori "con spina" ( aspirapolvere, lampade da tavolo,   microonde, lavatrice, lavastoviglie, frigo ecc  ) dove stacco la spina di ogni apparecchio, la collego all' MKC e misuro, tutto chiaro  e in linea con la portata max dell ' MKC. Questa cosa non posso farla con apparecchi come la caldaia, i condizionatori, le lampade a soffitto o a parete, la pompa dell'irrigazione ecc cioè tutto quanto  non  collegato  da spine ma direttamente tramite fili e interruttori nel muro,  ma che in ogni caso a livello di portata max sono compatibili con quella dell' MKC. La mia domanda è quindi se applicando dei CT's all' MKC questo mi può misurare il consumo di questi apparecchi:  dovrei trovare i fili elettrici dei vari interruttori e lì applicarci  i CT's e l' MKC opportunamente modificato e fare la misurazione. Spero di averti dato l'idea precisa di cosa intendo: dimmi cosa ne pensi.

 

A questo punto mi immagino che una possibile obiezione potrebbe essere: perché devo complicarmi la vita quando si possono acquistare prodotti già pronti ? Ho appena trovato in rete un articolo molto interessante, vi copio il link: 

http://www.tdm-project.it/documentazione/sensori-per-lenergia/

Ti risponderei che prima di tutto il mio MKC è costato poche decine di euro e se una modifica come ti ho prospettato fosse possibile, si risparmierebbero diversi soldi. Anche perché molti degli apparecchi elencati nel link qui sopra sono o molto costosi, o poco performanti, o solo per il mercato Usa, o molto complessi da installare. Fra tutti quelli mi attira il Iotawatt, che se vuoi è una versione più articolata di quanto vorrei arrivare a fare con il mio MKC. Ma collegare i suoi 12 +2 CT's ai singoli componenti del mio impianto di casa non è una cosa semplice.

 

Attendo con interesse i vostri commenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Salve, vorrei sapere se qualcuno di voi conosce o sta già utilizzando un apparecchio che si chiama Iotawatt

 

https://quellareviews.wordpress.com/2018/09/16/iotawatt-energy-monitoring-device-review/

per la misurazione dei consumi elettrici. In alternativa, mi farebbe piacere capire se ci possono essere alternative già provate sul campo che si siano dimostrate efficienti. 

 

Ho trovato un articolo che parla di diversi device

 

http://www.tdm-project.it/documentazione/sensori-per-lenergia/

ma sarebbe utile sapere se e quali sono veramente validi.  Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

Buongiorno carlop1, intanto ho unito l tue discussioni che trattano dello stesso argomento e dello stesso prodotto.

Sono del parere che l'applicazione che hai intenzione di fare con i componenti MKC, comporti anch'essa uno "stravolgimento" dell'impianto elettrico. Infatto dovresti applicare l'apparecchio sulla linea dedicata all'alimentazione dell'utilizzatore, ed a volte non è così semplice ed agevole.

In ogni modo aspettiamo anche altri consigli.

Ma ripeto:

19 ore fa, Maurizio Colombi scrisse:

Non riesco a capire cosa tu intenda per 

22 ore fa, CARLOP1 scrisse:

collegandoci opportuni CT's

di cosa stiamo parlando?

Forse di piccoli TA da applicare sul conduttore?

Edited by Maurizio Colombi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giulio Ohm

Mi permtto di aggiungere, che se condividessi l'esigenza che ti porta a pensare di dover fare tutto ciò, potresti avere consigli migliori

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Salve,

 

per TC intendo i connettori che vedete ai lati dell'apparecchio qui sotto: vedo che li chiamano con questa sigla, non so come si chiamano in italiano:

 

https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwiXhOuN1-3iAhVzunEKHd3YC3MQMwigASgpMCk&url=https%3A%2F%2Fwww.amazon.com%2FSmart-energy-meter-phase-480V%2Fdp%2FB07J5TJ1XZ&psig=AOvVaw0xgSQtG7224K5B6fiBVuOS&ust=1560763459624688&ictx=3&uact=3

 

La mia necessità è di misurare quanto più esattamente possibile il consumo istantaneo o nel tempo di ogni singolo utilizzatore del mio impianto elettrico: ho già la situazione di tutto quanto è collegato alla rete con una spina e che ho quindi  misurato con il mio MKC, ma non so come misurare i consumi di quegli elementi che  sono collegati  direttamente con cavi elettrici e cioè senza  spine che possono essere staccate e inserite nel MKC. Fatemi sapere se è chiaro.

