Jump to content
PLC Forum


fdevid

manutenzione predittiva - quali variabili

Recommended Posts

fdevid

Buongiorno a tutti,

volevo chiedere  un'opinione su questo argomento: manutenzione predittiva sia meccanica che elettrica dei nostri impianti

Per motori con azionamento:

- quali variabili implementereste ? Al momento stiamo tracciando coppia e velocità, e io vorrei aggiungere codice allarme, temperatura cuscinetti e accelerometro..

Che altro?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi69

ciao f devid , forse non c'entra molto con il forum del 300 , eventualmente chiedi consiglio ad un moderatore se puo spostarti al discussione su un sotto forum adatto

 

accelerometro... hai motori grossi con sensori sui cuscinetti delle vibrazioni ?

 

io ti suggerirei  : pulizia interna del quadro elettrico, pulizia dei filtri nelle griglie di aerazione , pulizia delle servoventilazioni dei motori .Personalmente riscontro questo.....che inficia negativamente sul raffreddamento degli azionamenti o degli inverter , e dei relativi motori

ogni tot ore, richiederei queste pulizie , con frequenza che varia in base agli ambienti di lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites
mc1988

Aggiungerei la temperatura dei morsetti di potenza, se un morsetto è lento o è ossidato tende a surriscaldarsi.
Aggiungerei inoltre la temperatura delle corde di fase in un punto abbastanza lontano da quello dei morsetti U, V, W dell'inverter.

Spiego il perchè: supponiamo di riscontrare un morsetto surriscaldato, le conclusioni possibili 2:

1) morsetto surriscaldato e corda isoterma con le altre due --> il problema è localizzato nel morsetto.
2) morsetto surriscaldato e corda surriscaldata rispetto alle altre due --> c'è un problema su quella fase!

Questo, ovviamente, riducendo il ragionamento ai minimi termini.

Ciao

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
fdevid

Grazie a tutti ... 

Oltre a questi utili consigli, che variabili registrereste sui motori con azionamento ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc

utilizzo della coppia o percentuale di coppia, qualcosa del genere. In un taglio al volo per pipe mill mi indica il degrado delle lame e questo è un esempio. Se invece hai un attuatore calettato a valle indica impuntamenti meccanici che magari accadono a metà della corsa. Un incrocio di tali dati con la quota reale dice anche dove si trova il guasto......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sandro Calligaro

Tempo fa avevo pensato di lavorare su qualcosa del genere, ma non ne ho mai avuto il tempo.

Mi ero immaginato che, in macchine dove i profili sono ben definiti e ripetitivi, si potesse verificare che il profilo di coppia non vada "troppo" al di fuori del profilo registrato come "campione".

Questo però presuppone l'acquisizione di tutto il profilo per un ciclo, cosa che potrebbe essere difficile.

 

Se vuoi registrare meno dati, potresti pensare alla media del valore assoluto della coppia (o corrente) in un ciclo, oppure al valore RMS (radice della media del quadrato).

 

Sono però solo idee campate in aria, lo dico a scanso di equivoci.

 

Poco tempo fa mi era capitato di leggere di un'azienda (non italiana) che faceva cose del genere, almeno così si intuiva dalla descrizione, Non credo però di riuscire a rintracciarla, ho solo un vago ricordo. Se ritrovo un indizio, lo posto sicuramente!

Edited by Sandro Calligaro

Share this post


Link to post
Share on other sites
fdevid

Purtroppo leggo solo ora il tuo messaggio,

avevo pensato di usare la trasformata di fourier all'interno del plc, in modo da registrarmi pochi dati, per esempio la presa in carico oppure in una cesoia il momento del taglio.

In teoria, " il pattern " dovrebbe essere abbastanza regolare, questo in caso di problemi evidenzierebbe problemi meccanici

 

Edited by fdevid

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pappardella

Ciao, una cosa interessante che ho notato in alcuni drive è la possibilità di verificare automaticamente il degrado dei condensatori del bus DC.

La lettura di un parametro ti dice il tempo di vita stimato dei condensatori, e quindi in un sistema predittivo puoi preventivare se mandare il drive in manutenzione per la sostituzione degli stessi. La stessa cosa è possibile per le ventole di raffreddamento del drive.

Il dato è consultabile via bus di campo, per cui con un PC, uno SCADA, ecc. puoi fare il check dei drive collegati in rete ed avere queste info per tutti i drive collegati nell'impianto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nicola Carlotto

magari il tempo di lavoro della macchina dalla prima accensione , semplice ma efficace.

Ciao

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...