Jump to content
PLC Forum


paxpax

Alimentatore da banco malfunzionante

Recommended Posts

paxpax

 

Buongiorno, chiedo il vostro supporto in quanto non so più che fare. 

Ho un alimentatore 30V-3A del 2005 che non mi ha mai dato problemi. Credo che sia uno dei primi "cinesi", infatti in rete ho trovato molti schemi simili, ma nessuno uguale al mio. Lo allego per conoscenza insieme ad altre foto di dettaglio. Usa gli storici 2N3055.

Mentre caricavo una cella al litio a tensione costante ho sentito un po di scatti dei relè ed ho subito staccato la spina. Controllato meglio noto che accendendo scatta un relè la tensione salta a 46V e la corrente indicata a pochi mA. I due LED V15 e V16 restano costantemente accesi.Il 7812 si scalda un pò.

Ho cercato di fare qualche misura e di capire meglio il funzionamento, ma troppe cose non mi sono chiare...

Col tester i transistor, diodi e riferimento TL431 mi sembrano a posto. Ho cambiato i due LM741 e il LM324, ma senza risultato.

Cosa posso fare per capire dove sia il problema ?

Non riesco a leggere lo schema e quindi non ho un metodo/procedura per affrontarlo.

Gentilmente qualcuno mi da una mano?

Grazie anticipatamente.

 

3A_supply.jpg

scheda.jpg

TRASFORMATORE.jpg

REGOLAZIONE.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Darlington

Parti controllando i finali ed i loro transistor pilota, di solito quando ti trovi in uscita la piena tensione del raddrizzatore o sono in corto loro, o è in corto chi li controlla

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Devo staccarli dal circuito per provarli o basta col provadiodi del tester sul circuito?

Share this post


Link to post
Share on other sites
_angelo_

Come ben detto da Darlington, immagino si parli dei "2N3055", se sono in corto, come spesso accade, trovi un valore vicino agli 0 ohm tra C ed E, e lo vedi gia anche senza smontarli. Poi li smonti e ri-misuri per avere la certezza se e' uno o l'altro dei 2.

Edited by _angelo_

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax
1 ora fa, _angelo_ scrisse:

Come ben detto da Darlington, immagino si parli dei "2N3055", se sono in corto, come spesso accade, trovi un valore vicino agli 0 ohm tra C ed E, e lo vedi gia anche senza smontarli. Poi li smonti e ri-misuri per avere la certezza se e' uno o l'altro dei 2.

tra C ed E senza dissaldare per ora trovo resistenza infinita per V22, V21, V14 e V13.

Mentre provavo a misurare le Vbe ho visto che la R16 diventa molto calda, tanto da fumare... Ho staccato subito...

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Adesso spiegatemi voi...

in verticale l'uscita è 46V con i due led rossi accesi e la R16 che fuma in orizzontale led spenti e Vout=0,5V

 

Un contatto, ma dove????

P1210309.JPG

P1210308.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Il circuito attorno a R16 non è complesso, è un semplice partitore, che alimenta l'ingresso di un operazionale. Se il resistore scalda, una delle altre resistenze del partitore non fa il suo dovere, oppure l'operazionale è andato. Ad occhio eh, non sono là per poter fare diagnosi precise

Share this post


Link to post
Share on other sites
_angelo_

Alcune idee:

 

- che non ci siano corti a massa dei pin dei potenziometri RP2, RP4 e RP5

- controllo con lente su saldature, fili volanti etc.

- che le saldature del pcb nei pressi di R16 non tocchino la massa dello chassis,

- forse controllerei C13, magari scollegando uno dei due pin solo per provare, ma 95% non avra' problemi,

 

Ah, altra cose, sai che i nonni dicevano "mai toccare quel che funziona" :) dunque magari sostituendo LM741 (N1) puoi aver lasciato qualche sporcizia di stagno tra i pin ? Aiutati con spazzolino da denti e un po' d'alcol.

