Jump to content
PLC Forum


Franko66

sostituzione citofono Urmet 1130/50 in caso di centralino di portineria

Recommended Posts

Franko66

Buongiorno

Per motivi pratici (dentino d'appoggio del citofono rotto, che pertanto cade ogni volta che suonano), devo sostituire il mio citofono Urmet 1130/50.
Nel mio palazzo abbiamo il citofono esterno (quello con tutti gli inquilini), e uno per ogni scala (2, con i nomi degli inquilini della scala).
Il citofono se alzato e premuto sul tasto sotto apre il cancello da dove è partita la chiamata.
Inoltre abbiamo il centralino in portineria che se attivato disattiva i citofoni esterni di cui sopra.

Ho letto diversi articoli qua sul forum, e mi sembra di aver capito che IN CASO di centralino, è necessario avere il fatidico morsetto 8, che (sempre a quanto ho capito) sarebbe disponibile solo sui modelli Urmet 1101 (quello bicolore giallo/grigio), il 1130/50, ed un altro 1130/55.
Non importa cioè, se altri sono dichiarati compatibili, universali, ecc anche se 4+n, non hanno sto morsetto 8 essenziale.

Innanzitutto chiedo conferma se è realmente così come ho capito e se lo è, come si può risolvere la sostituzione, perché non si riesce a trovare ATTUALMENTE in commercio il 1130/50, ma nemmeno gli altri 2 (seppure considerando che il 1101 non lo potrei installare per ragioni estetiche)!
Ci sarà spero un modo alternativo...


 

Share this post


Link to post
Share on other sites

soltec

Si può usare un 1130/11  ma va fatta una modifica per farlo funzionare. Al 99% va. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66

Intanto grazie per la risposta, ho visto che il 1130/11 è colore avorio, a me servirebbe bianco, inoltre non sono proprio allettato dal fare la modifica (non so se sono capace).
Ma possibile che non ci siano più i modelli 1130/50?

In ogni caso, quale sarebbe la modifica da fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66

Ho trovato delle inserzioni ebay per il 1130/16 dato per sostitutivo del 1130/50.
Almeno questo è bianco, si potrebbe utilizzare nel mio caso? Magari anche con modifica come si diceva sopra?

p.s. in realtà si riesce ancora a trovare dei 1130/50 su ebay, ma a costi assurdi, si parte dai 65€ 

Share this post


Link to post
Share on other sites
soltec
6 ore fa, Franko66 ha scritto:


p.s. in realtà si riesce ancora a trovare dei 1130/50 su ebay, ma a costi assurdi, si parte dai 65€ 

Così costa di listino Urmet a cui devi aggiungere l'IVA.

 

6 ore fa, Franko66 ha scritto:

Ho trovato delle inserzioni ebay per il 1130/16 dato per sostitutivo del 1130/50.

No, quello non va bene

6 ore fa, Franko66 ha scritto:

In ogni caso, quale sarebbe la modifica da fare?

Va tagliato un ponticello e aggiunto un condensatore. E collegato in un certo modo. 

Altra alternativa citofono a chiamata elettronica 1150/1 con aggiunta ronzatore meccanico ( prelevato dal vecchio citofono)  e modifica come sopra. 

A memoria non ricordo i collegamenti però ho lo schema e se ti serve lo posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
Il 9/9/2020 alle 21:00 , soltec ha scritto:

Così costa di listino Urmet a cui devi aggiungere l'IVA.

 

davvero? Però mi pare eccessivo...

 

Il 9/9/2020 alle 21:00 , soltec ha scritto:

Altra alternativa citofono a chiamata elettronica 1150/1 con aggiunta ronzatore meccanico ( prelevato dal vecchio citofono)  e modifica come sopra. 

A memoria non ricordo i collegamenti però ho lo schema e se ti serve lo posto.


il 1150/1 andrebbe meglio sicuramente, è bianco e si trova sui 20€.
Se ti è possibile allegare lo schema potrebbe essere la soluzione, grazie

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao Franko66,

Il 9/9/2020 alle 14:33 , Franko66 ha scritto:

p.s. in realtà si riesce ancora a trovare dei 1130/50 su ebay, ma a costi assurdi, si parte dai 65€ 

Se vuoi il 1130/50 l'ho trovato QUI ad un prezzo molto più ragionevole, oppure anche QUI e altrettanto QUI , ma sembra che in questi ultimi due non siano disponibili, bisognerebbe sentire direttamente i venditori.

