Jump to content
PLC Forum


Pieroricc

Controllo giri motore

Recommended Posts

Pieroricc

Buonasera, ho comprato un motore 220V per costruire un tornio per ceramica. Vorrei controllare il numero di giri con un pedale.. Posso fare in qualche maniera o c'è il problema che facendo diminuire il numero di giri la ventola non manda la quantità di aria necessaria e il motore si brucia? Il motore è monofase ed ha all'interno un condensatore.

Ringrazio anticipatamente  chi mi può risponder 

Saluti Piero 

20200319_111255_resized.jpg

20200318_141504_resized.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini

L'unico modo per controllare la velocità di un motore asincrono è variare la frequenza tramite inverter.

Il tuo è un motore monofase e gli inverters per motori monofase, con condensatore sempre inserito, non sono di facile reperibilità; solitamente sono fatti per pilotare pompe.

Sarebbe molto più semplice se tu cambiassi questo motore con un motore trifase. Poi lo piloti con un inverter mono trifase, apparato facilemente reperibile ed anche a basso costo.

9 ore fa, Pieroricc ha scritto:

Posso fare in qualche maniera o c'è il problema che facendo diminuire il numero di giri la ventola non manda la quantità di aria necessaria e il motore si brucia?

 

Questo è un altro problema ma prima devi risolvere il problema dell'inverter.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pieroricc

Signor Livio grazie per la risposta. Lei ha qualche idea di modello di inverter da utilizzare?

Altra domanda cambiano la disposizione dei connettori nel motore si riesce a fargli fare meno giri?

 

 

Edited by Pieroricc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
23 minuti fa, Pieroricc ha scritto:

Lei ha qualche idea di modello di inverter da utilizzare?

 

No dovrei fare una ricerca che puoi fare benissimo tu.

24 minuti fa, Pieroricc ha scritto:

domanda cambiano la disposizione dei connettori nel motore si riesce a fargli fare meno giri?

 

Ma è uno scherzo?

Tuttalpiù si può invertire il senso di rotazione.

 

PS sul forum ci si considera tutti colleghi ed amici, indipendentemente dall'età e dal ruolo professionale, quindi si usa l'amichevole tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pieroricc

Ciao livio ti ringrazio per le risposte che dai, sicuramente hai capito che non sono competente in materia. se cambio motore come mi hai consigliato cosa devo chiedere? quali caratteristiche deve avere  per essere pilotato dall'inverter? e' possibile poi pilotare l'inverter con un pedale?  ti ringrazio ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
24 minuti fa, Pieroricc ha scritto:

e' possibile poi pilotare l'inverter con un pedale? 

 

Per essere possibile è possibile, il problema è trovare il pedale adatto.

Cerco di spiegarmi meglio.

Gli inverters possono essere pilotati da un poteniometro avente un valore di resistenza di 1000 ohm o  5000 ohm; questi dispositivi sono rotativi come le manopole del volume dei vecchi televisori e apparecchi radio.

Bisognerebbe reperire un pedale che azioni un simikle potenzziometro. In genere i pedali azionano dei reostati.

 

29 minuti fa, Pieroricc ha scritto:

se cambio motore come mi hai consigliato cosa devo chiedere?

 

Il tuo motore, se leggo bene la targhetta, è da 0,37 kW monofase da 2700 rpm, quindi un 2 poli con molto scorrimento.

Se la velocità massima che ti necessita è inferiore a 1500 rpm, meglio chiedere un motore trifase, sempre da 0,37 kW quattro poli, con alimentazione 230V / 400V.

Lo colleghi a triangolo inn modo da avere l'alimentazione a 230V.

Poi devi procurarti un ventilatore esterno, perchè quando scendi sotto i 40Hz la velocità della ventola, in asse al motore, non è più sufficiente a garantire un corretto ricambio d'aria.

 

Come alternativa, visto che la potenza in gioco è piccola, potresti pensare ad un motore universale, quelli a spazzole come quelli dei trapani a mano.

Con uno di quelli la velocità la regoli con un normale dimmer per luci.

Hai il problema delle spazzole che si consumano, ma se il tornio lo usi come hobbistica, vai avanti anni sena problemi.

Spendi meno, non hai il problema di installare e a parametrizzare un inverter, cosa che per chi non ha molta dimestichezza con queste macchine, può risultare ostica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pieroricc

Grazie Livio della disponibilità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...