News

I cobot o robot collaborativi

Un cobot (o robot collaborativo) è un robot pensato per interagire direttamente con un operatore umano in uno spazio condiviso. Vediamo già che la prima grande differenza tra un cobot e un robot è appunto la possibilità per i cobot di poter lavorare a stretto contatto con degli operatori umani in sicurezza, senza dover essere isolato o protetto da barriere.



Il primo cobot fu inventato nel 1996 da due professori della Northwestern University: J. Edward Colgate e Michael Peshkin, che brevettarono questo "apparato e metodo per le interazioni fisiche dirette tra una persona e un manipolatore a uso generale controllato da un computer" [Cobots, US Patent 5.952.796] nel 1997. I vantaggi dei cobot
Dalla prima comparsa di un cobot, molte industrie hanno quasi subito incorporato questi sistemi robotici nelle loro filiere produttive, specie se si tratta di lavori a catena ripetitivi. Uno dei vantaggi fondamentali dei cobot, infatti, è che sono in grado di ripetere lo stesso movimento, la stessa operazione per ore, più e più volte con la massima precisione. Con un grado di ripetibilità intorno al decimo di millimetro, i cobot sono perfetti per eseguire operazioni scomode e delicatissime per un lungo periodo di tempo, cosa che anche l'operatore umano più esperto faticherebbe a fare. Questa loro capacità, però, non è solo un vantaggio che permette di ottenere risultati costanti, ma è un vantaggio anche per la salute dell'operatore umano. Un operaio affiancato da un cobot non sarà più costretto a restare per ore in posture forzate, magari con carichi pesanti o maneggiando prodotti pericolosi. Un sistema robotico collaborativo, insomma, è perfetto per quei lavori ripetitivi, monotoni e pesanti che non richiedono un intervento umano diretto, mentre gli operatori "non robotici" possono occuparsi di funzioni più specifici.

Cobot diversi per diversi impieghi
A proposito di collaborazione tra robot e operatori umani, la International Federation of Robotics (IFR), ha definito quattro livelli di collaborazione tra robot industriali e operatori umani:

- Coesistenza: operatore umano e robot lavorano insieme senza barriere che li separino, ma non condividono uno stesso spazio di lavoro;
- Collaborazione sequenziale: umani e robot lavorano attivamente in uno spazio di lavoro condiviso, ma i loro movimenti seguono una sequenza e non lavorano su un componente allo stesso tempo;
- Cooperazione: robot e uomo lavorano sullo stesso componente allo stesso tempo;
- Collaborazione reattiva: il robot risponde di conseguenza ai movimenti dell'operatore umano.

Che differenza c'è tra un cobot e robot industriali?
Un robot viene spesso tenuto in una posizione fissa, occupa più spazio ed è fisicamente più massiccio di un cobot, tanto da necessitare di barriere di sicurezza. Un cobot è più compatto, leggero e occupa meno spazio, oltre ad essere progettato apposta per collaborare e interagire con le persone.

Per quanto riguarda la sicurezza, invece, i cobot non necessitano di barriere di sicurezza, ma sono dotati di sensori che possono fermarli automaticamente se rilevano un ostacolo o un elemento alieno (ad esempio una mano, uno strumento dimenticato, ecc.).

Dal punto di vista della programmazione, i cobot sono programmati in maniera più semplice, così che anche la maggior parte degli operai possa dare loro indicazioni. Per i robot comuni, la programmazione dipende dal loro fornitore e ciascuna casa produttrice ha il suo modo di programmare un robot.

Cosa fanno adesso i cobot?
I cobot stanno vedendo una crescita e un uso costante nei vari processi industriali.

Infatti la Comunità Europea, abbozzando delle linee guida per l'Industria 5.0, ha incluso l'uso dei cobot in quegli incarichi che tendono a gravare sulla salute di un operatore umano. Questo vuol dire che non ci sarà più bisogno degli operai su una linea produttiva? No, semplicemente i cobot affiancheranno gli operai in quei lavori troppo pesanti e verranno aiutati dagli operai in compiti più specifici. In questa nuova rivoluzione industriale, gli operai collaboreranno e coesisteranno in uno spazio lavorativo condiviso in piena sicurezza.

Cobot domestici
Va anche fatta una distinzione tra i cobot industriali e i cobot domestici. È abbastanza recente la notizia che molte case produttrici stiano creando dei cobot pensati appositamente per lavorare a stretto contatto con gli umani e a relazionarsi con essi. I cobot potrebbero anche fare la loro comparsa in una corsia di ospedale o, se pensiamo al periodo attuale, possono potenzialmente sostituire alcuni operatori nei reparti covid, riducendo il rischio di esporsi all'infezione e di ammalarsi. In Giappone, riporta Reuters, si sta addirittura pensando di integrare i cobot tra il personale delle case di riposo, così da poter seguire meglio gli ospiti e fare compagnia agli anziani che vi risiedono.

Per saperne di più sui cobot e per sapere cosa possiamo fare per la vostra automazione robotica, visitate il nostro sito e seguiteci per non perdervi nessuna novità.
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 18 agosto 2021
News

GAP ANALYSIS DI STABILIMENTO

PND SERVICE SPA attua già da diverso tempo il servizio/consulenza di Gap Analysis che offre ai suoi clienti la possibilità di constatare il...

EDISON - Il partner energetico che supporta la competitività delle industrie

L'approvvigionamento e il consumo energetico sono fattori indispensabili e strategici per il successo di ogni business. Le industrie sono chiamate ad...

Smart building automation - sostenibile, efficiente e flessibile

Vantaggi nell'automazione degli edifici con il controllo basato su PC

UNO-148 controller integrato con design modulare per una configurazione flessibile in base alle specifiche esigenze

Reweb Group porterà in anteprima in Italia il controller modulare e ultra compatto dotato della CPU Intel® di 11a generazione a bassissimo consumo...

Agile Trasformation i vantaggi dell'integrazione dei processi di fabbrica nell'automotive

Come in molti altri settori, la tecnologia sta causando enormi sconvolgimenti del mercato nell'industria dell'automotive. Al giorno d'oggi, la...

About Mouser Electronics

Mouser Electronics, una società del gruppo Berkshire Hathaway, è un distributore autorizzato di semiconduttori e componenti elettronici...

Soluzione multiprotocollo e cross-system

Reweb Group annuncia la soluzione multiprotocollo e cross-system di Advantech per migrare, senza problemi, dall'infrastruttura di rete tradizionale a...

LA COGENERAZIONE E LA TRIGENERAZIONE PER IL FOOD AND BEVERAGE

Nell'ambito della produzione di energia per le grandi aziende del settore food & beverage, e non solo, la cogenerazione è un'ottima soluzione...

CRISI ENERGETICA: LA COGENERAZIONE È ANCORA UNA BUONA OPPORTUNITA' PER LE AZIENDE

L'impennata del costo del metano di questi ultimi mesi ha fatto nascere a qualcuno il dubbio che la co/trigenerazione non sia più conveniente come...

Catalogo Ecomax

La soluzione in package modulare più apprezzata al mondo.

Sistemi di diagnostica per motori elettrici: Cosa sono a Cosa servono

I sistemi di diagnostica per motori elettrici sono il complesso di misure elettriche, statiche e dinamiche, utilizzate per il monitoraggio dello stato...