Jump to content
PLC Forum


Aieie Brazorv

Regolatore Di Velocità Per un Motorino 12V in cc

Recommended Posts

webdvd

Stò impazzendo.............stò facendo verifiche e ora ho il circuito alimentato con collegata una lampadina alogena 12v 10w.Il trimmer I-Limit è regolato a metà, l'ho smontato!

Variando il potenziometro SPEED, sul pin 3 del 3130 ho una variazione da 2,50V a 10.04V.

Al pin 6 invece varia da 0.04V a 0.77V.

Andando avanti con il pot al max quindi con 0.77V sul 6 del 3130, trovo 0.39V sugli emettitori dei due transistor.

0.39 quindi anche sul Gate dell'IRFZ44 ( detto anche l'ercolino :smile: ). Sul Drain trovo 13.47V nonchè la tensione di alimentazione.

Non riesco a trovare errori sulla PCB nonostante l'abbia controllata e ricontrollata comunque ora la ricontrollo :wacko: .

Inoltre chiedo se è normale che sul pin 2 del 3130, trovo 7.19V fissi indipendentemente dal variare del potenziometro SPEED.

Edited by webdvd
Link to post
Share on other sites

Mirko Ceronti
Inoltre chiedo se è normale che sul pin 2 del 3130, trovo 7.19V fissi indipendentemente dal variare del potenziometro SPEED.

Certo che è normale, se fosse un dente di sega (onda triangolare con fronti di salita ad incremento lineare, e fronti di discesa improvvisi) avresti un valore medio metà della tensione di alimentazione.

Poichè i denti sono un po' "panciuti" in quanto il condensatore non viene caricato a corrente costante, il valore medio è un poco più alto della metà della tensione di alimentazione.

Per tutto il resto fammi un favore : Sfila il CA3130 dallo zoccolo ad 8 pin, prendi il pin 6 e divaricalo esternamente e reinserisci l'integrato nel suo zoccolo.

A questo punto ruotando il potenziometro, controlla se sul pin 6 (ora isolato da tutto il resto del circuito) la tensione varia in funzione della rotazione del potenziometro.

Perchè da quel che descrivi non è possibile che il pin 6 rimanga a poco più di 0 volt, altrimenti Ti sta sfuggendo qualcos'altro, oppure i Tuoi rilievi non corrispondono alla realtà di ciò che sta accadendo.

Non mollare :thumb_yello:

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
webdvd

Prova fatta, col pin 6 isolato del 3130 ruotando il potenziometro trovo una tensione che va da 0.16 a 13.43V.

Quindi suppongo che quando è normalmente inserito ci sia qualcosa che si mangia questo segnale......

Ieri ho trovato un'errore sulla R in parallelo all'1N4007 da 10 ohm che avevo messo da 1 ohm.

Ti ringrazio per l'incoraggiamento e la pazienza.

Stai tranquillo che questa cosa la porterò a termine..........ho la testa mooooolto dura :smile:

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
Quindi suppongo che quando è normalmente inserito ci sia qualcosa che si mangia questo segnale......

L'hai detto !!!!!!

Ciò dimostra che Il circuito fino a lì è OK, da lì in poi si annida il bug.

.ho la testa mooooolto dura :smile:

!!!!! Ottimo !!!!

Per diventare un tecnico, non serve nient'altro....l'addestramento è niente....la volontà è tutto !!!!!!

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
webdvd

Ormai ci rinuncio, riparto da 0.....e strada facendo.......scopro che nel simbolo del CA3130 del programma che uso per disegnare mi da i piedini uguali al tuo schema elettrico tranne il pin 7 che me lo da col numero 5 e lo chiama CA3130A..........vuoi che ho sbagliato pin?

Ormai la basetta l'ho dissaldata completamente però ricordo perfettamente che l'alimentazione arrivava al pin7.

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
scopro che nel simbolo del CA3130 del programma che uso per disegnare mi da i piedini uguali al tuo schema elettrico tranne il pin 7 che me lo da col numero 5 e lo chiama CA3130A..........vuoi che ho sbagliato pin?

AAAARGGGHH !!!!!!

Certo che il pin è sbagliato :angry: ....maledetti programmi per PCB, sono sempre più convinto che faccio bene a farmeli a mano !!!!!

Alimentalo sul 7 e spera di non averlo rovinato.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
webdvd

A mano?

L'ultima volta, prima di prender mano col programmino, dal nervoso comprai l'album di carta millimetrata........lo aprrii e dovetti richiuderlo subito, non ci vedevo un'H :lol: , non è che son ceco, è che hanno tagliato i costi di produzione della carta stessa risparmiando sull'inchiostro :whistling: .

