Jump to content
PLC Forum


Loewe Q24 Planus - mosfet sempre in corto


cippa lippa
 Share

Recommended Posts

Signori buondì

Ok, so che sono ridondante ma sembra che ormai sia una questione tra me e loro. Questi telai loewe probabilmente sono allergici a me, mai avuto tanti grattacapi...

Allora, aspettando il trafo per il cantus, rimesso in piedi l'alimentazione, sono ora alle prese con un altro Loewe telaio Q24. Ha veramente del paranormale ciò che accade. Il tv funzionava però visto che va a una persona che ne sa poco o nulla ed è mia cara amica ho pensato di precedere le rotture della parte psu, rinomate su questi telai, cambiando ciò che dice il doc ufficiale della Loewe.

Non l'avessi mai fatto....da allora, nulla, tv sempre in protezione. E non ho idea del perchè

Allora, inserendo i resistori zona TDA 4605-3 ho cambiato i famosi 680 e 820k. Cambiando loro, provo e tutto ok.

Dopodichè procedo con il resto, i 22R e gli 82R. Tutto ok anche li. Infine procedo la parte finale con gli ultimi resistori e quelli da 0,1ohm zona Diodo veloce 686-687. Sono certo che il problema risieda li, da allora scoppio del buz91a e bom...ovviamente anche il tda.

Alchè decido di cambiare tutto, poliestere, condensatore sul source e drain ecc, ricontrollo tutto, ma tutto tutto...tutto ok eccetto che i diodi veloci D686-687 erano in corto netto...ecco che dicom a aspetta fammi misurare le resistenze originali e risulta che almeno una mi da infinito come fosse interrotta, nessun segnale di continuità....eppura la tv andava con lei. Ma come diavolo è possibile? Le resistenze che ho messo al posto loro sono delle 0,1ohm confermo ma anche le resistenze di altri telai (un pò diverse da quelel messe, ma non penso proprio sia quello il problema) mi danno esattamente i riferimenti delle resistenze nuove che ho preso e quei tv funzionavano ovviamente.....

 

Ora, prima di brasare un altro mosfet (ora ho inserito un mosfet di uno di quei telai che funzionava, quindi mosfet corretto, il tda invece è comprato....ma penso e spero non sia lui la causa,ovvero che sia tarocco...)e tda, seondo voi che diavolo può essere?ma soprattutto, perchè rilevo ciò con il tester su quella resistenza specifica??? La prima volta mi capita una cosa simile francamente...tra l'altro quella resistenza non ricordo se fosse r686 o 687...

Schermata 2023-01-20 alle 17.55.35.png

Link to comment
Share on other sites


E soprattutto, perchè le R di protezione non sono intervenute....?che sono appunto quelle che io non capisco perchè quella montata risultava, almeno a tester e in teoria, interrotta...

Link to comment
Share on other sites

Nulla, aggiorno solo per cronaca visto che noto non ci sia una grossa affluenza ormai purtroppo...

Cambiato tutto, dai condensatori poliestere fino a tda e finale, passando per foto accoppiatore, nuovi diodi, finale audio, controllato tutti i diodi, zener e quant'altro...messo lampada su portafusibile per evitare bruciature. Sempre lampada a manetta e corto in atto. La prima volta che mi capita una roba del genere

Link to comment
Share on other sites

Sul TDA ci sono delle resistenze di polarizzazione di alto valore che si interrompono, facendo saltare il finale
Sono maggiori di 220000 Ohm e vanno misurate scollegando un terminale dal circuito.

 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, patatino59 ha scritto:

Sul TDA ci sono delle resistenze di polarizzazione di alto valore che si interrompono, facendo saltare il finale
Sono maggiori di 220000 Ohm e vanno misurate scollegando un terminale dal circuito.

 

Ciao patatino! 

 

Il punto è quello!!! Non ha nessun senso che non vada. Resistenze le ho tutte provate ovviamente certo dissaldate. Quelle da 680 e 820k cambiate ma erano ok. Le altre tutte ok non le. Ho cambiate.. Posso ma non ha senso. Ho testato tutto da diodi in poi. Tutto dico tutto. Non ha alcun senso che abbia un corto. Ho cambiato i diodi audio byw che erano in corto con egp come da documento loewe testati d651 anche ecc con relativi fuse. Tutto perfetto. Tutte le piste controllate, cambiato condensatore filtro, non ha alcun senso che ci sia un corto. Che l'alimentatore sia partito mi rifiuto di crederlo anche se avendone altri posso provare. Ma è il primo tv che mi crea un problema totalmente così ridicolo 

Link to comment
Share on other sites

Stai alimentando a 230 volt diretti ?

