Jump to content
PLC Forum


corrado46

tester simpon 460 serie3 overrange

Recommended Posts

corrado46

saluto tutti. stavo cercando di risistemare un mio vecchio tester, ma purtroppo, dopo avere sostituito le 4 boccole, il sopracitato ''simpson'' ha smesso di funzionare. -- sostituito le boccole (che erano mezze rotte) risaldati i terminali, e prima di chiudere il contenitore, ho provato lo strumento, misurando la tensione di rete tutto ok. contento rimonto il tutto, ma all'accensione va in overrange perenne, smontato di nuovo e ricontrollato più volte, tutto risulta normale, ma non posso fare nessuna misura, ho provato a dissaldare i collegamenti con le boccole, a mettere tutti i commutatori in diverse posizioni, a cambiare alimentazione da rete a dc 6v, ma il risultato non cambia, appena accendo lo strumento, l'indicatore analogico va subito a fondo scala, e quello digitale dopo pochi istanti segna 1.999 con l'uno lampeggiante.---- prima di mettere mano su dei circuiti che non conosco bene ci terrei se possibile avere qualche consiglio---- grazie e ciao a tutti. -- allego foto --   corrado46

1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lorenzo-53

Bella la foto del pannello, ne metteresti due o tre anche dell'interno? circuito sopra e sotto, commutatori

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilguargua
14 ore fa, corrado46 scrisse:

appena accendo lo strumento, l'indicatore analogico va subito a fondo scala, e quello digitale dopo pochi istanti segna 1.999 con l'uno lampeggiante.

Se metti in corto l'ingresso rimane in overload?

 

 

Ciao, Ale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. allego foto e schema, 1) anche mettendo in corto i puntali, come con misure di resistenza , o applicando tensioni sia dc che ac, il risultato non cambia. 2) provato a sostituire i due elettrolitici che si vedono in figura 1 a destra della foto (quello grande da 2200mf 16v e quello piccolo che si vede con un codolo dissaldato ) ma il guasto rimane.  ciao a tutti.--    corrado46

1.jpg

2.jpg

3.jpg

4.jpg

Schema-IMG.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Probabilmente cè un eccesso di ripple sulle alimentazioni, questo ripple viene amplificato dai circuiti di ingresso e manda a fondo scala i 2 strumenti.

Come seconda ipotesi c'è ..... da controllare tutto il circuito di ingresso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilguargua

Controlla meglio tutte le saldature, e nel dubbio ripassale. Queste 2 ad esempio non sembrano messe bene :

 

Screenshot_20190502_192558.png.f5151cdfe1f853178a92fa6e67683e06.png

 

Quella a DX è del condensatore che hai sostituito (se ho interpretato bene), l'altra è poco lontano. Comunque controllale tutte con una lente, specie quelle dei commutatori e delle parti elettroniche più grandi (e pesanti), sono quelle che per stress meccanico tendono a logorarsi di più.

 

Ciao, Ale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. riguardo le saldature fattomi notare, e stata una mia negligenza, nel fare delle prove, comunque facilmente risolvibili. per quanto riguarda lo ripple nell'alimentazione, avevo anche io il dubbio, pertanto ho provato ad alimentare lo strumento con l'entrata dc 6v tramite un alimentatore da banco e già con tensione - 3.5 /4v - va in overrange. (comunque la vedo nera), poiché vi sono molti circuiti integrati, cercherò di fare ancora qualche altra prova, farò sapere-----  grazie e ciao a tutti.    corrado46

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. riprendo il discorso con un po' di ritardo, sostituito tutti gli elettrolitici della piastra alimentazione (dc converter ass'y) risultano  presenti tutte le  tensioni come da schema, anche se con piccole variazioni  -12v  +12v --- -15v  +15v -- +5v  -- +6,4v.   rilevato dette sui vari integrati in riferimento allo schema, risultano tutte ok, controllato per quanto possibile i commutatori, ma il guasto permane, all'accensione il microamperometro scatta a fondoscala, il digitale resta per qualche secondo su 000 , disponendosi dopo su 999 (1 flash) (overrange) pigiando sui selettori di portata il puntino del decimale si sposta, e pigiando il selettore -- vdc-- il digitale indica 999 (1+ flash), controllo visivo di tutti i componenti, controllato le piste del circuito stampato, non trovo niente di anormale,----qualche suggerimento sarebbe gradito  ciao a tutti--- corrado46

