Jump to content
PLC Forum


Problema valore Riso (resistenza d'isolamento) basso!


Andrea 62
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti.

Nel mio impianto fotovoltaico domestico a terra (4,4 KW in due stringhe da 10 pannelli l'una) ho un problema di Riso basso solo su una stringa. Valore con tempo umido sotto all'1 mentre con tempo secco o ghiacciato leggo valori intorno a 4, 5 o 6 al massimo. Inverter Aurora Power One che "stacca" sotto al valore di 1 non modificabile (almeno credo).

Vorrei qualche indicazione su come operare in sicurezza per non prendere folgorazioni e per la ricerca della dispersione e anche sapere esattamente cosa guardare. I pannelli ad una visione esterna sembrano perfetti.

Immagino possano essere dei cavi con la guaina danneggiata oppure anche i connettori crepati (entrambi casi già capitati in passato... impianto del  2011) oppure se il valore basso può essere dovuto anche a ossidazione interna ai contatti dei connettori. Quando piove ho visto che il valore precipita immediatamente anche se come già detto con tempo secco rimane comunque basso, e quindi non credo siano i cavi interrati nelle guaine. L'altra stringa è sempre a 20 (raramente con molta pioggia può scendere a 16...). Chiesi tempo fa quando ebbi un problema simile a chi me lo fece e mi disse che staccando tutti gli interruttori e anche il contatore di produzione potevo intervenire senza problemi, ma ho dei dubbi che sia così (allora c'era un connettore crepato!). Con la produzione dei pannelli in atto (sole o luce diurna), anche se tutto l'impianto è fermo con gli interruttori vari scollegati, compreso il contatore, ho letto sul forum che il rischio rimane. E' sufficiente usare guanti dielettrici per scollegare tutti i connettori e verificare i cavi? Altre prove senza usare apparecchi che non ho? (possiedo solo un normale tester...)

Grazie mille!!

Andrea

Edited by Andrea 62
Link to comment
Share on other sites


Maurizio Colombi

Quando l'impianto è disalimentato e non collegato alla rete elettrica, la tensione che si genera ai capi delle due stringhe ( + e -) non è legata a nessun tipo di riferimento verso terra. Quindi potresti sentire la presenza della tensione, qualche centinaio di v in corrente continua, solo tra i terminali più e meno e non tra un terminale e la terra quindi con un attimo di precauzione si potrebbe intervenire senza problemi.

Edited by Maurizio Colombi
Link to comment
Share on other sites

del_user_288139

Non è una misura banale, servono strumenti specifici e ci si può fare male (alte tensioni). Ti consiglio di rivolgerti ad un professionista abilitato.

Link to comment
Share on other sites

Grazie Maurizio!

Per Vale 71: ti ringrazio del consiglio, ma penso di intervenire io, come faccio sempre in tutti i miei impianti (elettrici, idraulici ecc.). Se chiamo qualcuno mi rifanno l'impianto nuovo (conosco i miei polli!)! Scherzi a parte in passato ho avuto lo stesso problema e l'ho risolto velocemente perché c'era un connettore crepato dove entrava subito l'umidità/pioggia. Adesso devo ancora andare a vedere, ma avendo letto di possibili rischi folgorazione, ho chiesto lumi (allora non ebbi nessun problema scollegando tutto...). Ovviamente non prenderò in mano contemporaneamente i capi + e - magari con i piedi bagnati! Poi se intervengo in un giorno come oggi, molto nuvoloso/nebbioso con una produzione di 100/200 watt in tutto (su 4,4 kw...), al mattino presto, immagino che i rischi siano molto molto ridotti!

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Andrea 62 ha scritto:

al mattino presto, immagino che i rischi siano molto molto ridotti

Indossa comunque Guanti Isolanti :  l' eventuale Rugiada / Condensa non va sottovalutata !

Buon lavoro ! 

E Buon Natale ! ! 

