News

La CEO Alliance sostiene il piano dell'UE per ridurre le emissioni di carbonio del 55% entro il 2030

Mentre la Commissione europea si prepara a presentare il suo pacchetto legislativo Fit for 55, la European CEO Alliance ha pubblicato delle proposte di policy a sostegno di una spinta progressiva e ambiziosa per raggiungere la neutralità climatica. Affrontare il cambiamento climatico richiede una forte collaborazione tra il settore pubblico e l'industria, ha annunciato l'Alleanza dopo la sua riunione a Parigi. L'Alleanza accoglierebbe con favore una revisione dei principali strumenti normativi dell'UE, in particolare i sussidi per le tecnologie con alte emissioni di CO2. Le proposte dei CEO includono l'invio di un forte segnale in termini di carbon pricing, l'accelerazione delle misure per decarbonizzare la mobilità e i trasporti, gli edifici e i sistemi energetici, l'accelerazione del rinnovamento dei settori industriali chiave nell'UE.



"Sono molto contento di aver potuto scambiare opinioni oggi con le aziende che forniscono soluzioni per l'attuazione del Green Deal, la decarbonizzazione dell'economia, la transizione verde e l'efficienza energetica. Mentre la Commissione europea si prepara a presentare il suo pacchetto energia e clima "Fit for 55" con misure per ridurre le emissioni di gas serra del 55% nel 2030 e raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio nel 2050, la mobilitazione degli attori industriali ed economici sarà essenziale per raggiungere insieme i nostri obiettivi climatici. " ha dichiarato Clément Beaune, segretario di Stato per gli Affari europei del governo francese.



Il Dr. Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen ha affermato: "Il cambiamento climatico rimarrà la nostra più grande sfida nei prossimi anni e decenni. La CEO Alliance sostiene pienamente gli obiettivi climatici della Commissione europea, ai quali non ci sono alternative. Ora è il momento di spostare le discussioni politiche verso la realizzazione di questo obiettivo. In una mossa senza precedenti, la CEO Alliance con le sue aziende leader del settore provenienti da tutta Europa chiede un segnale di carbon pricing che copra tutte le emissioni in tutti i settori e paesi."



Il Presidente e CEO di Schneider Electric, Jean-Pascal Tricoire ha aggiunto: "L'imminente pacchetto politico dell'UE per tagliare le emissioni di carbonio del 55% nel prossimo decennio è necessario. La chiave è passare dall'ambizione all'azione. Le aziende hanno un ruolo vitale nel promuovere la transizione energetica e la responsabilità di dare l'esempio. Solo gli sforzi collettivi e la collaborazione tra il settore pubblico e l'industria garantiranno una crescita sostenibile e posti di lavoro a prova di futuro. Insieme, sosteniamo l'Europa nel suo viaggio per una transizione rapida ed equa verso un'economia a zero emissioni, e siamo molto felici di accogliere l'incontro della CEO Alliance presso la sede di Schneider Electric a Parigi. Grazie a Herbert Diess per aver avviato e presieduto questa iniziativa".



Come strumento centrale, i membri dell'Alleanza hanno proposto un forte segnale relativo al prezzo della CO2 per raggiungere gli obiettivi climatici dell'UE. Il carbonio dovrebbe avere un prezzo unico, in tutte le economie. L'Alleanza ha anche chiesto di continuare a migliorare il sistema di scambio delle emissioni dell'UE (per l'energia e l'industria pesante) e di implementare sistemi cap-and-trade specifici per settore che si applicherebbero alla mobilità, ai trasporti e al settore dell'edilizia. I sistemi settoriali potrebbero poi convergere a partire dal 2030. Un'altra proposta riguarda un sistema europeo di prezzi del carbonio che includerebbe misure per raggiungere simultaneamente un equilibrio sociale e una riduzione delle emissioni.

La decarbonizzazione della mobilità, dei trasporti e degli edifici sarà la sfida principale. Per il settore dei trasporti e della mobilità, la mobilità elettrica per le autovetture, i veicoli leggeri e i veicoli pesanti ha dimostrato di essere la tecnologia più efficiente in termini di consumo energetico e di riduzione delle emissioni. Per promuovere l'intero ecosistema intorno alla mobilità elettrica, i membri della CEO Alliance hanno avviato progetti intersettoriali per aumentare la produzione di batterie e creare un'infrastruttura di ricarica in tutta Europa.