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. continuo con le  prove,  purtroppo lo strumento porta molti  amplif. operazionali più il convertitore A/D,  molto difficile districarsi con le tensioni, l'unica cosa che ho accertato e che il condensatore elettrolitico posto sull'alimentazione ( C38) da -- 2200mf 16v --dopo 5/10 minuti scalda con fuoriuscita di liquido, sostituito con uno da-- 2200mf 63v,dopo un po' stessa fine. ciao a tutti ---corrado46   ------ 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, corrado46 scrisse:

l'unica cosa che ho accertato e che il condensatore elettrolitico posto sull'alimentazione ( C38) da -- 2200mf 16v --dopo 5/10 minuti scalda con fuoriuscita di liquido, sostituito con uno da-- 2200mf 63v,dopo un po' stessa fine.

Controlla /sostituisci D26-D27.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Quel circuito in verticale dove dovrebbe esserci il 7805 è una modifica all'alimentazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Prima della sostituzione delle boccole funzionava correttamente?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

il fatto che surriscaldi il condensatore di filtro è sintomo che i diodi non raddrizzano e quindi l'alternata va dappertutto (sempre che l'elettrolitico non sia montato a rovescio....,è capitato a tutti)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

A schema ci sono un paio di condensatori disegnati alla rovescia ma la serigrafia sarà corretta, d'altronde è americano cablano peggio dei francesi

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. rispondo in modo cronologico alle domande, 1) d26-d27 già controllati, ma per scrupolo oggi sostituiti ,rimane tutto come prima. 2) il q28 è in effetti un L7805cw anche questo componente tolto dal circuito e provato esternamente, il regolatore funziona. 3) lo strumento,funzionava perfettamente dopo avere sostituito le boccole, prima di fissare il tutto nel suo alloggio. 4) il C38 e saldato come da schema, con (-- positivo sulla massa 2,-- negativo ai diodi d26-d27--).  eseguito i seguenti controlli:-- tensione ai capi di C38 11,50V --puntale + del tester sul negativo di c38 -- con c38 staccato 5.50V --( stesso punto di misura ). -- ho notato che scalda abbastanza il dissipatore del q28. --controllato a pettine con il tester gli interruttori, tutto ok, con -- s4/s5-- inseriti lampeggia pure nel digitale il segno + -- provato a inviare tensione alle entrate o a cortocircuitarle, non varia niente. -- rilevate le seguenti tensioni ( con tutti gli interruttori fuori ), Z1 pin 8+ pin 4- 10,5V --- Z2,Z3,Z4 pin 7+ pin 4- 10,5V -- Z5 pin 8+ pin 4- 10,05V -- Z6 pin 14+ pin 7- 8,80/9,09V variabile di continuo --Z7 a/d pin 2-16-25 VDD+ pin 1-15-17-25-38 VSS- 8,80/9,09V variabile di continuo -- Z8 pin 7+  pin 4- 10,05V -- Z9 pin8+ pin 4- 10,5V --Z10 pin 7+  pin 4- 15,60/16,20 varia in continuo --Z11 pin 4- 16,15/16,85 varia di continuo -- Z12 -non esiste-  altri punti di prelievo:- R81-R82 10,05V -- R57 5,48/5,63 variabile di continuo --punto R84 coll. con Q45 16,15/17,90V+ variabile di continuo --ai terminali di ZD3 6,36V-- ai terminali di ZD2 4.38V --ZD1 non esiste--nel circuito di alimentazione -- D24-D 23 D 25 C 36 --non esistono- ---------ringrazio tutti per l'aiuto datomi --a risentirci--ciao a tutti -- (allego foto del Simpson in modalità controlli)--  corrado46

IMG_20190602_094503.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
17 minuti fa, corrado46 scrisse:

con (-- positivo sulla massa 2,-- negativo ai diodi d26-d27--)

ERRORE !

Negativo a massa e positivo ai diodi .

