Jump to content
PLC Forum


ndrndr

Suddivisione Circuiti Ambulatori Medici

Recommended Posts

ndrndr

Salve a tutti,

dovendo realizzare un progetto d'impianto per ambulatori medici di gruppo 1 avevo ipotizzato la presenza di un quadro generale dal quale far partire una linea per ciascun vano ambulatorio protetta a monte da mt-differenziale tipo A.

Quindi in ogni singolo vano un sottoquadretto da incasso con soli magnetotermici per i sottocircuiti della stanza (riunito, Rx, fancoil, prese, ecc.).

I dubbi che mi sorgono sono i seguenti:

1) dovendo predisporre anche una presa interbloccata protetta sotto UPS centralizzato, faccio transitare anche quella linea dal sottoquadretto e la proteggo con un mt o può essere sufficiente la protezione a monte con mt-differenziale nel quadro generale?

2) per quanto riguarda l'illuminazione dei singoli vani ambulatorio, è anche in questo caso secondo voi preferibile alimentare la plafoniera dalla linea in arrivo al sottoquadretto (quindi in caso di intervento del mt-diff nel quadro generale la stanza rimane con la sola ill. di emergenza) oppure, come per gli ambienti ordinari, porto una linea separata dal quadro generale che alimenta le sole luci di più stanze-ambulatorio senza passare dai singoli sottoquadretti?

Grazie e saluti a tutti.

Link to post
Share on other sites

remo williams

porto una linea separata dal quadro generale che alimenta le sole luci di più stanze-ambulatorio senza passare dai singoli sottoquadretti?

...secondo me è,la soluzione più attenta...

faccio transitare anche quella linea dal sottoquadretto e la proteggo con un mt
...opto per questa soluzione,solo per maggior comodità...
Link to post
Share on other sites
Nino1001

Il mio medico di famiglia ha l'ambulatorio insieme ad altri tre o quattro medici: una sala d'attesa comune, una segretaria, il WC. da una porta della sala d'aspetto si accede su un corridoi dove ciasun medico ha il suo bugigattolo, le solite cose: la scrivania, il lettino, la vetrinetta....

L'impianto non l'ho eseguito io ma vedo che, giustamente, ciascuna stanza ha un suo differenziale, mi sembra uno solo per tutta la stanza: lampada da tavolo, neon, 1 presa in ciascun angolo.

Non so fino a che punto possa essere definito "locale medico".

Il criterio che il collega eseguì è quello dei posti di lavoro: evitare che il guasto di una stanza si ripercuota nelle stanze dei colleghi. E' locale medico? E' ambulatorio perchè dentro c'è un medico? Boh!...lui lavora come tutti i medici di base: dì trentatrè, respira forte, il colesterolo è alto, i trigligeridi sono bassi, non fumare, non bere, non scopare, non mangiare fritto, cammina molto...(/caspita..morire in salute è una bella soddisfazione!).

OT:

Anche dal dentista....è ambulatorio medico? Ha tutto l'ambaradan leggasi: lettino, trapano, RX, lampada ecc..ecc... collegato alla rete elettrica..veramente quando mi ci corico sopra non mi preoccupo se l'impianto elettrico è a norma oppure no ma che tutto il marchigegno sia in bassa tensione o almeno in doppio isolamento...

Conclusione: non so cosa consigliarti.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...