Link to comment
Share on other sites

Oggi mi sono messo sotto. Ho isolato la stringa che porta un valore basso di Riso (0.4/0.5...) scollegando fisicamente i cavi, mentre l'altra mi da 20. Ho un passaggio di cavi interrati in guaina della stringa incriminata (circa 3 metri) che va al cavo a 4 poli, anch'esso interrato, che gollega le due stringhe all'inverter che è dentro al garage. Ho scavato, tolto i cavi da sotto terra (la guaina aveva l'acqua dentro!) sempre della stringa incriminata, asciugato i cavi (i rivestimenti dei cavi sembrano comunque perfetti!) e ricollegati esternamente convinto di aver risolto e invece il Riso rimane invariato. Ho aperto e controllato ad uno ad uno i connettori della stringa incriminata, li ho puliti con lo spray apposito per i contatti (ma non sono messi male!), ho ricollegato il tutto e il valore di riso rimane sempre quello. Ho tutti cavi a vista della stringa incriminata, li ho esaminati ad uno ad uno centimetro per centimetro per cercare eventuali danni nel rivestimento, ma non ho trovato niente. Adesso vado a fare l'ultima prova che mi viene in mente... collegare all'inverter la stringa incriminata utilizzando però i due cavi della stringa sana così posso capire se il problema è nel cavo terminale (circa 10 metri di lunghezza) anche se mi sembra strano perchè è di quelli a doppia guaina esterna e non credo che possa essersi rovinato. Vedremo! Entro oggi, prima che venga buio, vorrei risistemare tutto perché da domani piove (almeno a Bologna!). Se avete qualche altra idea per cortesia scrivetemi.

Spero che la mia spiegazione un po contorta sia sufficientemente chiara! (l'ho scritta in fretta perché devo tornar fuori a provare...)

Grazie!!

Link to comment
Share on other sites

Il 23/12/2021 alle 09:14 , piergius ha scritto:

Indossa comunque Guanti Isolanti :  l' eventuale Rugiada / Condensa non va sottovalutata !

Buon lavoro ! 

E Buon Natale ! ! 

Grazie piergius... ben trovato anche qua e Buon Natale!!

 

Link to comment
Share on other sites

Aggiornamento: Ho fatto prove tutto il pomeriggio.

Ecco il risultato:

- ho sostituito i cavi che erano interrati e bagnati esternamente (ma con guaina perfetta) e non è cambiato nulla... Riso a 0.35

- Ho ispezionato perfettamente tutti i pannelli che non hanno crepe o segni strani. Solo i due pannelli terminali della stringa incriminata, pur avendo le celle perfette e il vetro senza nessun segno, hanno i bordi bianchi che sono diventati color caffelatte e leggermente anche i bordi interni delle celle. Ho pensato allora che potesserro essere loro a creare il Riso basso, qiundi li ho esclusi ma il risultato non è cambiato... sempre Riso a 0,35! Quando l'impianto funziona col sole c'è una leggerissima differenza di watt tra una stringa e l'altra (entrambe da 10 pannelli da 220 watt)... l'incriminata ha circa 20 o 30 watt in meno (su 2200 watt di pannelli della stringa) per cui ritengo che anche i 2 pannelli leggermente caffelatte non siano quelli a creare il problema.

- ho nuovamente ispezionato tutti i connettori stagni. Alcuni hanno appena un accenno di ossidazione quasi invisibile, ma li ho trattati tutti con pulisci contatti e non credo siano loro anche perché darebbero una produzione inferiore (almeno credo...). La prova del nove sarebbe sostituirli tutti (ne ho già comprati online 5 ma non bastano... ne prendo ancora e farò anche quella prova!

- ho nuovamente invertito i cavi che vanno dalle stringhe all'inverter e non sono loro perché con qualsiasi cavo la stringa buona funziona bene e l'altra ha il problema del Riso.

Come avrò già detto, se faccio partire l'impianto con esclusa la stringa incriminata, parte tutto bene con un Riso alto (solitamente 20 ma oggi ho letto anche 23,5) e poi posso chiudere il magnetotermico della stringa incriminata ottenendo la produzione massima del momento (come dicevo con qualche watt di differenza tra le due stringhe... mai oltre i 20 o 30).

