Jump to content
PLC Forum

anarchico

Compatibilita' Aggiornamenti *** (l'azienda ha richiesto la rimozione di questo marchio su PLC Forum) con Tia 15

Recommended Posts

anarchico

Buonasera,

per la seconda volta ho avuto problemi di compatibilità tra *** (l'azienda ha richiesto la rimozione di questo marchio su PLC Forum) e Tia Portal V15,in particolar modo lato WinCC RT Advanced.In pratica dopo l'installazione di qualche aggiornamento *** (l'azienda ha richiesto la rimozione di questo marchio su PLC Forum),alla compilazione dei progetto HMI mi viene fuori un errore incorreggibile:

 ERRORE interno (dettaglio: impossibile collegare LinkerClass (collegamento non riuscito)).

 

L'altra volta mesi fa risolsi formattando il PC,stavolta non posso.Non so quale sia l'aggiornamento ne ha installati diversi nell'ultimo mese.Trovandolo potrei disinstallare solo quello.

 

Avete già risolto qualche volta?

 

Chiaramente tutte le procedure presenti,libere,in rete le ho provate.Ma io sono sicuro che si tratti di un aggiornamento,perchè andava tutto benissimo.

Ah ok....scusate,non lo sapevo.

Link to post
Share on other sites

pigroplc

intendi le "finestre" 7 o "finestre" 10?

perché con la versione 10 qualche problemino ce l'ho pure io .......

 

Link to post
Share on other sites
pigroplc

Hai provato a migrare su TIA15.1 o TIA16? Io qui ho un runtime che gira su 15.1 e finestre 10 aggiornato, ma sempre con finestre 10 ho lavorato anche su un TIA16 sempre senza problemi 

 

 

Link to post
Share on other sites
anarchico

Purtroppo sulla linea vogliono tenere il 15.

Link to post
Share on other sites
pigroplc
Il 1/11/2020 alle 07:03 , anarchico ha scritto:

Purtroppo sulla linea vogliono tenere il 15.

allora che si tengano il problema...... non è una questione da qui all'eternità; si tratta solamente di capire dove sta il problema, mi viene da pensare: ma se fra 2 anni vogliono aggiungere un altro impianto lo vogliono ancora con il TIA15? 😃

 

Link to post
Share on other sites
anarchico

Cinesi,gente strana.............

Link to post
Share on other sites
acquaman

TIA15 è ormai obsoleto, ci stà che nuovi aggiornamenti del sistema operativo non siano compatibili con una vecchia versione.
Su questi sistemi, andrebbero bloccati gli aggiornamenti, cosi da bloccare la situazione.

Poi PENSIERO STRETTAMENTE PERSONALE dobbiamo smettere di mettete dei pc sugli impianti, non si può pretendere di dare un impianto affidabile e duraturo installando a bordo dei sistemi W, con un bel pannello di dimensioni adeguate facevi le stesse cose senza nessun problema di aggiornamenti, obsolescenza software ed hardware, spegnimenti improvvisi (ups ecc.ecc).

W non è nato per durare, cosa che in impianto necessita.

 

Link to post
Share on other sites
pigroplc
3 ore fa, acquaman ha scritto:

Poi PENSIERO STRETTAMENTE PERSONALE dobbiamo smettere di mettete dei pc sugli impianti,

Caro acquaman,

questa volta non mi trovi assolutamente d'accordo col tuo pensiero. Io sono passato dagli FI25 di mamma Siemens agli embedded ad altri PC di vari costruttori (ASEM per esempio) e la durata è certamente paragonabile alla durata dei pannelli. 
Stiamo parlano di 20 anni e certo se si guasta qualcosa non è imputabile alla instabilità delle "finestre".

Certo che installare dei PC in ambiente industriale in condizioni gravose con tanta polvere di ferro richiede un minimo di accortezza: pulpito con filtri e certo non PC ad esecuzione da ufficio, altrimenti sarebbe da kamikaze. 

Se devo fare delle ricette con dei bei Vscript e non utilizzando quel mammalucco del sistema della Siemens ma magari una cartella con il nome delle ricette "parlante" creato ad hoc con backup sul server del cliente per evitare che le ricette vadano perse, un sistema che non sia finestre dei pannelli certo che aiuta.

Altro esempio: incapsulare una DLL per una bella telecamera per vedere in area segregata cosa piffero sta combinando la macchina, fallo con i pannelli...
Un altro vantaggio che ritengo interessante: una volta che sono dentro in VPN posso utilizzare un qualsiasi remote desktop tipo UltraVNC e mi guardo tutte le pagine della diagnostica con stato dei servo ecc. Coi pannelli io non ci sono riuscito.

