Jump to content
PLC Forum

Manuele Milioli

impianto multisplit microperdite

Recommended Posts

Manuele Milioli

Salve, abito a Fiorano Modenese in casa ho l' impianto di condizionamento con i tubi interni, nella zona giorno è montato da 7 anni un General multisplit con 3 unità ( di cui non sono soddisfattissimo), succede che è già stato ricaricato di 1 kg di gas (r410) 2 volte nel giro di 2 anni , l' ultima a dicembre 2019 e ora mi pare di nuovo scarico , perdite a vista non ne hanno trovate, come conviene Procedere? vorrei evitare di mettere i tubi esterni .

Conviene caricarlo di nuovo inserendo un tracciante e sperare di trovare poi la perdita e se questa non è visibile perchè nei tubi murati mettere poi un turafalle?

Se poi il turafalle non dovesse funzionare  e l' impianto fosse da sostituire mi conviene abbandonare il multispit e mettere tre unità monosplit così si individua eventualmente quali sono i tubi da dover mettere esterni?

Link to post
Share on other sites

Alessio Menditto

Da un punto di vista strettamente giuridico, chi ha caricato SENZA avere trovato dove esce il gas ha commesso un crimine.

Perdite a vista non ne hanno trovate NON È una giustificazione che potrebbero portare in difesa, cioè se non hanno trovato perdite ma in effetti il gas esce vuole dire che CONSAPEVOLMENTE tu butti dentro gas sapendo che poi lui uscirà.

Questo dettaglio è molto importante, uno perché come detto commetti reato, due perché ti fai pagare per un intervento che in realtà non risolve nulla.

Se si è certi la perdita è sotto traccia, si devono fare linee di nuovi tubi, o spaccando i muri o in canalina esterna.

Il turafalle è in bilico tra il legale e l’illegale, perché non è certo al 100% lui chiuda la perdita.

Link to post
Share on other sites
Darlington

ma per curiosità, che è sta moda del turafalle?

 

ha iniziato a sponsorizzarlo qualche stilista famoso? qualche influencer di grido? no perché sarà il quarto o quinto post dove il succo è: "ho perdite, ci metto il turafalle?" , neanche parlassimo di una bici con una gomma a terra, nel qual caso tra l'altro pure si cerca la perdita

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

In effetti ha un suo perché, il turafalle si basa sul principio che appena trova un buco piccolissimo, ma PICCOLISSIMO, lui fa una reazione chimica che crea un muro.

Peró non è sicuro funzioni...

Link to post
Share on other sites
Darlington

Si lo conosco, esiste per i radiatori delle auto da una vita, ma è comunque una sostanza estranea (cioé non è olio né gas) che se ne va a spasso nel circuito frigorifero e dal quale non può essere tolta se non prendendo e buttando tutto, per dirti una mia conoscente lo aveva usato per il radiatore della Golf che aveva trovato bucato, auto presa usata ma piuttosto recente, perché il meccanico per il pezzo nuovo le aveva sparato una cifra assurda.

 

Io quella porcheria non la metterei manco nel circuito della mia auto che è del '92, figuriamoci su una quasi nuova. Per funzionare funziona, ma tra funzionare e funzionare *bene* c'è un abisso

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Ah ma sono d’accordo, è come dico sempre una ultima spiaggia.

 

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli

Allora ,se come mi pare è un po scarico perche raffredda poco l' unica soluzione è mettere un tracciante per trovare le  perdite?

Può rivelarsi un problema lungo da risolvere ,qualcuno conosce un istallatore coscienzioso in zona Modena ?

E sulla questione multisplit o monosplit cosa consigliate? Può essere conveniente abbandonare il trio per tre monosplit?

 

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

il tracciante va benissimo, dopo aver provato i modi classici e si è fallito, cosa che non ho capito se hanno fatto.

Ovviamente deve girare nel circuito qualche giorno, però la questione che noi non dovremmo dire al professionista cosa e come deve fare la ricerca delle perdite, una ditta seria lo deve già sapere di suo.

