Jump to content
PLC Forum


StefanoSS87

Malfunzionamento con Rilevazione Tensione Elettromandrino

Recommended Posts

StefanoSS87

Ciao a tutti, sono nuovo del forum ma da alcune delle discussioni che ho visionato ho notato che è ricco di persone molto preparate.

Io mi sono affacciato da poco alla materia e prettamente a livello amatoriale.

 

Contorno:

Da un paio d'anni ho approntato un progetto di costruzione di una macchina CNC.

A livello meccanico tutto bene, nessun problema.

Il progetto ha deviato un po' da quello iniziale e, da non dover implementare praticamente nessuna parte elettronica, ha finito per avere in questa una parte importante delle tempistiche impiegate.

Tralasciando tutti gli altri aspetti di questo genere, è un paio di mesi che sono bloccato per un fantomatico problema elettronico.

Ho eseguito tutte le prove possibili ma non sono riuscito a sbloccarmi e, sebbene mi piaccia la sfida di risolvermi da me i problemi per imparare veramente qualcosa di duraturo, alla fine mi sono dovuto arrendere.

Ho acquistato le componenti in posti diversi e quindi qualsiasi richiesta di aiuto a queste fonti si è conclusa senza risposte e dando la "colpa" del malfunzionamento alle componenti non acquistate da loro. Un classico insomma.

 

Componenti:

Elettromandrino 300W

Alimentatore 220AC-12DC

Trasformatore 220AC-36AC

Ponte a diodi (questo ho scoperto solo con molte ricerche che cosa fosse data la mia ignoranza)

Voltmetro 3-100V, 3 fili di collegamento (+, -, rilevamento)

Interruttore 12V

Rele max220V con attivazione a 5V

Modulo stepdown 12V - 5V

 

Risultato desiderato:

All'attivazione dell'interruttore 12V DC, scatta il relè (lo stepdown è in mezzo), la corrente passa ed attiva l'elettromandrino tramite il trasformatore a 36V ed il relativo ponte per portarla a DC (questa parte funziona).

Quando scatta il relè la tensione viene rilevata dal voltmetro (alimentato dall'alimentatore a 12V) sul circuito a 36V e magicamente il voltmetro me la segna (questa parte non funziona).

 

Problema:

Quando appunto attivo l'interruttore il voltmetro rileva tensioni tipo di 0.03 e non c'è verso di fare altrimenti. Vari test col multimetro hanno rilevato che la DC in uscita dal ponte risulta essere di circa 49V (ben superiore ai 36 che mi sarei aspettato, ma ho letto che una caratteristica del ponte è di aumentare la tensione di un determinato coefficiente. Questa cosa mi sta bene, l'elettromandrino funziona e se il voltmetro rilevasse anche 49 andrebbe alla grande. Ma ciò non accade.

Ho provato ad inserire un condensatore dopo il ponte come ho letto suggerito ma si è concluso senza risultati in alcuni casi e con l'esplosione dei condensatori in altre (probabilmente ho errato col dimensionamento) ma comunque voltmetro a 0.

 

Chiedo dunque se qualcuno possa illuminarmi su questo problema, sono disponibilissimo a qualsiasi prova, informazioni supplementare, etc.

Se serve posso fornire un grezzo schema elettrico per chiarire meglio la questione (non sono pratico di schemi quindi sarà una bruttura con paint, certo non con notazione tecnica).

 

Ringrazio già tutti per la pazienza e disponibilità,

Stefano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ctec

Si, per favore, metti uno schema, è meglio. E il datasheet del voltmetro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adelino Rossi

Il negativo dell'alimentatore del voltmetro deve essere collegato in comune con il negativo della tensione da misurare.

Se i due negativi non sono in comune il voltmetro non segna.

Come ti è stato già detto  metti lo schema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSS87

Ringrazio entrambi innanzittutto.

