Vai al contenuto

Tutte le attività

Questo flusso aggiorna in automatico     

  1. di un'ora fa
  2. olometabolo

    Riciclare transistor

    devi semplicemente cercare il datasheet del componente tramite il suo nome In alternativa per una decina di € trovi i testa componeneti che ti dicono di che tipo di transistor si tratta e qualche informazione di base
  3. Ieri
  4. Salve a tutti, è un pezzo che non vi scrivo, non sono un esperto e non capisco se vi sto per fare una domanda stupida o da un milione di dollari. Esiste un sito semplice di comparazione dei transistor? Mi spiego, nella mia zona non ci sono negozzi di elettronica il piu vicino é a 20km io non riparo tv per lavoro ma mi diverto a metterci mano, ora resistenze e condensatori é facile ma per i transistor mi trovo un po arreso, non posso comprare on-line un transistor ogni sei mesi mi costa piu di spedizione che di pezzo. La guida che ho trovato qui (tradotta con google) non é molto chiara e mi domandavo se posso reciclare qualche vecchio pezzo , ma come in maniera certa e veloce? Grazie
  5. edgar78

    caldaia SAECO INCANTO 021Y

    Come si fa la verifica di dispersione verso massa?
  6. Adelino Rossi

    monitoraggio consumo spazzole

    Nei collegamenti con spazzole va considerato e schedato anche lo stato fisico degli anelli, le vibrazioni meccaniche della macchina e il tipo di spazzole, costruttore, mescola durezza, ecc, ecc. Se si tratta di ricerca lunga nel tempo si dovrebbe avere un congruo numero di spazzole di una unica partita di fornitura, stessa mescola e tecnica costruttiva. Posizione fisica di montaggio e stato delle singole molle pressore. Da registrare inoltre le condizioni ambientali e meteo se è all'aperto. Rigorose registrazioni delle attività di manutenzione e di pulizia del vano spazzole. ecc. ecc. Il tipo lavoro non è di sola elettronica e formule ma anche di grande osservazione della situazione operativa. Se poi ti cambiano le spazzole o scartavetrano qualcosa, di domenica senza dirtelo, (tipico dei manutentori) allora il tutto va a farsi benedire.
  7. Dunque, intanto grazie per le risposte. Il differenziale che ho montato è un tipo F,almeno così c'è scritto sopra....preso sui 60 euro sulla rete da un venditore ufficiale di materiale elettrico. Arrivato in una scatola che sembrava originale bticino. Sembra un pezzo originale insomma.... I carichi sempre connessi sono principalmente un frigo,un congelatore ovviamente sempre accesi. Il forno,lavatrice con inverter,asciugatrice a pomps di calore,un alimentatore switching per la domotica,un UPS APC da 300 watt. Questo è il grosso....nulla è cambiato ,ho solo sostituito il differenziale e messo il modulo di auto ripristino...Pensavo anche io che il tipo F fosse all'avanguardia.... Che mi sia sbagliato?.... Grazie
  8. Maurizio.Martini

    Alimentatori inim IPS 12060S e 12060G

    Si, ho letto sul forum dell'altro contenitore. Purtroppo chi mi ha fatto il lavoro non ha lavorato bene per niente. Ho il contenitore della 1050 con una batteria da 7 Ah e un assorbimento di 1 A (a cui aggiungere quello di due sirene esterne e una interna) ed un altro box grande ma purtroppo stretto… non ci sta quella da 17A. In questo secondo box c'e' un altro alimentatore con un carico di 300 mA. A farla corta credo che servirebbero due batterie da 17 Ah, se da norma ci vogliono 24 ore di autonomia. Ho anche un UPS doppia conversione 1,5 KVA per NVR e telecamere, a cui per ora ho collegato anche l'antifurto, ma devo fare verifiche circa l'autonomia di tutto quanto, sto aspettando le batterie nuove per l'UPS. Tra l'altro la centrale d'estate sta a 36-38 °C, quindi l'autonomia e la vita della batteria ne risente molto. Non posso cambiare il contenitore della 1050 perché hanno tagliato tutti i cavi di misura, per metterlo dovrei appoggiarmi a delle Junction box per attestare i cavi, poi spostare sei espansioni ecc, un casino.
  9. Diego Rich