Rivolgendo la sua attenzione alla Buildings Renovation Wave della Commissione europea, l'Alleanza sostiene ambiziosi obiettivi di rinnovamento (di almeno il 3% all'anno) per accelerare la trasformazione del patrimonio edilizio. Gli edifici dovrebbero soddisfare standard più elevati per quanto riguarda l'efficienza energetica, le energie rinnovabili e i materiali sostenibili. L'Alleanza chiede anche che i sistemi di riscaldamento a combustibile fossile siano rapidamente sostituiti da pompe di calore elettriche, teleriscaldamento e soluzioni digitali. I CEO si sono impegnati ad applicare questa raccomandazione agli edifici delle loro aziende.

Gli obiettivi climatici europei richiedono un rapido sviluppo della produzione di energia rinnovabile e l'elettrificazione diretta della mobilità, dei trasporti e del riscaldamento/condizionamento degli edifici. La CEO Alliance sta lavorando a un progetto per integrare i sistemi energetici, in particolare le reti, al fine di creare un sistema basato principalmente su energie rinnovabili e soluzioni flessibili.

La CEO Alliance for Europe's Recovery, Reform and Resilience è stata formata nel 2020 sullo sfondo della pandemia Covid-19 e dello storico European Green Deal.
Schneider Electric - https://www.se.com/it/it/
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 13 luglio 2021
News

La nuova frontiera dell'efficienza energetica: regolazione fine dei consumi di gas in un'azienda industriale

L'efficienza energetica è uno dei tasselli fondamentali per raggiungere la neutralità climatica e un'economia a "emissioni zero" nel 2050: è...

Pubblicato il Pacchetto "Fit for 55": raggiungere i target Ue sulla neutralità climatica

Il 14 luglio è stato pubblicato il Pacchetto "Fit for 55" con cui la Commissione europea si impegna a ridurre del 55% le emissioni di CO2 al 2030...

Casa smart: il risparmio a portata di app

Evitare dispersioni di energia e di denaro è uno dei maggiori vantaggi della casa connessa. Il controllo tramite smartphone permette di adattare...

Sostenibilità e cooperazione nella filiera agro-energetica: Ecospray e Ruhe Agrar firmano un accordo per la promozione

È stato siglato il 15 luglio, al termine di una riunione che ha lasciato tutti soddisfatti, l'accordo per il lancio di un progetto pioneristico per...

Videocitofono Tab 7S Up

La videocitofonia sfoggia un nuovo look Il videocitofono Tab 7S si rinnova nel design. Sempre ispirato alla leggerezza, all'eleganza e alla...

Controllo e regolazione per ogni ambiente

Watts Vision® è un sistema dal design moderno per controllare e gestire da remoto la termoregolazione dei singoli ambienti e delle principali...

PNRR, Confagricoltura spinge lo sviluppo delle agroenergie

PNRR, confagricoltura spinge lo sviluppo delle agroenergie. Bene gli emendamenti approvati su biogas e biometano. Continua l'azione di...

Quando è possibile fare lo scarico a parete per la caldaia

La normativa stabilisce una serie di casi in cui è possibile derogare all'obbligo di scarico a tetto per le caldaie, sfruttando uno scarico a parete....

Meccanica, due aziende su tre in ripresa nel 2021

La meccanica italiana si sta riprendendo più velocemente di quanto si potesse sperare a inizio anno. Questo è il dato che emerge dall'ultimo...

Migliorare le performance degli asset e la sicurezza alimentare con le tecnologie dell'Industria 4.0

La pandemia globale ha accelerato la necessità per le aziende di adottare l'Industria 4.0 e di iniziare a sfruttare il potenziale della tecnologia...

Piano Industriale 2021-2023: aggiornata la capital structure

in data 2 febbraio 2021, che si propone di rendere l'emittente un operatore leader in Europa nel settore delle energie rinnovabili attraverso il...