Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
madboy

informazioni su differenziali in cascata

Recommended Posts

madboy

Ciao a tutti,

 

chiedo il vostro aiuto perché nel quadro elettrico di piano terra della mia casa ho due differenziali, il primo differenziale tipo AC  AEG Elfa SFI 25A idn 0,03A (generale) che mi fa da salvavita nell'appartamento, il secondo tipo AC BTICINO GC723AC25 25A idn 0,03A "in cascata" che fa da salvavita alla linea che porta al garage.

 

VI PRECISO CHE: 

 

nel garage è presente un piccolo quadretto con due magnetotermici C10 per le luci e C16 per le prese.

 

il quadro generale dell'piano terra ha anche'esso due magnetotermici a protezione di luci e prese (nella foto sono rispettivamente MG C25 per le prese AEG C10 per le luci ma li sostituisco a breve con due BTCINO C16 prese e C10 luci)

 

IL QUESITO CHE VI PONGO E' IL SEGUENTE:

 

per fare una buona selettività tra i due differenziali ed evitare che quando scatta il differenziale del garage scatti anche il differenziale generale, che tipologia di differenziale debbo mettere come generale?

 

basta che prenda un differenziale che abbia un idn superiore a 0.03A o devo controllare altri parametri ?? 

 

Fatemi sapere.

 

Grazie mille a tutti quelli che vorranno intervenire.

 

 

 

 

IMG-1157.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliop

Tanto per chiarezza : non basta (o basterebbe) prendere un differenziale con una soglia di intervento maggiore ( minimo tre volte superiore) , ma occorre che sia del tipo selettivo (in pratica ha un piccolo tempo di ritardo nella caratteristica di intervento),poi nel tuo caso specifico non ti serve mettere un differenziale del genere nel quadro d'appartamento (tra l'altro un differenziale selettivo ha un costo non indifferente) , a secondo di come è fatto il montante e di cosa lo protegge alla base del montante , puoi mettere un sezionatore come generale e da questo derivare i due differenziali.

Se il differenziale è fatto in modo che abbia caratteristiche di doppio isolamento ,allora sotto il contatore basta un magnetotermico ,altrimenti servirebbe un magnetotermico differenziale, che in questo dovrebbe essere anche selettivo.

Se aggiungi qualche altro dato Quali : distanza dal contatore ,tipo di cavo e sezione ,tisi potrà dare qualche risposta più mirata. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy
8 ore fa, eliop scrisse:

Tanto per chiarezza : non basta (o basterebbe) prendere un differenziale con una soglia di intervento maggiore ( minimo tre volte superiore) , ma occorre che sia del tipo selettivo (in pratica ha un piccolo tempo di ritardo nella caratteristica di intervento),poi nel tuo caso specifico non ti serve mettere un differenziale del genere nel quadro d'appartamento (tra l'altro un differenziale selettivo ha un costo non indifferente) , a secondo di come è fatto il montante e di cosa lo protegge alla base del montante , puoi mettere un sezionatore come generale e da questo derivare i due differenziali.

Se il differenziale è fatto in modo che abbia caratteristiche di doppio isolamento ,allora sotto il contatore basta un magnetotermico ,altrimenti servirebbe un magnetotermico differenziale, che in questo dovrebbe essere anche selettivo.

Se aggiungi qualche altro dato Quali : distanza dal contatore ,tipo di cavo e sezione ,tisi potrà dare qualche risposta più mirata. 

 

Intanto ti ringrazio per la risposta eliop,

 

Dunque, la distanza che ho tra il quadro generale dell'appartamento al piano terra e di circa 6 massimo 8 metri.

 

Dal contatore si diramano due cavi in ingresso che vanno rispettivamente al piano terra e al primo piano. 

 

Il contatore non ha alcuna protezione del montate da quando l'impiantista rifece gli impianti nel 2001.

 

Il tipo di cavo che esce dal contatore sinceramente non so esattamente che cavo sia suppongo un FG7R 1x6 ma non posso esserne certo, ma la sezione del fili è  3,3mm.

 

Dal appartamento del piano terra si dirama la linea che serve il garage dal lato opposto della casa e dal contatore.

 

I'impiantista che ha rifatto gli impianti nel 2001 al primo piano ha inserito solamente un piccolo quadretto con un differenziale puro e nessun magnetotermico, differenziale che alcuni anni fa hanno sostituito con un magnetotermico con annesso modulo differenziale di MG.

 

Mi auguro di potervi avere chiarito un attimo di più il quadro della situazione. 

 

A disposizione per ogni altra info.

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy

@eliop questo è uno schema abbozzato dello stato attuale dell'impianto 

 

attualmente non esiste protezione del montante sotto contatore

 

nel quadro dell'appartamento al piano terra non è presente un interruttore generale da quale diramare poi i due differenziali

 

nelle condizioni attuali l'interruttore generale del piano terra è il differenziale AEG che vedete nella foto del mio primo post.

 

 

 

 

schema elettrico casa.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
fradifog

Non sei obbligato ad adeguare l'impianto alle norme vigenti.Non ho capito qual è il tuo fine?

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy
il 18/7/2018 at 18:58 , fradifog scrisse:

Non sei obbligato ad adeguare l'impianto alle norme vigenti.Non ho capito qual è il tuo fine?

 

@fradifogSi è vero non sono obbligato anche se cambiare per avere  un impianto più selettivo sarebbe comodo.

 

Il mio attuale fine è avere un impianto sicuro e correttamente funzionante.

 

Per ora mi serve di mettere i due differenziali in modo che non scattino in simultanea, in caso di problemi. Attualmente sono in cascata adesso volevo inserire un interruttore che sia o MT o sezionatore che mi faccia da generale quadro sotto di esso attaccare i due differenziali.