Comunque nel listino del settembre 2020 non c'è, ma mi risulta dal portale del mio fornitore che l'ultimo prezzo disponibile è addirittura di 77,43€ IVA esclusa.

 

Ad ogni modo se il buon soltec ti da lo schema per la modifica con il 1150/1 tanto meglio

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
3 ore fa, ROBY 73 ha scritto:

Ciao Franko66,

Se vuoi il 1130/50 l'ho trovato QUI ad un prezzo molto più ragionevole, oppure anche QUI e altrettanto QUI , ma sembra che in questi ultimi due non siano disponibili, bisognerebbe sentire direttamente i venditori.

 

i secondi due li avevo già visti anche io, ma come hai notato anche tu non sono attualmente disponibili

proverò a contattare il primo

comunque noto che quello li del primo link, ha il filo grigio, invece il mio ha anche il filo bianco... non capisco, cos'è una altra variante??
 

 

Quote

Comunque nel listino del settembre 2020 non c'è, ma mi risulta dal portale del mio fornitore che l'ultimo prezzo disponibile è addirittura di 77,43€ IVA esclusa.

 

da un rivenditore ebay ho trovato scritto che l'articolo è fuori produzione, il che spiegherebbe la difficoltà a trovarlo.

Intanto ho scritto anche alla Urmet per avere info in merito, disponibilità o alternative (ci devono essere, non è che uno può obbligare il condominio a cambiare l'impianto!)

 

Quote

Ad ogni modo se il buon soltec ti da lo schema per la modifica con il 1150/1 tanto meglio

 

già, attendo, vi farò sapere anche eventuale risposta Urmet

Edited by Franko66

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
3 ore fa, Franko66 ha scritto:

comunque noto che quello li del primo link, ha il filo grigio, invece il mio ha anche il filo bianco... non capisco, cos'è una altra variante??

Mah credo sia un effetto ottico, anch'io lo vedo grigio ma se guardi bene la foto non è completamente e perfettamente  "reale", mi sembra molto digitalizzata, poi non saprei di preciso.

 

3 ore fa, Franko66 ha scritto:

da un rivenditore ebay ho trovato scritto che l'articolo è fuori produzione, il che spiegherebbe la difficoltà a trovarlo.

Sì infatti non è più a listino già da un paio d'anni, so che c'era in quello del 2018 e costava 71€ circa.

Ora riguardando il listino attuale 2020 ho visto che c'è il 1130/65 descritto come "Citofono bianco su estetica 1130 con pulsante" alla modica cifra (si fa per dire) di 105,00€ IVA esclusa, ma non ho idea di come sia fatto e se possa sostituire il tuo attuale in quanto non c'è nemmeno sul sito ufficiale e/o sul catalogo Urmet, probabilmente è uscito in questo mese e non hanno ancora fatto l'aggiornamento.

 

Altrimenti (sempre trovandolo) come hai già accennato tu c'è il 1130/55 che però ha un pulsante sulla cornetta da tenere premuto durante la conversazione, (anche se credo che si possa eliminare aprendo la cornetta stessa, naturalmente si perderà la garanzia), ma anche questo non è più a listino 2020.

Share this post


Link to post
Share on other sites
soltec

 

Il 11/9/2020 alle 09:51 , ROBY 73 ha scritto:

Ad ogni modo se il buon soltec ti da lo schema per la modifica con il 1150/1 tanto meglio

 

In allegato schema relativo alla modifica 1130/11.

Per usarlo su un 1150/1 che non ha il ronzatore incorporato io l'ho preso da un vecchio 1130 dismesso. 

Su 1150/1 ho usato anche in serie al morsetto 1 una resistenza da 180 ohm mi sembra la stessa che è montata sulla schedina del ronzatore (1131/7) che c'è sul 1130/11 perchè troppo amplificato ma potrebbe non servire.

 

Comunque su due centralini molto vecchi con chiamata su ronzatore che ho provato funziona.

Pero' ci sono varie versioni, l'ultima per esempio era predisposto sia per chiamata elettronica che per tradizionale è su questo non lo ho mai provato.

 

schema modifica 1130-11.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
Il 12/9/2020 alle 19:33 , soltec ha scritto:

 

 

In allegato schema relativo alla modifica 1130/11.

