Jump to content
PLC Forum


Assorbimento pompa di calore panasonic


mikx
 Share

Recommended Posts

Ho un dubbio da risolvere.

Mi hanno installato la pompa di calore panasonic aquarea split da 5kw termici. Sul quadro c'è un magnetotermico dedicato da 16A e cavi da 2.5mmq. La pdc al suo interno ha una resistenza da 3kW che va in funzione in automatico in certe situazioni.

 

Il dubbio riguarda l'assorbimento massimo indicato di 13A su un adesivo, non è chiaro se riguarda il componente che consuma di più oppure proprio il massimo dato anche dalla combinazione di pdc e resistenza. Mi chiedo quindi se il magnetotermico e i cavi da 2.5 siano sufficienti per tutto, nell'ipotesi che sia pdc che resistenza sia attivi contemporaneamente. Voi che dite?

Edited by mikx
Link to comment
Share on other sites


DavideDaSerra

In etichetta c'è sempre indicato i consumo massimo possibile (al netto dello spunto), quindi tranquillo con 2,5mmq e C16.

Se i consumi fossero troppo alti, noteresti scatti della termica che interverrebbe a protezione dei cavi.

Link to comment
Share on other sites

Semplice 1

Ciao a rutti !

 

mikx  ha posto il quesito il 28 Maggio e poi è ricomparso solo ieri 19 Agosto. Tempi lunghi, forse non è poi tanto preoccupato ...

 

Comunque lui ha una "Macchina"  per Riscaldamento/Raffrescamento che, attraverso un gruppo Pompa di Calore gli produce acqua calda/fredda presumibilmente per il suo Impianto Radiante a Pavimento.

 

La Macchina è di tipo Split : 1 Unità Esterna (compressore frigorifero) e 1 Unità Interna (serbatoio/scambiatore per acqua + Pompa Circolazione Acqua + Gruppo Resistenze Elettriche per riscaldo di emergenza da 3 kW) e le sue caratteristiche generali sono visionabili scaricando la Documentazione dall'indirizzo :

https://www.panasonicproclub.com/uploads/IT/catalogues/AQUAREA IT 2020_Novembre.pdf

 

I dati caratteristici sono visibili alla pag. 14 ma risultano alquanto  manchevoli proprio alle voci "assorbimenti elettrici" e anche molto altro.

Comunque per quello che manca lo si può trovare alla pag. 13 dove vengono elencati molti più dati per una versione che viene chiamata, non si sa perché, "all in one"  ma che sostanzialmente (dalle foto e dalle sigle dei componenti) risulta sempre uno "split" seppure con serbatoio/scambiatore acqua di maggiori dimensioni volumetriche.

-----------------------------------------------------------------------------

 

--- L'Unità Esterna WH-UD05JE5 (vedere i dati in tabella pag.14) ha rese variabili a seconda delle varie situazioni. In "caldo", nelle condizioni più favorevoli, può generare la Potenza 5 kW di acqua calda a fronte dell'assorbimento di una Potenza Elettrica di 1 kW.

--- Per il Riscaldamento la situazione peggiore prevista è : - 7 °C Temperatura aria esterna ; + 55 °C Temperatura max acqua per il riscaldamento.

--- Il rapporto kW/COP, per le condizioni di esercizio peggiori come sopra indicato, viene dato come essere 3,55 / 1,71.
--- Questo vuol dire che, quando il sistema sarà tirato per il collo, fornirà solo 3,55 kW sotto forma di acqua calda e assorbirà dalla Rete Elettrica 3,55 / 1,71 = 2,076 kW elettrici 

--- L' Amperaggio che verrà richiesto, ponendo di poter avere un Cosfì piuttosto basso e fissato a 0,8, si può presumere che sarà : (2076 W / 230 V) / 0,8 = 11,28 A.

