Articolo

Nuove opportunità per le pompe di calore elettriche

- Processo di digitalizzazione

- Smart Grid e Smart Heat Pump

- Il piano nazionale integrato per l'energia e il clima

- Apertura verso il freddo

- Il settore industriale La Pompa di Calore (nota anche con l'acronimo PdC) è da diversi anni considerata una delle tecnologie più promettenti nel settore della climatizzazione degli ambienti, siano essi residenziali, industriali o terziario.

Ma solo in tempi recenti (indicativamente negli ultimi 5 anni) si è giunti ad un riconoscimento generalizzato dei vantaggi generati dall'incremento delle installazioni di pompe di calore alimentate elettricamente.

Analisi recenti mostrano come la penetrazione delle PdC sia però concentrata prevalentemente sul mercato residenziale dei nuovi edifici; la diffusione della tecnologia è invece più contenuta proprio nel segmento che offre il maggiore potenziale di crescita (soprattutto in considerazione della congiuntura attraversata dal mercato delle costruzioni) ossia quello degli edifici esistenti e delle infrastrutture industriali non direttamente coinvolte nel processo produttivo.

Il più grande successo di questa tecnologia è certamente rappresentato dall'essere stata inserita nel Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC). In esso la PdC assume un ruolo particolarmente importante e fondamentale, quello di tecnologia chiave per il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione, di produzione di energia rinnovabile, di efficienza energetica e di lotta ai mutamenti climatici, pertanto i produttori e tutti gli operatori del settore dovranno assumere la piena consapevolezza del ruolo loro assegnato dal nostro Paese e dall'Europa.

Partiamo dalla constatazione che la produzione di energia elettrica stia subendo una vera e propria "rivoluzione": si passerà da una produzione da poche grandi centrali, soprattutto termoelettriche alimentate a gas metano, mediamente di grandi dimensioni energetiche (potenza di circa 1000 MW), a centinaia di migliaia di centri di produzione di energia rinnovabile elettrica da fotovoltaico, eolico, mini idroelettrico e biogas.

Ciò implica un profondo mutamento, che deve comportare un uso intelligente della rete elettrica infrastrutturale e di quella di distribuzione a livello locale.

In mancanza di questo ripensamento profondo, si correrebbe il rischio di un collasso del sistema di fornitura elettrica alle utenze civili e industriali con seri rischi di incidenti e di black out.

L'energia elettrica da fonti rinnovabili è per di più, allo stato attuale, largamente non programmabile; pertanto la sua priorità di dispacciamento (attività che consiste nel mantenere l'equilibrio tra offerta e domanda di energia elettrica) è elemento ancora indispensabile almeno fino a che non si perverrà ad una consistente possibilità di accumulo.

Di qui la necessità di elaborare sistemi "smart" sempre più sofisticati: smart city, smart grid, smart meter, ma vi si potrebbe aggiungere anche Smart Heat Pump.

Continua nell'Articolo in PDF
Massimo Gozzi - La Termotecnica - https://www.latermotecnica.net
Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
La Termotecnica giugno 2022
Ultimi articoli e atti di convegno

Hybrid solutions for onboard generation in pleasure boats

(In lingua inglese) L'utilizzo di innovativi sistemi di generazione elettrica è una delle soluzioni per ridurre le emissioni inquinanti ed acustiche...

Interazione di scie in parchi eolici offshore con condizioni di vento derivate dalla mesoscala e onde marine

Si riporta uno studio sull'interazione scia-rotore tra due turbine eoliche offshore, modellate usando la teoria della linea attuatrice ed operanti in...

Oltre 90 anni di tecnologia e qualità made in Italy

Mingazzini si conferma un punto di riferimento nel panorama internazionale grazie a efficienza, sicurezza e supporto customizzato che ne...

Lo Studio ENEA sulle "Azioni per la riduzione del fabbisogno nazionale di gas nel settore residenziale"

Nell'attuale scenario geopolitico ed economico, il risparmio e l'uso efficiente dell'energia ricoprono un ruolo sempre più strategico. A livello...

Energia ed economia circolare nell'industria

Razionalizzazione dei processi produttivi e riutilizzo dei materiali a fini energetici sono due aspetti strettamente legati alla economia circolare,...

Facile & Applicazione

Il progetto Facile nasce da una visione; quella di creare un sistema adatto a semplificare il commissioning ed allo stesso tempo rendere più...

Mazzucchelli 1849: efficienza e sostenibilità con trigenerazione e solare FV

Mazzucchelli 1849, storica azienda del territorio di Varese specializzata nella produzione di semilavorati di acetato di cellulosa, progredisce...

Manutenzione Industriale: Tecnologie Wireless, AI e Machine Learning tre domande a Marco Vescovi di M.V. Industrial Group

In occasione della mostra convegno MCMA in programma il prossimo 26 e 27 ottobre a Veronafiere, appuntamento di riferimento per i professionisti della...

Strumentazione: efficienza e qualità produttiva industriale - tre domande a Gianantonio Favalessa di Ital Control Meters

In occasione della prossima XV edizione di SAVE, in programma il 26 e 27 ottobre a Veronafiere, appuntamento per i professionisti dell'Automazione...

Ritorna la grande manifestazione italiana dedicata a Manutenzione e Asset Management

Torna, naturalmente in presenza, MCMA, Mostra Convegno della Manutenzione Industriale e Asset Management, in programma il 26 e 27 ottobre a...

SAVE 2022 (26-27 ottobre, Veronafiere) - Ritorno al futuro: 4.0, Cobot, Automazione e Tecnologie Additive, Predittiva

Si preannuncia davvero importante la prossima edizione di SAVE, Mostra Convegno delle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione,...