Jump to content
PLC Forum


carlo.jessica

Invertire 12V cc in 12V ac

Recommended Posts

carlo.jessica

Buonasera a tutti,

devo convertire 12v cc in 12V ac.

Mi spiego meglio, ho acquistato un box doccia dove all’interno si trovano una radio, una ventola di aspirazione e luci per la cromo terapia.

Non voglio utilizzare l’alimentatore in dotazione al box doccia per vari motivi, ma vorrei utilizzare solo la radio collegandola ad una batteria ricaricabile da 12V cc. Il problema è che la radio viene alimentata da una corrente di 12V ac. e non riesco a trovare un invertitore che trasformi la corrente cc della batteria in corrente ac.

Qualcuno è in grado di aiutarmi?

Grazie mille

Link to post
Share on other sites

boip

Potrei sbagliare, quindi attendi pareri migliori.
Per me mandagli 14vcc e lui è contento, tanto all'interno della radio la prima cosa che incontra è un ponte diodi che la riporta in continua. La polarità dovrebbe essere indifferente

Link to post
Share on other sites
gabri-z

Molto probabile, ma purtroppo non certo ; bisognerebbe sapere lo schema del impianto. 

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
24 minuti fa, gabri-z ha scritto:

Molto probabile, ma purtroppo non certo

 

Come minimo ha un diodo per raddrizzarla.

Basta fare un paio di prove,non si rompe niente comunque. Se ha un ponte qualsiasi sia il verso della tensione funzionerà, se invece c'è un solo diodo allora hai 50% di porbabilità di dare il verso giusto; se al primo tentativo non funzionasse, basta invertire il senso.

Link to post
Share on other sites
gabri-z

Sai quante cose funzionanti in cc. alimentate in ca ne ho sparse in giro sugli impianti fatti ? 😃

Link to post
Share on other sites
carlo.jessica

Vi ringrazio molto per l'aiuto che mi avete dato.

Per ricapitolare:

Livio, se ho capito bene, se  collego una batteria  ho il 50% di far funzionare la radio, mentre se non dovesse funzionare inverto i poli e sicuramente funzionerà. Giusto?

Boip, visto che la radio è alimentata con 12 V ca, devo utilizzare un bacco batteria da 14Vcc oppure è sufficiente una da 12 V cc? se 14 V perchè?

Gabri-z., quando dici "Sai quante cose funzionanti in cc. alimentate in ca ne ho sparse in giro sugli impianti fatti "  intendevi funzionano in ca alimentate in cc?

Vi ringrazio e chiedo scusa se risultano banali le mie domande, ma ammetto di conoscere poco la materia e non sono in grado di risolvere il mio problema se non con il vostro prezioso aiuto.

Grazie mille

 

Link to post
Share on other sites
gabri-z
23 minuti fa, carlo.jessica ha scritto:

intendevi funzionano in ca alimentate in cc?

Intendevo cose funzionanti in cc , come la tua radio , ma fatte accettare un'alimentazione in c.a. , probabilmente per semplificare l'impianto ; ognuno ha al interno almeno un diodo , come già detto da Livio , oppure un ponte di diodi (molto più probabile ). 

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
9 ore fa, carlo.jessica ha scritto:

Per ricapitolare:

 

Se è previsto un 12 Vac per alimentazione significa che dopo il raddrizzatore ed il filtro avrai circa 16 V cc, quindi per avere le stesse condizioni dovresti usare una batteria che eroghi circa 17V, considerando le cadute sui diodi raddrizzatori, però io proverei con una normale batteria da 12V nominali.

Dovrebbe funzionare tutto regolarmente anche con questa tensione, mal che vada funziona malema non si rompe.

Edited by Livio Orsini
Link to post
Share on other sites
boip

Ho scritto 14 perché una batteria al piombo 12V nominali presenta dai 12.8 ai 14.4 volt, ma si intendevo di provare con una comune 12v.

Link to post
Share on other sites
carlo.jessica

Grazie a tutti voi che mi avete aiutato, ho fatto quello che mi avete consigliato e  adesso  la radio funziona con una batteria da 12 V.

In questo modo utilizzo la radio della doccia senza l'ausilio del suo trasformatore che ritengo molto pericoloso.

Grazie mille

 

Link to post
Share on other sites
boip

Grazie per il feedback!
P.s. se il trasformatore è correttamente avvolto, posto in luogo asciutto e protetto da un differenziale non è pericoloso affatto.

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
6 ore fa, boip ha scritto:

se il trasformatore è correttamente avvolto, posto in luogo asciutto e protetto da un differenziale non è pericoloso affatto.

 

però la batteria non è pericolosa nemmeno in caso di guasti, mentre il trasfo in gaso di guasto, anche con differenziale da 10mA, può essere pericoloso.

 

A me non interessa ascoltare la radio mentre faccio la doccia, ma se lo desisderassi userei una radio a batteria.

Link to post
Share on other sites
boip

Si, ma ci vuole anche una bella dose di sfiga perchè si "buchi" l'isolamento fra i due avvolgimenti, ceda l'isolamento della radio e contemporaneamente sia difettoso il differenziale.
Paradossalmente credo sia più pericoloso lo scaldabagno elettrico 🙂

Edited by boip
Link to post
Share on other sites
gabri-z
6 minuti fa, boip ha scritto:

credo sia più pericoloso lo scaldabagno elettrico

Io le metterei sullo stesso gradino.....:superlol: , ma se quello a gas dovesse scoppiare , ti fa saltare la palazzina  , come la metti ?

Link to post
Share on other sites
carlo.jessica

Avete tutti ragione, ma pur avendo acquistato un box doccia su internet di un negozio di Busto Arsizio VA, la doccia si è rivelata la classica cinesata.

Per una serie di motivi ho deciso di tenerla, ma come avete ben capito non mi fidavo della parte elettrica.

Per farvi capire vi dico solo che dal trasformatore uscivano tre tensioni, 12 V CA, 220 V, 220 V. Mi ero insospettito quando ho visto gli attacchi del trasformatore troppo a ridosso della doccia (4 cm dietro il box), ma quando ho visto sul trasformatore le tensioni in uscita mi si sono raddrizzati i capelli e fidatevi, perchè di capelli me ne sono rimasti pochi.

Nel dubbio, nella paura di travisare, ho preso il tester e ho effettuato la lettura della tensione in uscita. Indovinate, il tester confermava le tensioni di 220 V.

Il bello e che prima di fare tutto questo, quando mi era arrivata la doccia mi ero lamentato con il venditore perchè mancava tutta la documentazione, sottolineandogli l'importanza della certificazione di conformità. Si è scusato e prontamente mi ha inviato la documentazione, compresa la conformità.

Sono sicuro che avere due morsetti e fili a vista dietro il box doccia con una tensione di 220 V nella zona 1 e ben al di sotto dei 225 cm in altezza, credo che  pur essendo un box doccia chiuso ci sia qualche cosa che non va.

Ora, la prima cosa che ho fatto è stata quella non utilizzare l'impianto se non la radio con la batteria, adesso devo chiedere se ci sono i presupposti per fare una segnalazione alle autorità competenti.

Vediamo come andrà a finire.

Un sentito ringraziamento a tutti voi e grazie per la vostra disponibilità

Carlo

 

Link to post
Share on other sites
gabri-z
16 minuti fa, carlo.jessica ha scritto:

la prima cosa che ho fatto è stata quella non utilizzare l'impianto se non la radio con la batteria

Per me , hai fatto bene ! :thumb_yello:

Per il discorso della qualità , avrai una sorpresa vedendo che a costi relativamente alti (per me altissimi ) montano le stesse cose ....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...