Dovresti lavorare con un Variac in ingresso, limitato in corrente, partendo da 60 volt,  monitorando l'assorbimento e la tensione in uscita.
Potrebbe essere aperto l'anello di controreazione.
A me è partito un TV con soli 70 volt AC in ingresso, con schermo pieno, in aumento, e alzando la tensione, ovviamente, sarebbe successo un guaio.

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, patatino59 ha scritto:

Stai alimentando a 230 volt diretti ?

Dovresti lavorare con un Variac in ingresso, limitato in corrente, partendo da 60 volt,  monitorando l'assorbimento e la tensione in uscita.
Potrebbe essere aperto l'anello di controreazione.
A me è partito un TV con soli 70 volt AC in ingresso, con schermo pieno, in aumento, e alzando la tensione, ovviamente, sarebbe successo un guaio.

 

Esatto si perchè non ho il variac qui purtroppo.

Quella è una prova che da un risultato da verificare si. Il punto è che funzionava prima di tutto ciò mi fa specie che di botto bam si sia totalmente perso così, sono sempre stato sicuro fin dall'inizio del "vabbè sarà il solito condensatore poliestere o resistore" e invece...

Ora la prova che voglio ancora fare è questa, tolgo il mosfet e vedo, così il corto non può esserci. Se c'è mi viene da pensare anche al trasformatore, ma lo metto come una possibilità su un milione...poi proverò senza ponte e via dicendo, ma alla misura è tutto buono.

 

Ma mai capitati problemi del genere? E' un telaio affidabile questo al netto delle solite cose sul psu

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, patatino59 ha scritto:

Stai alimentando a 230 volt diretti ?

Dovresti lavorare con un Variac in ingresso, limitato in corrente, partendo da 60 volt,  monitorando l'assorbimento e la tensione in uscita.
Potrebbe essere aperto l'anello di controreazione.
A me è partito un TV con soli 70 volt AC in ingresso, con schermo pieno, in aumento, e alzando la tensione, ovviamente, sarebbe successo un guaio.

 

 

Ti aggiorno ancora con l'ultima prova fatta. Tolto il mosfet (prima di lui a sto punto c'è solo il ponte, ma è buono e comunque lo cambiai per sicurezza) la lampadina sul fusibile...brilla ancora! Ora, senza mosfet il trasformatore non oscilla, non c'è possibilità francamente che ci sia un corto. A meno che non ci sia qualcosa sulla scheda control board ovvero dove c'è il pulsante (il pulsante stesso?)...perchè di altro non ho idea è la prima volta mi capita una cosa simile, banale quanto rognosa. In ultimo il trasformatore, ma non ho mai cambiato uno switch in vita mia, mi pare stranissimo. Ho dei telai uguali da provare il trafo però...mi sembra un lavoro poco utile francamente...

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

se la lampada si accende c'è un corto evidente,il ponte l'hai cambiato,il mosfet l'hai tolto,cosa resta? Qualche condensatore?

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Riccardo Ottaviucci ha scritto:

se la lampada si accende c'è un corto evidente,il ponte l'hai cambiato,il mosfet l'hai tolto,cosa resta? Qualche condensatore?

Caro Riccardo. Assolutamente ecco perchè sottolineo il fatto che è talmente una cosa stupida che non posso non prenderlo.

A Tal proposito ho considerato a questo punto anche  un componente allora escluso sempre a priori ovvero lo switching. Poichè ho controllato davvero tutto a questo punto. Poliestere tutti sostituiti.

Bene, dissaldo il suo, collego un altro switching di un nemos (Q25 come telaio ma switching tutti uguali ovviamente) 32. Bene, sempre con lampada attaccata, provo e....corto eliminato!! Lampo velocissimo, poi due più lenti per verifica secondari e infine spenta! LEd che passa da rosso-rosso verde- di nuovo rosso in posizione di attesa di comando e accensione! Ma non ho assolutamente idea francamente di come uno switching di un tv del genere possa andare a pallino così...

ora, ultima domanda prima di, posso accendere il tv e usarlo un pò (nel caso andasse) con  la lampada al posto del fuse? Perchè non ne ho più e vorrei comunque monitorarlo....

Edited by cippa lippa
Link to comment
Share on other sites

23 minuti fa, cippa lippa ha scritto:

posso accendere il tv e usarlo un pò (nel caso andasse) con  la lampada al posto del fuse?

