Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
metal90

Homeplc.linux

Recommended Posts

metal90

Salve,

Vorrei avere alcune info.

Questa versione programmabile in linguaggi open tipo C++, utilizza tutti i componenti che usa HomePLC programmabile in Ladder (tipo master, ragnetti, luxometri etc...).

I moduli devono essere aggiornati oppure funzionano subito collegando l'hplc programmato in c++ nell'impianto?

Vorrei sapere inoltre se è fornito con classi standard, per le funzioni base?

Edited by metal90

Share this post


Link to post
Share on other sites

smoothhands

Ciao metal90,

l'HomePLC.Linux è composto di due parti: il processore domotico e la macchina linux.

Dato che il processore domotico è praticamente lo stesso della versione Ladder il

dispositivo potrebbe riconoscere senza problemi gli stessi devices del secondo.

Purtroppo, essendo la versione Ladder di gran lunga più venduta, i fondi vengono

prima destinati agli aggiornamenti e al supporto per la versione Ladder che quindi

supporterà sempre gli ultimi firmware disponibili.

Generalmente firmware dell'HomePLC e firmware dei master vanno proprio a braccetto.

La versione Linux supporta la maggior parte dei devices disponibili tranne magari proprio

gli ultimi usciti ed è disponibile una lista con i devices supportati e i firmware consigliati (che

non potranno essere i più recenti).

Quelli da te indicati li supporta tutti: magari non gli ultimi ragnetti con misura della pressione.

Se ci fosse maggiore richiesta di tale processore sicuramente verrebbero destinati più

risorse anche a questo gioiellino.

Viene fornito con librerie (comprese di sorgenti) scritte in c che contengono le funzioni

di interfacciamento verso il processore domotico.

Una per linguaggio di alto livello supportato: c, php, java...

Queste funzioni permettono di accedere ai registri gestiti dal processore domotico e

quindi a tutta la serie di valori resi disponibili dalle sonde e devices vari.

Essendo destinato a chi intende realizzarsi da se il proprio sistema domotico non sono

contemplate librerie domotiche come quelle in ladder per logiche passo-passo, tapparelle

e tutte le funzioni classiche del ladder che inevitabilmente dovranno essere realizzate

con i linguaggi di alto livello.

I moduli generalmente escono di fabbrica con i firmware più recenti e quindi è molto

probabile che tu debba riflashargli il firmware consigliato.

Mi pare che per i ragnetti sia valido proprio l'ultimo disponibile.

Edited by smoothhands

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aleandro2008
Quelli da te indicati li supporta tutti: magari non gli ultimi ragnetti con misura della pressione.

Se ci fosse maggiore richiesta di tale processore sicuramente verrebbero destinati più

risorse anche a questo gioiellino.

solitamente gli upgrade vengono gestiti alla necessità....

come dici tu se alcuni dispositivi con quel processore nessuno li richiede... :wacko:

oltre ai linguaggi C++, Java ecc.. anche la versione linux dovrebbe avere il Ladder in EN61131-3 almeno nel progetto iniziale era previsto...

Edited by Aleandro2008

Share this post


Link to post
Share on other sites
metal90

Non sarebbe meglio dotare il plc di classi già implementate per le funzioni di uso più comune?

Speriamo che qualche distributore fornisca l'hplc.linux con le proprie classi già pronte per le funzioni standard, documentate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aleandro2008
Speriamo che qualche distributore fornisca l'hplc.linux con le proprie classi già pronte per le funzioni standard, documentate.

per lavoro non riesco a programmare in questi linguaggi... direttamente in campo ma se servisse potresti usare qualsiasi classe open

di qualsiasi dispositivo per applicarla anche a questo... in fondo cambia solo la variabile/risorsa mentre il resto è identico...

dico cosi perché per fare degli esperimenti al tavolo qualcosa avevo già provato con successo... :smile:

ma tu smoothhands

non stavi studiando qualcosa del genere?.... non ricordo se era una cosa privata o condivisibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites
smoothhands

Ciao Aleandro.

Anche il Ladder dici? Potrebbe essere interessante... accoppiare due logiche, una di basso livello essenziale

e qualcosa sopra più elaborata.

Io ho i nuovi sensori di presenza e luxmetro da soffitto. A questo punto gli rompo le scatole e gli ordino pure

i nuovi sensori con la nuova rilevazione.

Così pensa gli accidenti che mi mandano... un pò te li piglierai pure te :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
metal90

Ti posso chiedere dove trovare qualche classe open per applicazioni domotiche di base con plc?