--- Nulla si dice dell'Assorbimento in fase di Sbrinatura, che può durare intorno ai 10 minuti, che di solito può richiedere  un + 20% di Amperaggio (si andrebbe a 13,53 A)

 

Alla pag. 13 (molto più completa nei dati) si può vedere che, alla voce "Alimentazione 1" vengono indicati 12 A  e subito dopo "Dimensione raccomandata cavo, alimentazione 1" : 3x1,5 (si direbbe 2 conduttori + terra).

 

Il detto cavo potrebbe, quindi, dover sopportare anche per molte ore un carico di 11,28 A / 1,5 mm2 = 7,5 A/mm2 (molto superiore ai classici 4-5 A/mm2 che si prevedono solitamente nella Buona Norma impiantistica).

----------------------------------------------------------------------------------

 

--- L'Unità Interna WH-SDC0305J3E5 (Serbatoio/Scambiatore di Accumulo Acqua) è dotato di Pompa di Circolazione Acqua che assorbe 173 Watt elettrici (trascurabile) e di una o più Resistenze Elettriche per un Assorbimento totale di 3 kW (3000 Watt).

--- Non è precisato se si tratta di 2 resistenze da 1,5 kW oppure da 3 resistenze da 1 kW (più probabile 3 Resistenze) e se sono inseribili singolarmente attraverso la Programmazione del Sistema.

--- L' Amperaggio che verrà richiesto (nel caso delle Resistenze il Cosfì è sempre uguale a 1) sarà : (3000 W / 230 V) / 1,0 = 13,04 A.

 

Alla pag. 13 (molto più completa nei dati) si può vedere che, alla voce "Alimentazione 2" vengono indicati 13 A e subito dopo "Dimensione raccomandata cavo, alimentazione 2" : 3x1,5 (si direbbe 2 conduttori + terra).

 

Il detto cavo potrebbe, quindi, dover sopportare anche per molte ore un carico di 13 A / 1,5 mm2 = 8,67 A/mm2 (molto superiore ai classici 4-5 A/mm2 che si prevedono solitamente nella Buona Norma impiantistica).

---------------------------------------------------------------------------------

 

Nello specifico :

 

Il 28/5/2021 alle 12:51 , mikx ha scritto:

Mi hanno installato la pompa di calore panasonic aquarea split da 5kw termici. Sul quadro c'è un magnetotermico dedicato da 16A e cavi da 2.5mmq. La pdc al suo interno ha una resistenza da 3kW che va in funzione in automatico in certe situazioni.

 

Il dubbio riguarda l'assorbimento massimo indicato di 13A su un adesivo, non è chiaro se riguarda il componente che consuma di più oppure proprio il massimo dato anche dalla combinazione di pdc e resistenza. Mi chiedo quindi se il magnetotermico e i cavi da 2.5 siano sufficienti per tutto, nell'ipotesi che sia pdc che resistenza sia attivi contemporaneamente. Voi che dite?

 

Raccogliendo tutti i dati risulta che, anche prendendo per oro colato i dati forniti dal Costruttore (Panasonic) ci vorrebbero 2 Linee ciascuna  con conduttori da 1,5 mm2 che almeno sarebbero in grado di disperdere un po' meglio il calore che si genererà in ogni singolo cavo.

 

Unificare il tutto in un unico cavo  con conduttori da 2,5 mm2 (dato che un 3 mm2 non esiste) è  veramente incredibile. Magari gli Installatori potevano "rovinarsi" finanziariamente e mettere un cavo unico da 4 mm2 ... 

 

In pratica il Massimo Assorbimento di Sistema (secondo il Costruttore) risulta di 12 A (U.E.) + 13 A (U.I.) = 25 A e, secondo i canoni usuali verrebbero richiesti 2 cavi, ciascuno da almeno 2,5 mm2.

 

A parte la sezione dei cavi, l'Installatore avrebbe anche dovuto montare (vista la natura dei due diversi utilizzatori) 2 distinti Magnetotermici da 16 A : 1 per la U.E. e 1 per la U.I.

