Jump to content
PLC Forum


aleorsetto

Sezione cavo esterno - da contatore a quadro elettrico

Recommended Posts

aleorsetto

Buonasera a tutto il forum,

 

nella seconda casa ho il contatore (contratto 3 kw) ad una distanza di 110 m dal quadro elettrico.. il tutto attualmente è collegato con un cavo FG16 da 3G2,5, dove la fase è doppia (giallo-verde e marrone).

Ovviamente ho dei problemi di caduta di tensione troppo elevata quando utilizzo dei motori elettrici da ca. 2 kw (compressore, tosaerba ecc.).

 

Per risolvere il problema, secondo voi, quale utilizzare tra il 4mm2 e il 6mm2? Considerando una distanza max. di 120 m, posa aerea, max potenza 2 kw.

 

Piccolo OT, ma comunque in argomento: all'interno dell'impianto elettrico di casa (distanza ultima presa: 25 m), può essere utile aumentare la sezione dei cavi, andando addirittura oltre la normativa? ES: MT da 16A cablato con cavo da 4mm per una distanza di 20 m con potenza max. di 3 kw?

 

Grazie a tutti per l'eventuale aiuto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

reka

in che senso la fase è doppia?! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleorsetto

nel cavo 3 x 2,5mm ho usato marrone e giallo-verde per fare la fase, quindi doppia sezione.. perché la terra l'ho fatta in loco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco Fornaciari

La prima cosa che mi viene è: ma chi a fatto quella porcata. E' roba da galera.

Se è roba da elettrista vuole subito mandato a zappare l'acqua.

La corrente che passa sulla fase passa anche sul neutro, non si dissolve in aria.

 

Considerato:

- max assorbimeno 3,8/4,2 kW

- posa aerea

- monofase 230 V

la sezione corretta è 16 mmq.

 

Nel montante bisogna considerare la potenza d'impianto non quella che usi realmente secondo te.

Prima di qual cavo è oportuno mettere un magnetotermico da 25 A.

Ma se fai una posa interrata è meglio.

Ma ritengo valga la pena farsi fare il dimensionamento e la posa da un professionista, che poi rilascia la certificazione.

 

Per 25m, 16A il 4 mmq è necessario.

Edited by Marco Fornaciari

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

uh mamma!!

 

ad oggi la sezione minima richiesta per i montanti è 6mmq, io userei un 2x10 perchè con il sei sei al limite col 4% di caduta di tensione ammessa..

 

la linea prese puoi lasciarla così ma anche portare un 4 alle derivazioni magari.

potresti però almeno auemntare di sezione la linea dove attacchi questi motori.

Edited by reka

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleorsetto

Tra tutte le altre porcate, quella forse è la minore.. ma non sto neanche a dirvi, altrimenti potrei riempire quella discussione che tanto fa ridere (il bestiario).

 

Rimane sempre una "casa" dove ho giusto quelle lampadine che servono e qualche macchinario (chiamiamola rimessa), quando non sono presente tolgo sempre tensione dal contatore per evitare qualsiasi tipo di problema, considerando che è anche una zona soggetta a "fulmini".

 

Ma ritornando in tema.. voi dite 10/16 mmq, una spesa notevole ovviamente considerando anche la posa che non risulterà semplice dato il peso del cavo, che purtroppo non posso interrare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Ma chi e il sig Installatore..? Un amico tuttofare.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Elettroplc

 

Veramente aleorsetto lo ha già detto, come in quella pubblicità fatta da Fabio Rovazzi che sta ora imperversando in TV, il Responsabile sono .......me stesso !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco Fornaciari

Va da se che un qualsiasi cavo in posa aerea è opportuno, quando non indispensabile, supportarlo con un cavo di acciaio opportunamente ancorato.

Poi che il fabbricato sia usato un minuto all'anno o tutti i giorni per 24 ore è totalmente insignificante al fine dell'impianto elettrico.

 

Di grazie che il cavo attuale non si è ancora fuso.

Se dovesse accoggersi il fornitore di energia di tale "installazione" minimo ti toglie la fornitura, e fino a quando non presenti progetto e certificazione, magari antincendio compreso, non ti riallaciano più: ovviamente il tutto previo pagamento anticipato dei loro interventi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
14 minuti fa, Marco Fornaciari scrisse:

Se dovesse accoggersi il fornitore di energia di tale "installazione" minimo ti toglie la fornitura, e fino a quando non presenti progetto e certificazione, magari antincendio compreso, non ti riallaciano più: ovviamente il tutto previo pagamento anticipato dei loro interventi.

E da quando?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao aleorsetto

 

Ognuno dice la sua e allora io provo a dire la mia che forse accontenterà un po' tutti

 

Stiamo sul sicuro dotandoci di tripla mutanda in ghisa + paracadute + zattera gonfiabile di salvataggio + elmetto protettivo (sempre, anche a letto perché non si sa mai) + altre varie ed eventuali precauzioni ........

