Jump to content
PLC Forum

Mattia Simeoni

Doppia alimentazione all’occorrenza

Recommended Posts

Mattia Simeoni

Salve come da titolo sarei interessato ad aver informazioni su una possibile modifica,

vorrei predisporre il quadro in modo da aver tutti gli MT sotto contatore

in caso di necessità solo alcuni sotto Ups però quello che mi piacerebbe riuscire a fare è modificare l’alimentazione dal quadro appena ne necessito come potrei fare?

io avevo pensato ad un commutatore din ,mi basterebbe metterlo a monte degli mt che devo alimentare? 
grazie per le risposte 

Link to post
Share on other sites

stef70

cioè stai dicendo che in caso di assenza di energia elettrica, intervieni tu a mano e giri il commutatore sull'UPS?

Perchè non metti il UPS in serie ai MT che vuoi proteggere?

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni

pardon, ero a di fretta e ho scritto male, la mia idea è mettere un gruppo elettrogeno o qualsiasi altra cosa che mi si azioni in caso di mancanza corrente e si volevo mettere in manuale, ma volevo predisporre già il tutto cosi da far si che quando serva senza star li a collegare fili ecc, mi basta attivare l'interruttore e accendere il gruppo elettrogeno.

 

E' solo una precauzione dato che l'anno scorso è successo che per una settimana causa maltempo tutta la via è rimasta senza corrente e credo che un ups 1 settimana non tenga a meno che non sia bello grande e costoso.

e ipotesi tornasse la corrente mentre il gruppo elettrogeno è acceso non voglio che faccia nessun corto di alimentazione per cui nel momento in cui vado a selezionare l'alimentazione da gruppo elettrogeno venga distaccata la linea dal contatore,

forse scrivendolo son arrivato ad una soluzione, ma chiedo a voi più esperti. 

 

CONTATORE                                 GRUPPO ELETTROGENO

                        COMMUTATORE 1-0-2

MTD VARI                                   MTD ESSENZIALI IN CASO MALTEMPO

 

in caso fosse corretta che tipo di commutatore sarebbe più indicato? io conosce quelli rotativi, mentre quelli da mettere su guida Din non li ho mai usati

 

Link to post
Share on other sites
stef70

tutti i produttori classici (bTicino, ABB, etc.) hanno commutatori a guida DIN sia classici a levella sia rotativi.

Fai così... metti il commutatore tra contatore, generatore e il blocco dei MT.

 

 

Edited by stef70
Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao Mattia Simeoni,

se vuoi esistono i gruppi elettronici con la centrale che interviene automaticamente al mancare della tensione di rete per poi spegnersi appena questa torna.

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
9 ore fa, stef70 ha scritto:

tutti i produttori classici (bTicino, ABB, etc.) hanno commutatori a guida DIN sia classici a levella sia rotativi.

Fai così... metti il commutatore tra contatore, generatore e il blocco dei MT.

 

 

Grazie per la risposta, dici che sia una cosa valida?

E poi il commutatore devo prenderlo più grande circa di quanto? O basta che lo prenda da 40ampere dato che l’mtd successivo è da 32 amp

9 ore fa, ROBY 73 ha scritto:

Ciao Mattia Simeoni,

se vuoi esistono i gruppi elettronici con la centrale che interviene automaticamente al mancare della tensione di rete per poi spegnersi appena questa torna.

Davvero? Non lo sapevo, dovrò informarmi, ma il mio non credo che sia di questo tipo è abbastanza vecchiotto!(me lo ha regalato mio padre che a lui non serviva più) Ora provo a vedere se trovo qualche info su internet riguardo il generatore che ho

Link to post
Share on other sites
stef70
4 ore fa, Mattia Simeoni ha scritto:

Grazie per la risposta, dici che sia una cosa valida?

E poi il commutatore devo prenderlo più grande circa di quanto? O basta che lo prenda da 40ampere dato che l’mtd successivo è da 32 amp

in teoria il minore tra l'amperaggio del generatore e quello del MTD da 32.

In pratica lo compri da 63A e sei a posto.

Il generatore ha un MT suo interno? Che distanza c'è tra il generatore e il quadro elettrco?

 

 

Link to post
Share on other sites
desperado74
6 hours ago, Mattia Simeoni said:

 

Davvero? Non lo sapevo, dovrò informarmi, ma il mio non credo che sia di questo tipo è abbastanza vecchiotto!

nel tuo caso (mancanza di rete prolungata) la soluzione migliore è sicuramente quella che ti ha suggerito @ROBY 73. Devi utilizzare un G.E. che abbia un ATS (Automatic Transfer Switch) e che alcuni produttori chiamano LTS (load transfer switch).  I piu "piccoli" monofase che io conosca sono da 4,5 kW. 