Link to post
Share on other sites
Darlington

intanto bisogna vedere se effettivamente si è scaricato, già lì il problema è trovare qualcuno che voglia farlo, specie in alta stagione, visto che i pochi competenti avranno l'agenda piena e idraulici, splittaroli e pacioccari vari manco sanno cosa voglia dire "cercare le perdite" , le loro competenze si limitano a buttare su il nuovo e via, il più velocemente possibile così incassano prima e chissene del cliente e di eventuali problemi, se gli va bene se ne accorgerà troppo tardi

 

il secondo problema è appunto trovare qualcuno competente e che lavori come si deve, perché la maggior parte butta dentro un mezzo chilo deggassee, intasca 150€ e il cliente almeno per un po' è contento; questi sono sottoinsieme dei pacioccari descritti sopra

 

il terzo problema è che i polli esistono e buttare soldi al vento è sempre meglio che informarsi, tanto per dire la mia vicina considerava "normale" sia che ogni anno andasse buttato dentro eggassee sia che ci fosse ghiaccio dentro le tubazioni, vedi tu.. chiaro che con gente del genere il pacioccaro ci si fa su la casa, il professionista fa la fame

 

un professionista, se lo è veramente, non userà il tracciante perché avrà il cercafughe elettronico, che il pacioccaro splittarolo non ha perché costa, è già tanto se ha la pompa a vuoto del brico, perché tanti non hanno nemmeno quella

Edited by Darlington
Link to post
Share on other sites
Piero_80
Quote

E sulla questione multisplit o monosplit cosa consigliate? Può essere conveniente abbandonare il trio per tre monosplit?

Voglio fartela io una domanda.La macchina caricata di gas ,andava bene?

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli

Esattamente quello che temo ....mi sa che trovare qualcuno risulterà difficile sopratutto in questo periodo.....aspetterò l' autunno

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli

è stata caricata in inverno perciò è stata usata poco , però sembrava piu efficiente, lo split in cucina non è mai stato potentissimo ma davano la colpa al fatto che è distante dal compressore una decina di metri.

Link to post
Share on other sites
Piero_80
Quote

è stata caricata in inverno perciò è stata usata poco

Per curiosità.Eri presente durante la carica?Ricordi come hanno proceduto?

Edited by Piero_80
Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli
23 ore fa, Piero_80 ha scritto:

Per curiosità.Eri presente durante la carica?Ricordi come hanno proceduto?

No non ero presente alla carica, martedi torna il tecnico e vedo cosa propone. intanto grazie a tutti.

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli
Il 31/7/2020 alle 15:49 , Piero_80 ha scritto:

Per curiosità.Eri presente durante la carica?Ricordi come hanno proceduto?

No non ero presente alla carica, martedi torna il tecnico e vedo cosa propone. intanto grazie a tutti.

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli
Posted (edited)

Vi aggiorno : sono arrivati i tecnici e hanno costatato che la macchina ha perso due terzi della carica ( evidentemente la perdita si è ingrandita) ,ho chiesto loro di di cercare sopratutto la perdita, ma hanno detto che non avevano il tempo sufficente per questo tipo di lavoro, mi hanno proposto di caricarlo per poterlo usare in agosto ma mi sono rifiutato anche perchè sarebbero occorsi un paio di kg di gas ( r410) al modico prezzo di 138 euro (!!!) al kg, che probabilmente si sarebbero volatilizzati in un paio di mesi.

Ho perciò preso appuntamento per settembre quando al ritorno delle ferie (loro), faranno la ricerca della perdita.

che ve ne pare?

PS:la ricerca hanno detto che la faranno con azoto e schiuma, hanno un tracciante ma abbinato a un turafalle che però mi hanno sconsigliato.

Edited by Manuele Milioli
aggiunta
Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Ma io non so, probabilmente vivo in un altro pianeta, mi tocca ripetere, e purtroppo mi spiace che non hai riportato quello che ho scritto la mia prima risposta:

 

NON POSSONO CARICARE UN IMPIANTO SAPENDO CHE PERDE.

 

Ora Manuele i casi sono tre, o pensi che io sia qui a perdere tempo e scrivere sciocchezze, cosa che ritengo probabile, o hai saltato il mio intervento perché lo ritieni troppo noioso, o pensi che LORO siano nel giusto.

Prima di proseguire, ci terrei mi rispondessi a queste mie tre obiezioni, ti assicuro non mi offendo, ma nel caso scelgo l’ultima, questo Forum penso non faccia per te.

