Articolo

Fate attenzione allo shock termico!

Avviare un generatore di vapore in maniera errata, può portare lo stesso a stress termici irreversibili. In questo caso, cattivi avviamenti, hanno portato il generatore di vapore ai limiti di stress termico, causando una cricca passante di 20 cm sulla saldatura del generatore di vapore tra il focolare e la piastra tubiera posteriore. Questo difetto riscontrato è stato causato da un susseguirsi di cattive accensioni del generatore di vapore. Avviare a "freddo" un generatore di vapore porta ad un surriscaldamento delle membrature che devono avere il tempo di dilatarsi omogeneamente. Se si imposta l'avviamento in modalità "automatica" il generatore di vapore arriverà a pressione di esercizio e quindi a temperatura di funzionamento in un lasso di tempo troppo breve, il quale causerà sicuramente deformazioni che potrebbero causare cricche, come in questo caso: I generatori di vapore a tubi da fumo, i generatori di vapore a tubi d'acqua e in generale tutti i generatori di vapore hanno bisogno di un tempo di "preriscaldo" più o meno lungo in funzione della loro grandezza. Non esiste un tempo standard di preriscaldamento, ma è buona norma non impiegare mai meno di 2 ore per mandare in pressione e quindi a temperatura di esercizio un generatore di vapore di piccola o media potenzialità (entro le 10 / 15 tonnellate ora). Per capire meglio il concetto parliamo di spessori delle membrature di un generatore di vapore; Se pensiamo ad un generatore di vapore a tubi da fumo, lo stesso generatore di vapore ha le 2 piastre tubiere anteriore e posteriore di uno spessore di circa 18/20 mm sulle quali piastre tubiere vengono mandrinati e/o saldati i tubi da fumo che hanno uno spessore di circa 3/4 mm per una lunghezza variabile (da 2 metri minimo a oltre i 5 metri). Chiaramente un cattivo avviamento del generatore di vapore fa si che i tubi da fumo surriscaldandosi tendano ad allungarsi molto più rapidamente delle 2 piastre tubiere. Questa deformazione anomala fa si che spesso le mandrinature e le saldature tra tubo da fumo e piastra tubiera cedano, generando cricche passanti. Il generatore di vapore sarà messo fuori servizio per perdita di acqua/vapore. Questo esempio è il più comune dei difetti che noi della PND Service riscontriamo ma non è il solo. Ricordate sempre che la PND Service Spa è in grado oltre che a darvi tutti i consigli pratici, di supportarvi nella riparazione dei generatori di vapore con attrezzature specifiche e con personale altamente specializzato, oltre a potervi seguire con le relative pratiche di riparazione obbligatorie richieste dall'INAIL. Il Generatore di vapore è il cuore dell'azienda ma spesso viene trascurato.
Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Ultimi articoli e atti di convegno

Coniugare efficienza e transizione energetica, fra obblighi e opportunità

Sembra quasi un paradosso ma non è certo facile oggi parlare, in modo "sereno", di efficienza energetica e di sostenibilità energetica, o meglio, è...

Ottimizzazione dei Consumi Energetici e Realtà Aumentata al servizio della Manutenzione

In vista della mostra convegno MCM in programma a Verona il prossimo 27 e 28 ottobre, appuntamento di riferimento per i professionisti della...

Maintenance open innovation and science

La nuova funzione della Manutenzione industriale nasce con la consapevolezza di avere un ruolo primario nell'assicurare le prestazioni degli impianti,...

Auto più sostenibili, concessionari più green

Un concessionario Jaguar e Land Rover sulle sponde del Lago Maggiore sceglie una soluzione ibrida Hoval collegata a un impianto solare. La...

Tubazione ad hoc per la cantina Pelassa, installati quasi 800 m di condotte

Riqualificare e riscaldare una cantina di produzione e affinamento di vino. Avvalendosi di tecnologie in grado di garantire il raggiungimento degli...

Tradizione al futuro

Texpack produce trecce, nastri, filotti, tessuti, calze per isolamento termico ad uso statico, trecce speciali e baderne a uso dinamico, per pompe e...

Il progetto di ventilatori industriali a flusso assiale e pale inclinate avanti - Parte II

Nella prima parte è stata affrontata la determinazione delle grandezze geometriche principali di ventilatori assiali intubati che soddisfano le...

Andamento dei consumi di energia nel 2020 in Italia

Il 2020 è stato per i consumi di energia un anno dalla marcata singolarità, sia perché conclude un decennio chiave per la transizione energetica,...

La sfida della mobilità sostenibile (Terza parte)

Nell'intervento la terza cronaca della giornata di studio organizzata all'Accademia Pugliese delle Scienze. Terza ed ultima parte della sintesi di...

White Paper: Rilevazione dell'esplosività dell'idrogeno con tecnologia MPS

Crowcon ha adottato di recente la tecnologia MPS per la rilevazione dell'idrogeno e di altri gas esplosivi con tecnologia MPS , Xgard Bright per...

Dove vanno i motori? Prevedibili sviluppi nei sistemi di trazione veicolare

Nell'attuale scenario di transizione tecnologica, in molti settori come quello automotive, l'attenzione verso forme di energia rinnovabili ed a...