Jump to content
PLC Forum


wirus

aiuto scelta domotica per trasformare impianto tradizionale esistente

Recommended Posts

wirus

Ciao a tutti

sono un privato non professionista però abbastanza esperto per gli impianti civili tradizionali e fai da te elettronico / meccanico in generale.

Per la domotica sto interessandomene già da tempo, ho visto molto materiale, corsi e opzioni ma non riesco ancora a farmi un idea del tutto chiara.

 

Vi faccio quindi delle domande che senz'altro saranno sciocche e da neofita:

 

Vorrei trasformare l'impianto della mia abitazione da tradizionale a domotico (2 livelli + giardino) arrivando ad avere tutto domotico compreso videocitofono, allarme, climatizzazione etc.

I componenti domotici hanno ancora un prezzo spropositato (alcune cose inconcepibili: come fa a costare 1000 euro un display touch screen o anche 2000+euro un web server... sono sicuro che questo è un discriminante che allontana l'80% dei potenziali interessati) quindi vorrei fare un pezzo per volta, partendo dal minimo.

 

L'impianto dovrà essere rigorosamente cablato, non ho mai avuto fiducia nelle connessioni wireless figuriamoci per l'impianto domestico

 

vorrei iniziare domotizzando il piano inferiore dell'abitazione, inizialmente montando solo alimentatore, comandi e attuatori senza controlli remoti display o altro (configurandolo da PC). Poi passare al piano superiore. Poi la climatizzazione e a quel punto webserver + display per gestione centralizzata

 

Fin'ora la scelta era orientata verso la Vimar by-me ma ultimamente ho scoperto il protocollo KNX, mi attira molto il fatto di non essere necessariamente vincolato a un unico produttore. Avendo però fin'ora messo insieme nozioni basiche e scarse, che conto di accrescere facendomi da solo i vari ampliamenti, non conosco se questo protocollo implica delle difficoltà maggiori rispetto a by-me o bticino (oltre a dover scaricare le librerie per configurare i componenti) etc. Inoltre:

 

- non vorrei che montando una serie specifica del produttore diventa obsoleta un attimo dopo e non ho più nuovi componenti da aggiungere... mi pare che by-me sia sul mercato da un pezzo

 

- ho già passato in buona parte del piano inferiore il cavo BUS da 1x2x0.5 (vimar 01840, indicato per il sistema by-me). Leggo che lo std KNX vorrebbe un 0.8 twistato... Questo è un discriminante o KNX può funzionare anche con un 0.5?

 

- KNX accetta collegamento BUS sia in serie sia stella sia albero. Per Vimar by-me stessa cosa?

 

Altri consigli preziosi? Quel che decido di mettere insieme come partenza è quello su cui costruisco il resto domani, se sbaglio adesso me lo porto dietro per sempre :)

 

grazie in anticipo a chiunque voglia darmi una mano

 

Link to comment
Share on other sites


wirus

aggiungo una domanda: i comandi a 3 moduli e 6 pulsanti (es. vimar 01486) può ciascun pulsante essere configurato per funzionare in modo bistabile? Es. pressione pulsante 1: accende luce. premo nuovamente: spence luce

 

grazie

Link to comment
Share on other sites

alessandropa

Ciao, come primo consiglio se io fossi in te andrei dritto su knx.

Multimarca, open nel senso che molte interfaccie grafiche ci comunicano o comunque puoi costruirti qualche grafica tua.

Inoltre con i modulini da 2 4 o 6 ingressi che stanno nelle 503 puoi pensare di riutilizzare i tuoi attuali interuttori o pulsanti decidendo tu a qualsiasi ingresso dare qualsiasi funzione.

Inoltre so che gestisce anche la parte riscaldamento termostati ecc

Link to comment
Share on other sites

Microchip1967

Tieni conto che by-me utilizza il protocollo knx.

La differenze è che mentre con knx usi ets per la programmazione, indipendentemente dal dispositivo (dopo aver scaricato il relativo database), con il by-me la programmazione puo' avvenire solo con la centralina di gestione o con easytool.In entrambi i casi gli oggetti sono già predeterminati

L'unica cosa che se vuoi realmente passare al knx quel cavo che hai posato, per quanto possa andare bene, ti creerà non pochi problemi per l'attestazione, visto che tutti i morsetti sono fatti per conduttori rigidi.Pero' dal punto di vista della trasmissione non avrai problemi

Quindi dovrai usare obbligatoriamente dei puntalini sui terminali

 

Per quanto riguarda i moduli knx di vimar, avendoli appena usati, ti confermo che la programmazione dei singoli pulsanti è libera (on/off, toggle, pressione lunga/corta, sequenza, richiamo/memorizzazione scenari, ecct).