Link to post
Share on other sites
Piero_80

Posso dirti una cosa Manuele?Io lascerei perdere proprio la ricerca delle perdite e impiegherei il tempo dell'installatore(che costa ovviamente) per pensare ad una nuova linea ed esterna,magari rigorosamente da 1mm di spessore messa per iscritto.Calcola che il prezzo sarà comunque alto in entrambi i casi,ma almeno in questo  potrai per PRIMO,responsabilizzare con "CARTA CANTA!" chi poserà il nuovo tubo e in SECONDO, avere la certezza di ricaricare i 2 kg di gas, mettendoti al riparo da un intervento eventualmente risolutivo da ultima spiaggia utilizzando il turafalle come già ti hanno proposto,anche perché come hai visto,ogni volta che serve  ricaricarla bisogna spenderci una certa cifra e sentirsi oltretutto con la coscienza sporca(Leggi Alessio),in quanto un climatizzatore non dovrebbe MAI perderlo quel gas inquinante per l'ambiente.Quindi nella sostanza, ti chiedo di decidere non solo badando al prezzo o all'estetica,ma di mettere in preventivo anche altri fattori,come la risoluzione definitiva del problema PER SEMPRE! senza compromessi per te e per l'ambiente. Se poi questa scelta ti obbligherà a ripensare l'impianto,è innanzitutto utile capire se la stessa macchina possa riutilizzarsi per almeno un paio di linee e posare eventualmente la più lontana in altra parte per un monosplit.Nella scelta i fattori principali dipenderanno dalle distanze massime di progetto applicabili per la tua macchina e non meno l'impatto estetico da valutare se troppo invasivo per la casa.

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli
Il 31/7/2020 alle 15:49 , Piero_80 ha scritto:

Per curiosità.Eri presente durante la carica?Ricordi come hanno proceduto?

No non ero presente alla carica, martedi torna il tecnico e vedo cosa propone. intanto grazie a tutti.

 

1 ora fa, Alessio Menditto ha scritto:

Ma io non so, probabilmente vivo in un altro pianeta, mi tocca ripetere, e purtroppo mi spiace che non hai riportato quello che ho scritto la mia prima risposta:

 

NON POSSONO CARICARE UN IMPIANTO SAPENDO CHE PERDE.

 

Ora Manuele i casi sono tre, o pensi che io sia qui a perdere tempo e scrivere sciocchezze, cosa che ritengo probabile, o hai saltato il mio intervento perché lo ritieni troppo noioso, o pensi che LORO siano nel giusto.

Prima di proseguire, ci terrei mi rispondessi a queste mie tre obiezioni, ti assicuro non mi offendo, ma nel caso scelgo l’ultima, questo Forum penso non faccia per te.

Ciao Alessio mi spiace ti sia arrabbiato, ma forse non ho scritto chiaramente. 

Io ho chiesto ai tecnici di cercare la perdita, loro hanno detto che non avevano il tempo di farlo e mi hanno proposto di caricarlo, io mi sono rifiutato rimandando tutto a settembre quando avranno il tempo di cercare questa benedetta perdita, sperando che facciano una ricerca seria.

ora ho il condizionatore scarico e gli ho staccato pure la corrente...spero che non faccia troppo caldo.

saluti

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli
2 minuti fa, Piero_80 ha scritto:

Posso dirti una cosa Manuele?Io lascerei perdere proprio la ricerca delle perdite e impiegherei il tempo dell'installatore(che costa ovviamente) per pensare ad una nuova linea ed esterna,magari rigorosamente da 1mm di spessore messa per iscritto.Calcola che il prezzo sarà comunque alto in entrambi i casi,ma almeno in questo  potrai per PRIMO,responsabilizzare con "CARTA CANTA!" chi poserà il nuovo tubo e in SECONDO, avere la certezza di ricaricare i 2 kg di gas, mettendoti al riparo da un intervento eventualmente risolutivo da ultima spiaggia utilizzando il turafalle come già ti hanno proposto,anche perché come hai visto,ogni volta che serve  ricaricarla bisogna spenderci una certa cifra e sentirsi oltretutto con la coscienza sporca(Leggi Alessio),in quanto un climatizzatore non dovrebbe MAI perderlo quel gas inquinante per l'ambiente.Quindi nella sostanza, ti chiedo di decidere non solo badando al prezzo o all'estetica,ma di mettere in preventivo anche altri fattori,come la risoluzione definitiva del problema PER SEMPRE! senza compromessi per te e per l'ambiente. Se poi questa scelta ti obbligherà a ripensare l'impianto,è innanzitutto utile capire se la stessa macchina possa riutilizzarsi per almeno un paio di linee e posare eventualmente la più lontana in altra parte per un monosplit.Nella scelta i fattori principali dipenderanno dalle distanze massime di progetto applicabili per la tua macchina e non meno l'impatto estetico da valutare se troppo invasivo per la casa.

