Jump to content
PLC Forum

Luca-2020

Sicurezza cilindro, energia residua

Recommended Posts

Luca-2020

Buona sera a tutti,

vorrei sapere se secondo voi c'è qualche trucco per risolvere il problema che mi e capitato. Premetto che è circa 1 anno che "gioco" con la pneumatica quindi non sono un esperto.

Sicurezza di un cilindro: quando premo l'emergenza in un impianto, il cilindro che ritengo pericoloso si deve bloccare in sicurezza.

Il problema dell'energia residua come lo gestite?

Io ho utilizzato un valvola 5/3 CC, agendo elettricamente sul comando del cassetto centrale lo stelo si blocca, anche in movimento, (ho provato anche utilizzando delle valvole di blocco sul cilindro, quelle pilotate pneumaticamente). Rimane comunque il problema dell'energia residua all'interno del cilindro. Come posso scaricare tale energia mantenendo lo stelo fermo? 

Ho timore che per qualche motivo strano legato alla parte software, che non mi riguarda, il comando del cilindro si ripristina e lo stelo di 50cm  colpisce l operatore.

Grazie a tutti comunque.

Luca

Link to post
Share on other sites

Semplice 1

Ciao Luca-2020

 

Vedi tu se l'informazione può fare al caso tuo...

 

Esistono cilindri (con albero adeguatamente più lungo del normale) che dispongono di un accessorio chiamato "Bloccastelo" e che permettono il bloccaggio dello stesso (in determinate condizioni).

 

Si tratta di un "freno" ad azione inversa.

Quando si deve sbloccare (e mantenere sbloccato) il Bloccastelo, si invia pressione d'aria ad un attacco presente sul Corpo del Bloccastelo.

 

Togliendo la pressione (si mette l'attacco aria in scarico) il Bloccastelo, grazie a delle molle poste al suo interno, esegue e mantiene il bloccaggio dello stelo a tempo indefinito.

 

Il bloccaggio e lo sbloccaggio devono sempre avvenire a Cilindro completamente fermo.

-------------------------------------------------------

 

Per fartene una idea vedi il Catalogo "METALWORK" :

https://media.metalwork.it/browse/catalogo-ita

(che io però non riesco a "caricare" per non so quale difetto nella connessione Internet o del Catalogo stesso)

 

Oppure, ma si tratta solo di un rimando figurato conoscitivo, vedi :

https://www.metalwork.it/media/Download_Bro_Cat/9910700 MW_compatto_it.pdf

Vedi a pag. 14, più o meno al centro pagina : BLOCCASTELO MECCANICO .

-------------------------------------------------------------

 

Altrimenti puoi vedere una tipologia di meccanismo simile anche  nel catalogo "CAMOZZI" :

http://catalogue.camozzi.com/?culture=it-IT

Per minicilindri (vedere pag. 5) :

http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.1.1.5.pdf

Per cilindri normali "Serie 61 " (vedere pag. 56) :

http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.1.1.25.pdf

Per cilindri normali  "Serie 63" (vedere pag. 67)

http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.1.1.28.pdf

Per tutti i particolari dimensionali, caratteristiche funzionali, schemi di collegamento dei BLOCCASTELO :

http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.1.9.10.pdf

------------------------------------------------------------

 

Comunque, se tu hai cilindri di altra Marca vedi nella documentazione del loro Costruttore.

Link to post
Share on other sites
Dark72

Buonasera a tutti ,

parto con il presupposto che la macchina sia stata progettata e realizzata da una ditta che rilasci certificazione CE. Sulle macchine la pneumatica, in condizioni di emergenza, deve assumere posizioni tali da non nuocere all'operatore ... di esempi ne troveremmo all'infinito ... comunque bando alle chiacchiere 

dici :  "Sicurezza di un cilindro: quando premo l'emergenza in un impianto, il cilindro che ritengo pericoloso si deve bloccare in sicurezza.

Il problema dell'energia residua come lo gestite?"

Cosa intendi per energia residua ... la pressione rimasta nel cilindro, che in condizioni di emergenza, continua a muoversi fino a raggiungere la sua cosa nominale ?

Ma ... esistono, i bloccasteli, come diceva giustamente Semplice 1 ,che in base alla taglia ti garantiscono un ferreo bloccaggio dello stelo e quindi del cilindro pneumatico.

Una valvola a 5 vie monostabile ,vedi immagine, anche se togli tensione ( condizioni di riposo) manda comunque l'aria ad una camera del cilindro ...  quindi, se improvvisamente in fase di estensione  (per esempio) si toglie tensione l' Ev  manderà l'aria nell'altra camera e il cilindro, anche se in emergenza...si muoverà ritraendosi ....

La cosa più semplice da fare, secondo me , se vuoi togliere pressione dal cilindro è togliere aria all'elettrovalvola che pilota tale cilindro  usando una Valvola d’intercettazione 3/2 vie

(http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00091/PDF/ITA.3.0.35.pdf) che,  macchina in marcia, l' alimenti mandando aria alla nostra Ev ...e in caso d'emergenza toglieremo tensione e taglieremo l'aria all' EV del Nostro cilindro che rimarrà senza aria nelle camere ...

Se invece si potesse fare qualcosa di legato al sw io sceglierei una valvola 5 vie bistabile a centri aperti ( prima in alto fila di dx) ... ti comporta però la gestione di una seconda bobina 

Attenzione però !! Sicuro che tale cilindro è meglio tenerlo in queste condizioni ??

Se ho capito bene il tuo dubbio ho pensato questo...

Buona serata a tutti ....

 

 

EV 5 vie.jpg

Link to post
Share on other sites
Luca-2020

grazie per le risposte, 

Oltre ai bloccastelo ho  provato anche con una valvola 5/3 centri chiusi, la quale compie egregiamante il suo lavoro.

Essendo nuovo del settore volevo sapere se esistevano altre soluzioni. 

Grazie a tutti e buon weekand

Luca

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Dark72

 

Il 26/11/2020 alle 22:33 , Dark72 ha scritto:

La cosa più semplice da fare, secondo me , se vuoi togliere pressione dal cilindro è togliere aria all'elettrovalvola che pilota tale cilindro  usando una Valvola d’intercettazione 3/2 vie

(http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00091/PDF/ITA.3.0.35.pdf) che,  macchina in marcia, l' alimenti mandando aria alla nostra Ev ...e in caso d'emergenza toglieremo tensione e taglieremo l'aria all' EV del Nostro cilindro che rimarrà senza aria nelle camere ...

Se invece si potesse fare qualcosa di legato al sw io sceglierei una valvola 5 vie bistabile a centri aperti ( prima in alto fila di dx) ... ti comporta però la gestione di una seconda bobina 

Attenzione però !! Sicuro che tale cilindro è meglio tenerlo in queste condizioni ??

 

Per Luca-2020 che magari lo sa già :

 

Di norma non bisogna mai mettere in scarico entrambe le camere del cilindro poiché, alla successiva riattivazione del Sistema, verrà immessa aria compressa in una sola delle due camere e il cilindro andrà a sbattere al fondo corsa opposto.

Questo succederà poiché che non vi sarà più la normale resistenza che viene opposta dall'aria compressa presente nella camera che viene messa in scarico e che risulta a pressione relativa zero.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...