Non so quali altre prove fare. Per capire se un singolo pannello ha problemi di isolamento, scollegandolo, che prova si può fare col tester ai due capi?

Grazie mille...

Auguri a tutti/e!!

p.s. ho letto adesso in un altro forum che potrebbe essere anche l'inverter... vi risulta? Il mio Aurora Power One ha 10 anni e non ha mai dato problemi. Leggo però di un utente con l'inverter in garanzia, che gli hanno diagnosticato fosse quello, l'ha sostituito e il problema si è risolto!! Mah...

Edited by Andrea 62
Link to comment
Share on other sites

... ripensandoci non può essere nemmeno l'inverter, perché invertendo i cavi che vanno dalle stringhe al Power One si invertono anche gli ingressi allo stesso e quindi darebbe risultato negativo  e invece la stringa "buona", con qualsiasi cavo o qualsiasi ingresso ha sempre il valore di Riso alto! Quando mi arrivano tutti i connettori nuovi e la pinza crimpatrice apposita, li sostituisco sperando che siano quelli ad abbassare così tanto il valore di Riso. Dopo rimangono solo i pannelli! Mi costruisco un cavo by-pass e ad uno ad uno proverò ad escluderli! Sperem!! 🤞

Edited by Andrea 62
Link to comment
Share on other sites

Ciao , secondo me a questo punto il problema sono i moduli ,credo tu abbia fatto tutte le prove . Prova a misurare la tensione verso terra sia del positivo che del negativo , ma hai scaricatori sulla DC ? se si hai provato a scollegarli ?

Link to comment
Share on other sites

Se non hai già risolto, esegui le misure a cui accenna filolau sulle Stringhe scollegate dai Cavi. 

Confrontando i valori rilevati verso Terra sulla Stringa campione e sull' altra.

La prima, avendo un buon Isolamento, farà rilevare in entrambi i Poli verso Terra una piccola %

della tensione totale. 

Nella seconda, presentando almeno un punto della catena con Basso Isolamento, 

è presente un Riferimento aTerra che farà registrare tensioni più alte, proporzionali alla distanza 

del Modulo difettoso. 

A questo punto dividi la Catena in 2 Tronconi ; quello che dà letture paragonabili al Campione 

è regolare. 

Dividi ulteriormente in 2 l' altro per individuare i pochi moduli da includere poi uno alla volta. 

Fino a risoluzione. 

Buon lavoro e Buon Anno ! 

Link to comment
Share on other sites

Andrea 62

Grazie a Filolau e Piergius (ben trovato anche di qua!).

Nel frattempo ho cambiato tutti i connettori MC4 della stringa incriminata, ma non è cambiato nulla (Riso sempre sotto all'1, da 0.3 a 0.7 Megaohm)!).

Nel cambiare però i connettori, visto che li tagliavo via per inserire i nuovi (con tanto di apposita pinza crimpatrice!), ho trovato un cavo ossidato, annerito, a causa di una probabile infiltrazione d'acqua/umidità dal rivestimento danneggiato che in passato avevo riparato rivestitendolo con nastro autovulcanizzante e sopra nastro isolante. L'ho allora tagliato per circa 40 cm. fino a che non era "quasi" pulito ed ho fatto una giunta con cavo nuovo ed un altro MC4, ma non è cambiato nulla. Mi sono costruito un cavo identico ai presenti sui pannelli, con MC4 maschio e femmina in testa e coda, di circa 2 metri di lunghezza, per poter by-passare ad uno ad uno i pannelli e provare i la misura di Riso ogni volta escludendo uno dei 10 pannelli della stringa, ma non è cambiato nulla.

Concludendo, visto che sono molto un "fai da te", mi spiegate meglio che misure devo fare?