 

Domanda: da quanti Amper devo prendere l’interruttore che mi faccia da generale per dimensionarlo correttamente? Cambia il valore da inserire a seconda se metto un MT o un sezionatore??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pierluigi Borga

Vanno bene i due differenziali che hai da 0,03 non puoi aumentare la sensibilità a piacimento, ma non capisco perchè sono collegati in serie....

A valle del contatore magnetotermico generale dimensionato alla sezione del cavo utilizzato, qui se il cavo è veramente cavo e non filo singolo e viaggia da solo puoi omettere la protezione differenziale sotto al contatore, poi arrivato sul qe piano terra colleghi i due differenziali in parallelo a monte, così uno fa piano terra e l'altro fa piano primo, bisogna però vedere com'è fatta la linea che và al piano primo....metti un paio di foto, perchè non esistono fili di sezione 3,3 (forse diametro misurato col calibro).

Nel caso in cui la linea al piano primo sia in fili serve un differenziale selettivo S da mettere sul qe del piano terra, a meno che non sposti il differenziale al piano terra, ma immagino che sia ridicolo.....

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy

Ciao @Pierluigi Borga mi provo a spiegare meglio: le utenze del piano terra e del primo piano partono direttamente da sotto al contatore e sono totalmente separate, se salta il differenziale del primo piano al piano terra abbiamo corrente, se salta il differenziale del piano terra su al primo piano abbiamo corrente.

 

L'impiantista che fece l'impianto elettrico di casa non è lo stesso che fece l'impianto elettrico del garage (che fu fatto un anno prima) ci collegò la linea proveniente dal garage direttamente al quadro elettrico dell'appartamento del piano terra, (forse perché faceva prima per mandare una linea sotto contatore avrebbe dovuto tirare una tubo per tutto il giardino facendo un lavoro che a suo parere o forse perché ci sarebbe costato maggiormente rispetto al preventivo che ci fece... sinceramente non so la motivazione quale fu esattamente, ma la scelta l'ha fatta così lui senza consultarci. 

 

Dal differenziale C25 AEG del piano terra lui collegò in cascata i due magnatotermici di sezionamento (che infatti sono nella fila sottostante) per luci e prese (lui mise per luci un C6 AEG e per le prese un C25 AEG). A questo stesso differenziale lui collegò in cascata sempre un magnetotermico C25 AEG che sezionava solamente la linea garage.

 

Il casino è sorto che quando ci sono stati i primi problemi alle apparecchiature che sono all'interno del garage tipo ad un frigo o ad un boiler del bagno e ad una delle altre cose che sono collegate alle prese del garage,  quando cerano problemi con una delle apparecchiature del garage veniva a mancare la corrente anche in casa, perché il garage è protetto solamente da due magnetotermici (1 per le luci e 1 per le prese) non c'è mai stato messo nessun differenziale.

 

Da li ho preso la palla al balzo ed ho pensato di sostituire il magnetotermico che ci sezionava la linea garage che mise l'impiantista con un differenziale in modo che se saltava il differenziale del garage saltava solamente quello e NON mi toglieva corrente a tutto l'appartamento del piano terra. Purtroppo ho seguito alla lettera i collegamenti fatti dall'impiantista non pensando che fosse collegato in cascata e mi sono trovato ad avere il medesimo problema di prima.. ovvero che quando mi salta il frigo o quale altra cosa in garage mi salta anche in simultanea il differenziale del piano terra. 

 

Per questo ho necessità di capire se inserendo nel quadro elettrico del piano terra, un interruttore (magnetotermico o sezionatore) che mi faccia da generale e collegando sotto di esso NON IN CASCATA prima il differenziale del piano terra poi il differenziale della linea garage, risolvo il problema o meno.

 

Per le foto della sezione dei fili e dell'impianto ve le allego appena possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pierluigi Borga

Ora forse ho capito qualcosa in più, sul quadro piano terra devi semplicemente collegare il differenziale che hai messo per il garage a monte del differenziale piano terra (in pratica i due differenziali in parallelo) poi devi ripristinare il magnetotermico c25 che c'era prima per la protezione della linea. Sarebbe interessante sapere la sezione della linea per capire se è troppo grande.

Resta comunque la necessità di mettere sotto al contatore due magnetotermici a protezione delle partenze, sempre in base alla sezione.

Ho guardato adesso il primo disegno che hai postato, avevi già disegnato due differenziali sul qe p.terra....

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy

grazie mille per la risposta @Pierluigi Borga ... a protezione della linea, visto che il magnetotermico AEG C25 che ho rimosso è irrimediabilmente rotto (sia nel meccanismo di innesco che nell'aggancio barra din posteriore) va bene se lo sostituisco con un c32 che ho già in casa? va bene come dimensionamento o serve per forza un c25?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
madboy

**aggiornamento su nuova situazione quadro appartamento piano terra**

- interruttore generale BTcino 32A  FC881C32

-- differenziale puro piano terra BTicino tipo F 25A GC723F25

--- magnetotermico luci BTcino 16A  FC881C16

--- magnetotermico prese Btcino 10A  FC881C10

-- differenziale puro garage  BTcino tipo AC 25A GC723AC

-- portafusibile sezionatore citofono MG  multi9 STI con fusibile da 2A -> in fase di sostituzione con BTcino F311 con fusibile 2A

 

con l'elettricista stiamo valutando l'installazione della protezione del montante con MT da 6kA (1 per il piano terra ed 1 per il primo piano)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

Madboy, visto che le due discussioni si stanno unificando, diventando una stessa discussione, io direi di continuare sull'altra.

 

DISCUSSIONE CHIUSA 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...