Jump to content
PLC Forum


El_Nano

Aiuto su trasformatore 220->36V AC

Recommended Posts

El_Nano

Salve a tutti, perdonate la mia ignoranza, ma avrei bisogno di assistenza di voi esperti per un impiantino home-made che mi sta facendo tribolare (schemino in allegato):

 

Ho un trasformatore 220->36V AC Wolf Security W-AL-2720C al quale tramite i cavi di uscita è collegata una resistenza in acciaio da 2 Ohm per far sciogliere della cera d'api.

Dopo ripetuti test, con scarica di 3 secondi, il fusibile da 500mA posto a monte del trasformatore è saltato.

 

Ho sostituito il fusibile e controllato la tensione in uscita, regolare.

 

Cosa mi consigliereste di fare per non mandare in sovraccarico il trasformatore e garantirgli una vita più duratura possibile?

 

In una sessione di utilizzo devo solitamente sciogliere un centinaio di pezzi, uno dopo l'altro con intervalli da circa 5 secondi.

 

(Premetto che il trasformatore è posto in una scatola da alimentatore per pc con ventola)
 

Ringrazio in anticipo e vi auguro un buon pomeriggio!

 

Alberto

 

 

 

20200325_141523.jpg

20200325_150353.jpg

20200325_150327.jpg

Edited by El_Nano

Share this post


Link to post
Share on other sites

rguaresc

Con la resistenza da 2 Ohm la corrente è troppo alta.
O aumenti la resistenza e scalderà di meno o riduci i 3 secondi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ctec

E' un trasformatore da 60VA 35Vac out, per cui (salvo perdite) darebbe circa 1,7A ma stiamo a circa 1.5A con perdite al 10%.

Se applichiamo una tensione di 35Vac a una resistenza da 2ohm, assorbiremmo ben 17.5A, più di dieci volte di quello che può dare. Ovviamente il trasformatore si "siede", ma assorbirà un bel po' di più al primario, ed è questo che fa saltare il fusibile. Quindi, come giustamente dice rguaresc o aumenti la resistenza o riduci parecchio il tempo.

Io te ne do' un'altra: cambia trasformatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, Ctec ha scritto:

Io te ne do' un'altra: cambia trasformatore.

:thumb_yello:

Per quel lavoro non può andare diversamente ne coi tempi , ne con la temperatura , se quella è la potenza necessaria , il trasformatore deve essere in grado di fornirla.

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Questa resistenza come è montata? scalda una piastra con sopra il grogiolo o una caraffa termica o degli stampi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
6 ore fa, El_Nano ha scritto:

2 Ohm per far sciogliere della cera d'api.

Avevo pensato al taglio dei fogli cerei da nido....:wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites
El_Nano

Ragazzi, grazie mille!

Inutile allora andarci a perdere ulteriore tempo.

 

In merito alla temperatura della resistenza, vorrei raggiungere i 60°C in circa 3s.

Ho provato con la mia saldatrice ad inverter per ferro (ad elettrodo) alla minima potenza e funziona (un po' troppo) alla grande😍:

1 secondo basta e avanza.

 

Purtroppo non conosco tensione e corrente di uscita all'utilizzo, ma sarebbe bello poter utilizzare un trasformatore sovradimensionato e poterlo regolare.

Sperando di non sbagliarmi, utilizzando la legge di Ohm (grazie Ctec) si potrebbe usare un 12V 8A tipo questo?

 

https://www.meanwell-web.com/en-gb/ac-dc-single-output-enclosed-power-supply-output-rs--100--12

 

Se ci fosse poi un modo per regolare gli Ampere in uscita sarebbe il top!!

 

Grazie per eventuali consigli🙂

 

Alberto

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
El_Nano
40 minuti fa, gabri-z ha scritto:

Avevo pensato al taglio dei fogli cerei da nido....:wallbash:

Hai pensato quasi giusto! (Collega??😄)

 

Devo fissarli ai telai!

 

 

Edited by El_Nano

Share this post


Link to post
Share on other sites
El_Nano
58 minuti fa, Lorenzo-53 ha scritto:

Questa resistenza come è montata? scalda una piastra con sopra il grogiolo o una caraffa termica o degli stampi?

 

La resistenza è un filo che passa attraverso 2 lati di una cornice in legno, così fatta:

 

 

telaino-da-nido-infilato.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
7 minuti fa, El_Nano ha scritto:

(Collega??😄)

No , magari...Un paio d'anni fa(o poco più )  c'è stata una discussione sul forum , purtroppo non ricordo su quale sotto-forum , che trattava la stessa cosa , credo che abbia risolto in qualche modo ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59

 

56 minuti fa, El_Nano ha scritto:

Sperando di non sbagliarmi, utilizzando la legge di Ohm (grazie Ctec) si potrebbe usare un 12V 8A

La potenza richiesta è circa 650 Watt !

Come pensi di ottenerla da un trasformatore da 60 Watt o da un alimentatore da 100 Watt a 12 volt ?

Se la resistenza funziona a 36 volt e assorbe 18 Ampere non è il tempo si utilizzo da considerare ma la potenza di picco.

Con 12 volt circolerebbero 6 Ampere,  il tempo si allunga notevolmente e forse non raggiungeresti nemmeno la temperatura richiesta.

Per tre secondi ci vogliono lo stesso 650 Watt, quindi ci vuole un trasformatore AC almeno da 500 Watt a 36 volt, che seppur sovraccaricato in tre secondi riuscirà a fare il suo lavoro, non bruciandolo facendolo  riposare nel tempo di non uso.

Dal lato 220 volt il fusibile di protezione sarà da 3 Ampere, per forza quello da 500 mA salta !

La legge di Ohm parla chiaro, e non è aggirabile con trucchi o stratagemmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...