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
Il 16/10/2020 alle 15:37 , stef70 ha scritto:

in teoria il minore tra l'amperaggio del generatore e quello del MTD da 32.

In pratica lo compri da 63A e sei a posto.

Il generatore ha un MT suo interno? Che distanza c'è tra il generatore e il quadro elettrco?

 

 

Mi sa si, alla fine a me interessa che faccia da deviatore non per forza da protezione, anche perché comunque c’è mtd sia dopo che prima il commutatore! Comunque saranno di cavo 3 m perché lo metto all’esterno zona della centralina e so che di potenza eroga circa 6kw, non è enorme però mi tiene in caso estremo di necessità ciò che necessito

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
Il 16/10/2020 alle 17:25 , desperado74 ha scritto:

nel tuo caso (mancanza di rete prolungata) la soluzione migliore è sicuramente quella che ti ha suggerito @ROBY 73. Devi utilizzare un G.E. che abbia un ATS (Automatic Transfer Switch) e che alcuni produttori chiamano LTS (load transfer switch).  I piu "piccoli" monofase che io conosca sono da 4,5 kW. 

Non credo che questo tipo di generatore c’è l’abbia ha i suoi annetti,controllerò appena ho possibilità. 
 il g.e. È arrivato aggratis quindi cerco di adattarmi nel modo più semplice

 

grazie per l’info

Link to post
Share on other sites
stef70
22 minuti fa, Mattia Simeoni ha scritto:

Mi sa si, alla fine a me interessa che faccia da deviatore non per forza da protezione, anche perché comunque c’è mtd sia dopo che prima il commutatore! Comunque saranno di cavo 3 m perché lo metto all’esterno zona della centralina e so che di potenza eroga circa 6kw, non è enorme però mi tiene in caso estremo di necessità ciò che necessito

Ma ovviamente!

Ma tieni anche conto che qualsiasi dispositivo che tu hai sulla linea... qualsiasi anello della catena deve essere protetto

MTD sia prima sia dopo?

Allora non mi è chiaro come è composto il tutto.

Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Se veramente è 6 KW non stare a dividere carichi primari o secondari, sempre che non sia di quelli a 380 con le prese a 220 di potenza inferiore

Ma sarà almeno stabilizzato? e la frequenza?

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
22 ore fa, stef70 ha scritto:

Ma ovviamente!

Ma tieni anche conto che qualsiasi dispositivo che tu hai sulla linea... qualsiasi anello della catena deve essere protetto

MTD sia prima sia dopo?

Allora non mi è chiaro come è composto il tutto.

Enel.                  GENERATORE

MTD.                 MTD

       COMMUTATORE 

MTD.                      MTD

UTENZE LUCE.     UTENZE PRESE

 

Facendolo moooolto semplificato così è

il generatore sta in esterno a circa 3 metri dalla centralina ho cercato la zona più vicina esterna

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
22 ore fa, Lorenzo-53 ha scritto:

Se veramente è 6 KW non stare a dividere carichi primari o secondari, sempre che non sia di quelli a 380 con le prese a 220 di potenza inferiore

Ma sarà almeno stabilizzato? e la frequenza?

380 no è monofase, ha solo due prese una industriale 220 e quella civile

Link to post
Share on other sites
Darlington

domanda, il generatore ha avviamento elettrico? perché se non ce lo ha, con ATS ci fai nulla praticamente, anzi se lo puoi avviare solo manualmente quasi ti conviene risparmiare i soldi dell'ATS e fare una cosa simile con due contattori interbloccati

Link to post
Share on other sites
Mattia Simeoni
16 ore fa, Darlington ha scritto:

domanda, il generatore ha avviamento elettrico? perché se non ce lo ha, con ATS ci fai nulla praticamente, anzi se lo puoi avviare solo manualmente quasi ti conviene risparmiare i soldi dell'ATS e fare una cosa simile con due contattori interbloccati

no, si avvia manualmente, come ho detto è vecchiotto, era in disuso e recuperato da me diciamo, infatti per ats avevo già lasciato perdere perche appunto comunque devo metterci mano e quindi tanto vale disinserire il contatore con il commutatore, con contattori interbloccati come dovrei procedere? ho iniziato da 1 anno a lavorare come elettricista quindi son un'apprendista per ora e comunque anche fossi un pozzo di informazioni chiederei in ogni caso in questo forum, fa sempre piacere sentir altri pareri

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...