In realtà , lo schema dice come hai fatto , ma è sbagliato.Ti conviene cambiarlo per sicurezza , anche se ti può sembrare buono ancora .(buttalo via , eviti future brutte sorprese )

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

credo sia sbagliato lo schema,ecco perchè il condensatore si scalda

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, Lorenzo-53 scrisse:

d'altronde è americano cablano peggio dei francesi

:lol:

2 minuti fa, Riccardo Ottaviucci scrisse:

credo

Credi ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53
1 ora fa, Lorenzo-53 scrisse:

A schema ci sono un paio di condensatori disegnati alla rovescia ma la serigrafia sarà corretta

Vuoi vedere che hanno sbagliato anche la serigrafia?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Ma quel filo bianco sotto i diodi 26/27 , mette insieme i loro anodi ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Sembra ci siano stati dei trapianti, in origine era a 110 volt con alimentazione anche a batterie con un DC DC converter, 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Il trasformatore originale aveva i pin saldati al CS questo è stato avvitato ed ha i cavetti, sembra che il bianco arrivi dal secondario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Ma se non lo utilizzi con le batterie non conviene eliminare il DC DC converter? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti- per prima cosa, ringrazio tutti per la  collaborazione proficua delle persone del forum, riguardo alle domande cercherò di rispondere. -- riguardo la polarità dei condensatori elettrolitici anche io avevo avuto di dubbi, ma anche invertendo la polarità del C38 il guasto permane, -- inoltre sulla piastra del circuito stampato  è stampigliato il segno + accanto alla scritta C38, in più e mio uso fare lo schema della posizione prima di rimuovere i componenti, ed ancora, --prima funzionava con i condensatori collegati come da schema. --riguardo la prova con il C38 ho già fatto fuori 5 elettrolitici -- il filo bianco vicino ai diodi collega gli anodi dei D26/27 e il catodo del D22 -- il trasformatore non è l'originale. molti anni or sono detto strumento ( non funzionante ) mi e stato regalato la modifica e stata fatta da me, (adattando un trasformatore e  tramite un interruttore a levetta --vedi foto--accendo con  la 220V ), ho inoltre derivato una entrata per la 6VDC collegando il filo positivo al pin - IN- del Q28 ed il filo negativo alla massa,--dalle prove eseguite, il DC converter assy non si può eliminare, lavora con ambedue le alimentazioni, ed effettivamente il guasto permane anche cambiando alimentazione. comunque lo strumento e stato sempre operativo e molto più preciso dei moderni tester che si trovano a basso costo oggi. ciao a tutti a risentirci---- corrado46

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado46

saluto tutti. riprendo il discorso, (dedicato nei ritagli di tempo) del controllo del sudetto strumento. recentemente, ho sostituito i condensatori C35 e C33 , ambedue da 15mf 16v al tantalio, perché trovati in perdita,-- sostituiti detti con normali condensatori elettrolitici da 22mf 63v -- adesso lo strumento non va in overrange, l'indicazione analogica resta sullo zero, quella digitale varia in continuazione, nessuna misura risulta possibile, solo sulle scale ohmmetriche, unendo i puntali riesco ad azzerare lo strumento, ma appena aperti ,la lettura ricomincia a variare. ho ricontrollato tutto il circuito relativo al-- i.c. z11 LM1458 , manca la tensione  +6.4v sul ZD3 ,sostituito detto, senza esito, tolti dal circuito i Q26-Q27,ed il - Q25 (darlington),tutti ok alle prove ohmmetriche, controllo delle resistenze, non trovo cortocircuiti o anomalie,--- la tensione  +15V--- -15V -- che arriva sulla R84 e sulla R92 è OK-- come pure la tensione--- +12V e -12V ---prelevata da C32--- C34---non riesco a capire perché ai capi dello zener  trovo solo 0.85V  ( inizialmente alle prime battute, --vedi post del 2 giugno-- avevo una tensione di 6,3V). riguardo al C38 è stato collegato come suggeritomi ---positivo ai diodi --- avendo poca esperienza di ampl. oper. cosa posso ancora controllare?   ciao a tutti  corrado46 ------

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...