Ditemi se ho capito bene... devo misurare la tensione tra i poli del pannello, singolarmente positivo e negativo, e la terra quindi nel mio caso verso la struttura metallica che regge i pannelli (i miei sono sul terreno e la struttura è fissata a terra con delle trivelle metalliche), ad uno ad uno coi pannelli scollegati e settando il tester su Volt continui DC con fondo scala massimo... il mio tester arriva a 600 Volt! Che misura ottimale dovrei avere? Zero o poco più?

Inoltre nel quadro elettrico vicino all'inverter ho gli scaricatori, 2 con finestrella di controllo, una verde e una arancione (che diventano rosse in caso di rottura/chiusura verso terra...) e altri due senza finestrella (non ricordo i valori, ma domani posso guardarci...). Come suggerito, non ho escluso completamente questi scaricatori, ma li ho scollegati dai cavi di terra (va bene come prova?) senza ottenere miglioramenti di Riso.

Dopo varie prove credo che rimangano solo due ipotesi: o sono i cavi dei pannelli che provocano il Riso basso (sono 3 i cavi con piccoli danni al rivestimento che ho riparato in passato, anche se l'esclusione ad uno ad uno non lo conferma), oppure c'è qualche pannello che non è ben isolato (anche se le produzioni lo smentirebbero... le due stringhe hanno valori molto simili!).

Oggi ho anche aperto uno degli sportellini stagni sui pannelli dove escono i cavi + e - ed ho visto che sostituirli è molto semplice (devo solo trovare gli spinotti uguali a quelli presenti) ed è un lavoro che sicuramente farò appena mi arrivano gli altri MC4 ordinati, così posso stringere ulteriormente il cerchio (o risolvere come spero...) escludendo anche quelli.

Mah... ci sto perdendo un po la testa. Ho capito però che il valore di Riso (uso sempre il maschile anche se trattasi di resistenza d'isolamento 😄 ) è molto delicato e con poco crolla sotto l'1! L'altra stringa invece è fissa a 20 e non si muove da lì (per far partire l'impianto devo usare solo quella...).

Altri suggermenti?

Grazie!!

Link to comment
Share on other sites

> Avere a disposizione 2 Stringhe ti facilita le prove, in quanto disponi di una intera Stringa

composta da Moduli Campione. 

> La Tensione letta sul Tester non può essere stabilità a distanza; dipende da molte Variabili  :

Impedenza di Ingresso dello stesso,  Numero e posizione reciproca dei Moduli difettosi, 

Distanza del punto di misura da essi et cetera; 

Inoltre varierà nell ' arco della giornata con l' intensità dell' irraggiamento solare. 

1> La prima rilevazione si effettua sulle 2 Stringhe intere, dopo aver scollegato dai Poli estremi

i Cavi che partono verso gli Apparati, mantenendo i collegamenti intermedi tra i Moduli. 

Tester in Continua partendo da Portata 600V, 1 puntale in contatto con la struttura metallica, 

L' altro in successione su ognuno degli estremi delle 2 Stringhe. 

Una renderà 2 valori dello stesso ordine di grandezza (es. +7V e - 9V ; oppure +60V e - 70V,

secondo l' Impedenza dello Strumento e l' Irraggiamento ricevuto.) 

La 2^ avrà in genere almeno uno dei valori molto più elevato, alcune centinaia di Volt

al Polo più distante da un Modulo difettoso. 

E dell' Ordine di decine di Volt in prossimità di esso. 

2> Il passo successivo consiste nel dividere la 2^ Stringa in 2 Serie

Ripeti le misure del punto 1>  questa volta tra le 2 metà, 

Annotando e confrontando i dati ottenuti. 

A seconda dei risultati potresti anche invertire di posto i Moduli nella Stringa

Sono più sollecitati quelli agli estremi. 

Forse riesco a spiegarmi meglio in tempo reale se ci contattiamo tramite messaggio privato. 

Per acquisire dimestichezza con le Grandezze Elettriche è utile un promemoria, il Cerchio di Ohm

https://www.digikey.it/it/resources/conversion-calculators/conversion-calculator-ohms

Ciao ! 

Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

Ho sempre consigliato di promuovere l'isolamento ausiliario  dei cavi in DC dal panelli al Inverter..ma tutti se se sbattono.

D'estate il pannello ed il tetto assumono temperature elevate anche 80 gradi; fate voi.

In questi casi...non e' semplice trovare il  pannello difettoso.

.

.con il clima secco il R migliora, ovvio.

Puo' essere anche un pannello ed escudo lo spd.

E' bene ricordate che ..lavorare su pannelli e' sempre pericoloso.

Link to comment
Share on other sites

Andrea 62

Grazie Piergius... ho capito che  misure devo fare!!

@Elettroplc: grazie per i consigli, ma il mio impianto è a terra e quindi non ha problemi di surriscaldamento (adesso poi meno che meno); inoltre i cavi dai pannelli all'inverter sono interrati in guaina e sono a doppia schermatura. Per la pericolosità ne sono perfettamente conscio... uso mille precauzioni e guanti dielettrici! Sono un "fai da te" ma attento e scrupoloso.

 

Domani mi arrivano altri 12 connettori MC4. Devo procurarmi i capicorda che sono ai terminali dei cavi interni ai pannelli (non li ho misurati col calibro ma sembrano molto simili ai capicorda "maschi" degli MC4... ne smonto comunque uno, a impianto ovviamente fermo, e lo uso da campione ). Quando ho tutto, sostituisco i 3 cavi in uscita dai pannelli che hanno il rivestimento rifasciato causa danni passati (come dicevo precedentemente uno di questi cavi era internamente ossidato anche se ho cercato di eliminare il più possibile la parte danneggiata mantenendo, con una giunta, sempre utilizzando un MC4, la lunghezza originale). A questo proposito vi chiedo se il valore di Riso è influenzato anche dalla lunghezza dei cavi oppure no; inoltre la prova che avevo fatto by-passando ad uno ad uno i pannelli utilizzando un cavo da 2 metri coi terminali maschio/femmina MC4 secondo voi è attendibile per capire un eventuale pannello farlocco o se i relativi cavi che escono dallo stesso sono ben isolati? Forse non ho provato bene tutti i pannelli, perché ogni volta devo staccare l'impianto, by-passare un pannello e tornare dall'inverter per farlo ripartire e verificare il valore di Riso (in garage che dista via cavo pochi metri ma per accedere devo farne a piedi un centinaio) . Quando ho fatto questa prova non sono andato in ordine ma ho testato prima i pannelli che avevano i cavi danneggiati, e poi gli altri... ho il dubbio di averne saltato uno o due perché ormai era buio e ho fatto in fretta. Non so se far partire l'impianto con 19 pannelli su 20 può influenzare il valore di Riso, o se il cavo by-pass incide anch'esso.  Per il resto, riepilogando, direi che è tutto a posto. I cavi dai pannelli all'inverter sono stati invertiti avendoli utilizzati tutti a turno con la stringa buona che ha mantenuto sempre un valore Riso di 20 Megaohm per cui non sono loro il problema. L'inverter nemmeno perché con l'inversione delle stringhe in ingresso quella buona aveva sempre il Riso ok e l'altra no! Tutto rimane concentrato nei 10 pannelli dela stringa incriminata coi relativi cavi... cambiati quelli, se il Riso non torna a posto, rimangono solo i pannelli che con le misure di Piergius dovrebbero finalmente palesarsi!! Altro non mi viene in mente se non i cavi + e - che partono dagli estremi della stringa incriminata per poi collegarsi al cavo doppia schermatura a 5 poli (compresa la terra) che va verso l'inverter; questi cavi + e - sono lunghi circa una decina di metri ciascuno. Li ho ispezionati attentamente e non presentano danni al rivestimento, ma in caso di microcrepe non visibili ad occhio nudo, potrebbero anche essere loro ad abbassare il valore di Riso, per cui conviene sicuramente cambiarli (ricordo che l'impianto ha 10 anni...). Spero che tutto questo discorso un po contorto sia abbastanza chiaro! 🤷‍♀️

Grazie ancora a tutti!!!

