Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Lorenzo (An)

Flessione Fune Acciaio

Recommended Posts

Lorenzo (An)

Su una fune d'acciaio diametro 6 mm. di lunghezza 9 mt. tesata fra muro e muro, devono essere appese due plafoniere stagne in policarbonato ciascuna con due tubi fluorescenti 36W.

Le plafoniere verranno distanziate fra loro il giusto, per ottenere una diffusione della luce uniforme più o meno per tutta la larghezza dei 9 mt.

Anche ammesso di essere bravi a tendere la fune a regola d'arte, è prevedibile che una volta appese le plafoniere si abbia una flessione della fune.

Stimando un peso di circa 2,5/3 kg per ognuna delle due plafoniere, avrei bisogno di sapere di quanto la fune si fletterà; da questo dato infatti dipende l'altezza di installazione degli occhielli per l'aggancio della fune. Ringrazio chi vorrà cimentarsi in questo calcolo ingegneristico; io non ho la preparazione per farlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

click0

tendicavo da entrambe le parti e occhio che non si sfilino gli occhielli dal muro

Share this post


Link to post
Share on other sites
bypass

Ringrazio chi vorrà cimentarsi in questo calcolo ingegneristico; io non ho la preparazione per farlo.

Ma quali calcoli per 9 metri di cavo d'acciaio ...mica devi progettare un ponte ?? Dipende tutto da quanto metti in tensione il cavo .

Il 6mm dovrebbe avere un punto rottura di oltre 2000 kg. Dopo che hai appeso le plafoniere , tiralo fin che puoi e vedrai che va quasi dritto.

Attenzione : prendi dei tiranti robusti , e occhio che ti scappano i tasselli dal muro , perciò metti tasselli grossi e robusti .

Non esagerare con la tensione del cavo ,,lascia un po di margine per i cambiamenti di temperatura , e terremoti .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo (An)

No, no, forse non mi sono spiegato bene, ma non è che mi interessasse il carico di rottura.

Riformulo diversamente: volendo posizionare le due plafoniere in modo che risultino ad un'altezza "x" dal piano di lavoro, di quanto dovrò tenermi più in alto con il fissaggio degli occhielli per tenere conto della flessione che presumo la fune subirà al centro? 10 cm? 30 cm? Se non si flette, tanto meglio, allora sarà zero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

per quanto ne so io , anni fa esisteva l'abaco Colonnetti che era un diagramma studiato da tale tizio, diagramma con cui venivano calcolate le frecce dei cavi tesi fra un palo o traliccio ed un altro . Era usato da chi realizzava linee elettriche aeree ma parliamo di tesate enormemente più lunghe....

per esperienza personale ti direi che se ben tirata la freccia sarà dell'ordine dei 10 cm

come suggerito puoi usare dei tenditori , io mi ero preso al tempo il tirvit , un aggeggio con leva e due morsetti a rana..che non si usava per nuotare :superlol: ma usavi l'anello a muro per agganciarlo e tirando ti teneva in tensione il cavo in acciaio , il tempo di montargli i morsetti

Se il lavoro lo fai in estate, sfrutta una bella giornata di sole, tieni il cavo qualche ora sotto un sacco nero, che sia bello caldo..... e alla sera un minimo si tenderà da solo

Buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites
archimede57

La freccia di posa nel caso in esame e anche nel caso di linee elettriche che usano la fune di tiro in acciaio oltre che a considerare il carico di rottura della fune in base al peso applicato considerano la temperatura di posa, gli ancoraggi e l'ambiente di posa.

Come ti è stato scritto e come hai ipotizzato per il tuo caso la freccia di posa con carico applicato io la regolerei con circa 10/15 cm.

Per il peso applicato si deve cosiderare anche i cavo, se in ambiente esterno la temperatura potrà farti variare la freccia.

L'importante nel tuo caso sono gli ancoraggi. Per la distanza da terra ovviamente sarà di tipo variabile, questa dipende dalla dilatazione termica dell' acciaio.

Esistono tabelle di tiro per le linee elettriche ricavate da una srie di considerazioni e di calcoli matematici complessi, le ditte che posano conduttori per l'ENEL e la stessa ENEL ha queste tabelle ma da quelle risalire al tuo caso non ne vedo la possibilità pratica.

Sul manuale del Perito di qualche anno fa avevo visto trattare l'argomento ma naturalmente riferito a linee lunghe parecchie decine di metri..........

un ciao a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Benny Pascucci

Le considerazioni svolte da chi mi ha preceduto sono corrette.

La freccia della catenaria è direttamente proporzionale al peso specifico del materiale e alla sua lunghezza al quadrato ed è inversamente proporzionale al tiro agli appoggi.

Ovviamente quest'ultimo non può essere grande a piacere, ma dipende dal carico di rottura della corda e dai due occhiellii d'estremità, nel senso che se tiri troppo rischi di spezzare il filo, ma ancor prima di far sfilare i due tasselli dal muro.

Confermo che essendo molto piccola la luce e irrisorio il peso delle due plafoniere, con un tiro non eccessivo la freccia è pressocché nulla.

Se vuoi divertirti a fare qualche calcoletto, googla "freccia catenaria" e scarica il primo documento in formato doc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...