 

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivano65

esistono comunque prodotti uso industriale  che con spesa accettabile ( qualche centinaio di euro)  permettono di avere misure precise e sicurezza da incidenti.

COSA  secondo me' non possibile usando i giocattoli da  20 euro,.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Tutto questo, per impostare nel modo migliore l'installazione di un impianto FTV che mi gestisca tutte queste utenze e in futuro anche la ricarica di un'auto EV. 

Ad oggi, il mio consumo annuo elettrico  ricavato dalle bollette  è di circa 5200 KWh ripartite fra F1=1600, F2=1550, F3= 2050 KWh, in cui  un frigo GE  del 1998  mi consuma circa il 33% della bolletta ( misurazione fatta su un arco di 10 giorni attaccandoci l' MKC e facendo poi la proporzione su base annua ).Poi ho 5 condizionatori ( un trial e un dual ) nelle stanze principali, lavatrice, lavastoviglie, forno, forno a microonde, e vari macchina del caffè, aspirapolvere ecc ecc. Le lampade sono già tutte a led quindi da questo lato non credo possa avere ulteriori miglioramenti.  Sto cercando di capire dove migliorare a livello dei singoli elementi che ciucciano corrente e per fare questo devo misurarli ognuno separatamente. La lista dei device che vi avevo linkato nei post precedenti era per dare un'idea di cosa si può usare, ma costano molto e spesso non sembrano performanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Per Ivano65: come puoi vedere dai link che ho già postato, molti di questi apparecchi non fanno quanto dicono, e costano fra i 300 e i 400 dollari ammesso che siano tutti utilizzabili in Europa. Se guardi il SENSE,che sembra sia quello più evoluto e leggi i commenti dei tanti che lo hanno già acquistato su Amazon Usa, vedrai che tantissimi ti dicono che anche dopo un anno l'apparecchio non è riuscito a definire quali sono realmente i singoli pezzi che analizza. Ha quindi senso spendere tutti quei soldi per avere una lettura generale della rete ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
28 minuti fa, CARLOP1 scrisse:

anche dopo un anno l'apparecchio non è riuscito a definire quali sono realmente i singoli pezzi che analizza.

Appunto!

Come ho già detto la "cosa" non è semplice,

1 ora fa, Maurizio Colombi scrisse:

dovresti applicare l'apparecchio sulla linea dedicata all'alimentazione dell'utilizzatore, ed a volte non è così semplice ed agevole.

e poi ogni singolo rilevatore, posizionato (nella peggiore delle ipotesi) nei pressi dell'apparecchio di cui si vuole rilevare l'assorbimento, dovrebbe dialogare con l'analizzatore attraverso un suo collegamento elettrico...

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Si Maurizio, credo sia questo il modo in cui funzionano questi apparecchi. Ma prima di spendere 300-400 dollari in qualcosa di poco affidabile, stavo proprio valutando di fare un qualcosa di "fatto in casa". Però fino ad ora non capisco bene se quanto esce dai vari post è un no definitivo o se ci possono essere dei modi per farlo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Vi invio le foto del mio quadro elettrico interno, sia con il coperchio sia senza: credo che non ci siano grandi spazi per poter inserire apparecchi tipo Sense o IotaWatt. Avete qualche suggerimento per apparecchi alternativi ? O sarebbe meglio usarne uno da attaccare al contatore Enel ?  Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CARLOP1

Ecco le due immagini: rappresentano lo stesso quadro, con e senza il coperchio frontale.

QUADRO ELETTRICO - ESTERNO.jpg

QUADRO ELETTRICO - PARTE INTERNA.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...