News

Le valvole flangiate IMI Buschjost con tecnologia a labirinto

Nella primavera 2017, IMI Precision Engineering, azienda leader nella tecnologia di movimentazione dei fluidi, amplierà la propria gamma di valvola flangiate IMI Buschjost. Sviluppate in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente 2014/68/UE in materia di attrezzature in pressione, le valvole con taglie DN 65, DN 80 e DN 100 sono state riprogettate e sono ora disponibili nelle nuove serie 86480, 86500 e 86540. Le valvole possono essere utilmente impiegate in svariati settori, dalla costruzione di macchinari e stabilimenti all'industria chimica, edilizia ed energetica. Fondate sul principio del pistone a sollevamento forzato, le nuove valvole flangiate si avvalgono della consolidata tecnologia a labirinto. Invece di utilizzare un anello scanalato, il pistone a labirinto è dotato di anelli guida in PTFE flottanti e scanalati, in grado di resistere all'usura e durare nel tempo, resistenti alle alte temperature e alle sovrapressioni in direzione opposta rispetto al flusso. Rispetto al modello precedente, le nuove valvole flangiate – a seconda dell'applicazione – resistono a più di 200,000 cicli di commutazione, durando quindi più del doppio. Le valvole flangiate IMI Buschjost sono dotate di un indicatore di posizione ottimizzato con dimensioni ridotte del cinquanta per cento. E’ inoltre provvisto di un singolo sensore per entrambe le posizioni di "aperto" e "chiuso" facilmente programmabile attraverso delle procedure semplificate riducendo il rischio di errori è ridotto al minimo. Agendo direttamente sull'alberino della valvola, il meccanismo manuale ha un tempo di risposta molto rapido. Una rotazione di 180 gradi permette la completa apertura o chiusura della valvola. Esiste un collegamento meccanico tra alberino e stantuffo, pertanto non è più necessario effettuare la regolazione della corsa manualmente. Questo velocizza e semplifica le attività di manutenzione e/o sostituzione della stessa. Ora disponibili, le valvole DN 65, DN 80 e DN 100 vengono fornite in acciaio inossidabile e in ghisa duttile di qualità superiore. Sono inoltre idonee per stadi di pressione sia PN16 che PN40. A partire dall'estate 2017, saranno disponibili i modelli certificati ATEX, così come quelli per alte temperature (200 gradi Celsius) e basse temperature (meno 40 gradi Celsius).
IMI Precision Engineering
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato da Alessia De Giosa
Verticale
News

Sistemi SAE e SME per la cogenerazione - Le soluzioni per accedere agli incentivi previsti per FER e Industry 4.0

(iper-ammortamento) SICK dal 2004 produce e implementa sensori e sistemi intelligenti in sempre maggiori e diverse tipologie di prodotto. I sensori...

Evoluzione della cogenerazione per il biogas/biometano

La Cogenerazione nel Biogas Biometano. Analisi di alcune problematiche legate agli impianti che ne limitano i ricavi: - problematiche Biogas -...

L'abbattimento degli inquinanti negli impianti a biomassa: problemi e possibili soluzioni

- Le emissioni - Abbattimento delle emissioni - I fattori di emissione a confronto - Elementi che influenzano le emissioni - Prestazioni -...

Dal biogas al biometano: i vantaggi della tecnologia VPSA (Vacuum Pressure Swing Adsorption)

Nel corso della presentazione sono illustrate le caratteristiche della tecnologia PSA, che contraddistingue il sistema ECO-SORB, sviluppato da...

Impianto di cogenerazione a servizio di una Residenza Sanitaria Assistenziale: il caso Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi

Analisi energetica e studio fattibilità investimento autoproduzione per installazione impianto di trigenerazione al servizio dello stabilimento di...