Potresti usare una lampada abbastanza potente da far partire la TV, o un asciugacapelli da almeno 1000 watt

 

 

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, patatino59 ha scritto:

Potresti usare una lampada abbastanza potente da far partire la TV, o un asciugacapelli da almeno 1000 watt

 

 

ok ti ringrazio. Intendi sicuramente superiore alla 60W che sto usando ora immagino.. perchè sennò il tv non parte proprio per poco carico? (non ho provato ad accenderla per ora, intanto sono cos' lieto che dopo giorni a impazzire su tutto il circuito sono riuscito a mandarlo in stand by!)

Oppure inserire un fusibile in parallelo nel porta fusibile con la lampada lasciata li in parallelo...e domani vedo di prendere un fusibile va...

Dimenticavo, il fusibile che prevede lo schema è un T3.15A, le domande sono : è un fusibile ritardato corretto? (un fuse rapido immagino si distrugga velocemente subito causa della forte corrente degli stadi di alimentazione con i condensatori di filtro) inoltre, posso usare un fusibile da 2A per esempio o troppo al limite in basso?

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci
4 minuti fa, cippa lippa ha scritto:

posso usare un fusibile da 2A

no,lo smagnetizzatore lo brucerebbe

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Riccardo Ottaviucci ha scritto:

no,lo smagnetizzatore lo brucerebbe

ok ti ringrazio. 

Allora lo prendo nominale a 3.15A

Ma i fusibili rapidi non vengono proprio mai usati negli apparecchi tv quindi in nessun caso?

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, cippa lippa ha scritto:

Ma i fusibili rapidi non vengono proprio mai usati negli apparecchi tv quindi in nessun caso?

Nel 99% dei casi no.
CI sono correnti di Inrush che il fusibile rapido non tollera, e salterebbe anche in assenza di guasto.
Il fusibile rapido, inoltre, dove previsto, quando è saltato è già troppo tardi per salvare i componenti seguenti.


Da giovane ho imparato velocemente a mie spese la differenza.
Usavo come fusibile uno dei sottili fili del cavetto del Tester Ice, con corrente nominale di circa 4 Ampere, ovviamente da considerarsi rapido.
Ebbene, la carica dei condensatori di ingresso lo faceva saltare quasi subito, o al massimo dopo due o tre accensioni a freddo.
Ho smesso subito 😄

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, patatino59 ha scritto:

Nel 99% dei casi no.
CI sono correnti di Inrush che il fusibile rapido non tollera, e salterebbe anche in assenza di guasto.
Il fusibile rapido, inoltre, dove previsto, quando è saltato è già troppo tardi per salvare i componenti seguenti.


Da giovane ho imparato velocemente a mie spese la differenza.
Usavo come fusibile uno dei sottili fili del cavetto del Tester Ice, con corrente nominale di circa 4 Ampere, ovviamente da considerarsi rapido.
Ebbene, la carica dei condensatori di ingresso lo faceva saltare quasi subito, o al massimo dopo due o tre accensioni a freddo.
Ho smesso subito 😄

ahah immagino! Eh si ma io ne provai un paio su tv simili anni fa, avevo solo quelli e dico vabbè provo, al massimo salta...e infatti ricordo che il primo saltà subito proprio, l'altro il tv si accese, 4-5 secondi, vedo l'immagine a schermo e bam, saltato...da li bom direi :) diciamo che meglio usare i rapidi al posto del lento che viceversa almeno...diciamo...il rapido salta con troppa prudenza ecco...

 

tornando a noi, non ho purtroppo una lampadina più grossa, ordino dei fusibili e via e attendo. PEr ora però il tv entra in standby perfettamente facendo anche i lampeggi per il secondario segno che anche li non ci sono corti. Ma il tv andava bene quindi non ho timori sul secondario (anche se per precauzione ho verificato comunque tutto, dai condensatori sulla riga fino alle resistenze di protezione...). Continuo a non capire come sia possibile che uno switching parta ma tantè....

 

ah ultima domanda che non ho mai capito di preciso, vedo nel 90 percento dei casi nei tv i condensatori in ceramica ovvero quelli opachi diciamo e non in vetro diciamo...quali sono le differenze esatte? E' solo una questione antiincendio e di pericolosità?

Edited by cippa lippa
Link to comment
Share on other sites

aggiorno. Ripristinato il fusibile ritardato e la ptc il tv è partito e lo sto tenendo in test da due ore. Funziona come un orologio. Direi che il guasto è risolto (benchè ancora ci creda poco) dopo i lcambio del trafo switching!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...