 

Se e quando mikx chiederà spiegazioni all'Installatore la risposta sicura ed immediata che otterrà sarà : Non si preoccupi. Noi di questi Impianti ne abbiamo fatti moltissimi, facciamo sempre così e le assicuro che non abbiamo mai avuto nessun problema !

 

Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

La sezione dei cavi, era da relazionare anche in ordine alla sua lunghezza, molti utenti, causa la cdt ,si ritrovano con il blocco macchina..

Link to comment
Share on other sites

Semplice 1

Ciao  Elettroplc

 

19 ore fa, Elettroplc ha scritto:

La sezione dei cavi, era da relazionare anche in ordine alla sua lunghezza, molti utenti, causa la cdt ,si ritrovano con il blocco macchina..

 

Credo di aver esagerato  già io con tutto quello che ho scritto !

Allora avrei dovuto anche tirare in ballo la Tensione reale effettiva al Contatore che potrebbe anche essere molto bassa  e al limite dei 230 V meno il 10 % = 207 V.

Cerchiamo di non esagerare oltremodo.

Sarà già molto se gli tireranno i conduttori della sezione minima come sarebbero realmente richiesti.

 

Comunque, se vuoi, puoi continuare tu !

Edited by Semplice 1
Link to comment
Share on other sites

Scusatemi se non ho più risposto. Comunque si è una pdc aria acqua per riscaldamento. Alla fine la settimana scorsa prima dell'avvio per riscaldamento della casa, l'elettricista in collaborazione  con il centro assistenza panasonic ha sostituito i cavi con quelli da 4 mm2. E ha messo un magnetotermico unico da 20A, dicendomi che la pdc in ogni caso non consumerà più di 3kili di corrente, essendo adatta anche su abitazione con contatore standard da 3kW.

Link to comment
Share on other sites

Comunque io non mi fiderei a tenere il contatore a 3kW, in inverno il consumo base è già alto di suo..

diciamo che passare a 4kW costa poco..

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Ha ragione Reka, il problema è che la Pdc non può scaldare l’acqua sanitaria come può fare una caldaia a gas, per cui in sostanza la resistenza da 3kw compensa questa differenza di temperatura tra dove arriva la pdc e quella richiesta, per cui in sostanza è come se avessi uno scaldabagno elettrico.

Link to comment
Share on other sites

È  da qualche mese che faccio solo acs una volta al giorno. E da 40 a 50gradi non ha mai consumato più di 500wh. Da manager la resistenza non è mai partita.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Perché tu non chiedi acqua a più di 50 gradi, che pressapoco è il limite massimo di temperatura raggiungibile da un frigorifero usato per riscaldare.

Prova a richiedere 60 gradi e vedrai come attacca la resistenza per scaldare da 50 a 60.

Link to comment
Share on other sites

Ok ok. Ma non serve l'acqua a più  di 50gradi per la doccia. Anzi 50 è pure troppo. 

Edited by mikx
Link to comment
Share on other sites

Vero ma solo se tieni acqua ferma sanitaria. La mia è tecnica,  l'acs la produco istantanea con serpentina. 

Link to comment
Share on other sites

Il 2/11/2021 alle 21:51 , mikx ha scritto:

Scusatemi se non ho più risposto. Comunque si è una pdc aria acqua per riscaldamento. Alla fine la settimana scorsa prima dell'avvio per riscaldamento della casa, l'elettricista in collaborazione  con il centro assistenza panasonic ha sostituito i cavi con quelli da 4 mm2. E ha messo un magnetotermico unico da 20A, dicendomi che la pdc in ogni caso non consumerà più di 3kili di corrente, essendo adatta anche su abitazione con contatore standard da 3kW.

Buongiorno, 
in questi casi è anche importante il tipo di magnetotermico installato. Bene i 20A , ma è un magnetotermico semplice o è anche differenziale?

In questo secondo caso di quale tipologia di differenziale si tratta, A o B ?

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:

Sandro per favore apri una nuova discussione, linkando questa, grazie.

Grazie, trovato sul manuale, è un MTD Tipo AC 
 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...