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
è che hanno tagliato i costi di produzione della carta stessa risparmiando sull'inchiostro

Sta a vedere che anche la carta millimetrata è cinese. :wacko:

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

Ciao ragazzi,

ho appena finito di assemblare il mio circuito e ho fatto una prova,

inizialmente tutto ok, funzionava e il potenziometro regolava la tensione ai morsetti del motore come doveva essere, ero contentissimo!!!! :smile:

poi a un certo punto il motore è balzato a velocità massima e continua ad andare al massimo indipendentemente dalla posizione del potenziometro...

sapete indicarmi verso quale potrebbe essere il problema?

Ciao

Grazie mille!!!

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Ma quale carta millimetrata !

Io adopero un raccoglitore a quadretti vulgaris, con quadretti da 5x5 millimetri, voglio vederci chiaro io.

Poi a fantasia, inizio a crearmi i percorsi delle piste, ed ho battuto più volte (coi monofaccia s'intende) anche i cad più blasonati.

Il mio record, fu con un circuito stampato di un progetto di N.E. intitolato "musica sulla rete elettrica" io riprogettai il loro PCB, e risultò metà di ogni lato, quindi una superficie di un quarto rispetto al loro originale....e senza neanche dover fare un ponte causa l'incrocio delle piste.

Loro usano il cad; io....la testa...!!!

Saluti

Mirko

sapete indicarmi verso quale potrebbe essere il problema?

T'è andato in corto il Mos-Fet !

Ma che carico hai adoperato ????

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

ho un motorino 12 Volt 4,8 Ampere ... forse una cosa che potrebbe aver portato a più corrente di quello che doveva esserci è che il mio motore ha 4 poli (e non sò come sia cablato all'interno) ho fatto delle prove per vedere attraverso quali cavi passa corrente e quali fanno girare il motore e l'ho cablato come ho pensato potesse funzionare... però il motore girava, se ci fosse stato un cortocircuito la corrente non sarebbe passata negli avvolgimenti del rotore...credo...

il mio motore comunque è un SANYO DENKI B90L-0315-0062A 106-6004-1 REEL MOTOR

questa è l'unica immagine che ho trovato su internet del motore http://www.asianproducts.com/product/A13503565243763349_P13524468547534134/sanyo-denki-b90l-0315.html

quindi comunque l'IRFZ44 è fritto e da cambiare?

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Con 4,8 Ampere non doveva assolutamente bruciarsi l'IRFZ44, che a 25° sopporta 50 Ampere.

L'hai alettato ?

Il diodo veloce di ricircolo sul carico c'è ?

Prima di sostituire il Mos-Fet, prova a cortocircuitargli il gate a massa e vedi se parte lo stesso il motore.

In caso affermativo è da sostituire, altrimenti il problema è altrove.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

Allora: il diodo c'è, ho usato il BYW29E come un'altro utente di questa discussione del forum poichè non ho trovato il BY229

il mos-fet non l'avevo ancora alettato poichè ero troppo impaziente di provare il circuito (lo sò non avrei dovuto però ero troppo carico per averlo finito), ma comunque non era assolutamente caldo e non lo è mai diventato poichè ho poi alimentato il circuito per brevi intervalli massimo massimo 20 secondi, adesso provo a fare il test che mi hai detto e vengo a postare il risultato

cortocircuitando il gate a massa il motore si ferma

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Allora il Mos-Fet non è in corto....meglio così.

Sembra quindi che sia fuori controllo l'uscita del 3130, oppure l'NPN bc337.

Controlla il segnale sul pin 6 del 3130 che deve variare in base alla posizione del potenziometro.

Magari sfila il pin 6 dallo zoccolo, onde esser sicuro che il segnale non venga perturbato altrove.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

allora:

con il pin staccato dallo zoccolo ho una variazione da 2.86V (con potenziometro al minimo) a 5.30V (con potenziometro al massimo).

con il pin attaccato ho una variazione da 2.99V (con potenziometro al minimo) a 5.50V (con potenziometro al massimo).

Link to post
Share on other sites
webdvd

Mi piacerebbe aiutarti confrontandola alla mia ma stò stirando :smile: .

Ricordo però che al pin 6 del 3130 la tensione mi variava da circa 2,50 a 10,80 circa.

Chiedo scusa ma qualcuno mi indica dove trovo il tastino quote? Non sono ceco :lol:

Edited by webdvd
Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
Ricordo però che al pin 6 del 3130 la tensione mi variava da circa 2,50 a 10,80 circa.

Perchè Tu probabilmente hai il trimmer del limite di corrente tarato più alto di quello di Ironluk3, il quale sembra avere anche lui un problema sullo stadio di potenza.

Chiedo scusa ma qualcuno mi indica dove trovo il tastino quote? Non sono cieco

E' il tastino con simboleggiata una nuvoletta, quasi sotto allo smile dell'emoticons.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
webdvd

E' il tastino con simboleggiata una nuvoletta, quasi sotto allo smile dell'emoticons.