Hai perfettamente ragione, il problema è anche scoprire perchè il condizionatore che è istallato da 7 anni ha accusato perdite soltanto negli ultimi 3 anni, non è affatto sicuro che la perdita sia nei tubi ...forse è nel compressore o negli split.

Link to post
Share on other sites
Xxxxbazookaxxxx
1 ora fa, Manuele Milioli ha scritto:

hanno costatato che la macchina ha perso due terzi della carica

Allora va sostituito tutto il refrigerante,non rabboccato. 
Come hanno fatto a dire che ne mancano 2/3?

Io quando recupero ti dico “dentro ce n’erano 485 grammi quindi ne mancano 455 per esempio. 
Magari loro hanno bilance diverse. 
 

1 ora fa, Manuele Milioli ha scritto:

Ho perciò preso appuntamento per settembre quando al ritorno delle ferie (loro), faranno la ricerca della perdita.

Cerca qualcun’altro,il tempo per derubarti noto che invece lo avevano. 
E li vuoi far tornare a casa tua il gatto e la volpe?Anche no!

Cerca uno serio che trova le o la perdita e invece di pagare questi parassiti ogni anno per sempre paga lui una volta sola per risolvere. 
 

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Non sono arrabbiato, è che mi chiedo cosa sei venuto a fare qui.

Più che dirti che il loro comportamento è un reato PENALE, ripeto PENALE, non civile, cosa devo dire di più per farti capire che sono personaggi poco seri e che violano la legge ?

Io mi aspettavo tu dicessi loro NON di tornare a settembre, ma che in un forum tecnico ti abbiamo detto che il loro è un comportamento CRIMINALE (nel senso vero e proprio che ti propongono un crimine), e se non ci credevano ti avrei dato volentieri il mio numero così ci parlavo io direttamente e snocciolavo gli articoli penali che violano, e se avessero caricato un impianto consapevoli che perde avrei chiamato le forze dell’ordine così ci facevamo due risate, invece tu niente, non hai detto niente è così loro continueranno il loro comportamento CRIMINALE indisturbati, tanto la gente non sa la legge, a te l’ho detta ma è come non ti avessi detto niente, vuoi che sia contento?

Link to post
Share on other sites
Piero_80
Quote

il problema è anche scoprire perchè il condizionatore che è istallato da 7 anni ha accusato perdite soltanto negli ultimi 3 anni, non è affatto sicuro che la perdita sia nei tubi

Cosi si ritorna al discorso fatto da Alessio.Aldilà della questione penale qui c'è da capire DOVE perde e, se a questi piace solo ricaricare e tu non hai affatto idea di chi puoi contattare per svariati motivi,almeno fagli fare il minimo indispensabile per darti una linea che non perde.Da qui dipende il mio discorso di prima.Comunque la macchina non è vecchia e certamente non parliamo di un marchio qualitativamente basso,quindi mi sento di escludere per buona percentuale, una perdita derivante dalle sue componenti,tranne per le valvole.

Link to post
Share on other sites
Manuele Milioli

ok , quando arriveremo a settembre ribadirò che non carico un condizionatore che perde e finchè non fanno una ricerca seria mettendo ogni unità e sezione in pressione non mettiamo un grammo di gas, purtroppo la ditta chiamata stando alle recensioni dei clienti ( per quello che contano) era quella più affidabile ma cosi non evidentemente non è , e ora non so chi chiamare .

un ultima domanda: ogni istallatore vende il gas al prezzo che vuole? 

Link to post
Share on other sites
Darlington
46 minuti fa, Manuele Milioli ha scritto:

ogni istallatore vende il gas al prezzo che vuole? 

 

certo, esattamente come trovi il pizzicagnolo che ti fa il crudo a 5 euro al chilo e quello che te lo fa a 8, il mercato è libero, va da sé che non possono vendertelo a meno di quel che lo pagano loro e ultimamente grazie alla fantastica europa i prezzi dei gas sono triplicati, vedi anche il 134a per i clima auto, se prima una carica te la facevano a 40€ ora se te ne chiedono 90 sono pure onesti

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...