 

Bisogna tenere presente, come riferimento, che ENEL ritiene del tutto regolare per i suoi Obblighi di Fornitura che la Tensione erogata sia compresa tra il +/- 10% della tensione convenzionale che è 230 V (quindi tra 207 V e 253 V).

 

Il tuo Contatore ENEL da 3 kW contrattuali se gli succhi fino a 3,3 kW non fa una piega, se ti mantieni tra i 3,3 e i 4 kW per 90 minuti filati poi ti "scatta", se passi appena di un niente sopra i 4 kW scatta subito.

 

Dunque i "conti di sicurezza" vanno fatti su 4 kW .

 

L'Assorbimento massimo (Ampere) corrispondente ai 4 kW va calcolato tenendo conto che vi potrebbe essere uno sfasamento (cosfì) valutabile al valore 0,8. Il tutto messo in formula fa : (4000 / 230) / 0,8 = 21,74 A max.

 

A questo punto ci si può autoimporre una Caduta di Tensione da rispettare sui 120 mt del tuo cavo del 4 % (alcuni dicono 5 %).

 

Dunque la Caduta di Tensione (Volt) sui 120 mt di cavo dovrà essere al massimo di  230 x 0,04 = 9,2 V.

 

La Resistenza Specifica (Rspec) di 1 mt di filo di rame della sezione di 1 mm2 risulta (convenzionalmente) di 0,0190 Ohm/mt/mm2.

 

Il percorso della corrente dentro al cavo corrisponde al doppio della lunghezza del cavo in se stesso dato che il percorso  è sui due conduttori dentro al cavo. Quindi la lunghezza per il calcolo (Ltot) risulta 120 x 2 = 240 mt

 

La Resistenza Totale (Rtot) propria dei 2 conduttori dentro al Cavo dovrà essere (al massimo) di : R = V / I = 9,2 / 21,74 = 0,423183 Ohm.

 

La Sezione dei Conduttori (mm2) risulta : Sez = (Rspec x Ltot) / Rtot = (0,0190 x 240) /0,423183 = 10,77 mm2

------------------------------------------------------------------------

 

Dato che la scelta della sezione conduttore risulta tra le dimensioni 10 mm2 e 16 mm2 si può convenire che la misura sarà il 10 mm2 in quanto il 16 mm2 risulterebbe parecchio più costoso e molto sottoutilizzato.

 

Questo anche perché si è largheggiato nel calcolo dall'Amperaggio assumendo un cosfì = 0,8  e anche perché  ben raramente e per tempi limitatissimi si preleverà la massima potenza di 4 kW.

--------------------------------------------------------------------------

 

Lunga è la strada, stretta è la via, dite la vostra che io ho detta la mia.....................

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao a tutti.

 

Come detto da  Maurizio Colombi , per ENEL, in generale, quello che succede all'Impianto di proprietà del Cliente, a partire dai morsetti del loro Contatore, non interessa.

Però se, per carenze dell'Impianto Cliente il loro Contatore venisse danneggiato (esempio incendio cavi del Cliente che danneggiano il loro Contatore), farebbero comunque certamente pagare tutte le spese di sostituzione.

 

Comunque riconosciamo ad  aleorsetto  che, elettricamente parlando, dato che la Corrente elettrica non vede i colori, la sua Accoppiata Conduttori, che si potrebbe definire "2 all'andata e 1 al ritorno", e sempre meglio che niente.

Poi mi pare anche di ricordare una pubblicità dei gelati che, già parecchi anni fa, diceva : "Two gust is mej che one" (detto con la parlata della Rivera Romagnola dei ragazzotti che fanno il filo alle turiste straniere)

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleorsetto

Vi ringrazio tutti ragazzi per i consigli e le dritte, soprattutto @Semplice 1 che risponde sempre in modo veramente esaustivo, sinceramente non so come faccia a trovare il tempo, anche se dell'orario di risposta posso immaginare.. 😳

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao aleorsetto

 

Grazie per l'apprezzamento e spero che per il tuo Cavo tu te la possa cavare riducendo le spese al minimo !

 

Il tuo Cavo dovresti cercarlo Bipolare da 10 mm2 tagliato da bobina per la lunghezza che ti serve.

Per averlo dovresti rivolgerti ad un Grossista che fornisce cavi con Taglio a Misura.

 

Ovviamente, conoscendo ora nei dettagli la natura della problematica, potrai anche decidere di stendere un cavo di misura inferiore (6 mm2) sapendo delle precise limitazioni che ciò ti comporterà in fatto di Caduta di Tensione......