Ok, grazie.

Il trimmer l'avevo tarato giusto a metà col tester su banco....poi di più nin sò!!

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

pensi che possa essere d'aiuto se provo a mappare tutte le tensioni nei vai rami del circuito?

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

adesso non chiedetemi quali spiriti demoniaci si sono annidati nel mio nuovo circuito :smile: ma non sò perchè mentre controllavo i vari voltaggi ha ripreso ad andare :wacko: ... il potenziometro mi regola il voltaggiocome dovrebbe ed è tutto ok, però ho notato che al minimo del potenziometro il voltaggio sul drain del mos-fet è attorno ai 6 volt, e quindi al mio motore arrivano la metà dei volt che dovrebbero...

è normale?

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
però ho notato che al minimo del potenziometro il voltaggio sul drain del mos-fet è attorno ai 6 volt, e quindi al mio motore arrivano la metà dei volt che dovrebbero...

è normale?

NO !

Però abbiate pazienza.....è chiaro che qui siamo in presenza di errori di assemblaggio, di circuiteria, e di componenti che nel frattempo a causa dei primi due errori si sono guastati....nient'altro.

Il circuito in se per se funziona senza tanti se o ma, quindi come già ho detto la riparazione per corrispondenza diventa ardua....anzi....se si trattasse di riparazione, sarebbe già una pacchia, poichè avrei a che fare con un dispositivo che magari erano mesi che andava, e poi si è rotto, ed in quel caso può solo essere un componente che ha dato for-fait.

Ma qui è diverso....molto diverso, qui oltre ad un probabile componente guastatosi, siamo in presenza anche di uno o più errori, che proprio non posso immaginarmi poichè la sfera di cristallo non rientra nel mio già pur attrezzatissimo laboratorio.

Solo webdvd denuncia già una resistenza da 10 Ohm confusa con una da 1, e poi una pista sbagliata.....nient'altro ?

Non lo so, ma se io stessi riparando un circuito che s'è guastato (il chè significa che fino ad allora andava) non dovrei combattere con questo genere di problematiche, ma solo con l'individuazione del componente guasto. (poichè prima andava)

Per cui armatevi di santa pazienza (come tutti i principianti hanno a loro tempo fatto in questi frangenti, me compreso) e ricontrollatevi tutto il circuito, senza bombardare il Forum sul com'è e sul perchè di questo o di quello; poichè da questa postazione risulta impossibile aiutarVi.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
Ironluk3

credo di aver trovato il mio super mega errore da vero vero nuovo incapace dell'elettronica... scusate e non ridete, è la prima volta che mi cimento a leggere un circuito... nel circuito c'è solo un LM324 vero? i tre LM324 nello schema della discussione sono 3 rappresentazioni dello stesso componente ma fatte per capire meglio le pedinature è corretto?

Link to post
Share on other sites
mariano59

Corretto, il circuito LM324 è si un unico integrato, che contiene al suo interno 4 separati circuiti che hanno in comune la sola alimentazione. Quindi trovi sullo schema 3 dei 4 operazionali che compongono l'integrato, ci sono indicati i pin per ogni circuito e sul primo trovi i collegamenti dell'alimentazione, positiva al pin 4 e negativo comune al pin 11, sugli altri non viene indicato nulla, la prendono dagli stessi pin 4 e 11. Qui puoi scaricare la documentazione http://www.datasheetcatalog.org/datasheet/SGSThomsonMicroelectronics/mXuqyux.pdf

Edited by mariano59
Link to post
Share on other sites
webdvd

Rieccomi con qualche novità.

Dunque finito e cablata la nuova basetta e patatrac, stesso problema della precedente.

Quindi sono andato a consultarmi con un mio caro amico e ragionandoci insieme abbiamo fatto la seguente prova: rimosso fisicamente il ca3130 e ponticellato il pin 3 col 6, portando quindi il segnale dal pin 8 dell'lm324 alle basi dei 2 transistor et voilà, la lampadina ha funzionato alla perfezione.

Ho appena ricontrollato e come nell'altra basetta non trovo errori sulle piste, domani provo a sostituire il 555.

Il mio amico inoltre sarebbe interessato a montare questo circuito sulla sua vecchia lancia Y per regolare a suo piacimento appunto la spazzola del tergi però è scettico riguardo l'IRFZ44 secondo lui troppo debole per reggere il carico, nonostante l'avergli riportato le info lette in questo post.........come lo tranquillizzo?

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Basterebbe conoscere esattamente la corrente richiesta dal motore del tergicristallo. In base a quel valore si verifca si il mosfet è o meno adatto.

Edited by Livio Orsini
Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.


×
×
  • Create New...