Jump to content
PLC Forum

Hahael

Magnetotermico induzione salta

Recommended Posts

Hahael

Buona sera vorrei una dritta

Appartamento finito già occupato anche se la linea del appartamento è ancora sotto quadro di cantiere insieme ad un altro appartamento. Non so che potenza eroghi il quadretto

Il centralino nel appartamento è così composto 

Un sezionatore da 32A a monte del quale 3 diff magnetotermici da 25

Il proprietario ha richiesto 6kw

 

A valle di un magnetotermico differenziale da 25 ("zona giorno",parlerò solo di questo visto che il problema è qua),ho 3 interruttori da 16 uno da 10 e uno da 20 per induzione (diametro cavi del 4)

 

Il proprietario dice che dopo un Po che fa andare l induzione(a volte subito a volte dopo un po) salta l interruttore differenziale da 25

 

Gli ho risposto che il motivo è che è ancora sotto quadro di cantiere e forse supera la Potenza del quadretto di cantiere

 

È una cosa possibile se così fosse?è normale che salti il differenziale e non il generale?è normale che non salti solo l induzione?

 

Molte grazie

Link to post
Share on other sites

luigi69
1 ora fa, Hahael ha scritto:

Gli ho risposto che il motivo è che è ancora sotto quadro di cantiere e forse supera la Potenza del quadretto di cantiere

No...direi di no...

 

Il 25 che salta...sgancia il.magnetotermico ( credo di no , pervhe a valle hai in 20 , dovrebbe intervenire lui ) o la parte  differenziale ?

 

 Piano ad induzione,  è limitato ? 

Link to post
Share on other sites
Hahael

Scatta il magnetotermico differenziale da 25 mentre gli interruttori a valle compreso il 20 del induzione rimangono su.questo succede però solo quando rimane accesa l induzione per un po

 

Che ne pensi Luigi? 

Il piano a induzione non credo sia limitato,sinceramente non saprei neanche come si faccia a limitarlo

Edited by Hahael
Link to post
Share on other sites
Hahael

Rileggendo la tua risposta credo  che possa intervenire la parte differenziale per una dispersione?

Link to post
Share on other sites
luigi69

Esatto...o dispersione , o "disturbo" su un i terruttore tradizionale,  non adatto ad essere immune ai disturbi 

 

Marca e modello del differenziale?  Se fosse bticino , , da verificare tramite la "finestrella" se compare il segno colorato ( giallo o blu)

Link to post
Share on other sites
Hahael

Effettivamente non ci avevo pensato.l interruttore è della Schneider e a memoria non ha la finestrella..

 

A sto punto credo sarebbe più giusto sostituire  l interruttore del induzione con un magnetotermico differenziale per togliermi il dubbio concordi? Hai da consigliarme qualcuno "immune" ai disturbi?

 

Comune secondo te se ci fosse una dispersione non dovrebbe scattare subito il differenziale a monte o è normale che scatti anche dopo un Po di tempo?

 

Ti ringrazio molto 

Edited by Hahael
Link to post
Share on other sites
hfdax
Il 11/1/2021 alle 20:40 , Hahael ha scritto:

Un sezionatore da 32A a monte del quale 3 diff magnetotermici da 25

non sarà il contrario?

 

Il 11/1/2021 alle 20:40 , Hahael ha scritto:

Gli ho risposto che il motivo è che è ancora sotto quadro di cantiere e forse supera la Potenza del quadretto di cantiere

In tal caso scatterebbe un interruttore nel quadro di cantiere, o no?

 

Il 11/1/2021 alle 22:36 , Hahael ha scritto:

Scatta il magnetotermico differenziale da 25 mentre gli interruttori a valle compreso il 20 del induzione rimangono su.questo succede però solo quando rimane accesa l induzione per un po

Prima di tutto è importante capire se scatta come differenziale o come magnetotermico. Negli MTD attuali è sempre possibile determinarlo, alcuni hanno la finestrella che cambia colore come nei Ticino altri (ad esempio gli schneider ICV40A) hanno una leva separata per il differenziale. Se le leve si abbassano entrambe è scattato come diff. Devi vedere il modello che hai tu come è fatto.

Stabilito se è il differenziale o il MT a scattare si può decidere come procedere.

 

Il 11/1/2021 alle 20:40 , Hahael ha scritto:

è normale che salti il differenziale e non il generale?è normale che non salti solo l induzione?...Scatta il magnetotermico differenziale da 25 mentre gli interruttori a valle compreso il 20 del induzione rimangono su.questo succede però solo quando rimane accesa l induzione per un po

Potrebbe essere una dispersione ma anche un corto circuito nel piano ad induzione. In entranbi i casi potrebbe essere un problema che si presenta dopo un po che è accesa. Se fosse una dispersione ovviamente ha senso che scatti il differenziale a monte. Ma anche in caso di corto può accadere perché se interviene come magnetico la selettività tra un C20 e un C25 è praticamente inesistente. L'intervento magnetico a differenza di quello termico è sostanzialmente istantaneo. Il meccanismo più rapido scatta per primo.

