News

La nuova cella di lavorazione e il software OmniVance di ABB aumentano la semplicità, la velocità e la flessibilità della produzione

- La prima soluzione di lavorazione standardizzata che può eseguire fino a otto applicazioni diverse in un'unica cella

- Riduce i tempi di set-up del 92% - fino a dieci ore rispetto ai tre-cinque giorni standard del settore

- Il primo software di lavorazione a offrire l'autocalibrazione e la messa a punto del percorso in un unico strumento, riducendo il tempo di calibrazione a dieci minuti

- La cella di lavorazione può funzionare senza supervisione fino a 20.000 ore in condizioni difficili, senza bisogno di manutenzione

ABB ha lanciato oggi le soluzioni OmniVance Machining Cell e Machining Software, che offrono maggiore flessibilità e semplicità a una serie di applicazioni tra cui la levigatura, la lucidatura, il taglio e la finitura delle superfici.

Parte del nuovo portafoglio di celle applicative standardizzate OmniVance di ABB, la nuova Machining Cell è la prima sul mercato in grado di eseguire fino a otto applicazioni diverse in un'unica cella, mentre l'intuitivo Machining Software semplifica la programmazione e riduce i tempi di configurazione fino al 92%.

"La cella di lavorazione OmniVance e il software di lavorazione sono le nostre ultime innovazioni nel crescente portafoglio di robotica di ABB per rendere l'automazione più accessibile, flessibile e veloce", ha dichiarato Marc Segura, Presidente della Divisione Robotica di ABB.

"Con l'aumento dell'appetito dei consumatori per una gamma di prodotti sempre più ampia e la riduzione del ciclo di vita dei prodotti, i produttori hanno bisogno di effettuare cambi di produzione rapidi ed economici per rimanere all'avanguardia nel mercato."

Aumenta la flessibilità con la cella di lavorazione OmniVance

Un robot IRB 2600, un controller e una tavola rotante, combinati con sensori di pressione e di livello e altre apparecchiature, costituiscono la OmniVance Machining Cell, con tutti i componenti pre-testati per garantire la compatibilità. Il 90% della cella è già costruito, il che significa che gli utenti devono concentrarsi solo sugli utensili e sulla calibrazione del robot.

Questo livello di "pre-ingegnerizzazione" si traduce in una configurazione più rapida e in un ingombro più compatto, per garantire che le celle si integrino facilmente in un'ampia gamma di ambienti di produzione. L'uso di un design standardizzato consente inoltre di eseguire fino a otto funzioni diverse su una singola cella, spesso cambiando semplicemente l'effettore finale.

La cella di lavorazione OmniVance è stata progettata grazie a test di stress reali su 2.400 celle. Il risultato è una soluzione altamente durevole e stabile, adatta a condizioni difficili e in grado di funzionare senza sorveglianza per 20.000 ore prima di richiedere manutenzione.

Semplifica l'automazione con il Machining Software

Il Machining Software di ABB è il primo a integrare le funzioni di autocalibrazione e di messa a punto del percorso in un unico strumento intuitivo. Questo semplifica il processo di impostazione di nuovi prodotti e massimizza l'accuratezza nelle applicazioni di lavorazione, tra cui la levigatura, la sbavatura, la lucidatura e la pulizia con ghiaccio secco.

Il Machining Software è uno strumento indipendente che supporta il robot IRB2600 utilizzato nella Machining Cell e un'ampia gamma di robot ABB. Il software di lavorazione calibra automaticamente gli utensili e gli oggetti di lavoro, riducendo i tempi di ricalibrazione da quattro ore a soli dieci minuti.

La funzionalità integrata di messa a punto dei percorsi consente agli utenti di modificare facilmente migliaia di punti di percorso in appena mezza giornata, rispetto ai due giorni tipicamente necessari per ottenere una superficie di alta qualità come quella di una custodia per cellulare o di una ruota in alluminio.

