Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
paolop1966

Prove su inverter

Recommended Posts

paolop1966

Buongiorno,

vorrei realizzare un banco prova per testare degli inverter (potenze variabili e approssimativamente dagli 11kW ai 55kW).

Non avendo motori di potenza adeguata è possibile realizzare un banco prova resistivo (utilizzare resistenze per simulare il carico)?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini
52 minuti fa, paolop1966 scrisse:

Non avendo motori di potenza adeguata è possibile realizzare un banco prova resistivo (utilizzare resistenze per simulare il carico)?

 

No è meglio usare induttori trifasi aventi valore di induttanza pari all'induttanza tipica dell'induttanza di motori asincroni da varie taglie.

E il sistema usato nei laboratori di progettazione per effettuare prove su inverters in fase di sviluppo.

Se ad esempio devi provare un inverter per motori sino a 11kW, usi un induttore trifase il cui valore di induttanza sia pari al valore tipico di induttanza dei motori da 11kW. Per questi valori ti basta consultare un catalogo di qualsiasi costruttore di di motori di buon livello qualitativo; vengono sempre riportati io valori di resistenza ed induttanza.

 

L'induttanza simula molto meglio il carico di un motore; una carico resitivo non ha alcuna attinenza con il motore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolop1966
5 minuti fa, Livio Orsini scrisse:

 

No è meglio usare induttori trifasi aventi valore di induttanza pari all'induttanza tipica dell'induttanza di motori asincroni da varie taglie.

E il sistema usato nei laboratori di progettazione per effettuare prove su inverters in fase di sviluppo.

Se ad esempio devi provare un inverter per motori sino a 11kW, usi un induttore trifase il cui valore di induttanza sia pari al valore tipico di induttanza dei motori da 11kW. Per questi valori ti basta consultare un catalogo di qualsiasi costruttore di di motori di buon livello qualitativo; vengono sempre riportati io valori di resistenza ed induttanza.

 

L'induttanza simula molto meglio il carico di un motore; una carico resitivo non ha alcuna attinenza con il motore.

Grazie… quindi ipotizzando di utilizzare un induttore con valori tipici di un motore 11kW, il carico assorbito sarà il nominale dell'inverter? Oppure bisogna prevedere accorgimenti particolari per provare a pieno carico l'inverter?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

L'assorbimento del motore dipende anche dal carico meccanico applicato ad esso, con il carico di un'induttore trifase ottieni un determinato valore di corrente in base alla frequenza ed all'induttanza.

Se provi l'inverter in modalità V/f, e senza motore puoi solo provarlo in questa modalità, la corrente che l'inverter eroga sarà determinata dalla legge di ohm.

 

Ovviamente gli induttori devono essere dimensionati per sopportare quel valore di corrente.

 

Puoi anche provare con una terna di resistori, però è una prova molto più approssimativa, visto che l'inverter non avendo iol volano dell'induttanza genererà una serie di impulsi, più o meno larghi, di ampiezza pari al valroe di picco della tensione di rete.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...