 

Allego sotto le specifiche elettromandrino:

Elettromandrino:
- Alimentazione: da 12 Vdc a 48 Vdc
- Velocità di rotazione (giri al minuto): 12 Vdc - 3.000 / 24 Vdc - 6.000 / 36 Vdc - 9.000 / 48 Vdc - 12.000
- Attacco: per pinza ER11
- Potenza: 300 watt
- Coppia: 230 N·m
- Resistenza di isolamento: > 2 Mohm
- Rigidità dielettrica: 400 volt
- Dimensioni elettromandrino (mm): lunghezza 175 - diametro 52
- peso: 780 grammi
Trasformatore 50 VA:
- ingresso: 220 Vac
- uscita: 36 Vac
 
Ponte di diodi:
- 1.000 V - 10 A
- dimensioni (mm): 28,5x28,5

 

 

Quelle del voltmetro:

Parametri tecnici:
Tensione di funzionamento: 4,0 ~ 30 V (con funzione di protezione da inversione di polarità)
Tensione di rilevamento: 0,0 ~ 100 V.
Corrente di funzionamento: <20mA
Display: 0,28 LED, rosso verde blu giallo (colori)
Dimensioni: 30 × 11,7 × 9,2 mm (lunghezza * larghezza * altezza)
Foro di installazione: 32,6 × 14 mm
Tasso di misurazione: ≥200mS / volte
Precisione: 3 ‰
Condizioni di lavoro estreme
Bassa tensione di funzionamento: + 4,0 V.
Tensione massima di funzionamento: + 30 V.
Temperatura di funzionamento: -10 ~ + 65 ° C
Umidità: dal 10 all''80% (senza condensa)
Pressione di esercizio: 80 ~ 106kPa
Esposizione al sole: nessuna esposizione diretta

 

Ed un grezzo schema; vi prego di essere indulgenti su questo perchè non ho alcuna cognizione di come si disegnino.

Spero di essere in ogni caso stato abbastanza esaustivo, nel caso sono sempre a disposizione.

 

Per rispondere ad Adelino Rossi aggiungo che:

ho provato a collegare insieme i comuni di voltmetro ed elettromandrino.

Per farlo ho trasformato dall'uscita a 36V DC con un modulo stepdown a 12V DC alimentando così il voltmetro ma non ho avuto miglioramenti.

Il modulo che ho utilizzato aveva un range in ingresso che arrivata a circa 48V (quando l'ho preso supponevo, erroneamente da quello che mi pare di aver capito, che la DC in uscita dal ponte fosse 36V). Possibile che fosse sottodimensionato e desse origine al problema?

 

Mi è stato consigliato al tempo di non collegare comuni provenienti da tensioni differenti (in questo caso i 36V dell'elettromandrino ed i 12V del voltmetro) è corretto o mi hanno indotto in errore?

 

Grazie ancora,

Stefano

Schema.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ctec

Aveva ragione Adelino, non c'è riferimento comune. Devi collegare il negativo del ponte (filo nero) con il negativo di alimentazione del 12V (filo nero voltmetro).

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSS87
14 minuti fa, Ctec ha scritto:

Aveva ragione Adelino, non c'è riferimento comune. Devi collegare il negativo del ponte (filo nero) con il negativo di alimentazione del 12V (filo nero voltmetro).

Ma quindi quando mi han detto di non connettere comuni a tensioni diverse mi han detto una c*****a?

Giusto per sapere come ringraziare la persona in questione che si millantava Espertone

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
13 minuti fa, StefanoSS87 ha scritto:

Giusto per sapere come ringraziare la persona in questione che si millantava Espertone

Io starei attento al come ringraziare , perché il confine tra giusto e sbagliato in questo discorso è sottile , lo prenderei come un malinteso .:thumb_yello: Non sono io quella persona , e comunque , hai imparato qualcosa .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ctec

Non è questione di giusto o sbagliato. E' che se nel tuo caso vuoi vedere la tensione di un circuito con uno strumento alimentato da un altro, un riferimento comune ci deve essere, altrimenti non si "chiude" il circuito.  Se per esempio tu non avessi avuto il voltmetro, non ci sarebbe stato problema ad avere i circuiti separati.

Tra l'altro, se la differenza di potenziale tra i due circuiti fosse troppo elevata, senza riferimento, potresti anche danneggiare il voltmetro, che proverebbe a "chiudere" il circuito... Mi sa che non sono chiaro...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
37 minuti fa, Ctec ha scritto:

Non è questione di giusto o sbagliato

Invece lo è , perché non sappiamo come si è espresso il '' consulente '' ed a che cosa si riferiva , io non c'ero , ed il nostro amico si è dimostrato in grado di sbagliare , non sapiamo se parlava precisamente del voltmetro oppure in generale .

Spero di essermi spiegato bene. Poi lui può prenderlo pure a calci , manco questo possiamo sapere .

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSS87

Siete stati tutti molto chiari.

Questa sera o domani appena ho un attimo faccio la prova collegando i due comuni come avete suggerito.

Vi aggiorno in merito e vi ringrazio fin da ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...