Ovviamente prendilo come pensiero strettamente personale. 😃 

Link to post
Share on other sites
acquaman

Come ho detto sono idee, e sapevo di scontrarmi, ma è dimostrato che per tanto che prendo in pc figo, ti ritrovi con le batterie dell'ups scariche ed hai una mancanza di tensione il tuo sistema operativo va a quel paese, cosi ti ritrovi un pc con XP non più compatibile con nessun sistema attuale e ci vogliono giorni per ripartire.
Tutto quello che hai elencato è bellissimo, ma al fine della produzione, fare pezzi, non serve, una ricettazione gestita ad exel è bella, ma è utile come quella gestita da un pannello, con la differenza che un pannello è affidabile come un plc o altri dispositivi industriali, un pc no.

Da un cliente dove ho delle linee un po datate, dopo 2 o 3 di quest problemi sugli scada, l'ho convinto ed ho fatto 2 revamping di scada con 2 OP, ti garantisco che le stesse linee girano esattamente come prima e non si sono accorti della differenza.

Sono consapevole comunque che sono l'unico a pensarla cosi.

Comunque non sono contrario a mettere dei pc sulle linee, ma devono avere dei compito marginali e non diventare indispensabili alla produzione perchè non ne hanno l'affidabilità nel tempo.

 

Edited by acquaman
Link to post
Share on other sites
pigroplc
48 minuti fa, acquaman ha scritto:

Come ho detto sono idee, e sapevo di scontrarmi,

😃😃😃
no no non è scontrarsi, è il sano confronto di idee dal quale emergono sempre degli insegnamenti per tutte le posizioni (almeno io ritengo di imparare). Poi vattelapesca a trovare una soluzione univoca per tutte le macchine, semplicemente non esiste, dipende dal tipo di macchina.

Per tua info, ho avuto modo di collaudare la robustezza dei PC con finestre embedded tanti anni or sono in un impianto in Romania dove la tensione spariva in media 5 volte al giorno e i PC non avevano UPS. 
In compenso mi sono saltati anche gli encoder Heidenhain dei brushless come pop corn, ma giustamente bisogna mettere le fabbriche in mezzo alle campagne per risparmiare........ 

Link to post
Share on other sites
acquaman
1 ora fa, pigroplc ha scritto:

scontrarsi

Certo, un sano confronto tra amici.;)

Link to post
Share on other sites
ilguargua
7 ore fa, acquaman ha scritto:

cosi ti ritrovi un pc con XP non più compatibile con nessun sistema attuale e ci vogliono giorni per ripartire.

...con questo ho appena terminato lo scontro...:angry::wallbash::thumbdown:

Ti risparmio per decenza le lotte con windows 2000...

 

7 ore fa, acquaman ha scritto:

Sono consapevole comunque che sono l'unico a pensarla cosi.

No guarda, siamo perlomeno in 2... :thumb_yello:

 

Ciao, Ale.

Link to post
Share on other sites
max.riservo
7 ore fa, acquaman ha scritto:

Come ho detto sono idee, e sapevo di scontrarmi, ma è dimostrato che per tanto che prendo in pc figo, ti ritrovi con le batterie dell'ups scariche ed hai una mancanza di tensione il tuo sistema operativo va a quel paese, cosi ti ritrovi un pc con XP non più compatibile con nessun sistema attuale e ci vogliono giorni per ripartire.

.....

Comunque non sono contrario a mettere dei pc sulle linee, ma devono avere dei compito marginali e non diventare indispensabili alla produzione perchè non ne hanno l'affidabilità nel tempo.

 

Ognuno ha le sue esperienze, nel bene e nel male ...

Comunque i PC industriali (fanless e con SSD) tendono ad essere abbastanza affidabili da poter essere utilizzati anche negli impianti di produzione. Il sistema operativo può essere l'anello debole della catena : spesso basta non aggiornarlo (nel senso che se l'impianto/macchina funziona non è quasi mai necessario aggiornare il sistema operativo).

Diverso è il discorso dell'obsolescenza del sistema operativo : qui si può sopperire con le macchine virtuali ...

Link to post
Share on other sites
Yiogo

prima distinguiamo i due layer, quello del controllo processo e quello dell'interfaccia operatore, in conseguenza le analisi vanno ap posto da sole

 

devo dire che ho Divus vecchi di vent'anni e non riesco a convincere i clienti a sostituirli per scrupolo perchè non danno il minimo problema pur essendo eternamente accesi

attualmente mi sto orientando su plc multicore dove sulla parte real time gira il modello di controllo e sulla parte linux la gestione dell'intervaccia operatore su web panel industriali, sopratutto su sistemi ridondanti è una soluzione eccellente

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...