I non esperti di programmazione possono facilmente eseguire e monitorare le operazioni di lavorazione con un'interfaccia intuitiva e facile da usare. La programmazione più rapida delle operazioni di lavorazione è ottenuta grazie a semplici funzioni di trascinamento, riducendo al minimo il rischio di errori. Il copia e incolla dei programmi tra più stazioni di lavorazione può ridurre ulteriormente il tempo necessario per scalare le operazioni.

"La nostra cella di lavorazione OmniVance e il software di lavorazione offrono nuove opportunità per sbloccare nuovi livelli di efficienza, precisione e flessibilità per le aziende di un'ampia gamma di settori, dalla produzione di legno e metalli fino all'elettronica e all'automotive", ha aggiunto Segura.

"Con l'aumento della complessità della progettazione dei prodotti e l'impatto della carenza di manodopera, la nostra cella di lavorazione e il nostro software di lavorazione possono consentire alle aziende di trasformare la loro produttività anche nelle attività più complesse".

OmniVance FlexArc Compact è una delle ultime offerte del nuovo marchio OmniVance di ABB, che unifica tutte le celle applicative standardizzate di ABB. Combinando robot, pinze, controller, software e altri componenti in un'unica soluzione specifica per l'applicazione, le celle OmniVance richiedono un minimo sforzo di integrazione e riducono il potenziale di errore. Il design standardizzato delle celle OmniVance, unito all'impronta globale di ABB, garantisce cambi rapidi, facilità di espansione e assistenza tempestiva.
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 15 luglio 2022
News

Sensore di pressione WIKA per veicoli a idrogeno

A causa della richiesta da parte dei clienti di maggiore sicurezza, ecocompatibilità, prestazioni ed efficienza, i costruttori di macchine da lavoro...

Le 3 Public Company di General Electric: più focus su Energia, Healthcare e Aviation

Lo scorso autunno, GE ha annunciato l'intenzione dividersi in tre aziende indipendenti e quotate in borsa per seguire con maggiore focus vertical...

IPCEI idrogeno: sei le imprese italiane finanziate con oltre 1 miliardo di euro

Sono sei le imprese italiane partecipanti al primo IPCEI sull'idrogeno che ha ottenuto il via libera della Commissione europea al finanziamento di 5,4...

Decarbonizzare il trasporto stradale con le tecnologie a idrogeno: tutti i vantaggi e la situazione attuale in Italia

Decarbonizzare i trasporti stradali per mezzo di tecnologie a idrogeno è uno dei fattori principali per ridurre le emissioni di gas serra. L'Unione...

Terna e Pirelli insieme per lo sviluppo della mobilità sostenibile

Terna è la prima società in Italia ad adottare su scala nazionale il progetto "CYCL-e around" di Pirelli per incentivare la mobilità sostenibile...

Schneider Electric rinnova le soluzioni di gestione dei motori

- Un approccio olistico migliora l'efficienza e riduce i costi per prescrittori, quadristi, gestori di impianto, costruttori di macchine e contractor...

Snam ed Edison firmano accordo per lo sviluppo congiunto di progetti Small-Scale LNG in Italia

- L'obiettivo è fare leva sulle infrastrutture e sulle competenze delle due aziende per contribuire alla decarbonizzazione dei trasporti e delle...

Siemens e NVIDIA insieme per abilitare il metaverso industriale

- Un'estesa partnership che intende trasformare il settore manifatturiero offrendo esperienze immersive lungo tutto il ciclo di vita produttivo - Le...

Enel X sigla un accordo con Ferrari e si conferma leader della transizione energetica e dell'elettrificazione dei consumi

Aumentare il livello di autoproduzione di energia diminuendo la quota di emissioni di CO2 in atmosfera avviando un percorso virtuoso sul piano...

Utilizzare il sistema MES per la fabbricazione di prodotti in legno - Skkynet

Caso d'uso DataHub: un produttore di recinzioni in legno in Nord America utilizzava OPC come protocollo di comunicazione dati per collegare il suo MES...

Energia: con IPCEI idrogeno a ENEA 52 milioni di euro per supporto a filiera industriale

Approvazione da parte della Commissione Ue del primo progetto IPCEI sull'idrogeno, che prevede un finanziamento di oltre 1 miliardo di euro all'Italia...