    Problemi Gas Caldaia Vaillant

    Si tratta della testa cromata del bicchiere contenente palline silifos .Me l'hanno montato qualche anno fa quando mi hanno decalcificato la caldaia ogni tanto ci cambio i sali .E' stata proprio in questo ultima occasione che mi sono accorto dei problemi di cui ti sto parlando. Quindi secondo teuna probabile causa potrebbe essere anche il calcare presente all'interno della caldaia ? Sono un po' di anni che non la decalcifico ma ho sempre usato il siliphos di cui ti parlavo ,che mi hanno detto essere anche protettivo delle tubature interne alla caldaia e di conseguenza avendo avuto queste cautele non mi sono più preoccupato di decalcificarla per diversi anni. Secondo te dovrei prendere in considerazione l'idea di un intervento di pulizia della caldaia?
  10. massimiliano.tumini

    smart tv akai AK5022T

    Non ho trovato nulla a riguardo ... Ma sto cercando un modo per portare il tv in recovery mode come se fosse un telefono android.
  11. agoman

    rivelatore di campi elettrostatici.

    circuito fatto bello vero? funziona una meraviglia :-) ce solo la parte del sensore di negativo che fa' accendere il led come se l'involucro si caricasse di particelle e delle volte mi fa' scattare il cicalino, ma comunque penso di eliminarlo dato che nella maggior parte dei casi si utilizza la carica statica positiva devo provarlo sul campo e vedere come si comporta, peccato che con la pila di 9 volt non ci sto' e devo usare una ministilo di 12 volt in stan by assorbe 6mA. IN FUNZIONE 35mA durera' bo vedremo. tutto su misura.
  12. pg123

    smeg st521 - lascia striature azzurrine

    Sì, il detersivo è il solito "tutto in uno" , a dire la verità è difficile trovarne che non lo siano... Hai consigli? Se anche la dose minima di brillantante è troppo, cosa faccio? Lo diluisco con acqua??? il sale l'ho sempre usato, anche perché l'acqua è molto dura (42°), dici che dovrei fare qualcosa di diverso anche riguardo il sale? Grazie
  13. leleviola

    monitoraggio consumo spazzole

    Invece di atteggiarsi a Dott ing. impari a mordersi la lingua perchè come le ha già spiegato Livio Orsini il motore asincrono a spazzole è un particolare motore ormai caduto in disuso proprio per l'avvento dei convertitori di frequenza (inverter) o dei parzializzatori di coppia o soft starter, il motore a spazzole che lei ha citato come motore asincrono a spazzole forse viene ancora usato nei treni per facilitare gli avviamenti ma non certo nelle normali applicazioni industriali dove l'uso delle spazzole richiede costi manutentivi e causa malfunzionamenti frequenti. Il motore asincrono comunemente usato proprio per la sua caratteristica intrinseca non ha spazzole e la regolazione della frequenza possibile con i convertitori di frequenza permette una facile regolazione entro i dati di targa della Coppia e della corrente nominale, l'uso delle spazzole per regolare la corrente di rotore è diventata ormai inutile, come dicevo sopra forse ancora nei treni viene usata tale metodologia ma forse per regolare non la corrente di rotore ma per regolare il numero di coppie polari e quindi regolare progressivamente velocità e coppia
  14. Ciccio 27

    Lavastoviglie Rex It56 non scalda l'acqua

    Se è un modello molto vecchio, quel tappino viene stappato in caso di acqua molto calcarea per aumentare il consumo di sale per l'addolcitore. Almeno credo...
  15. ROBY 73

    Impianto DTT da rifare?

    Ciao folagana, in attesa che "passino di qui" i più esperti di me, oltre a tutte le preziose informazioni che ci hai dato (finalmente qualcuno che descrive più o meno tutto alla prima richiesta) riesci a dirci anche il tipo di cavo (dovrebbe essere stampato, anche se credo sia dell'era del segnale analogico) e l'articolo preciso di tutte le prese TV a muro? Questo non è un grossissimo problema, certo se i cavi fossero separati dall'impianto elettrico sarebbe sicuramente meglio, ma se è costruito per supportare una tensione di 400V ed ha una buona schermatura, non "muore nessuno", male che vada lo cambi tutto anche quello, anzi è consigliabile visto che sei intenzionato a fare un BEL lavoro. Casomai posta anche qualche foto se riesci. @snipermosin, che sia passato lo zio Enzo da quelle parti?
  16. Ciccio 27

