Jump to content
PLC Forum


Renato Capasso

Colla per circuiti stampati?Pulizia colofonia

Recommended Posts

Renato Capasso

Ciao ragazzi, sapete se esiste una colla adatta a incollare le piste che si staccano quando si dissaldano i componenti su schede molto vecchie o di scarsa qualità? Tagliare il componente e saldar sopra senza rimuovere i pin è una cosa che odio.

Altra cosa, quando vi ritrovate schede imbrattate in modo inguardabile di colofonia e similari tanto da rendere difficoltosa anche la semplice e lettura e osservazione dei componenti con cosa le pulite? Alcool non sempre è sufficiente...

Grazie e a presto

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

rfabri

Per le piste staccate non c'è o almeno non credo ci sia nulla, per la pulizia alcool anch'io la tengo immersa e con spazzolino pulisco bene poi subito spray vernice per pcb.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69

L'acetone fa miracoli, quello puro che si compra in ferramenta. Metti il circuito stampato in verticale e lo spennelli abbondantemente, praticamente lo devi lavare. Sotto metti una vaschetta o una bacinella per raccogliere l'acetone sporco. Occhio che non tutte le plastiche gradiscono l'acetone, alcune si "squagliano" e su qualche componente potrebbe cancellarsi la sigla. Addirittura su alcune resistenze di scarsa qualità vengono via gli anelli colorati. Comunque fai le prove sui circuiti stampati da buttare, una volta capito il sistema avrai problemi l'uno per mille delle volte.

Edited by maxmix69

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

È vero col acetone, ma soltanto per la colofonia, non l'ho detto prima proprio per i tanti possibili danni collaterali. Io la colofonia me la diluisco con l'acetone e la uso ad occorrenza. Quella solida non la posso usare col saldatore a stilo, ci vorrebbe quello a pistola, istantaneo, ma ho smesso di comprare i giocattoli che sono in commercio, troverò prima o poi uno della vecchia scuola... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69

Riguardo la colla io uso del cianoacrilato con la scritta "non lascia aloni". Regolarmente sarebbe il meno indicato perché riscaldato rilascia fumi aggressivi e soprattutto tossici, ma quello con la scritta "non lascia aloni" sembra avere un ridotto rilascio di questi fumi. Se qualcuno ha una soluzione diversa interessa pure a me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69
3 minuti fa, gabri-z ha scritto:

non l'ho detto prima proprio per i tanti possibili danni collaterali

Ai quali aggiungo di fare il lavaggio all'aria aperta, o comunque con la mascherina e poi arieggiare, se si è particolarmente sensibili può venire un capogiro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Le colle sono solitamente '' senza solvente '' , obbligano la pulizia meccanica .E' raro (io non ho mai trovato una ) trovare una solubile in qualcosa a portata di mano....E vi garantisco che nel laboratorio dove '' ho fatto scuola '' avrebbero portato pure acqua pesante se fosse necessaria ..;)

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nik-nak

Le piste dei circuiti stampati che si danneggiano, non vanno reincollate, ma si ricostruiscono.

A seconda della tipologia di scheda, si possono ricostruire con reofori di resistenze, cavi isolati in rame multifilare, cavi wire wrap, oppure cavi in rame smaltati, per intenderci quelli utilizzati negli avvolgimenti elettrici(induttori toroidali, bobine relay, etc).

Per la rimozione dei residui di lavorazione sulle schede, esistono appositi spray a base di alcol isopropilico, anche se una soluzione valida è l'utilizzo di trielina(forse non più reperibile, e sostituita da smacchiatori vari), abbinata a pennelli in setola tagliati per ridurre la lunghezza delle setole, ed aumentare l'azione meccanica.

Edited by Nik-nak

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
37 minuti fa, gabri-z ha scritto:

Le colle sono solitamente '' senza solvente '' ,

Scusate la risposta errata , pensavo alla pulizia delle eventuali colle !:wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites
pilota60

La trielina è ancora in vendita, ne presi un flacone la settimana scorsa.
Rimane il prodotto più valido ed economico per pulire.
Occhio però alle esalazioni ed al fatto che aggredisce le plastiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, pilota60 ha scritto:

Rimane il prodotto più valido ed economico per pulire

Costa veramente meno dell'acetone ? L'acqua al bar costa di più ...:superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max.bocca69

Rs, distrelect, farnell e compagnia hanno la bomboletta con il pennellino integrato che rimuove benissimo i residui delle saldature ed é inodore anche se ci vorrebbe la cappa aspirante per normativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Renato Capasso

Grazie  a tutti per le risposte... La ricostruzione è il metodo che uso di più quando la pista è spezzata. Ma quando la pista è solo sollevata ma integra, per ragioni di restauro preferirei mantenere l'originale.  Ovvio che dipende dalla funzione, se ho dubbi taglio e ricostruisco, meglio sempre un lavoro "sporco" che precario. Per la pulizia, l'acetone non lo stavo utilizzando perchè avevo il timore che rimuovesse anche lo strato protettivo dello stampato. Proverò, dovrei averne un po' in casa.