 

Direi che, per completare le informazioni sul tuo Cavo, avrai sul suo percorso una dispersione di Energia che, nel caso ipotizzato dei 4,00 kWh di richiesta e di conduttori da 10 mm2 (anziché da 10,77 calcolati teorici), si tradurrà in una perdita di : W = I2 x R = 21,742 A x 0,423183 Ohm x (10,77 mm2 /10,00 mm2) = 215,4 Watt che, per 1 ora filata, fanno 0,2154 kWh.

 

Naturalmente se la Potenza che prelevi è, molto più realisticamente, quella Base Normale della Casa di 0,25 kW, allora, sulla giornata di 24 ore, il tuo Consumo Zavorra risulterà : (0,2154 kWh x (4,00 kW / 0,25 kw)) x 24 h = 0,323 kWh/giorno. Su un anno 117,9 kWh .

 

Se installi un Cavo più piccolo, ad esempio il 6 mm2, questo opporrà alla Corrente una maggiore Resistenza (inversamente proporzionale alle sezioni dei due Cavi) e quindi per il 6 mm2 il Consumo di Zavorra risulterà : 0,323 kWh/g x (10 mm2 / 6 mm2) = 0.538 kWh/g. Su un anno196, 4 kWh .

----------------------------------------------------------------

 

Comunque, e sicuramente stenterai a credermi, la mia maggiore soddisfazione è che finalmente qualcuno (tu) comincia a scrivere con un minimo di cura grafica per facilitare la lettura ed evidenziare bene i punti salienti dei problemi che pone.

Sarà mica che ti ho influenzato troppo.................

 

Magari senza saperlo sono diventato anch'io un INFLUENCER ? (di grande (in)successo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleorsetto

Ciao @Semplice 1 (Influencer di PLC)

 

innanzitutto ti chiedo come fai a citare gli utenti in quel modo (io utilizzo la "@" ma è diverso).

 

Per il cavo tutto chiaro.. grazie ancora.

 

Per il resto io cerco sempre di mettere in chiaro il problema, senza giraci troppo intorno, ma allo stesso tempo fornendo i dati necessari.. diciamo che dopo un centinaio tra discussione/risposte su questo forum, quasi mezzo K su un altro, più tutti gli altri infiniti forum a qui sono registrato (con i nomi più strambi che esistano), aggiungiamoci anche le mail che scrivo per lavoro, penso che un po' di esperienza su come debba essere fatta una richiesta d'aiuto me la sono fatta.. poi avvio ogni tanto mi trovo a scrivere di fretta e magari tralascio dei dati fondamentali.

 

Comunque trovo il tuo modo di risposta veramente chiaro e pulito, mai visto nulla del genere..

 

Siamo leggermente OT con questo messaggio, ma dovrebbe essere d'esempio a tutti gli utenti del forum... ("faccina che di sì")

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao aleorsetto

 

Ma allora puoi dirlo chiaramente che il prossimo Natale ti dovrò inviare il classico Pacco Regalo con Panettone e Spumante.......

 

Va bene ! Grazie! Mi impegno coscienziosamente (sicuramente troppo), è nel mio carattere !

 

Per chiudere questa discussione, e visto che ti piace i mio  modo grafico di riportare il nome degli "utenti" : Nulla di più semplice, ricordandoti che io mi sono autonominato " Semplice 1" .

 

Vai sul nome che ti interessa lo "catturi" come si fa per il classico "copia" e poi lo trasferisci dove vuoi con "incolla"

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cialtrone

Visti tutti calcoli eccetera eccetera... cosa ne pensate di un 4x6 mm2 senza gialloverde oppure 5x6 mm2 usando i fili a coppie? Potrebbe essere anche meno dispendioso di un 2x10 mm2, a volte i tagli più commercializzati costano meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao  Cialtrone

 

Devo dirti, non mi crederai ma è proprio così, che avevo pensato anch'io a questa possibile soluzione di ripiego (che mi era però apparsa un po' "cialtrona").

Avevo anche cominciato a scrivere la riga. Poi ho deciso che era meglio non dire nulla del genere e ho cancellato tutto.

 

Infatti ho ripensato a certi giusti accesi confronti che avevo visto sul corretto uso dei colori dei Conduttori e ho soprasseduto a tutta la faccenda (non voglio essere redarguito per istigazione alla delinguenza Tecnica).

 

Comunque, volendo essere molto onesti, la strada in questo (cattivo) senso era già stata tracciata da aleorsetto  quando molto inventivamente aveva usato il suo cavo 3 poli  che io avevo definito "2 all'andata e 1 al ritorno" .

 

Tirando le somme : In condizioni normali non si fa, però in altre situazioni (disperate) potrebbe essere una utile idea da tenere sempre presente.

 

  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...