    smeg st521 - lascia striature azzurrine

    Il detersivo è multifunzione? Allora sei in eccesso di brillantante: o passi al detersivo tradizionale (e ricominci ad usare il sale, sempreché già lo usi perché hai l'acqua molto calcarea), oppure aspetti che il brillantante finisca. Io uso proprio quel brillantante perché è a base di alcool e acido citrico, tutto naturale. Non fare intrugli "della nonna", lascia stare: il brillantante deve avere un'azione tensioattiva, non anticalcare.
  17. Non credo agli occhi.. 😎 E serigrafato AC.? I 10mA nulla.. Di particolare, era un estratto di ragionamento. Pensavo a qualche dispersione continua.. Che si somma ad una presunta in conseguenza delle scariche atmosferiche. Quel prezzo mi pare spropositato. Aspetto lumi anche dagli altri former.
  18. Maurizio Colombi

    Punto luce

    Ma quando mai!!!!!!
  19. Ciccio 27

    Cestello lavatrice Indesit wa8 rotto

    Quella vasca a ricambio del link non ha un cestello corrispondente all'originale, però... A me non convince, sarà termosaldata. Riparerei la vecchia.
  20. Pasquale Vecchione

    ISTALLAZIONE CANCELLO CAME

    Grazie
  21. ROBY 73

    ISTALLAZIONE CANCELLO CAME

    Armati di tester nastro e pennarello per segnare i fili e soprattutto di tanta pazienza per rintracciare tutti i fili. Prova a collegare il tutto e poi se c'è qualcosa che non va, chiedi pure.
  22. adrobe

    vaillant vcw 282 e

    se è il vaso va a finire nel vaso fino ad un certo punto, poi si ferma con sbalzi di pressione notevoli se è lo scambiatore si asciuga sulle alette sottostanti quindi prima cosa da fare è vedere il primario da sotto...tracce verdo-azzure?
  23. ROBY 73

    APRICANCELLO EUROMATIC Q81A

    Ciao gluxa, non conosco la centrale: http://mygateautomation.com/cgibin/1477491815Q81A_it_03_16_Mg.pdf comunque leggendo un po' il manuale ci sono i trimmer SENS e/o POWER da tarare, i tuoi come sono impostati? Hai letto questa parte? FUNZIONE RILEVAMENTO OSTACOLI - Se il cancello in fase di apertura incontra un ostacolo si ferma e inverte la manovra per 10 cm. - Prova a richiudere automaticamente dopo 30 sec., tenta la richiusura per tre volte poi resta aperto; se è in fase di rallentamento si ferma. - Se il cancello in fase di chiusura incontra un ostacolo si ferma e inverte la manovra aprendosi completamente. - Prova a richiude automaticamente dopo 30 sec.; tenta la richiusura per tre volte poi resta aperto; se è in fase di rallentamento si ferma. - In caso di mancanza di tensione, al ripristino durante la prima manovra dopo il comando di START, non sarà attiva la funzione di rilevamento ostacolo, questo per garantire che venga ripristinata, la corsa totale delle ante. Quindi il tuo come si comporta? Comunque credo che il fatto che le ante non si chiudono totalmente è anche da vedere a che punto della corsa le hai fermate, se fosse in fase di rallentamento è quasi normale, perché si abbassa la tensione e quindi la coppia sul motore, è una sicurezza attiva contro l'eventuale schiacciamento di persone, cose o animali. Inoltre non si chiudono totalmente perché la centrale dopo una rilevazione del'ostacolo deve "ritrovare la corsa naturale impostata". Cosa intendi di preciso per "sistema tampone"? Puoi attivare la funzione di Apertura Pedonale ed aprire una sola anta, il fatto di bloccare l'anta manualmente per non farla aprire in più, NON è una manovra usuale e npn dovrebbe essere fatta, proprio per il fatto che entra in gioco la sensibilità amperometrica, è come se la centrale rilevasse ogni volta un ostacolo. E comunque questa non è la sola centrale ad avere questa sicurezza, anzi, ma quasi la totalità di marche e modelli, proprio per un discorso di sicurezza. Ci puoi dire anche la marca ed il modello preciso dei motori? Grazie Potresti postare un paio di foto della centrale (soprattutto impostazione dei di-switch, dei trimmer e dei led) e dei motori?
  24. folagana

    Impianto DTT da rifare?