 

Grazie

 

vi posto anche la risposta dell'assistenza Urmet:

"Buongiorno....

 in questo caso deve contattare l’assistenza tecnica di zona ed acquistare un citofono modificato da poter utilizzare sull’impianto attuale"

e poi mi danno i riferimenti di un centro di assistenza in zona (Casoria (NA))

Purtroppo essendo io negato nel campo e comunque dovrei recuperare ronzatore da altro citofono, mi sa che contatterò il centro assistenza :( se poi mi chiedono troppo opto per i rari e costosi 1130/50 ancora superstiti (vi aggiornerò magari)

 

Ripeto il ringraziamento a Soltec, magari ad altri potrà essere utile lo schema.

Ritengo in ogni caso davvero "insolito" almeno che la Urmet non abbia nulla in sostituzione, ma sopratutto che NESSUN produttore, cinese o quant'altro, abbia prodotto un citofono totalmente compatibile con il 1130/50 vista la sua diffusione, nemmeno un "kit di adattamento", mi sembra davvero assurdo, da non credere.

 



 

Edited by Franko66

Share this post


Link to post
Share on other sites
soltec
1 ora fa, Franko66 ha scritto:

Ritengo in ogni caso davvero "insolito" almeno che la Urmet non abbia nulla in sostituzione, ma sopratutto che NESSUN produttore, cinese o quant'altro, abbia prodotto un citofono totalmente compatibile con il 1130/50

Il problema è dato dal fatto che hai un centralino di portineria. I centralini Urmet sono fuori produzione da tempo. Per gli altri impianti 4+n ce ne sono tantissimi compatibili.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
Il 11/9/2020 alle 17:04 , ROBY 73 ha scritto:

Altrimenti (sempre trovandolo) come hai già accennato tu c'è il 1130/55 che però ha un pulsante sulla cornetta da tenere premuto durante la conversazione, (anche se credo che si possa eliminare aprendo la cornetta stessa, naturalmente si perderà la garanzia), ma anche questo non è più a listino 2020.

Come non è a listino, costa €99+ iva 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
5 minuti fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Come non è a listino, costa €99+ iva 

Avevo quello  UTD36 del1 SETTEMBRE 2018 e c'era, poi proprio venerdì ho scaricato il UTD40 del 1 SETTEMBRE 2020 ed il 1130/55 non c'è, probabilmente è stato sostituito con il 1130/65 di cui come già detto non ho trovato nessuna traccia da nessun'altra parte

Tu quale listino hai guardato, quello del 2019 per caso?   Ed inoltre dal portale del mio fornitore l'ultimo listino è addirittura a 101€, quindi non saprei che dire.

ONDA.thumb.png.e79f1d5890f0f8b6642428e30955f676.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
Il 14/9/2020 alle 20:43 , soltec ha scritto:

Il problema è dato dal fatto che hai un centralino di portineria. I centralini Urmet sono fuori produzione da tempo. Per gli altri impianti 4+n ce ne sono tantissimi compatibili.

 

 

bhe ma mica sarò l'unico col centralino?? Qua a Napoli moltissimi palazzi, anche monoscala, hanno il custode con guardiola e centralino. Immagino in italia saranno centinaia di migliaia situazioni similari. Mi pare pure assurdo economicamente abbandonare tale settore (che ci guadagna l'urmet?)
E poi, perdonatemi se dico castronerie, ma qua parliamo di semplici apparati elettrici, a me pare un paradosso che oggi, ci sono sofisticatissimi cellulari, telefoni, digitali ecc. e non si può avere un apparecchio che sia opportunamente ingegnerizzato per essere adattabile a varie casistiche, chessò magari tramite elettronica, ma mica parliamo di space shuttle... space X. Mha


comunque stamattina chiamo l'assistenza e vedo che mi dicono, poi vi aggiorno

Sempre grazie a tutti!

 

12 ore fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Come non è a listino, costa €99+ iva 

cioè... ma ci rendiamo conto anche dei prezzi????
120€ di listino per un po di plastica e qualche componente elettrico? :(

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
Il 15/9/2020 alle 23:41 , ROBY 73 ha scritto:

Tu quale listino hai guardato, quello del 2019 per caso?

Esatto il 39

 

11 ore fa, Franko66 ha scritto:

cioè... ma ci rendiamo conto anche dei prezzi????
120€ di listino per un po di plastica e qualche componente elettrico?

