Jump to content
PLC Forum

Andrea25

Traccia " larga " tektronix 465 .

Recommended Posts

Andrea25

Buonasera a tutti , anch'io posseggo un 465 Tek e il problema è questo : scrive la traccia larga , troppo larga ; per vederla sottile devo abbassare l'intensità al punto che per vedere la traccia devo spegnere la luce !

Se imposto intensità normale vedo , appunto , una traccia grossa. 

Preciso che il focus funziona ma regolato al meglio ho , appunto , questa traccia troppo grossa .

Che cosa potrei / dovrei verificare ?

Grazie .

Link to post
Share on other sites

Francesco_54

Le tensioni sugli elettrodi che formano la cosidetta "lente elettronica" nel cinescopio.

Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

hai lo schema?

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Eccomi...

Buonasera a tutti e grazie per le risposte .

Per Francesco : grazie dell'informazione , verifico .

Per Riccardo : si ho tutta la documentazione , mi era stata spedita insieme alla macchina .

Link to post
Share on other sites
gabri-z
7 minuti fa, Andrea25 ha scritto:

si ho tutta la documentazione ,

E noi ?   Su cosa proviamo a ragionare ?:smile:

Mettilo qui , che lo vediamo .

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Ah scusa , pensavo mi chiedesse Riccardo per " guidarmi " .

Nel senso che pensavo lui avesse già schemi visto che ne ha anche riparati...

Domani vedo se riesco a " scannerizzare " ma c'è un bel pò di roba...

Sono anche pagine in formato A3 se ben ricordo ...

Link to post
Share on other sites
gabri-z
3 minuti fa, Andrea25 ha scritto:

Nel senso che pensavo lui avesse già schemi visto che ne ha anche riparati..

Lo so , eravamo qua , se non sbaglio il modello , ma dubito che ci sia ancora qualcosa sul forum....Carica quel che puoi.

Link to post
Share on other sites
Francesco_54

Fatto una foto di insieme; con un po' di fatica si capisce

Sulla griglia di focus piedino 4 del CRT= -1700V

Ho visto dei valori di resistenza da marziani; se sono guaste, sara' in'impresa trovarle. 

1034864930_IMG_05611.thumb.jpg.ea307589a6b147dee73fd5f0f8461645.jpg

 

Edited by Francesco_54
Link to post
Share on other sites
patatino59
8 ore fa, Francesco_54 ha scritto:

se sono guaste, sarà un'impresa trovarle

Puoi usare combinazioni di valori commerciali in serie, isolandole con termorestringente.

1700 volt non sono molti, sui TVC c'erano potenziometri da 30 Mohm e resistenze da 60 Mohm che lavoravano a 6KV

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Buonasera , allego foto : il circuito CRT credo sia uguale a quello di Francesco ( io l'ho postato in due fogli ).

Ho postato anche alimentatore ...

 

Tex 465 263.jpg

Tex 465 CRT Circuit 1264.jpg

Tex 465 CRT Circuit 265.jpg

Tex 465 Power Supply266.jpg

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Aggiornamento : dopo un bel pò che sta acceso la traccia diventa fine e bella .

Oggi ho aperto l'oscilloscopio e mi sono un pò demoralizzato : per il mio livello è un circuito un pò complicato ma posso provare a rilevare le misure di cui mi dite .

Ho notato invece un'altro problema : girando la manopola volt/div , con un piccolo segnale in ingresso , vedo traccia fino alla posizione " .1 " , passando alla posizione " .5 " sparisce la traccia dallo schermo .

Ruotando il potenziometro per la posizione alto/basso per cercare la traccia pensando fosse uscita dallo schermo , vedo solamente dei veloci " lampi " della traccia ma non nella stessa posizione .

Intendo dire che è come se la traccia seguisse il movimento del potenziometro ma si " facesse vedere " solo per alcuni lampi " , appunto .

Potenziometro ossidato ?

 

Link to post
Share on other sites
Francesco_54

Sicuramente, quell'oscilloscopio ha 40 anni e saranno da ripassare tutti i potenziometri e commutatori.

Io questo lavoro sono stato costretto a farlo un paio di anni fa perchè non riuscivo piu' a usarlo,

Pulisci contatti e aria compressa (usata con cautela) e torna nuovo.

 

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Grazie .

Dopo l'aria mi consigli anche quegli " sprey " di cui ho letto post ? 

Tipo Kontakt 60 ?     

Link to post
Share on other sites
patatino59
10 minuti fa, Andrea25 ha scritto:

Tipo Kontakt 60 ?