    1. Premesso che se fosse per me la televisione e chi l'ha inventata potrebbe andare tranquillamente a cambiare mestiere ma con due bimbi ed una moglie non posso più sentire le continue lamentele. 2. Premessa fino allo switch da analogico a digitale non avevo mai avuto problemi di sorta 3. L'impianto non l'ho fatto io ma un tecnico qualificato (oserei dire un genio)! Vi descrivo prima l'impianto: ubicazione: Milazzo (ME) ripetitore: Monte Trino L'impianto ha una antenna Offel trio+ vecchia di qualche anno (non ricordo, ma ha il dipolo giallo con lo scatolotto scorrevole). L'amplificatore è un Metronic 432169 montato a palo con due uscite per due TV. Una uscita è connessa direttamente alla TV della cucina distante 15 metri dall'amplificatore. La seconda è collegata all'impianto fatto dal super tecnico che è fatto così: ll cavo TV arriva in una cassetta "da solo" dove c'è l'alimentatore, dopo viene smistato nel corrugato insieme alla linea luce o prese in funzione di dove deve andare. Si avete capito non è separato. Al piano terra ci sono 3 prese tutte fatte con i cavi attaccati con nastro isolante (senza ne partitori ne derivatori). Stesso discorso al primo piano, tre prese e tutte derivate con connessioni stile anni 60. Detto questo, il problema è semplice, per 85% del tempo si vede bene il mux della rai, per il restante tempo squadretta. Mediaset si vede bene solo per il 30% ed è inutile anche solo tentare di vedere una soap opera…. Davanti all'antenna ho un tetto di una casa a 15/20 metri alto forse 2 metri più dell'antenna, poi c'è un albero decisamente più alto circa 5/6 metri più alto. Intorno a me altri hanno molti problemi anche con visuale libera. A circa 700/800 metri c'è bel ripetitore per telefonia! Io ho studiato un pochino prima di scrivere e vorrei un vostro consiglio su come operare ma non vorrei partire a 1000 per poi scoprire che il problema è un altro. Io vorrei cambiare antenna e centralino: 1. antenna K95Z offel 2. centralino offel (quale? art. 24-318 LX2/30 V-U oppure art. 28-010 UHF 2 12V) 3. installare un partitore sull'uscita della centralina (art. 27-188 P3-16 DIGIT) per le tre prese al primo piano 4. installare un derivatore al piano terra per le tre prese (art. 27-083 CM3 DIGIT) ho solo un problema non ho modo in alcuni punti (quasi tutti) di avere il cavo TV separato dalla linea prese. Ho alcuni dubbi... 1. mi conviene prima fare qualche prova per scartare eventualmente altri problemi? 2. spostare l'antenna in un posto differente per verificare se il segnale migliora? 3. come faccio a capire se il problema è il ripetitore di telefonia (premesso che già così i componenti dovrebbero essere LTE ready)?
  25. e secondo voi un AC avrebbe un prezzo simile? probabilmente hanno sbagliato a scrivere. e' un tipo F da 30ma. se si guardano i MTD o i puri della ticino la sigla dove in questo caso c'e' F indica in modo univoco la classe di appartenenza del differenziale. cio' garantisce 2 cose: e' immune dagli scatti intempestivi dovuti principalmente a scariche atmosferiche ed e' sensibili a dispersioni fino a 1khz. attualmente nel residenziale il tipo F rappresenta lo stato dell'arte nel campo dei differenziali. per un uso di massa penso che occorrera' qualche anno , poi soppianteranno gli A e gli AC da notare che ormai gli antiperturbazione di clase A vengono sostituiti con il tipo F praticamente da tutti i costruttori. x elettropllc: cosa c'entrano i 10ma?
  26. Fulvio Persano

    smart tv akai AK5022T

    Ciao Rts Acanfora e benvenuto. Non ti accodare ad una discussione non tua. Il regolamento lo vieta. Apri sempre una discussione solo tua.
  27. Innocenti Luca

    monitoraggio consumo spazzole

    Grazie, era proprio quello che cercavo. Quello che voglio fare è un controllo su un motore per uso particolare che andrò ad implementare con Labview e mi serve sapere il suo stato a 360° perciò inserirò altri elementi come accellerometri e sonde termiche.
  1. Carica altre attività
×