Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
calbert

Allagamento Quadro

Recommended Posts

calbert

Premetto che vivo in un altro paese (in Italia ciò non sarebbe possibile).

Il mio elettricista mi ha installato un grosso quadro di distribuzione (il principale è un breaker da 250A) contro il muro, facendo poi entrare alcuni tubi contenenti i cavi dall'alto (contrariamente ad un minimo di buona logica in ottica preventiva). Causa una grossa perdita nel tetto a seguito di un mezzo uragano, un fiume d'acqua si è riversato sul quadro e parte anche dentro, dove vi sono almeno altri 20-30 breaker. Ora passata l'emergenza, vorrebbe sostituirli tutti perchè, sentita la BTicino in Italia, si dice che una volta entrata l'acqua, non viene più assicurata la funzionalità degli stessi, dato che poi si deteriorano irreparabilmente..

Siccome la spesa non è indifferente (anzi!!), non è sufficiente soffiarli con aria ad alta pressione e poi usare uno spray per contatti da dare ovunque. Anche perchè ora il tutto funziona..

Devo davvero sostituirli tutti??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riccy

All'interno esiste componentistica metallica che ovviamente tenderà a perdere le proprie caratteristiche.

Io ti consiglio di cambiare tutto perchè non potrai mai sapere se e quando uno di questi interruttori si guasteranno e non puoi sapere nemmeno adesso se tutto funziona effettivamente in modo corretto.

Può sembrare di si, ma se le caratteristiche sono cambiate?

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

Il mio elettricista mi ha installato un grosso quadro di distribuzione (il principale è un breaker da 250A) contro il muro, facendo poi entrare alcuni tubi contenenti i cavi dall'alto (contrariamente ad un minimo di buona logica in ottica preventiva)

Non entro nel merito se tutti gli nterruttori sono da sostituire perchè credo che bisognerebbe valutarli fisicamente sul posto.

Detto ciò, è più che normale, anzi direi che in questo tipo di lavori entrare dall' alto in un quadro con canala e/o tubi, è una prassi quotidiana e super collaudata.

Se poi c'è il rischio di allagamenti, allora sarebbe da rivede l' intera posizione del quadro e non solo l' ingresso dall' alto o dal basso dei cavi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
(in Italia ciò non sarebbe possibile)

dici? Ho visto anche di peggio... :senzasperanza:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Valutare i pezzi fisicamente sul posto, senza un'analisi interna dei componenti e un'analisi delle prestazioni a mio parere rimane un azzardo inutile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

Valutare i pezzi fisicamente sul posto, senza un'analisi interna dei componenti e un'analisi delle prestazioni a mio parere rimane un azzardo inutile.

Come valutarli a non so quanti Km di distanza.

Se non si è sul posto come si fa a valutare le loro prestazioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
calbert

Sia io che l'elettricista siamo sul posto (Thailandia). Pur essendo abbastanza competente non saprei come valutare se le prestazioni sono rimaste invariate ora e se rimarranno invariate anche in futuro..(essendo una cosa che in pratica non ho mai fatto ed essendo gli Ampere in gioco non pochi ) Ritengo quindi che il giudizio,mi pare unanime, sia quello della totale sostituzione (cavolo!!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
remo williams

Dal punto di vista costruttivo dei dispositivi,se non vi sono a bordo parti elettroniche,perliamo di spirali in rame e,giunzioni bimetalliche.

Niente che,con una buona asciugatura,non possa essere salvato.

Se però la Ticino,ti ha consigliato la sostituzione.....c è poco da fare.

A mio modestissimo parere,il problema maggiore è stato,l eventuale corto circuito che hanno dovuto sopportare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
A mio modestissimo parere,il problema maggiore è stato,l eventuale corto circuito che hanno dovuto sopportare.

Questo è il problema principale, se il quadro era in tensione, durante l'allagamento, ci saranno state veramente delle tragiche conseguenze.

Se, invece, il quadro era fuori servizio, sono favorevole all'ipotesi di remo:

Niente che,con una buona asciugatura,non possa essere salvato.

Anche perchè, ai tempi della manutenzione industriale, eravamo soliti "lavare" gli apparecchi nei quadri di fabbrica, con un'apparecchio artigianale che spruzzava aria e acqua......beh, non era proprio acqua, ma insieme c'era un un prodotto apposito per i vari tipi di "sporco" presenti sugli apparecchi.

Se il quadro doveva andare in servizio rapidamente, si accelerava l'asciugatura interna con una botta di "scaldino" che soffiava aria calda all'interno......24 ore ed il quadro era bello e pronto ad entrare in funzione!

Se però la Ticino,ti ha consigliato la sostituzione.....c è poco da fare.

....e cosa dovrebbero dire......"no, no, non li cambi, o meglio li cambi con prodotti Telemecanique" :roflmao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Ma io mi dico... gli interruttori non sono stati costruiti per sopportare getti d'acqua, tantomeno allagamenti.

A chilometri di distanza l'unica cosa che un tecnico bticino può dire è proprio "sostituire" e vorrei ben dire...mica si possono prendere una responsabilità tale...

Il fatto che un'asciugatura possa riportare i prodotti come da nuovi...mi pare molto difficile, non c'è plastica all'interno, ma metallo e per quanto sia protetto non è studiato per sopportare un'allagamento...

Comunque dopo aver sentito i vostri pareri capisco che la cosa è meno critica di quanto potessi pensare

Share this post


Link to post
Share on other sites
remo williams

Riccy,se è per quello,ho visto di molto peggio lavato con acqua.

E sotto tensione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

lavato con acqua.

Volevano fare come la pubblicità di qualche anno fa:

-Nuovo?

-No.Lavato con perlana :superlol: :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
magoxax

Ho avuto esperienza con quadri di potenza e di automazione "alluvionati" e successivamente "lavati scrupolosamente con idropulitrice" e poi "asciugati a dovere" pezzo per pezzo.

Ebbene.... non funziona. :toobad:

Nel giro di qualche mese si manifestano i primi guasti ai compomenti più sensibili (strumenti) a seguire i grippaggi dei magnetotrmici che non si riarmano, pletora scatti incomprensibili coi relè differenziali, e, per finire in bellezza, c'è il problema dei cavi di potenza (per capillarità si era riempita di acqua una scatola di derivazione della linea prese posta a 3 metri da terra e non interessata all' allagamento iniziale).

Alla fine in quei "quadri sommersi" è stato sostituito tutto (tranne la barratura e i pulsanti delle luci; per ora).

Share this post


Link to post
Share on other sites
remo williams

Io ho lavato componentistica elettrica,con alcol etilico,dopo immersione.

Ebbene funzionano ancora dopo un buon decennio.

Normale,che dopo un allagamento,in un groviglio di elementi come quelli che trovano spazio in un quadro d automazione,se non puliti ed asciugati(dico asciugati)rimangano impregnati da sporcizia,polvere e quant altro,possa inficiare il raffreddamento,l isolamento e quant altro.

Poi,qui nello specifico,si parlava di un interruttore che,non è che sia questo compendio di tecnologia missilistica.

Al contrario di quello che vogliono farci credere.

Naturalmente,senza nessuna nota polemica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...