Video - Energia Termica

Video Webinar L'efficienza energetica tramite la misura della dispersione termica nelle linee di riscaldamento

L'impiego di misuratori di portata ed energia termica ad ultrasuoni clamp-on permette di misurare la dispersione termica e di conseguenza intervenire per migliorare l'efficienza energetica anche in luoghi dove non é possibile utilizzare altre tecnologie di misura

Video Webinar La cogenerazione nel settore alimentare: una leva competitiva

Perché la cogenerazione può essere considerata come una risorsa a favore della competitività nell'industria alimentare? I benefici vengono illustrati da un diagramma energetico. Tra i case study che ci vengono mostrati troviamo la scelta di O.R.T.O. Verde per un presente di successo e un futuro responsabile. O.R.T.O ha scelto CGT perché è stata in grado di integrare nell'ambito di fornitura tutte le esigenze dell'azienda, di scegliere tecniche su misura e ha fornito tutte le garanzie del caso. La raccolta e il conferimento, la selezione e il lavaggio, la cottura, la surgelazione, il packaging e lo stoccaggio e la spedizione sono le fasi del processo produttivo e apporto energetico solo chp (ex-post) di O.R.T.O. 63% è la produzione di energia elettrica al fabbisogno, 61% è l'energia termica e 36% è il risparmio economico in bolletta energetica. La scelta di Princes per una produzione sostenibile e un futuro responsabile è il secondo case study che ci viene presentato: CGT è partita dal puntuale studio dei vettori energetici dello stabilimento sviluppando un progetto personalizzato individuando la migliore taglia del sistema cogenerativo. CGT ha permesso all'azienda di accedere al meccanismo dei Certificati Bianchi in corso di revisione nel 2021. Qui il processo produttivo e apporto energetico chp è composto dalle fasi lavaggio, triturazione, scottatura, raffinazione, sterilizzazione, raffreddamento confezionamento e packaging e stoccaggio. 38% è la produzione di energia elettrica al fabbisogno, 5% è l'energia termica e 7,4% è il risparmio economico in bolletta energetica. La scelta del Pastifico Felicetti è il terzo case study. Cgt ha realizzato un nuovo stabilimento produttivo con 4 nuove linee da realizzare in 2 step temporali e un progetto personalizzato integrando le esigenze del cliente: un impianto di cogenerazione suddiviso su 2 genset per rispettare le tempistiche di sviluppo. Ha infine rispettato i tempi stretti di realizzo imposti da Felicetti. Ancora una volta a cambiare sono le fasi del processo produttivo pur restando i vantaggi dati dal 63% di produzione di energia elettrica al fabbisogno, dal 35% è di energia termica e dal 26% di risparmio economico in bolletta energetica: miscelazione grani, gramolatura, impasto, trafilatura, essicazione e packaging. Quali sono i vantaggi dell'energy report CGT? Il monitoraggio della produttivà dell'impianto per cominciare, l'analisi della redditività, l'archivio dati energetici e gli indicatori delle prestazioni sintetici e rappresentativi. L'intervento della azienda termina con un cenno al report energetico, alle prestazioni e alla produzione e alle proiezioni. Le sfide per il cliente vengono rappresentate dal revamping dell'impianto, dall'ottimizzazione energetica e dalla conduzione con garanzia di prestazioni.

Video Webinar Cogenerazione: come ridurre costi e emissioni nel Food & Beverage, la produzione di alimenti e bevande

La cogenerazione è il processo della produzione contemporanea di energia meccanica e di calore. Centrica è andata a trattare l'argomento durante l'ultimo mcTER Web Edition, Efficienza energetica per l'Alimentare. Partendo dall'obiettivo principale che si pone un audit energetico, ovvero quello di identificare eventuali sprechi di energia e di individuare le aree di possibili di intervento per migliorare i livelli di efficienza energetica, l'azienda leader nel mercato del food and beverage è andata ad illustrare il suo progetto: Ci viene indicato inizialmente quante sono le ore che il mercato del food and beverage impiega nella produzione, il consumo di elettricità annuo e quello di gas naturale. Il fabbisogno energetico tiene conto dei costi di approvvigionamento, ovvero i costi di consumo di energia elettrica e quelli di gas naturale. Il fabbisogno di energia elettrica ci viene presentato con una curva ordinaria, una curva di carico ordinaria e una curva di carico cumulata. La soluzione è un impianto di cogenerazione E1165. Ne vengono indicate le performance: la potenza elettrica, la potenza termica camicie, la potenza termica fumi e la potenza gas ingresso. Inoltre, ci viene detto quante sono le ore di funzionamento di un cogeneratore, le ore equivalenti, le ore totali e le ore a pieno carico. La logica del suo funzionamento ci viene mostrata con uno schema mentre immagini differenti vanno ad illustrare il progetto. Una certa energia elettrica netta prodotta dall'impianto, una percentuale del fabbisogno di energia elettrica soddisfatto e una del fabbisogno di energia termica (mcTER Web Edition Biometano/Biogas/Biocombustibili) soddisfatto rientrano tra i risultati energetici attesi. Essendo l'azienda sostenibile per l'ambiente, business sostenibile e sostenibile economicamente, si aspetta impatti energetici e ambientali di un certo spessore.

Trinum e Turbocaldo: concentriamo il sole con la massima efficienza

Gli impianti solari termodinamici, noti anche come impianti solari a concentrazione, sono una tipologia di sistemi che sfruttano, come fonte energetica primaria, la componente termica dell'energia solare attraverso tecniche di concentrazione e relativo accumulo. Trinum e Turbocaldo, sistemi a parabola di circa dieci metri quadrati, che inseguendo il sole ne riflettono i raggi; il primo per la produzione di energia elettrica (1kWe) e termica ( 3 kwt) e il secondo per la produzione esclusiva di energia termica. TURBOCALDO H24 - di recente realizzazione- integra il sistema con una caldaia a biomasse che garantisce la produzione continua di energia termica.