Share this post


Link to post
Share on other sites
smoothhands

Si sto sviluppando qualcosa per il mio impianto privato ma da qui a dire che

possa essere già impiegato per impianti in produzione senza batter ciglio

la vedo dura. Poi il tempo a disposizione è quello che è... e allora si va un pò

a rilento.

Se pensi al ladder c'è il programma che viene compilato in microcodice

e un "qualcosa" che lo mette in esecuzione e si preoccupa di tutte le interazioni

e della corretta esecuzione dello stesso.

Con i linguaggi di alto livello tutta questa struttura di base non c'è affatto

e quindi anche se realizzi delle funzioni specifiche copiando dal ladder

poi il programmatore si deve realizzare il collante che tiene insieme il tutto.

Sto cercando appunto di realizzare questo ma se ci metti il tempo e il

fatto che sono in pò pignolo... hai voglia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aleandro2008
un pò te li piglierai pure te

sono abituato... :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
smoothhands

Si potrebbe anche tirare al minimo la struttura di base e realizzare un ciclo infinito...

e dentro questo leggere le variabili/risorse, applicare le funzioni e scrivere le

variabili/risorse.

Più o meno e poi quello che fa il ladder.

A questo punto però è più facile e rapido acquistare la versione ladder e programmarlo così.

É il motivo per cui si vende maggiormente quest'ultima versione.

In effetti la versione Linux è pensata maggiormente per le aziende che puntano a

realizzare il proprio sistema domotico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lnx
On 1/5/2015 at 7:27 AM, smoothhands said:

Ciao metal90,

l'HomePLC.Linux è composto di due parti: il processore domotico e la macchina linux.

Dato che il processore domotico è praticamente lo stesso della versione Ladder il

dispositivo potrebbe riconoscere senza problemi gli stessi devices del secondo.

 

Purtroppo, essendo la versione Ladder di gran lunga più venduta, i fondi vengono

prima destinati agli aggiornamenti e al supporto per la versione Ladder che quindi

supporterà sempre gli ultimi firmware disponibili.

Generalmente firmware dell'HomePLC e firmware dei master vanno proprio a braccetto.

 

La versione Linux supporta la maggior parte dei devices disponibili tranne magari proprio

gli ultimi usciti ed è disponibile una lista con i devices supportati e i firmware consigliati (che

non potranno essere i più recenti).

Quelli da te indicati li supporta tutti: magari non gli ultimi ragnetti con misura della pressione.

Se ci fosse maggiore richiesta di tale processore sicuramente verrebbero destinati più

risorse anche a questo gioiellino.

 

Viene fornito con librerie (comprese di sorgenti) scritte in c che contengono le funzioni

di interfacciamento verso il processore domotico.

Una per linguaggio di alto livello supportato: c, php, java...

Queste funzioni permettono di accedere ai registri gestiti dal processore domotico e

quindi a tutta la serie di valori resi disponibili dalle sonde e devices vari.

 

Essendo destinato a chi intende realizzarsi da se il proprio sistema domotico non sono

contemplate librerie domotiche come quelle in ladder per logiche passo-passo, tapparelle

e tutte le funzioni classiche del ladder che inevitabilmente dovranno essere realizzate

con i linguaggi di alto livello.

 

I moduli generalmente escono di fabbrica con i firmware più recenti e quindi è molto

probabile che tu debba riflashargli il firmware consigliato.

Mi pare che per i ragnetti sia valido proprio l'ultimo disponibile.

 

Scusate se riprendo questa discussione, ma ad oggi i miei dubbi sono i medesimi.

Non sono un elettricista ma un programmatore, ho esperienza con OpenHAB, HomeAssistant, Raspberry, NodeJS, Android, ecc... e per questo la soluzione .Linux mi attirerebbe non poco, nonostante il basso livello del .Ladder offra sicuramente una "solidità" superiore.

 

@Smoothhands

Ho visto il video sul tuo canale Youtube "mono-video", adesso hai un Like in più... :P

Mi sembra di aver capito che hai dovuto modificare OpenHAB per farlo girare correttamente sull'HomePLC ma non ho capito se l'hai resa pubblica o meno...

Ad ogni modo... Com'è la situazione generale sul fronte HomePLC.Linux a distanza di due anni?

 

Grazie mille.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

Mi dispiace, ma il regolamento di PLCForum, vieta espressamente di accodarsi alle discussioni. Specialmente a quelle ferme da parecchio tempo!

Per favore rIproponi il tuo quesito aprendo una nuova discussione.

 

DISCUSSIONE CHIUSA

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...