Jump to content
PLC Forum


RAPO

Dimensionamento Protezioni Inverter

Recommended Posts

RAPO

Buongiorno a tutti,

avrei bisogno di alcune delucidazioni riguardo al dimensionamento dei fusibili/interruttori MT da collegare a monte di un inverter. Se non sbaglio, per via della presenza delle armoniche dispari, la corrente che scorre nella linea che alimenta l'inverter, produce più calore rispetto ad una corrente di pari valore efficace ma priva di tali armoniche. Fatta questa considerazione come faccio a determinare la giusta taglia del mio dispositivo di protezione?

Ringrazio anticipatamente

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Solitamente basta leggere il manuale di installazione, uso e manutenzione.

Il costruttore, oltre allo schema tipico di inserzione, fornisce tutti i dati realtivi ai dispositivi di protezione previsti per l'inverter.

Poi le normative EMC impongono filtri o induttori all'ingresso dell'inverter per bloccare il riversamento in rete di disturbi ed armoniche. Anche per questi dispositivi il manuale riporta i tipi consigliati per rientrare nei parametri EMC.

Da ultimo, ma non ultimo, le protezioni a monte di un inverter hanno il solo compito di proteggere la linea di alimentazione da sovraccarichi e cortocircuiti, e nulla possono per proteggere i semiconduttori dell'inverter.

Le protezioni effettuate con fusibili (consigliato) di tipo FA o MGT, devono essere coordinate con la sezione dei conduttori di alimentazione.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

RAPO

La ringrazio per la sua risposta, ma ho ancora dei dubbi da chiarire.

L'inverter di cui parlo possiede già un filtro in ingresso. Nonostante ciò, non riesco a comprendere per quale motivo la casa costruttrice indichi una taglia del fusibile nettamente più alta rispetto alla massima corrente sopportabile dall'inverter. Nel mio caso la corrente massima citata nei dati targa dell'inverter è pari a 260A mentre il fusibile è da 350A. Questo problema si riscuote sul dimensionamento dell'interruttore generale installato nel quadro di comando e controllo in cui è presente anche l'inverter.

Link to comment
Share on other sites

RAPO

Anche l'interruttore generale dovrà essere sovradimensionato? Di quali dati dovrò tenere conto (per quanto riguarda l'inverter) per effettuare il giusto calcolo della potenza totale del quadro al fine di determinare la taglia dell'interruttore a monte?

Ancora grazie!

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

La corrente d'ingresso dell'inverter è maggiore della corrente resa, perchè ci sono le perdite; poi bisogna considerare i sovraccarichi ammessi dalla macchina.

Il manuale dovrebbe comunque riferire il valore massimo della corrente d'ingresso.

A parte questo, senza conoscere l'inverter, mi sembra abbastanza corretto il valore dei fusibili consigliati, fusibili che, torno a ripetere, proteggono solo la linea di alimentazione.

E' evidente che anche l'interruttore generale deve essere proporzionato a tutto quanto sta a valle dello stesso.

Ho visto risparmiare di una taglia sul generale, poi con la macchina in piena produzione e con temperatura del quadro al limite, l'interruttore scattava. Conseguenza fermate, perdita di produzione, poi decisione di sostituire l'interruttore e problemi enormi perchè meccanicamente non c'era posto.

Meditare sempre su queste cose quando si pensa di risparmiare qualche centinaio di euro.

Link to comment
Share on other sites

RAPO

Una terna di fusibili da 315A non andrebbe bene? In questo modo potrei installare un interruttore generale a monte da 350A anzichè da 400A.

Essendo la potenza totale del quadro pari a Pinv.+Putenze=1.73*400*260*0.9+11000=191000W, di conseguenza avrei una corrente di 310A circa (approssimando il cosphi tot = 0,9) sufficientemente coperta dall'interruttore con In=350A.

Chiedo scusa per la mia insistenza nel porgere domande che potrebbero apparirLe banali.

La ringrazio per il suo prezioso aiuto.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Ripeto non so che inverter stai usando. Io per principio e per esperienza considero vangelo le indicazioni del costruttore, anche perchè in caso di malfunzionamenti il non rispetto delle specifiche scarica il costruttore dalle responsabilità.

Poi nel tuo calcolo stai usando la corrente di uscita continuativa del tuo inverter; Il rapporto tra corrente del fusibile e corrente di uscita è meno di 1.35, valore che mi sembra congruo.

Gli altri 11kw con che cosenphi son calcolati?

Con i dati che leggo io ti sconsiglio un interruttore da 350 A.

Link to comment
Share on other sites

RAPO

L'inverter che utilizzo è un danfoss FC102N132T4.... da 132kW e corrente max di uscita continuativa 260A. Anche per gli 11kW ho stimato cosphi=0,9.

Se devo scaricarmi da ogni responsabilità sarò quindi costretto ad installare i fusibili da 350 e quindi un un interruttore generale da 400A per rispettare la selettività.

Link to comment
Share on other sites

Romeof

ciao @RAPO! è una discussione vecchia, ma magari ti ricordi o ti è ricapitato.. come è andata a finire? anch'io mi trovo nella tua stessa situazione😅

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Per favore leggi il regolamento. Gli accodamenti sono vietati per evitare confusione nelle risposte. Bisogna sempre aprire una nuova discussione.

Inoltre questa discussione è ferma da oltre 5 anni e RAPO non è più intervenuto sul forum.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.


×
×
  • Create New...