Con parsimonia e attenzione.

Soprattutto sui selettori dei circuiti di ingresso, dove la resistenza dei residui di spray potrebbe alterare la precisione.

Sui commutatori della base dei tempi, è meno pericoloso, ma è sempre meglio dosare lo spruzzo con cura, e asciugare con aria dopo aver azionato un pò di volte  il comando da pulire.

 

Edited by patatino59
Link to post
Share on other sites
Andrea25

Perfetto , grazie a tutti dei consigli preziosi .

Vi faro certamente sapere l'esito dell'intervento .

( ho visto che ha avuto delle riparazioni : è stao sostituito un ponte raddrizzatore saldato sui " moccoli " dei piedini del vecchi raddrizzatore ) , credo per non stare a togliere la scheda...

Link to post
Share on other sites
Francesco_54

Si va bene. Vedi che alcuni potenziometri sono inaccessibili, nel qual caso devi cercare di spruzzare il pulisci contatto con l'apposito tubicino direttamente

sulle fessure di assemblaggio dei potenziometri per farlo penetrare per pressione.

 

Link to post
Share on other sites
tesla88

io ci andrei cauto con gli spray ... i valori di resistenza son molto elevati...

prima darei una misurata alle resistenze e ai potenziometri che fanno parte del circuito del CRT, ovviamente dopo aver spento e atteso almeno un 10 minuti.

Potrebbe anche trattarsi di un condensatore, dato che dopo un po' che è acceso il difetto migliora...bisognerebbe misurare le tensioni ma servono le sonde apposite, io uso il puntale HT dell ICE680

 

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
12 minuti fa, tesla88 ha scritto:

io ci andrei cauto con gli spray ... i valori di resistenza son molto elevati..

 

Concordo, si rischia di danneggiare il componente.

Link to post
Share on other sites
patatino59

Lo spray non si usa MAI sui circuiti ad alta tensione.

Io mi riferivo ai commutatori, per i quali spesso basta solo un azionamento veloce e ripetuto, e lo spray è solo l'ultima possibilità.

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
2 ore fa, patatino59 ha scritto:

Io mi riferivo ai commutatori,

 

I selettori-commutatori dei Teck hanno i contatti argentati. Questo tipo di contatto, in alcune condizioni ambietali, si ricopre di solfuro d'argento che è un buon dielettrico, quindi il contatto va ... a farsi benedire.

Ricordo quando lavoravo nei in un laboratorio R&S di Olivetti ad Ivrea, ogni mese passava il tecnico di assistenza Tecktronix e, come prima cosa, con pennellino e tatracloruro di etile toglieva il solfuro d'argento dai contatti. Questo perchè nella zona di via Jervis, dove erano localizzati i laboratori, c'era un'atmosfera sulfurea, atmosfera che, purtroppo, respiravano le persone presenti in loco.:(

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Farò tesoro dei vostri preziosi consigli .

In effetti non saprei come misurare tensioni così alte .

Ho anch'io un 680R ma non ho puntali speciali...

Intanto provvederò a pulire ( almeno ci proverò ) i commutatori e potenziometri .

 

Link to post
Share on other sites
Andrea25

Buongiorno , aggiornamento .

Oggi ho riacceso il 465 , la traccia è buona ma trema ( est-ovest ) e a momenti ne vedo una seconda meno luminosa e spostata dalla originale di circa mezzo centimetro .

Toccando un pò di componenti ( tra l'altro mi sembra che il 465 scaldi un pò di più rispetto ad esempio ad un'altro più piccolo che ho della Hitachi ma magari non sono tutti uguali ) , ho trovato un integrato bollente : è quello marcato U1690 sulla" fan motor board " ed il ventilatore è fermo .

Premetto che non sapevo ci fosse un ventilatore , da quando posseggo il 465 non l'ho mai sentito minimamente , infatti non pensavo ne fosse provvisto .

Ho aiutato il perno motore ed è riuscito a partire e finalmente sento un rumore nuovo !Per anni ha funzionato con il motore bloccato ! Meno male che lo uso poco...

Ho cercato invece in rete " datasheet " dell'integrato ma...niente !

Allego foto .

 

Link to post
Share on other sites
Andrea25

BNuongiorno , aggiornamento . Il problema ventilatore l'ho risolto : l'ho dissaldato , aperto ( fino dove riuscivo , poi temevo di fare danni ) , soffiato e lubrificato .

Ora funziona bene e l'integrato è appena tiepido .

Proseguirò con la verifica delle alimentazioni , Grazie .

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...