Ricordati solo dei relativi copritasti

Link to comment
Share on other sites

brusuillis

Stessa tua situazione, due anni fa ho comprato e ristrutturato casa di due piani, imparando KNX: tapparelle, luci, prese e carichi, HVAC, TVCC, irrigazione, accessi...

Ho usato MDT per la parte di attuatori e Gewiss per i comandi (sia touch a vetro che a pulsante classico), mentre per la visualizzazione ho inizialmente comprato un server Thinknx, che ogi non ricomprerei più: sto facendo la casa dei miei con openhab a costo zero...

 

NB: è vero, i display sono fuori mercato. Ma puoi usare un vecchio pc o un raspberry per la supervisione, e dei vecchi tablet appesi al muro per visualizzare :)

Link to comment
Share on other sites

wirus

Ciao

Siete grandi già mi avete dato dei conaigli utilissimi

Quello che mi frenava maggiormente era il costo assurdo e spropositato dei supervisori e web server, se per questo esistono delle alternative (grandioso col raspberry!!) Già è una preoccupazione in meno.

Anche il cavo.. menomale che posso usare quello che ho passato perchè per farlo è stato un vero incubo (forassiti piccole, lunghe distanze, già stracariche di fili, a cui ho aggiunto BUS e LAN, anche sfilando tutto l'impianto e ripassando con litri di sapone non passava nemmeno a poangere)

Adesso inizio a cercare alimentatore e attuatori il più economici possibili e i comandi prenderò i vimar... e comincio con due stanze cavia del piano di sotto

Grazie di nuovo a tutti!

Link to comment
Share on other sites

wirus

Ciao

Siete grandi già mi avete dato dei conaigli utilissimi

Quello che mi frenava maggiormente era il costo assurdo e spropositato dei supervisori e web server, se per questo esistono delle alternative (grandioso col raspberry!!) Già è una preoccupazione in meno.

Anche il cavo.. menomale che posso usare quello che ho passato perchè per farlo è stato un vero incubo (forassiti piccole, lunghe distanze, già stracariche di fili, a cui ho aggiunto BUS e LAN, anche sfilando tutto l'impianto e ripassando con litri di sapone non passava nemmeno a poangere)

Adesso inizio a cercare alimentatore e attuatori il più economici possibili e i comandi prenderò i vimar... e comincio con due stanze cavia del piano di sotto

Grazie di nuovo a tutti!

Link to comment
Share on other sites

wirus

ciao a tutti

mi riallaccio a questo mio vecchio post, il primo step della domotica riguarderà l'impianto di riscaldamento e ho bisogno dei vostri preziosi consigli

 

in breve, la mia casa è su due piani e sono 8 vani

 

nel locale caldaia sostituirò il collettore montandone uno nuovo con 8 attuatori (uno per termosifone) permettendomi di gestirli in modo indipendente (non voglio assolutamente montare le teste termostatiche sui caloriferi, voglio gestire il tutto a monte e in modo centralizzato e rigorosamente CABLATO).

 

Vorrei montare un sensore di temperatura per ogni stanza e un attuatore a 8 canali per pilotare le elettrovalvole.

 

Qui sorge il mio dubbio,

 

oltre a:

 

- alimentatore BUS KNX (già trovato)

- Attuatore KNX ON/OFF 8 canali (per pilotare le elettrovalvole sul collettore - già trovato)

- sensori temperatura KNX (già trovati)

 

come faccio a pilotare e programmare l'impianto? Non vorrei montare un crono termostato per ogni stanza, ma vorrei gestire il tutto da una postazione centrale, programmando zone, orari, etc etc.

 

E' possibile farlo montando un display KNX e utilizzarlo come interfaccia centrale? Oppure esistono altre soluzioni? Qui entro nell'area grigia della mia conoscenza in merito (ignoranza)...

 

grazie a chiunque voglia darmi una mano nell'inquadrare i componenti che necessito

Link to comment
Share on other sites

wirus

posso utilizzare un tablet come interfaccia utente con l'impianto domotico? Se si, qual'è il componente che mi consente di far comunicare il tablet all'impianto?

 

grazie a tutti se volete darmi dei consigli

Link to comment
Share on other sites

wirus

Qualcuno che può aiutarmi? Avrei giusto bisogno di sapere se i componenti che ho elencato sono quelli giusti per lo scopo. Grazie a chiunque voglia aiutarmi!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...