Edited by _angelo_

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington
56 minuti fa, _angelo_ scrisse:

magari sostituendo LM741 (N1) puoi aver lasciato qualche sporcizia di stagno tra i pin ?

 

sono su zoccolo (a meno che non li abbia messi lui durante la sostituzione)...

Share this post


Link to post
Share on other sites
_angelo_

mm originale zoccoli non li vedo, li ha messi lui 99%. Speriamo abbia trovato qualcosa. miracoli da remoto sono duri.

 

Edited by _angelo_

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

@Darlington : si gli zoccoli li ho messi io cambiando gli integrati. Ho controllato le saldature e pulito con isopropilico e spazzolino da denti 😀

@_Angelo_ : controlli masse e saldature fatti. Mi sembra tutto a posto...

 

Per la R16 che scalda, se tolgo il 741 e la resistenza scalda o sono il partitore o C13 giusto ?

 

RP2, RP4 e RP5 li ho misurati e trovo valori coerenti con quanto sopra stampato (ho assunto che 6K8A stia per 6,8Kohm e 1KA per 1Kohm)  :

N.B.: sullo schema il valore di RP4 e RP5 sono invertiti

 

RP5 (voltage course) da 0 a 3Kohm [valore stampato sopra 6,8Kohm ]

RP4 (current fine) da 0 a 810ohm [valore stampato sopra 1Kohm ]

RP2 92ohm (valore stampato sopra 220ohm)

 

Che ne dite?

Se siete d'accordo e se mi confermate che non sono i potenziometri proverei a togliere i 741, verificare C13 per eliminare il surriscaldamento di R16 e poi inizierei a verificare V21-V22-V14-V13 smontandoli dal circuito.

 

Un paio di domande :

  1. il TL432 in questo schema che tensione di riferimento dovrebbe assumere, non sono riuscito a capirlo dal data sheet...
  2. mi spiegate la funzione della R8 da 1Kohm che trovo solo sull'emettitore di V21 e non V22?

potenziometri1.JPG

potenziometri2.JPG

potenziometri.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
_angelo_

Ciao paxpax,

resistenze e potenziometri non vanno in corto, semmai si interrompono, io intendevo di controllare i potenziometri nel senso che qualche loro saldatura, lato saldature, non tocchi la massa. Cosa c'e' sotto la scheda ? Colonnine ? Alluminio, plastica ?

C13 puoi provarlo ma dubito. Il 741 se lo tocchi con un dito rapidamente scalda (intendo bollente) ? Casomai cambialo per prova visto che hai lo zoccolo. Forse anche il 7812 potrebbe essere andato. Prova a dissaldarlo, dargli che ne so 15V in ingresso e vedere se da 12 in uscita.

 

Il tuo alimentatore e' un ottima palestra di riparazione :) non mollare

Edited by _angelo_

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, _angelo_ scrisse:

 

C13 puoi provarlo ma dubito

Anche se lo fosse , si trova in una configurazione che permette la sua messa a massa attraverso i potenziometri in una certa combinazione , sarebbe un errore di progetto .

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

@Angelo : grazie per l'incoraggiamento, infatti oltre che palestra è pure divertimento 😉.

Ho smontato la scheda con i potenziometri, non tocca nulla... I valori misurati sono nei range previsti.

C13 smontato perchè lo credevo in corto, ma come dice gabri-z se metto RP4 e RP5 a zero va in corto... Non è lui l'imputato...

Il 7812 eroga i suoi bei 12 volts

Il 741 rimane freddo con la R16 bollente

se ruoto i due potenziometri della tensione al max e quelli della corrente al min ho due led accesi, la R16 rimane fredda, la TL431 DA I SUOI 2,5V

se ruoto i due potenziometri della tensione al min e quelli della corrente in qualunque posizione ho due led accesi, la R16 scalda, la TL431 sballa il valore di riferimento (non capisco dove vada tutta la corrente che scalda R16...)

Non so più che fare...

Domani smonto V13, V14, V21 e 22 e li provo... Ma cosa c'entrano con la R16?

