Tutte le attività

Questo flusso aggiorna in automatico   

  1. di un'ora fa
  2. Buonasera a tutti sto cercando qualche consiglio al mio problema sulla caldaia. Ho notato che da un po' di tempo quando apro i rubinetti della acqua calda ci mette molto tempo a riscaldarsi con conseguente spreco di decine di litri di acqua. La pressione è circa a 1.5 bar. Inoltre se apro poco il rubinetto l'acqua resta fredda o appena appena tiepida (e la fiamma non parte) e devo per forza aprirlo tutto perchè con lentezza arrivi calda (la fiamma parte). Mi pare di capire che su alcuni rubinetti il difetto si vede maggiormente puo' darsi? Parlando con amici qualcuno di ha detto che potrebbe essere lo scambiatore da pulire ma sicuramente ci sono persone piu' esperte. Grazie mille a tutti per i consigli.
  3. Ciao sx3me. Anzichè commentare un esempio che,per quanto "strampalato" possa essere, è pur sempre un esempio,come,prontamente,fatto notare dall'autore, astieniti dallo scrivere volgarità nei confronti degli altri utenti. Attieniti al solo intervento prettamente tecnico, senza aggiungere altro.
  4. a pile funziona?
  5. L'idea è gestire con una funzione leggendo la tensione di batteria e confrontandola con il valore di fine scarica impostato prima di iniziare il ciclo. Avevo pensato al partitore, dovrei usare resistenze di elevato valore ohmico per evitare di falsare la lettura di corrente introducendo altre resistenze in parallelo al carico.
  6. se intravedi l'immagine in controluce il problema è sulla retroilluminazione. E' un led o ccfl?
  7. Dalla tastiera ha solo il tasto funzione più e meno canale e volume e. Memo Nient'altro purtroppo
  8. Una Miele base, da 7 o 8 kg. Se la usa spesso e vuole una macchina che duri, sia affidabile e lavi bene, allora questa è la scelta. Modello WDB030 o WDD030. Costano sulle 800 euro.
  9. @ Electroplc Non ti preoccupare: capita! ;-)
  10. Veramente, sei tu che dovresti informarti un po' meglio; il parametro in questione è proprio nei menu delle Nuos che tu idolatri ogni momento.
  11. Il magneto proteggec la linea non i carichi. Guarda la sezione dei cavi. 15A con 2.5 mm2. Apri il centralino.
  12. Buongiorno a tutti, vi contatto perché avrei bisogno di un vostro parere, dal momento che è la prima volta che ho a che fare con dei "slave dimmer" Finder 15.11. Tre dei dimmer in questione sono stati collegati ad un sistema di Home automation, ed è stato verificato che quest'ultimo fornisse le corrette tensioni nell'intervallo 0-10 V, a seconda di ciò che veniva impostato; quando è stato però effettuato il cablaggio con fase e neutro, sono comparsi dei voltaggi "strani" sui morsetti di comando (circa 0 V per primi due dimmer e circa 11 V sul terzo, per quanto ricordo). Temendo di danneggiare il sistema di controllo, si è provveduto a scollegare immediatamente quest'ultimo, lasciando i dimmer connessi solo a fase e neutro; in queste condizioni, la tensione tra i morsetti +Yin e -Yin risulta è risultata nell'intervallo 11.15-11.19 V. Vi chiedo quindi: è normale che vi siano questi 11 V tra i morsetti di comando +Yin e -Yin senza che nulla sia collegato? Posso cablare il sistema di controllo, o rischio di bruciare qualcosa? Grazie in anticipo!
  13. Oppure senza resettare vai nel menu servizio e disattivi "shop mode"
  14. Mi ero dimenticato ...
  15. Scusami ma non capendone molto di questi argomenti,vorrei sapere se mi conviene aggiustarlo o meno,non conviene ?
  16. Il disegno non è mio e l'ho preso dal web, è l'unico che ho trovato che in una sola immagine fa vedere l'angolo fisico del disco (nel caso specifico 41°) di una parabola con offset di 22°. Da qui, l'esigenza di sommare l'inclinazione fisica del disco all'angolo di offset 41 + 22 = 63 che è poi l'effettivo puntamento.
  17. Grazie, immaginavo non fossero tutte rose e fiori....... Nella situazione che vi ho illustrato di mia Madre, che soluzione e modello conisgliate? Grazie Ale
  18. @ Electroplc Non ho più visto alcun messaggio, per cui ho ordinato due ABB ESB 20-11; speriamo facciano il loro dovere... ;-) @ patatino59 Capisco benissimo che cosa vuoi dire, e ti ringrazio per il suggerimento: mi fa piacere leggere che la mia prima idea poteva andare, tutto sommato. Grazie a tutti coloro che sono intervenuti!
  19. Ecco come la ricevo a Mantova con il mio Alinco, alle ore 18:00 circa del pomeriggio
  20. I colori sono una pura scelta commerciale e non hanno alcun significato. Sino a qualche tempo fa potevi pensare che a distanza, dal colore, si potesse indovinarne il marchio ma oggi ci sono antenne di marche diverse con gli stessi colori.... praticamente una completa inutilità. La prima a costruire biplani e triplani fu la Televes in tempi non sospetti quando il dtt era soltanto un miraggio e che a suo tempo scelse il colore arancione. E, dopo la pessima scelta di Fracarro, le Offel sono ancora oggi le miglori antenne sul mercato del "made in Italy"
  21. Il cancello è un bft phobos n 24 v
  22. Trovate, sono simili alla mia vecchia... http://www.ebay.it/itm/OFFEL-K47Z-ANTENNA-47-ELEMENTI-21-60-/262801767898?hash=item3d3034bdda:g:YmsAAOSw4DJYl1V4 http://www.ebay.it/itm/OFFEL-21-296-R43Z-ANTENNA-PER-LA-RICEZIONE-DEI-SEGNALI-DTT-RANGE-E21-E60-/161969186790?hash=item25b61da7e6:g:aqgAAOSwnLdWtF-k ps: ho notato che su quasi tutti i tetti vicini hanno tipo queste, cambiano i colori..ne vedo due gialle...una bianca ...una verde... mi avevi già detto che i colori non centrano nulla... mi incuriosisce sto fatto dei colori...che senso ha?
  23. Ciao a tutti forse mi potete aiutare. Volevo sapere perché quando avvio la simulazione il merker di clock non blinca?
  24. E' palese che non conosci cio' di cui stai parlando. Oltre i 55 gradi a sola pompa di calore non si va per dei motivi tecnici. Il gas che viene utilizzato (r134a) non permette di salire oltre quelle temperature senza avere perdite di rendimento che ne penalizzerebbero il funzionamento. Non c'e' nessun parametro che limiti il numero di ore di funzionamento. Non sai quello di cui stai parlando e, come spesso accade nelle tue discussioni, i paraocchi non ti permettono di vedere oltre.
  25. ..ops, l'avevo perso, grazie
  26. allora, oggi per far funzionare il telefono servono solo due fili, bianco e rosso. in passato se ne usavano tre (in realtà 4, ma due collegati insieme allo stesso polo) perchè uno serviva per il ritorno della linea: in passato gli impianti erano in serie e quindi il polo in basso era il ritorno per l'apparecchio successivo. tieni conto che però questo telefono, seppur bello, difficilmente lo potrai usare su una linea di oggi perchè la stragrande maggioranza delle centrali non supporta più la selezione a impulsi, ma solo a toni (DTMF). in caso tu voglia lo stesso mettere il plug rj-11 usa solo i fili collegati ai 2 poli vicini della spina, isolando il terzo.
  1. Carica altre attività