Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Riccy

Fusibile Per Ta

Recommended Posts

Riccy

Ciao a tutti, in un quadro devo installare un relè di controllo e devo montarlo con TA. Lo schema che mi ritrovo non l'ho sinceramente capito ed è quello nell'immagine allegata

immaginexj.png

Ma il fusibile che ho cerchiato in rosso a cosa dovrebbe servire? E soprattutto come lo devo dimensionare? :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

reka

quello schema mi pare rappresenti più di un TA, io i Ta non li ho mai visti protetti da fusibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Penso che Li ed N siano l'alimentazione del relè di corrente che fa capo al TA.

Quindi il fusibile protegge la linea da un eventuale problema del dispositivo (e trasforma il Ta in un autotrasformatore amperometrico :lol: )

Penso che un fux in vetro 5 x 20 da 1 Ampere sia più che sufficiente.

Saluti

Mirko

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

E' un relè di controllo corrente. Per misura di correnti superiori a 10A devo mettere un TA e lo schema è questo..ma anche a me non torna che un TA debba avere un fusibile tantopiu messo cosi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

In effetti il fusibile non protegge il TA, bensì quella che sembra essere l'alimentazione del relè. Sarebbe necessario conoscere almeno i dati di quel componente per poter determinare taglia e tipo di fusibile.

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Ciao Mirko, grazie per la risposta. Ma non è una cosa necessaria, giusto? Nel senso, non ho mai trovato inserzioni di apparecchi di misura con TA e fusibile come in questo schema...E' una precauzione in più ma può essere in qualche modo dannosa?

Per Livio: è un relè di controllo corrente 230V ac che controlla correnti fino a 10A. L'uscita dovrebbe essere protetta da fusibile rapido 5A.

Edited by Riccy

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
ma anche a me non torna che un TA debba avere un fusibile

Ma infatti non ce l'ha...!

Ce l'ha il relè di corrente.

Saluti

Mirko

ma può essere in qualche modo dannosa?

Se non lo metti, e va in corto l'ingresso d'alimentazione del "giocattolino", fai la BOTTA, ossia salterà la protezione più prossima (ed a monte) di quella linea.

Fai Tu.

Saluti

Mirko

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
Per Livio: è un relè di controllo corrente 230V ac che controlla correnti fino a 10A.

Avrà anche un nome ed un cognome! (modello e marca) Avrà anche un foglio dati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Adesso è più chiaro, mi lasciava un po' così il fatto di mettere un fusibile tra primario e secondario...non influisce sulla misura del TA avere un collegamento diretto tra primario e secondario?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Diciamo che in quel modo, non c'è separazione galvanica tra circuito di potenza e quello della logica che effettua la misura; ma chi ha progettato il baracchino, ne avrà tenuto conto, anche perchè anche in mancanza di TA (inserzione diretta) eravamo nelle stesse condizioni.

Qui il TA effettua puramente la funzione di trasduttore, senza implementare anche quella (causa il fusibile) di separatore.

Saluti

Mirko

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
Per l'inserzione diretta la fase entra in Li ed esce da Lk

Infatti... :smile:

Se hai una corrente tollerabile per il giocattolino, questi lo si collega in modalità "inserzione diretta", altrimenti serve l'ausilio di un TA, col quale (in base al rapporto scelto) puoi controllare correnti anche esagerate.

Saluti

Mirko

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Dalla lettura del foglio tecnico si deduce che:

  • Il fusibile da 5A è richiesto per il carico del relè, ovvero va posto in serie al comune del contatto di scambio.
  • Il relè può lavorare con correnti sino a 10 A con soglia d'intervento tarabile.
  • Non ho letto, ma può essere che non l'abbia visto io, che è possiible estendere la corrente di misura tramite trasformatore.
  • C'è un dato che mi lascia perblesso e che andrebbe verificato con il costruttore. E' scritto esplicitamente che la cdt è >20%. (>46 V!) Se fosse veramente così sarebbe un'immonda ciofeca.

Inserendo un fusibile come da disegno si proteggerebbe la linea a valle dello strumento di misura (relè amperomentrico). Serebbe meglio che la linea fosse protetta già alla partenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...