News

Diversity & Inclusion: Amplia Infrastructures sceglie il modello ISO 30415

La ISO 30415 è la prima norma ISO sui temi della Diversity & Inclusion, una linea guida che aiuta le organizzazioni a sviluppare un framework per garantire un ambiente di lavoro inclusivo.



AMPLIA Infrastructures - società del Gruppo Autostrade per l'Italia - ha appena concluso un percorso di assessment con Bureau Veritas Italia, che ha portato al rilascio dell'Attestazione ISO 30415 che rappresenta una valutazione di terza parte indipendente sul grado di maturità del framework D&I di AMPLIA Infrastructures. Amplia è partita da un'eccellente base, avendo già un sistema di gestione integrato capace di coniugare qualità, salute e sicurezza, ambiente e tutela dei lavoratori: ciò ha agevolato la costruzione del framework ISO 30415. Tutte le funzioni hanno dato prova di applicare una cultura inclusiva.

Tra i punti di forza emersi durante l'assessment di Bureau Veritas è stata evidenziata la competenza dell'azienda nell'individuare i corretti indicatori aziendali capaci di rendere misurabile lo stato di equilibrio (o squilibrio), in termini di diversità ed inclusione, nei propri processi aziendali.

Il monitoraggio di tali indicatori ha permesso la realizzazione di un piano strategico dedicato, vero motore del miglioramento continuo.

Abbiamo chiesto una testimonianza a Sergio Spinelli Responsabile Human Capital, Organization & General Services e Responsabile Information & Communication Technology ad interim.

Quali sono gli elementi che la ISO 30415 vi ha aiutato a mettere a fuoco ed indagare?

La ISO 30415 è di fondamentale importanza nel mettere a fuoco ed indagare valori come la diversità e l'inclusione e ad agire in maniera proattiva per superare ogni forma di stereotipo culturale e discriminazione che si possono verificare all'interno dell'azienda.

Amplia Infrastructures ha posto l'attenzione su tematiche cruciali in questo momento storico quali il genere, la disabilità, l'interculturalità e l'incontro fra diverse generazioni di lavoratori.

Oltre alla funzione HR, quali funzioni sono ingaggiare maggiormente sui temi D&I e con quali obiettivi?

Tutta l'area HR è pienamente ingaggiata e coinvolta nel progetto di applicazione delle politiche di D&I, a fianco dei colleghi delle Risorse Umane lavora tutto il vertice aziendale, il quale ha accolto con entusiasmo questa sfida che si pone come obiettivo primario la tutela e il rispetto del valore e della dignità di ogni singola persona.

Per quello che concerne il tema del genere l'azienda si fa promotrice di politiche e azioni volte a favorire le pari opportunità, la conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro, la condivisione delle responsabilità familiari e la rimozione di potenziali ostacoli, ivi inclusi quelli connessi all'orientamento sessuale.

In merito alla disabilità, Amplia sta lavorando al fine di realizzare misure concrete per favorire l'inserimento e l'inclusione delle persone con disabilità. L'azienda ha infine, l'obiettivo di dare vita ad un ambiente lavorativo dove le persone con culture differenti, di diversa estrazione sociale o d'età possano sentirsi integrate e valorizzate.

A seguito dell'assessment, su quali ambiti avete deciso di lavorare in modo prioritario?

Abbiamo ritenuto prioritario agire direttamente su di noi, sull'area HR. In quanto attori principali di questo cambiamento abbiamo deciso di strutturare un piano formativo specifico affinché ognuno di noi abbia coscienza e conoscenza di tutto ciò che contiene il termine D&I, così da essere pronti a riconoscere e correggere qualsiasi situazione discriminatoria. In seguito, avvieremo un'attività di sensibilizzazione per tutta la popolazione aziendale.

Quali sono i benefici che una cultura inclusiva porta nella vostra organizzazione?

L'attivazione di una politica di D&I può apportare ad Amplia Infrastructures una serie di benefici concreti, sia esternamente che internamente. Per quanto riguarda i benefici esterni, l'adozione di una politica inclusiva ci aspettiamo che abbia ricadute positive sull'immagine aziendale e che permetta di avere una maggiore forza sul mercato nell'attrarre talenti.

Allo stesso tempo, riteniamo cha una cultura inclusiva riuscirà a creare un legame più forte con le risorse che già lavorano in Azienda, fungendo da azione di retention. Una politica D&I porterebbe ad avere un ambiente di lavoro più stimolante ed ingaggiante, da ciò potrebbe derivare una maggiore soddisfazione e fidelizzazione dei dipendenti.
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 28 novembre 2022
News

Smontaggio automatico batterie: avviati in CSMT i lavori di installazione della cella robotizzata di STIIMA-CNR

Entrano nel vivo i lavori di installazione della cella robotizzata di STIIMA-CNR presso gli spazi del nostro Hub bresciano. Le attività di ricerca...

Advanced Meter Verification, valido strumento per il corretto funzionamento della misura di portata

Advanced Meter Verification è un valido strumento per il controllo, la valutazione e la documentazione delle prestazioni dei misuratori di portata a...

Italia - Algeria: Pichetto, accordi nuovo tassello del mosaico energetico

Sguardo sul futuro ambientale ed energetico tra Italia e Algeria.

La tecnologia ABB per l'innevamento della pista di Coppa del Mondo di San Vigilio di Marebbe

- La società Funivie San Vigilio di Marebbe S.p.A. ha installato un nuovo impianto di innevamento della pista Erta dove si svolgerà, come ogni anno,...

Schneider Electric: con gli inverter Altivar una sostenibilità da premio

- La soluzione ha ottenuto il riconoscimento "Most Climate-Positive Carbon Handprint Product Award" alla Climate Week del 2022, per la sua capacità...

Schneider Electric chiede più impegno per accelerare la transizione energetica e affrontare la crisi dell'energia: decarbonizzazione ed efficienza

- L'appello in occasione del meeting annuale del World Economic Forum - Una ricerca commissionata da Schneider evidenzia che la gran parte delle...

Fincantieri costruirà un'unità a supporto dei parchi eolici USA

Fincantieri, attraverso la controllata americana Fincantieri Marine Group (FMG), ha firmato un contratto con CREST Wind, joint venture tra Crowley ed...

Il progetto MIMOSA progetta i velivoli sostenibili di nuova generazione

È stato avviato ufficialmente al Politecnico, guidato dal professor Giorgio De Pasquale, il progetto MIMOSA (Multimaterial airframes based on 3D...

Capitale Cultura, Realacci (Fondazione Symbola): Bergamo e Brescia rappresentano il quarto polo culturale italiano e terzo polo per green economy

Capitale della Cultura, Bergamo e Brescia, insieme rappresentano il quarto polo culturale italiano e terzo polo per green economy. Realacci...

Clima: ENEA nel progetto Ue per contrastare inondazioni e ondate di calore

Definire strategie sempre più efficaci di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico, salvaguardando la fertilità del suolo e...

IBM annuncia nuove modalità di collaborazione con IBM Partner Plus

IBM ha annunciato IBM Partner Plus, un nuovo programma che reinventa il modo di collaborare di IBM con i propri partner commerciali grazie a nuove e...