Link to comment
Share on other sites

Andrea 62

Questo è il quadro elettrico di fianco all'inverter (Aurora Power One) con evidenziati gli scaricatori. Potrebbero essere loro? Qualcuno diceva di sì. Come prova non li ho scollegati completamente, ma ho solo staccato i cavi di terra in uscita...

20220119_083317.jpg

20220119_083308.jpg

20220119_083335.jpg

Link to comment
Share on other sites

Andrea 62

Per cambiare almeno i 3 cavi in uscita dai pannelli (quelli col rivestimento danneggiato/riparato), mi servirebbero questi capicorda che hanno come misure dello spinotto rispettivamente 3 mm. in punta (che si infila in uno spinotto femmina fisso nel quadretto elettrico del pannello) e 4,5 nella parte più grossa dove vengono tenuti fermi dentro ad un morsetto (oltre allo strozzacavo stagno esterno), ma non riesco a trovarli (ho girato 3 negozi di elettronica a Bologna!). Sto cercando anche in rete! Avete qualche dritta? Me ne servono subito 3, ma se decido di cambiare anche tutti gli altri cavetti dei pannelli (gli MC4 li ho già!) allora ne servono 20. In alternativa dovrei mettere direttamente la treccia del cavo 4 mm. nel morsetto ma non so se faccio bene. Grazie!!

808223348_Capocordacavo4mm.internopannello2.thumb.jpg.df4ac172d2fae18b6ffb5fd6719f385d.jpg254037656_Capocordacavo4mm.internopannello1.thumb.jpg.9546298ada29b127fb0bdbfd7fe118d8.jpg

Link to comment
Share on other sites

Il 28/1/2022 alle 11:46 , Andrea 62 ha scritto:

Per cambiare almeno i 3 cavi in uscita dai pannelli

> Per individuare dove intervenire:

? Nel frattempo hai effettuato le Misure Voltmetriche scollegando i 4 Spinotti agli estremi delle

Stringhe? (dopo averli contrassegnati se necessario). 

> Quando avrai confrontato le 2 Stringhe tra loro, potrai scollegare i 4 Fili che entrano in Garage

E verificare se succede qualcosa ricollegandone 1 solo alla volta. 

> La parte metallica è simile agli spinotti con cui si realizzano i Cordoni Unipolari per Prove di

Laboratorio. 

Presumibilmente per agevolare Prove e Diagnosi. 

Il foro che serve a collegare + Cavetti tra loro, qui viene usato per impedire l' estrazione 

accidentale. 

> La misura da 3 mm è meno diffusa di quella da 4 mm, ma si dovrebbe trovare. 

> Fai sapere i risultati delle Misure su cui ragionare . 

Ciao ! 

Edited by piergius
Saltato righe
Link to comment
Share on other sites

Andrea 62

 

Scusa piergius se non ho ancora effettuato le misure che mi hai detto! Prima di farlo, visto che li ho già preparati, cambio i 3 cavi col rivestimento danneggiato perché sabato mattina ho rilevato questo: i cavi erano tutti ghiacciati/brinati e l'impianto è partito regolare con un valore di Riso di ben 13,5 Megaohm! 2 ore dopo col sole si era sciolta la brina e tutti cavi (ovviamente esterni) erano molto bagnati tanto da gocciolare! A quel punto ho fatto ripartire l'impianto e il valore era sceso a 0,35 Megaohm (non è partito!), con tutte e due le stringhe inserite. Con  la sola stringa buona era invece sempre di 20 Megaohm! Per questo vorrei prima cambiare i 3 cavi danneggiati perché sono (quasi) convinto che siano loro. Fammi fare questa prova e se non risolvo procedo (promesso! 😏) con tutte le tue misure/prove! 🤷‍♂️ 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...