Il cianoacrilato : l'attak? Provai tempo fa, ma i vapori erano tremendi quando andavo a saldare. Non ho provato con quello  che non lascia aloni... tenterò anche con quello. Qualcuno ha mai provato ad utilizzare il silicone ad alta temperatura (la famosa pasta rossa che si usa nei motori)? A intuito dovrebbe funzionare, regge 800° ben oltre una normale saldatura e, che io sappia, non è conduttivo. Unico dubbio è il reale potere adesivo. Domani cerco, se ne trovo un po' vi faccio sapere il risultato. Ho anche visto che ci sono dei collanti ceramici che si usano nei forni, reggono anche 2000° , su alcuni è specificato che non incollano il rame su altri no, ma visto il costo (20-30€ a tubetto) eviterei l'acquisto per una prova che potrebbe andar male.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69

Il silicone, pure quello tradizionale, potrebbe essere una soluzione, ma a me non piace perché resta gommoso. Forse utilizzandone pochissimo, chissà...

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69
5 ore fa, pilota60 ha scritto:

La trielina è ancora in vendita

E dove? È da tanto che non la trovo, comunque per uso pulizia circuiti elettronici l'acetone è il miglior sostituto che io abbia mai trovato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pilota60
10 ore fa, maxmix69 ha scritto:

E dove? È da tanto che non la trovo,

In ferramenta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
14 ore fa, maxmix69 ha scritto:

È da tanto che non la trovo, comunque per uso pulizia circuiti elettronici l'acetone è il miglior sostituto che io abbia mai trovato.

 

Attenzione all'uso di questi prodotti.

Olttre ai problemi ambientali e per la salute di chi li usa, possono causare problemi ai condensatori elettrolitici. Se il liquido filtra attraverso i fori passanti e si insinua sotto i condensatori elettrolitici verticali li degrada piano piano; per un po' il funzionamento è regolare, poi cominciano a guastarsi.

Parlo per esperienza aziendale di alcuni anni fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
27 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

Parlo per esperienza aziendale di alcuni anni fa.

C'è stata pure sul forum una discussione sul tema , senza dubbio più di due anni fa , purtroppo non ricordo nomi , ne del utente , ne della discussione / sottoforum

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

possono causare problemi ai condensatori elettrolitici

Quresto non lo sapevo, ma per fortuna non mi è mai capitato. Non ricordo di apparecchiature che ho "lavato" e poi ho dovuto cambiare i condensatori dopo tempo. Però buono a sapersi, farò ancora più attenzione! @Livio Orsini all'incirca dopo quanto tempo hai riscontrato problemi? Settimane, mesi, anni...?

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
Il 1/8/2020 alle 16:11 , pilota60 ha scritto:

La trielina è ancora in vendita, ne presi un flacone la settimana scorsa.

 

8 ore fa, pilota60 ha scritto:

In ferramenta.

 

Sicuro che fosse trielina (tricloroetilene) e non trielax (tricloropropano)? Perchè ho girato parecchie ferramente di zona senza trovarne una goccia, Sembra che sia stata tolta del mercato e sostituita dal trielax per ragioni di tossicità. A parte che anche quest'ultimo si fa fatica a trovarlo...

Edited by hfdax

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
3 ore fa, maxmix69 ha scritto:

all'incirca dopo quanto tempo hai riscontrato problemi? Settimane, mesi, anni...?

 

Siamo nell'ordine dei mesi.

Ricordo che dovemmo mandare una persona dell'assistenza a sostituire i condensatori elettrolitici su alcune schede. Tra la produzione della scheda e la prima segnalazione di guasto passarono più di 6 mesi.

Però buona parte del tempo i circuiti erano spenti;si può ipotizzare che abbiano lavorato all'incirca un mese prima di avere il guasto.

Non so dire se anche il tempo in cui il condensatore era senza tensione conti.

 

Ricordo che analizzammo il guasto con il produttore dei condensatori. Noi avevamo ipotizzato che fosse una partita difettosa, ma dalle date di produzione appartenevano a lotti differenti.

Il produttore, dopo aver aperto alcuni pezzi che gli avevamo inviato, diagnosticò che il responsabile fosse stato il lavaggio con trielina.

Come verifica prendemmo alcuni condensatori del medesimo lotto, ne trattammo metà con trielina e poi mettemmo tutto il gruppo sotto tensione 24/24 e 7/7; trascorsi circa 20 gg cominciarono i primi segni di degrado sui condensatori sottoposti a lavaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rfabri

Me lo ricordo benissimo il prof di laboratorio sui circuiti stampati mi disse usate poco alcool ma solo quello, tutto quello che è trielina acetone e solventi vari prima o poi vi creeranno problemi, poi su apparati a valvole è pericoloso anche l'alcool, solo il stretto necessario se proprio dovete pulire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Io uso la grappa bianca nei circuiti a stato solido e la barricata nei circuiti a valvole. Ha un profumo gradevolissimo, non ne avanza mai e si trova facilmente

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

E fai bene ! 

Sei già in festa o la fai domani ? 

Buon compleanno !

Spero di essere il primo e che tu non sia superstizioso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...