Per la stessa ragione tenderei ad escludere il sovraccarico.

Link to post
Share on other sites
Hahael
1 ora fa, hfdax ha scritto:

non sarà il contrario?

 

In tal caso scatterebbe un interruttore nel quadro di cantiere, o no?

 

Prima di tutto è importante capire se scatta come differenziale o come magnetotermico. Negli MTD attuali è sempre possibile determinarlo, alcuni hanno la finestrella che cambia colore come nei Ticino altri (ad esempio gli schneider ICV40A) hanno una leva separata per il differenziale. Se le leve si abbassano entrambe è scattato come diff. Devi vedere il modello che hai tu come è fatto.

Stabilito se è il differenziale o il MT a scattare si può decidere come procedere.

 

Potrebbe essere una dispersione ma anche un corto circuito nel piano ad induzione. In entranbi i casi potrebbe essere un problema che si presenta dopo un po che è accesa. Se fosse una dispersione ovviamente ha senso che scatti il differenziale a monte. Ma anche in caso di corto può accadere perché se interviene come magnetico la selettività tra un C20 e un C25 è praticamente inesistente. L'intervento magnetico a differenza di quello termico è sostanzialmente istantaneo. Il meccanismo più rapido scatta per primo.

Per la stessa ragione tenderei ad escludere il sovraccarico.

Si mi sono confuso intendevo il contrario

 

Detto questo ti ringrazio perché mi hai chiarito le idee devo verificare e poi aggiorno

 

Pensavo comunque di sostituire il magneto termico da 20 con un interruttore differenziale almeno incomincio a redtringere il campo

Link to post
Share on other sites
luigi69

leggo solo adesso da lunedi,, sul telefono non riesco a leggere le risposte delle discussioni a cui ho partecipato..comunque Dario è stato chiaro

12 minuti fa, Hahael ha scritto:

Pensavo comunque di sostituire il magneto termico da 20 con un interruttore differenziale almeno incomincio a redtringere il campo

ok  ma leggi cosa ti ha suggerito Dario riguardo la selettività , non ha senso mettere piu differenziali in cascata

 

Curiosità..ma con una pinza amperometrica, comunque fare almeno un paio di verifiche sull'assorbimento ?  cioè per essere sicuri che scatta la parte amperometrica o differenziale ?  

lo diceva anche Dario , ma secondo me non è ancora chiaro..

se vai dal cliente, puoi far eun paio di folto al centralino ed al suo cablaggio ?

 

Link to post
Share on other sites
Hahael
2 ore fa, hfdax ha scritto:

non sarà il contrario?

 

In tal caso scatterebbe un interruttore nel quadro di cantiere, o no?

 

Prima di tutto è importante capire se scatta come differenziale o come magnetotermico. Negli MTD attuali è sempre possibile determinarlo, alcuni hanno la finestrella che cambia colore come nei Ticino altri (ad esempio gli schneider ICV40A) hanno una leva separata per il differenziale. Se le leve si abbassano entrambe è scattato come diff. Devi vedere il modello che hai tu come è fatto.

Stabilito se è il differenziale o il MT a scattare si può decidere come procedere.

 

Potrebbe essere una dispersione ma anche un corto circuito nel piano ad induzione. In entranbi i casi potrebbe essere un problema che si presenta dopo un po che è accesa. Se fosse una dispersione ovviamente ha senso che scatti il differenziale a monte. Ma anche in caso di corto può accadere perché se interviene come magnetico la selettività tra un C20 e un C25 è praticamente inesistente. L'intervento magnetico a differenza di quello termico è sostanzialmente istantaneo. Il meccanismo più rapido scatta per primo.

Per la stessa ragione tenderei ad escludere il sovraccarico.

Si certo Luigi sabato riesco a farle..comunque intendevo dire di "isolare" l induzione sotto un suo differenziale, invece che lasciarla sotto la linea giorno almeno evito che li si spenga la luce al cliente..

Eh sì hai ragione mi devo procurare un amperometro..

Link to post
Share on other sites
hfdax
4 minuti fa, Hahael ha scritto:

"isolare" l induzione sotto un suo differenziale, invece che lasciarla sotto la linea giorno almeno evito che li si spenga la luce al cliente..

È Senz'altro una buona idea ma attento che non puoi lasciare il piano cottura senza protezione magnetotermica quindi la cosa giusta è sostituire il magnetotermico da 20A con un magnetotermico differenziale che però dovrà prendere corrente direttamente dal sezionatore, a monte del differenziale da 25A della zona giorno.

Link to post
Share on other sites
Hahael
3 ore fa, hfdax ha scritto:

 

Si hfdax è quello che volevo fare solo che tu l hai spiegato in maniera comprensibile,grazie per la traduzione 😁

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...