 

Domanda: 

  1. mi spiegate la funzione della R8 da 1Kohm che trovo solo sull'emettitore di V21 e non V22?

 

Grazie del supporto.

P1210321.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

A parte che "tiene a guinzaglio" tutti e due i transistor, nel abbassamento della tensione, credo che abbia anche ruolo nella fase di avviamento comunque ha ruolo nella polarizzazione dei due. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Hai controllato V6 e V11 ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
_angelo_

Ciao paxpax,

praticamente tutti i semiconduttori (diodi e transistor bjt), che non sono molti, li puoi pre-testare su scheda, in velocita', col prova diodi (vedi varie guide di come si prova un BJT o un diodo). Se le giunzioni dei BJT sono sane misurate sulla scheda lo saranno anche se li dissaldi. Anche il ponte di diodi V7 V10 lo proverei subito. Ove vi siano sospetti, misure troppo basse sulle giunzioni, vicine allo 0, allora dissaldi e provi fuori dalla scheda. I transistor vanno spesso in corto tra C ed E, e ricorda che meno roba dissaldi e risaldi, meglio e', specie se hai poca pratica.

 

PS: se dico stupidaggini correggetemi pure, no problem

Edited by _angelo_

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
3 minuti fa, _angelo_ scrisse:

Anche il ponte di diodi V7 V10 lo proverei subito

L'ho pensato anche io , ma credo che un diodo in corto avrebbe fatto ''saltare '' il C6 oppure il fusibile (se c'è , neanche guardato )

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Ciao Angelo e Gabri,

 

allora V6 regola la tensione al giusto valore di -6V e col provadiodi del tester misuro diretta : 0.7V inversa non possibile senza smontare.

V11 regola la tensione al giusto valore di +2,2V e col provadiodi del tester misuro diretta : 0.7V inversa non possibile senza smontare

Ponte di diodi : tutti hanno diretta tra 0.48 e 0.51V e inversa non possibile senza smontare

 

Segnalo che provando ho scoperto che la fatitica R16 si surriscalda in funzione della diaposizione dei 4 potenziometri esterni di regolazione, in particolare quando i potenziometri di regolazione tensione sono al minimo, specie quello "fine"....

 

Allego quanto rilevato.P1210322.thumb.JPG.0ac229fb7a42b258d3888e5a864bcd03.JPG

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilguargua

Quanto misuri ai capi di R16 quando surriscalda? Il positivo è verso i potenziometri o versi il TL431? Idem ai capi di C4 (tensione e polarità).

 

Ciao, Ale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Sui 40 V ,  credo che siao più di 3W , non ho calcolato .

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Ciao Ale

 

su R16 ho 37,3 V con la corrente che scorre verso il basso e positivo verso il TL431

sul condensatore ho -1,2V mettendo il puntale positivo in alto ed il negativo in basso (condensatore polarizzato inversamente????)

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Una riflessione dopo che ho tolto N1 e sentito che solo quando RP4 e RP5 sono al minimo (circa 0 ohm) la solita R16 scotta...

 

Potrebbe essere che RP2 non limita più. Anche se lo misuro ed il suo valore attuale è 92 ohm ? Altrimenti dove scorre tutta la corrente ?

Cattura.PNG

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilguargua

In effetti non ti rimane molto da controllare al volo, io a questo punto inizierei ad alzare i componenti (anche da un solo lato) e ricontrollare meglio, magari partendo da v1 a v4, e con l'occasione darei anche un'occhiata ai relativi avvolgimenti del trasformatore e alla continuità dei collegamenti, specie quelli del centrale.

 

Ciao, Ale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paxpax

Ho smontato e provato i transistor, c'è un problema su uno dei due 2N3055, gli altri sono OK.

Ecco cosa ho misurato col provadiodi nei due (tra parentesi quello che ritengo buono) :

 

Vbe= 0,2 (0,6)

Vce= 0,2 (1)

Vbc= 0,4 (0,6)

 

provo a cambiarlo? Solo uno o in coppia? Per evitare che si ribruci in caso di altro problema da altra parte che posso fare ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...