News

Rigenerazione urbana, Cattaneo: dati positivi Lombardia, incremento del 30%

- Dati bonifiche rigenerazione urbana Lombardia

- Percorso virtuoso

- Chi inquina paga

- Tecnologie innovative per rigenerazione urbana Lombardia "In Lombardia le bonifiche si fanno e i dati parlano chiaro. Alla fine del 2021, il numero totale dei siti censiti in Lombardia nella banca dati regionale AGISCO ammonta a circa 6.100, di cui 2.829 bonificati, 1.006 potenzialmente contaminati e 1.021 contaminati.

Dal 2007 sono raddoppiati i siti bonificati e quelli per cui è stata verificata la non contaminazione. Negli ultimi 7 anni sono maggiori i procedimenti conclusi rispetto ai procedimenti aggiunti".

Lo afferma l'assessore regionale all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, che ha partecipato al convegno al convegno 'Rigenerazione urbana e gestione sostenibile delle bonifiche in Lombardia', organizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Geologi, la Fondazione Centro Studi e l'Ordine nazionale dei Geologi, a Palazzo Pirelli.

Dati bonifiche rigenerazione urbana Lombardia
In termini di estensione, il territorio complessivamente interessato dai procedimenti corrisponde a circa 10.650 ettari (approssimativamente lo 0,4% dell'intero territorio regionale); di questi circa 2/3 sono relativi ai siti con procedimento in corso mentre i restanti sono relativi a siti per i quali è stato concluso positivamente il procedimento (bonificati o non contaminati).

Percorso virtuoso

"Rispetto al 2012 - ricorda l'assessore Cattaneo - i dati confermano un incremento di oltre il 30% nel numero complessivo di siti censiti (dai 4.465 siti del 31.12.2012 ai 5.915 al 2020, sino ai 6.138 a fine 2021), con un aumento molto significativo dei siti bonificati (ovvero siti che hanno completato l'iter di bonifica e sono stati certificati) con un incremento complessivo del 202%".

Chi inquina paga

"Quando si parla di gestione sostenibile delle bonifiche - spiega l'assessore Cattaneo - si deve pensare non solo alla sostenibilità ambientale, ma anche a quella economica. Non può essere valido il principio che il privato inquina e il pubblico debba poi bonificare.

Le risorse pubbliche sono di tutti, quindi i costi della bonifica devono rimanere in capo a chi ha inquinato o a chi vuole valorizzare un'area inquinata. Il pubblico deve intervenire solo dove ci sono emergenze di natura sanitarie e ambientale gravi, e poi deve rivalersi sul privato".

Tecnologie innovative per rigenerazione urbana Lombardia

"È importante - rimarca Cattaneo - inoltre sviluppare nuove tecnologie, meno impattanti e più innovative. Oggi la maggior parte delle bonifiche avviene ancora con l'asportazione del suolo, la rimozione dei rifiuti dai siti contaminati e la loro ricollocazione altrove. Questa non è la modalità migliore nemmeno dal punto di vista ambientale.

Ci sono molte forme di bonifica che possono essere fatte in situ e noi dobbiamo spingere anche affinché vengano approvate norme nazionali. Fondamentale l'uso di tecnologie innovative in situ nella prospettiva della rigenerazione urbana".
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 05 agosto 2022
News

Agricoltura: ENEA nel progetto TRAS.IRRI.MA per irrigazione smart in Basilicata

Sistemi smart di irrigazione capaci di 'dialogare' con l'agricoltore, sensori hi-tech per il controllo da remoto dell'umidità del terreno e un...

L'impianto di produzione di idrogeno presso la centrale idroelettrica di Wildegg-Brugg procede a gonfie vele

Axpo sta progettando un impianto per la produzione di idrogeno presso la centrale idroelettrica di Wildegg-Brugg, che ci si aspetta produca idrogeno...

Grand Hotel et Des Palmes di Palermo: ospitalità e turismo più sostenibili grazie all'accordo con Enel X

- Grazie a una piattaforma ad hoc predisposta da Enel X, Mare Resort, l'azienda leader del settore turistico-alberghiero, potrà monitorare...

Sensore di pressione WIKA per veicoli a idrogeno

A causa della richiesta da parte dei clienti di maggiore sicurezza, ecocompatibilità, prestazioni ed efficienza, i costruttori di macchine da lavoro...

Le 3 Public Company di General Electric: più focus su Energia, Healthcare e Aviation

Lo scorso autunno, GE ha annunciato l'intenzione dividersi in tre aziende indipendenti e quotate in borsa per seguire con maggiore focus vertical...

IPCEI idrogeno: sei le imprese italiane finanziate con oltre 1 miliardo di euro

Sono sei le imprese italiane partecipanti al primo IPCEI sull'idrogeno che ha ottenuto il via libera della Commissione europea al finanziamento di 5,4...

Decarbonizzare il trasporto stradale con le tecnologie a idrogeno: tutti i vantaggi e la situazione attuale in Italia

Decarbonizzare i trasporti stradali per mezzo di tecnologie a idrogeno è uno dei fattori principali per ridurre le emissioni di gas serra. L'Unione...

Terna e Pirelli insieme per lo sviluppo della mobilità sostenibile

Terna è la prima società in Italia ad adottare su scala nazionale il progetto "CYCL-e around" di Pirelli per incentivare la mobilità sostenibile...

Schneider Electric rinnova le soluzioni di gestione dei motori

- Un approccio olistico migliora l'efficienza e riduce i costi per prescrittori, quadristi, gestori di impianto, costruttori di macchine e contractor...

Snam ed Edison firmano accordo per lo sviluppo congiunto di progetti Small-Scale LNG in Italia

- L'obiettivo è fare leva sulle infrastrutture e sulle competenze delle due aziende per contribuire alla decarbonizzazione dei trasporti e delle...

Siemens e NVIDIA insieme per abilitare il metaverso industriale

- Un'estesa partnership che intende trasformare il settore manifatturiero offrendo esperienze immersive lungo tutto il ciclo di vita produttivo - Le...