Forse ti sfugge che il citofono in oggetto è un ricambio per un sistema che non viene più prodotto, ne consegue una produzione modesta con costi molto più alti, ringrazia che per evitare di dover sostituire tutti gli impianti lo forniscano ancora, altre case non lo hanno fatto...

poi il costo è di listino a cui va considerato un inevitabile sconto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
Il 15/9/2020 alle 23:41 , ROBY 73 ha scritto:

probabilmente è stato sostituito con il 1130/65

Temo un errore di stampa, domani controllo e vi informo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
25 minuti fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Temo un errore di stampa, domani controllo e vi informo.

Potrebbe anche essere, grazie dell'info

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
18 ore fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Forse ti sfugge che il citofono in oggetto è un ricambio per un sistema che non viene più prodotto, ne consegue una produzione modesta con costi molto più alti, ringrazia che per evitare di dover sostituire tutti gli impianti lo forniscano ancora, altre case non lo hanno fatto...

poi il costo è di listino a cui va considerato un inevitabile sconto.

 

A me non sfugge affatto, visto che ne stiamo parlando da parecchio.
Ma a prescindere che l'oggetto "sia un ricambio per un sistema non più prodotto", resta non chiaro per me perché NON SIA PIU' PRODOTTO (non è produzione modesta, ma produzione zero), visto che nella mia situazione di certo ci sono decine di migliaia di condomini con centralini!
Se non lo fa la URMET sto citofono, mi chiedo perché non lo facciano altri perché ripeto, non parliamo di space shuttle, ma di un po di plastica e pochi elementi elettrici. Se uno producesse un apparato compatibile coi centralini oggi farebbe affaroni.

In questa situazione, davanti ad una Urmet che inspiegabilmente quindi abbandona un modello,  io non ringrazio affatto, ci mancherebbe. La trovo una **** da varie prospettive.

Ringrazierei qualcuno che eventualmente mi chiarisse l'abbandono di un prodotto che di sicuro renderebbe, giusto per accademia almeno, discorso che lascia il tempo che trova.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
1 ora fa, Franko66 ha scritto:

Se uno producesse un apparato compatibile coi centralini oggi farebbe affaroni.

Come no...milioni di vendite tutti i mesi.

Ricordati che se si guasta il centralino non esiste ricambio e prima o poi dovranno essere sostituiti tutti gli impianti se si vuole mantenere il servizio di portineria altrimenti si elimina il centralino e si trasforma l’impianto in un 4+n normalissimo con possibilità di  cornette di sostituzione compatibili di tutte le marche. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
Il 17/9/2020 alle 20:23 , Roberto Garoscio ha scritto:

Come no...milioni di vendite tutti i mesi.

 

vogliamo negare l'oggettività? Cioè che oggi un citofono che a produrlo costerà 10€ si vende a 90€? Per me questi si, sono oggettivamente affaroni.

Il 17/9/2020 alle 20:23 , Roberto Garoscio ha scritto:

Ricordati che se si guasta il centralino non esiste ricambio e prima o poi dovranno essere sostituiti tutti gli impianti se si vuole mantenere il servizio di portineria altrimenti si elimina il centralino e si trasforma l’impianto in un 4+n normalissimo con possibilità di  cornette di sostituzione compatibili di tutte le marche. 

 

Ah si? Anche se si rompe il centralino si deve rifare tutto? Questo non lo sapevo, ma permettimi, altra boiata se è vera!
Anche il centralino non credo sia roba da star trek, se non è riparabile/sostituibile con altro, sarebbe un altra "mancanza" del mercato. 
RIfare un impianto condominiale, senza il centralino, facendo ripassare fili (in corrugati di 30-40 anni fa??) mi sembra enormemente dispendioso.
Non capisco perché sostieni la normalità di tutto ciò, per me non lo è affatto.
Lo capirei se fosse tecnologicamente difficile/impossibile, es. se fossero tecnologie ormai abbandonate (es. valvole elettroniche, ma pure quelle si trovano!!!).
Oltretutto vedo citofoni "universali" che funzionano in modalità analogica/elettronica, all'interno sempre ronzatori, fili e una schedina abbiamo.
Da profano mi sembra di capire che ciò che cambia è la schedina da 50 centesimi che deve gestire il tutto, che magari se progettata con una cpu "indecente" cinese da altrettanti 50 centesimi e fili extra, potrebbe essere universale sul serio. Se poi invece serve Einstein per fare sto accrocchio, mi sbaglio io.
A me sembra assurdo insomma che in epoca di smartphone, ultracomplessi e ultracompatti, che costano anche 50€, si ritenga IMPOSSIBILE/ANTIECONOMICO produrre un citofono che realmente costerà 10€. Non HA alcun senso. I motivi devono essere altri, forse brevetti??



 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Se avessero seguito il tuo modo di pensare gli smartphone da 50€ non esisterebbero, avresti ancora il telegrafo con il sistema Morse magari in plastica invece che legno e metallo ma tecnologicamente sempre lo stesso, che senso ha produrre nuovi sistemi sempre più tecnologici se poi non li vendi perché tutti si tengono i loro centralini a leve meccaniche che, oggi costerebbero il triplo di uno elettronico avendo prestazioni cento volte inferiori?

Forse non sei aggiornato ma con i nuovi sistemi non serve cambiare cablaggi per ammodernare gli impianti.

4 ore fa, Franko66 ha scritto:

Ah si? Anche se si rompe il centralino si deve rifare tutto? Questo non lo sapevo, ma permettimi, altra boiata se è vera!

No non ti permetto, perché non è quello che ho scritto io, leggi bene e assimila il concetto, la boiata l’hai scritta tu!

 

Edited by Roberto Garoscio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
Il 17/9/2020 alle 20:23 , Roberto Garoscio ha scritto:

Ricordati che se si guasta il centralino non esiste ricambio

Franko66,

che ti piaccia o no è così.

Edited by Roberto Garoscio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franko66
18 ore fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Se avessero seguito il tuo modo di pensare gli smartphone da 50€ non esisterebbero, avresti ancora il telegrafo con il sistema Morse magari in plastica invece che legno e metallo ma tecnologicamente sempre lo stesso, che senso ha produrre nuovi sistemi sempre più tecnologici se poi non li vendi perché tutti si tengono i loro centralini a leve meccaniche che, oggi costerebbero il triplo di uno elettronico avendo prestazioni cento volte inferiori?

Forse non sei aggiornato ma con i nuovi sistemi non serve cambiare cablaggi per ammodernare gli impianti.

 

ma non è affatto così... stai portando avanti un discorso infondato, e non capisco perché.
Gli smartphone da 50€ sono un evoluzione di prodotti "singoli", per uso personale!
Se il mio telefono diventa obsoleto è ovvio che sia da buttare, e si passa ad altro senza problemi.
Poi l'obsolescenza nel settore elettronica, viaggia alla velocità della luce! 
Hai preso proprio il settore meno idoneo per fare paragoni. :D
 

poi continui a "tralasciare" (volontariamente?) il fatto che tali centralini "vecchi", sono molto diffusi, proprio perché si sono utilizzati per decenni!

E comunque OGGI, ci sono citofoni UGUALI nel funzionamento, sempre fili, ronzatori, qualche condensatore e magari qualcuno avrà un chippetto.
Non è che siamo passati da telefoni 1G al 5G, da chip a 32nm a 4nm, da memorie di 128k a 128GB, e da sistemi basilari a android 11!


Nei citofoni stessa tecnologia o quasi, semplicemente NON SI FA IL MODELLO CHE SERVE! 

 

18 ore fa, Roberto Garoscio ha scritto:

No non ti permetto, perché non è quello che ho scritto io, leggi bene e assimila il concetto, la boiata l’hai scritta tu!

 


 il mio "boiata" non si riferiva a quanto da te detto, ma era una definizione della situazione che si viene a creare se è vero che il centralino non ha pezzi di ricambio, quindi non ero stato offensivo nei tuoi confronti.
Poi non vedo la differenza, se non c'e ricambio non è riparabile o NO? Quindi non si deve rifare tutto? Nel senso di cambiare centralino e tutti i citofoni?
Lascio il cablaggio ok, ma ovviamente il costo per un condominio di 2 scale e 40 appartamenti non è roba da poco, ti pare? Ma sopratutto devi convincere quelli a cui il citofono funziona!


Io credo che sarebbe stato ipotizzabile un passaggio graduale, magari un citofono urmet compatibile 1130/50 ma utilizzabile pure con centralini nuovi, così magari man mano si migrava ai citofoni nuovi, e quando era il momento si cambiava pure il centralino, e comunque chi aveva problemi col citofono rotto non restava appeso,
Non mi sembra fantascienza, certo se poi serve Einstein per un citofono del genere allora mi sbaglio...

 



 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...